Scheda botanica
Achillea ptarmica L.
Sp. Pl.: 898 (1753)

Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Achillea ptarmica L. - Vol. 3 pg. 78
Riferimento in "Flora Alpina", D.Aeschimann & al., 2004
Achillea ptarmica L. - Vol. 2 pg. 488

Asteraceae

Millefoglio palustre, Deutsch: Bertram-Schafgarbe
English: Sneezewort
Español: Botón de oro
Français: Alchemille ptarmique, Herbe-à-éternuer


Forma Biologica: H scap - Emicriptofite scapose. Piante perennanti per mezzo di gemme poste a livello del terreno e con asse fiorale allungato, spesso privo di foglie.

Descrizione: Pianta erbacea perenne, alta 20-60 cm, munita di breve rizoma orizzontale strisciante che emette rigetti sterili; fusti semplici, eretti, angolosi, glabri sulla parte prossimale (in basso), pubescenti e ramificati su quella distale (in alto).
Foglie (3-5 x 30-50 mm) alterne, disposte in modo spiralato, sessili, a lamina lineare-lanceolata, subglabra, acuta all'apice e finemente e regolarmente seghettata al margine.
Infiorescenza in lasso corimbo terminale ombrelliforme composto da 6-12 capolini di 12-17 mm di Ø con involucro emisferico, largo di 5-7 mm a squame embriciate in 3 serie, verde chiare, pubescenti, bruno-scariose al margine.
Fiori periferici femminili, ligulati, da 8 a 12, bianchi, trilobati, suborbicolari, lunghi 3-5 mm; quelli centrali tubulosi, ermafroditi, bianco-grigiastri, divisi in 5 lobi.
Ricettacolo piano o leggermento convesso, munito di pagliette oblanceolate.
Il frutto è una minuscola cipsela (1,5 mm) compressa, priva di pappo, provvista di sottilissime alette ai lati.
Numero cromosomico: 2=18

Tipo corologico: Eurosiber. - Zone fredde e temperato-fredde dell'Eurasia.

Antesi: luglio÷settembre

Habitat: Prati umidi, margini zone acquose, terreni incolti, preferibilmente su substrato acido, da 0 a 1600 m s.l.m.
Specie igrofila.

Immagine


Note di Sistematica: Al genere Achillea appartengono circa 100 specie, diffuse soprattutto nelle regioni temperate dell'emisfero boreale. In Italia sono presenti 29 specie e sottospecie spontanee, distribuite su tutta la penisola.Tutte le specie sono piante ± aromatiche, almeno se sfregate.

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Eudicotiledoni
Asteridi
OrdineAsterales Link
FamigliaAsteraceae Bercht. & J.Presl
Tribù
GenereAchillea L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome del genere è in onore di Achille, che si suppone avesse usato questa pianta durante l'assedio di Troia, per curare le ferite dei suoi soldati.
L'epiteto specifico deriva dal lat. 'ptarmicus, -a, -um', che a sua volta deriva dal gr. 'ptarmike' (< 'ptarnysthai', starnutire), 'erba da starnuto', ptarmica herba, nome con cui veniva chiamata per la capacità della pianta polverizzata e introdotta nel naso di far starnutire.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie commestibile officinale

Il rizoma nei tempi passati veniva utilizzato per ridurre i disturbi delle vie urinarie, mal di denti e mal di gola, ha inoltre proprietà carminative e digestive (eupeptiche) un po' come le altre specie del genere.
Nel medioevo si consigliava A. ptarmica anche a coloro che soffrivano di mal di testa: la polvere ottenuta da questa specie, introdotta nel naso, provoca starnuti e si riteneva che questi "ripulissero il capo". Lo stesso nome specifico infatti si riferisce proprio a questa antica usanza. Talvolta la polvere delle foglie essiccate veniva utilizzata come tabacco da fiuto.
Le foglie, dal sapore amarognolo, possono essere consumate sia crude che cotte.

Curiosità: Di A. ptarmica esistono forme coltivate con fiori tutti ligulati o doppi.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
Conti, F.; Abbate, G.; Alessandrini, A.; Blasi, C. -An Annotated Checklist of the Italian Vascular Flora, Palombi Editori, Roma, 2005
Pignatti, S. -Flora d'Italia (vol.III), Edagricole, Bologna, 1982
Zangheri, P. -flora italica I-II, CEDAM, Padova, 1976
Guida pratica ai fiori spontanei in Italia -Selezione dal Reader's Digest, Milano, 1993
IPFI - Index Plantarum Florae Italicae


Scheda realizzata da Anja Michelucci

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
Immagini
(clicca per ingrandire)
Acta Plantarum
Achillea ptarmica L.

Rezzoaglio (GE), agosto
Foto di Giorgio Venturini

Rinvenimento casuale non più confermato, probabilmente sfuggito da qualche giardino.
Achillea_ptarmica_bf3a95d1.jpg
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Achillea ptarmica L.

Rezzoaglio (GE), agosto
Foto di Giorgio Venturini

Rinvenimento casuale non più confermato, probabilmente sfuggito da qualche giardino.
Achillea_ptarmica_9d53f7be.jpg
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Achillea ptarmica L.

Rezzoaglio (GE), agosto
Foto di Giorgio Venturini

Rinvenimento casuale non più confermato, probabilmente sfuggito da qualche giardino.
Achillea_ptarmica_c606e25c.jpg
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Achillea ptarmica L.

Orto Botanico di Roma (RM), lug 2011
Foto di Gianluca Nicolella

Esemplare coltivato
Achillea-ptarmica-3.jpg
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Achillea ptarmica L.

Orto Botanico di Roma (RM), lug 2011
Foto di Gianluca Nicolella

Esemplare coltivato
Achillea-ptarmica-1.jpg
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Achillea ptarmica L.

Orto Botanico di Roma (RM), lug 2011
Foto di Gianluca Nicolella

Esemplare coltivato
Achillea-ptarmica-2.jpg
Copyright Acta Plantarum