Scheda botanica
Arisarum proboscideum (L.) Savi
Osserv. Div. Piante 6 (1816)

Basionimo: Arum proboscideum L. - Sp. Pl.: 966 (1753)
Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Arisarum proboscideum (L.) Savi - Vol. 3 pg. 629

Araceae

Arisaro codato

Forma Biologica: G rhiz - Geofite rizomatose. Piante con un particolare fusto sotterraneo, detto rizoma, che ogni anno emette radici e fusti avventizi.

Descrizione: Rizoma chiaro e allungato; foglie verde-chiaro brillante, con lamina di forma sagittata e lungo picciolo (fino a 30 cm); l'infiorescenza è inserita a livello del suolo e spesso sotto il fogliame, lo scapo è lungo 10-15 cm; la spata, di color bruno-cioccolato (escluso nel quarto inferiore di colore bianco-verdastro), ha il tubo lungo c/a 2,5 cm con la sommità a cappuccio che si continua in una lunga (5-15 cm!) e sottile appendice; spadice incluso nella spata di colore bianco.

Tipo corologico: Subendem. - Entità presente soprattutto nell'area italiana, ma con limitati sconfinamenti in territori vicini.

Antesi: Gennaio-maggio

Habitat: Vegeta in posizioni fresche ed umide a margine di boschi, radure, cespuglieti, fessure rocciose, fino a 1200 m.

Immagine


Note di Sistematica: Ben distinguibile da Arisarum vulgare Targ.Tozz. per il lungo e sottile prolungamento della spata.

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Monocotiledoni
OrdineAlismatales R.Br. ex Bercht. & J.Presl
FamigliaAraceae Juss.
TribùArisareae
GenereArisarum Mill.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome generico indicava in greco una di queste specie; l'epiteto, di derivazione latina, allude al lungo prolungamento della spata.

Curiosità: Pianta iscritta nelle Liste Rosse Regionali: a minor rischio (LR) per Umbria, Campania e Basilicata.
E' una pianta singolare e curiosa per chi la incontra; l'infiorescenza a spata, tenuta sul palmo della mano, ricorda un topolino dalla lunga coda (Blamey, Grey-Wilson, 1993).

Principali Fonti
BLAMEY M., GREY-WILSON C., 1993 – Toutes le s fleurs de Méditerranée, Paris
CONTI F., ABBATE G., ALESSANDRINI A., BLASI C., 2005 – Checklist of the Italian Vascular Flora. Roma
CONTI F., MANZI A., PEDROTTI F., 1997 – Liste Rosse Regionali delle Piante d'Italia. Univ. Camerino.
PIGNATTI S., 1982 – Flora d'Italia. Bologna
TUTIN T.G. ET AL., 1993 - Flora Europaea. Second edition. Cambridge
ZANGHERI P., 1976 – Flora italica. Padova


Scheda realizzata da Giovanni Gestri

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI

Un sentito rigraziamento al Prof. B. Pierini, grande amico, che mi ha indicato la zona di crescita in provincia di Lucca.

Foto di G. Gestri, provincia di Lucca, 24-2-08
Immagini
(clicca per ingrandire)
Acta Plantarum
Arisarum proboscideum (L.) Savi
Osserv. Div. Piante 6 (1816)

Basionimo: Arum proboscideum L. - Sp. Pl.: 966 (1753)
Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Arisarum proboscideum (L.) Savi - Vol. 3 pg. 629

Araceae

Arisaro codato

Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Foto di G. Gestri, Provincia di Lucca, 24-2-08
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Foto di G. Gestri, Provincia di Lucca, 24-2-08



E' visibile lo spadice normalmente racchiuso nella spata.
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Foto di G.Gestri, Provincia di Lucca, 24-2-08.



E' visibile il rizoma.
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Foto di Cristina Gavazzi, Provincia di Lucca, 24-2-08
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Foto di Cristina Gavazzi, Provincia di Lucca, 24-2-08
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Arisarum proboscideum (L.) Savi
Pescia (PT), feb 2008
Foto di Brunello Pierini
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Arisarum proboscideum (L.) Savi

Francavilla in Sinni (PZ), 1200 m, lug 2007
Foto di Franco Caldararo

Arisarum_proboscideum_23628_111173.jpg
Copyright Acta Plantarum