Scheda botanica
Achyranthes sicula (L.) All.
All., Auct. Syn. Stirp. Taurin. 41 (1773)

Basionimo: Achyranthes aspera var. sicula L. - Sp. Pl.: 204 (1753)
Altri sinonimi: Achyranthes argentea Lam.
Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Achyranthes sicula (L.) All. - Vol. 1 pg. 182

Amaranthaceae

Achirante siciliana

Forma Biologica: Ch suffr - Camefite suffruticose. Piante con fusti legnosi solo alla base, generalmente di piccole dimensioni.

Descrizione: Pianta erbacea suffruticosa dal portamento eretto e ramificato, alta 60 - 80 cm, fusto glabro e tetragono in alto.
Foglie ovali o ellitico-lanceolate con lembo di 1,5 - 2,2 x 3 - 3,5 cm e ampiamente acuminate di colore verde rossastro con tomento argenteo sericeo nella pagina inferiore, che diventa meno evidente quando la pianta vegeta in ambiente ombroso.
Infiorescenza spiciforme allungata 10 - 30 cm.
Fiori di colore rosso-bruno ± distanziati, riflessi a maturazione, tepali acuti 3,5 - 5 mm rosei e subspinosi.
Brattee e bratteole più corte dei tepali.
5 stami con staminoide fimbriato con lacinie che lo legano alle antere.
Ovario piriforme 1,5 x 4 mm.
Frutto indeiscente.

Tipo corologico: SW-Medit. - Zone sud occidentali del Mediterraneo.

Antesi: Marzo - Maggio

Habitat: Terreni preferibilmente nitrofili, incolti aridi e rocciosi o a margine sentieri da 0 - 300 m s.l.m.

Immagine


Note, possibili confusioni: Possibile confusione con Achyranthes aspera L.: fusto sempre densamente pubescente e foglie verdi di sotto, cortamente acuminate, fiori lunghi più di 5 mm.

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Eudicotiledoni
OrdineCaryophyllales Juss. ex Bercht. & J.Presl
FamigliaAmaranthaceae Juss.
Tribù
GenereAchyranthes L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome del genere deriva dal greco "àchyron" = "paglia " e "anthos" = "fiore", per le bratteole e i tepali aridi e persistenti che danno al fiore l'effetto di paglia.
L'epiteto della specie ricorda il suo areale di vegetazione siciliano per prima segnalato.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie officinale

Le foglie contengono tannini, mucillagini e ossalato di calcio e usate come astringente o come vulnerario per curare le piaghe ulcerose.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
PIGNATTI S., 1982. Flora d'Italia, Edagricole, Bologna
ZANGHERI P., 1976 Flora italica I-II, CEDAM, Padova
CASTALDO P., 1987. Compendio della flora officinale italiana- E. Piccin
Flora Iberica - Plantas vasculares del la Peninsula Iberica e Islas Baleares
Index Plantarum Flora Italicae - Indice dei nomi delle specie botaniche presenti in Italia
Acta Plantarum - Semi ed altre unità primarie di dispersione


Scheda realizzata da Nino Messina

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
Immagini
(clicca per ingrandire)
Acta Plantarum
Achyranthes sicula (L.) All.
Amaranthaceae: Achirante siciliana
Castellammare del Golfo (TP), 100 m, apr 2010
Foto di Beppe Di Gregorio
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Achyranthes sicula (L.) All.
Amaranthaceae: Achirante siciliana
Castellammare del Golfo (TP), 100 m, apr 2010
Foto di Beppe Di Gregorio
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Achyranthes sicula (L.) All.
Amaranthaceae: Achirante siciliana
Castellammare del Golfo (TP), 100 m, apr 2010
Foto di Beppe Di Gregorio
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Achyranthes sicula (L.) All.
Amaranthaceae: Achirante siciliana
Castellammare del Golfo (TP), 100 m, apr 2010
Foto di Beppe Di Gregorio
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Achyranthes sicula (L.) All.
Amaranthaceae: Achirante siciliana
Castellammare del Golfo (TP), 100 m, apr 2010
Foto di Beppe Di Gregorio
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Achyranthes sicula (L.) All.
Amaranthaceae: Achirante siciliana
Castellammare del Golfo (TP), 100 m, apr 2010
Foto di Beppe Di Gregorio
Copyright Acta Plantarum