Scheda botanica
Adonis aestivalis L.
Sp. Pl., ed. 2, 1: 771 (1762)

Sinonimi: Adonis phoenicea (L.) Fritsch
Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Adonis aestivalis L. - Vol. 1 pg. 302

Ranunculaceae

Adonide estiva

Forma Biologica: T scap - Terofite scapose. Piante annue con asse fiorale allungato, spesso privo di foglie.

Descrizione: Pianta alta 10-60 cm con fusto striato, glabro, semplice o ramoso nella parte superiore, a corta ramificazione.
Foglie tutte lungo il caule, raggruppate e distanziate bi-tripennate, suddivise in lacinie lineari, larghe ca. 1 mm.
Infiorescenze solitarie all'apice dei fusti di ca. 2-3,5 cm di diametro con una corolla formata da 5-8 petali oblanceolati di un coloro rosso scarlatto, a base nera ed antere nere-violacee.
Sepali addossati contro i petali (un carattere determinante), sono glabri, scariosi e di forma arrotondata.
Frutti: acheni in spiga compatta di forma cilindrica. Gli acheni (3-6 mm) presentano una gibbosità  distanziata dal becco con cresta ± arcuata.

Tipo corologico: Eurasiat. - Eurasiatiche in senso stretto, dall'Europa al Giappone.

Antesi: maggio- agosto

Habitat: una volta diffusa nei coltivi, specie nei campi di cereali, sia in pianura che in collina.
Specie segetale a ciclo annuale, che ha seguito la coltura dei cereali sin dalle origini della civiltà. Un tempo, caratterizzava il nostro paesaggio agrario e, si evidenziava in mezzo alle messi, per le fioriture vistose dai colori scarlatti e dal portamento elegante. Purtroppo, oggi, dopo circa 50 anni di uso indiscriminato di diserbanti e sementi selettive, questa specie è quasi completamente scomparsa dai suoi habitat naturali.
Vegeta fra 0-1.500 m s.l.m.

Immagine


Note, possibili confusioni: Adonis annua L., Adonis flammea Jacq. e Adonis microcarpa DC, sono estremamente simili tra loro e sono state frequentemente confuse.

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Eudicotiledoni
OrdineRanunculales Juss. ex Bercht. & J.Presl
FamigliaRanunculaceae Juss.
TribùAdonideae
GenereAdonis L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome comune deriva da Adone, personaggio bellissimo della mitologia greca, che fece invaghire sia Afrodite che Persefone, dea degli inferi. Zeus dispose che Adone dedicasse alle dee lo stesso tempo, ma Afrodite con un inganno riuscì ad avere Adone tutto per se¨. Persefone allora si vendicò facendo uccidere Adone da un cinghiale durante una battuta di caccia e la leggenda tramanda che Afrodite tramutò il sangue del suo amato in questo fiore rosso. Aestivalis = estivo, dal latino, con riferimento al periodo di fioritura.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie officinale tossica

L'azione terapeutica dell'Adonide è simile a quella della Digitale: regolarizza i battiti cardiaci, aumenta la pressione nervosa e la secrezione urinaria. Rispetto alla digitale ha una azione meno intensa e costante, ma è priva di quella accumulatrice. L'Adonide contiene dei principi attivi, quali l'adonite e l'adonidina, che si eliminano anche con la secrezione lattea, perciò questa pianta presenta dei componenti nocivi nel fieno ed è molto pericolosa per il bestiame. Il latte dei mammiferi erbivori poteva essere fonte di problemi seri quando veniva impiegato per i lattanti, soprattutto nelle campagne o in certe zone montane, provocando poi inspiegabilmente vomiti, diarree e dolori addominali.
Pianta altamente velenosa e la droga, a dosi troppo elevate, provoca avvelenamenti preceduti da convulsioni, respiro affannoso e può condurre anche al coma ed alla morte. Tutte le preparazioni a base di Adonide devono essere assolutamente bandite dall'uso domestico.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
Flora d'Italia di S. Pignatti
Flora Helvetica di K. Lauber e G. Wagner
Fiori e Piante Medicinali di A. Poletti
An Annotated Checklist of the Italian Vascular Flora - F. Conti, G. Abbate, A. Alessandrini, C. Blasi
Index Plantarum Flora Italicae - Indice dei nomi delle specie botaniche presenti in Italia


Scheda realizzata da Mirna Medri

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
Immagini
(clicca per ingrandire)
Acta Plantarum
Adonis aestivalis L. Habitat

Castel del Monte (L'Aquila) Abruzzo mag 2007

Foto di Attilio Marzorati
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Adonis aestivalis L. Habitat

Castel del Monte (L'Aquila) Abruzzo mag 2007

Foto di Attilio Marzorati
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Adonis aestivalis L. Antesi

Castel del Monte (L'Aquila) Abruzzo mag 2007

Foto di Attilio Marzorati
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Adonis aestivalis L. foglie bi-tripennate, suddivise in lacinie lineari

Castel del Monte (L'Aquila) Abruzzo mag 2007

Foto di Attilio Marzorati
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Adonis aestivalis L. partic.sepali addossati contro i petali

Castel del Monte (L'Aquila) Abruzzo mag 2007

Foto di Attilio Marzorati
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Adonis aestivalis L. Antesi

Castel del Monte (L'Aquila) Abruzzo mag 2007

Foto di Attilio Marzorati
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Adonis aestivalis L. partic di un capolino

Castel del Monte (L'Aquila) Abruzzo mag 2007

Foto di Attilio Marzorati
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Adonis aestivalis L. il frutto

Castel del Monte (L'Aquila) Abruzzo mag 2007

Foto di Attilio Marzorati
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Adonis aestivalis L.
Castel del Monte (L'Aquila) Abruzzo mag 2007
Foto di Attilio Marzorati
Copyright Acta Plantarum