Scheda botanica
Artemisia lanata Willd.
Sp. Pl. 3: 1823 (1803)

Sinonimi: Artemisia assoana Willk., Artemisia caucasica Willd., Artemisia pedemontana Balb.
Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Artemisia lanata Willd. - Vol. 3 pg. 106
Riferimento in "Flora Alpina", D.Aeschimann & al., 2004
Artemisia pedemontana Balb. - Vol. 2 pg. 520

Asteraceae

Assenzio lanato, Artemisia lanata

Forma Biologica: Ch suffr - Camefite suffruticose. Piante con fusti legnosi solo alla base, generalmente di piccole dimensioni.

Descrizione: Pianta perenne, legnosa alla base, con rami ascendenti, alta 15-30 cm, con odore aromatico e caratterizzata dalla presenza di un abbondante tomento.
Foglie grigio verdi-biancastre, pelose (peli a navetta), quelle basali munite di un picciolo lungo 2-3 cm e lamina 1-3 pennatosetta, con lacinie di circa 1mm x 6-9 mm.; foglie cauline con picciolo lungo 5-9 mm, in alto completamente diviso in lacinie.
I fiori sono riuniti in capolini, all'ascella di una brattea, disposti multilateralmente più o meno distanziati su un racemo allungato, quelli inferiori con peduncoli allungati, quelli superiori subsessili o in glomeruli, emisferici, di diametro fino a 5-6 mm, pendenti o inclinati verso il basso; il ricettacolo è peloso e avvolto da squame con densa lanosità.
Fiori attinomorfi, tubulosi, giallo dorati, in numero di 20-30 per capolino, con corolla densamente pelosa alla fauce.
Il frutto è un achenio.

Tipo corologico: Europ.-Caucas. - Europa e Caucaso.

Antesi: Maggio-Settembre

Distribuzione in Italia: Pianta molto rara, con due uniche stazioni di crescita: Piemonte-Alpi Cozie (Val Maira); Emilia (Gessi Triassici della Val di Secchia nel Reggiano- M. Rosso, M. Merlo e greto del fiume Secchia).

Habitat: Pascoli aridi e rupi su calcare e gesso, ad un' altezza compresa tra 450 -1200 m.

In Val di Secchia A.lanata cresce, intorno ai 450 m s.l.m. sui detriti rocciosi alla base delle ripide e franose cupule gessoso-calcaree triassiche che costeggiano il fiume Secchia, negli anfratti e nelle contropendenze delle pareti prodotte dall'affiorare delle rocce gessose, in un ambiente marcatamente xerofilo a cui si aggiunge un forte irraggiamento prodotto dal colore bianco dei gessi. Un certo numero di piante si rinviene anche sul greto del fiume dove i semi, provenienti dalle pareti sovrastanti, attecchiscono dimostrando che la pianta si comporta da pioniera in questa zona.
Per contro, nell'altra stazione di crescita italiana, la Val Maira, questa specie si rinviene nei pascoli e sulle rupi calcaree a circa 1200 m di altitudine.
A.lanata cresce inoltre nella Penisola Iberica (Pirenei, dove è citata sui 3.000 m.s.l.m), Crimea, Caucaso, Cappadocia: secondo S.Pignatti (1982) " l'area distributiva presenta carattere frammentato e disgiunto che fa pensare a una specie di grande antichità..."
Specie antichissima, quindi, di grande interesse scientifico, relitto del Terziario presente solo in poche aree di rifugio che avrebbero permesso la sua sopravvivenza, con una certa peculiarità per la bassa quota di crescita sui gessi triassici del Secchia dove convive, fra l'altro, con un altro relitto glaciale presente in zona, Ononis rotundifolia L.

Immagine


Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Eudicotiledoni
Asteridi
OrdineAsterales Link
FamigliaAsteraceae Bercht. & J.Presl
TribùArtemisieae
GenereArtemisia L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: L'etimologia del genere Artemisia è incerta. Il suo nome pare derivi dal greco "artemes" che significa sano,integro, quindi "pianta che risana", per le proprietà medicinali possedute da alcune specie di questo genere.
Secondo altri il genere fu dedicato ad Artemisia, moglie di Mausolo re di Caria. Per altri ancora deriverebbe dal greco Artemis, Artemide, nome con cui i Greci chiamavano la Diana latina dei Romani, la dea vergine della caccia e delle selve, protettrice della fecondità e delle partorienti, che possedeva anche la virtù di guarire molte malattie avvalendosi delle erbe, tra le quali una pianta chiamata artemisia, le cui virtù terapeutiche le sarebbero state insegnate dal Centauro Chirone.
L'epiteto specifico deriva dal latino "lanatus"= coperto di peluria, riferito al folto tomento che ricopre tutta la pianta.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie officinale

Tutte le specie del genere Artemisia hanno un odore più o meno fortemente aromatico, a volte sgradevole, per la presenza di peculiari componenti chimici. Alcune sono utilizzate da secoli sia per i loro principi attivi fitoterapici, sia in alcuni casi, per i componenti aromatici che ne fanno alcune tra le erbe più usate in cucina.
Dell'Assenzio lanoso non si conoscono proprietà fitoterapeutiche-alimurgiche, probabilmente per la sua rarità e scarsa diffusione, anche se si può pensare che possa contenere composti chimici analoghi a quelli delle altre specie.

Attenzione: [color=#FF0000]Pianta protetta, inclusa nelle piante minacciate di estinzione in Italia: Status EN -Endangered, Minacciata[/color]
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
AAVV.,1988-L'Area carsica dell'alta Val di Secchia. Regione Emilia-Romagna
AESCHIMANN D. et ALTRI,2004-Flora Alpina. Zanichelli
ALESSANDRINI A.,BRANCHETTI G.,1997- Flora Reggiana. Reg.Emilia-Romagna
BERTOLANI MARCHETTI D.,1962.- Ricerche fitogeografiche e cariologiche su Artemisia lanata W. Arch.Bot.Biogeograf.Ital.
CONTI F., ABBATE G., ALESSANDRINI A., BLASI C., 2005 - Checklist of the Italian Vascular Flora. Roma
MARCONI G.,2007 -Piante minacciate di estinzione in Italia.Bologna
PIGNATTI S., 1982 - Flora d'Italia. Bologna
ZANGHERI P., 1976 - Flora italica. Padova


Scheda realizzata da Patrizia Ferrari

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
Immagini
(clicca per ingrandire)
Acta Plantarum
Artemisia lanata Willd.

M.Rosso. Val di Secchia (RE), apr 2006



Foto di Patrizia Ferrari
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Artemisia lanata Willd.

M.Rosso. Val di Secchia (RE), apr 2006



Foto di Patrizia Ferrari
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Artemisia lanata Willd.

M.Rosso. Val di Secchia (RE), apr 2006



Foto di Patrizia Ferrari
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Artemisia lanata Willd.

M.Rosso. Val di Secchia (RE), apr 2006



Foto di Patrizia Ferrari
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Artemisia lanata Willd.

M.Rosso. Val di Secchia (RE), apr 2006



Foto di Patrizia Ferrari
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Artemisia lanata Willd.

M.Rosso. Val di Secchia (RE), apr 2006

le infiorescenze

Foto di Patrizia Ferrari
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Artemisia lanata Willd.

M.Rosso. Val di Secchia (RE), apr 2006

capolini lanosi e pendenti



Foto di Patrizia Ferrari
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Artemisia lanata Willd.

M.Rosso. Val di Secchia (RE), apr 2006

capolini terminali



Foto di Patrizia Ferrari
Copyright Acta Plantarum