Scheda botanica
Achillea moschata Wulfen
Fl. Austriac. (Jacquin) 5: 45 (1778)

Sinonimi: Achillea erba-rotta subsp. moschata (Wulfen) I. Richardson
Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Achillea moschata Wulfen - Vol. 3 pg. 79

Asteraceae

Millefoglio del granito, Millefoglio muschiato, Achillea muschiata

Forma Biologica: Ch suffr - Camefite suffruticose. Piante con fusti legnosi solo alla base, generalmente di piccole dimensioni.

Descrizione: Pianta erbacea perenne con radice a rizoma sottile, fusti legnosi striscianti con getti sterili e rami fiorali ascendenti, alta fino a 20 cm densamente cespitosa e quasi completamente glabra almeno in basso, con forte odore canforato.
Foglie di colore verde chiaro spiralate, senza stipole, glabre o con peli sparsi, consistenti, lunghe fino a 5 cm e larghe 1 cm, semplicemente pennatosette con la porzione indivisa larga circa quanto le 7-10 lacinie laterali, acute, larghe 1-2 mm; foglie basali picciolate; foglie cauline con rachide progressivamente allargata, sessili, le inferiori abbraccianti il fusto.
Fiori in corimbo lasso, con 3-25 capolini; peduncoli dei capolini cilindrici, ± striati, glabrescenti o con peli brevi sparsi; capolini con funzione vessillare piccoli, con diametro di 2-6 mm, involucro emisferico, glabro o minutamente pubescente, a squame avvolgenti la base dei fiori, ineguali, subglabre, con margine cartilagineo bruno largo 0.1-0.2 mm, intero o dentellato solo verso l’apice con dentelli poco profondi e ricettacolo piatto; fiori ermafroditi, tetraciclici, pentameri; sepali ridotti ad una coroncina di squame o reste persistenti nel frutto; fiori centrali tubulosi gialli con petali ridotti a 5 dentelli o lacinie sovrastanti il tubo; 6-9 fiori esterni ligulati, zigomorfi, bianchi, con porzione inferiore tubulosa sovrastata da un prolungamento nastriforme, la ligula, terminata da 5 dentelli, subrotonda, lunga 3-4 mm, con sparse ghiandole dorate sulla pag. inferiore; 5 stami con filamenti liberi ed antere saldate in un manicotto circondante lo stilo con stimma profondamente bifido; 2 carpelli formanti un ovario infero uniloculare.
Frutto : acheni compressi o quasi appiattiti, non alati e privi di pappo.
Impollinazione: entomogama.

Tipo corologico: Endem. Alp. - Endemica alpica presente lungo tutta la catena alpina.

Antesi: giugno-settembre

Distribuzione in Italia: Endemica alpica.

Habitat: Rupi, pietraie e morene, esclusivamente su silice da 1400 a oltre 3000 metri di altitudine.

Immagine


Note di Sistematica: Al genere Achillea appartengono un centinaio di specie, diffuse soprattutto nelle regioni temperate dell’emisfero boreale, in particolare in Europa e in Asia.
In Italia sono presenti una quarantina di taxa appartenenti a 25 specie diverse.

Note, possibili confusioni: Potrebbe essere confusa con esemplari a foglie particolarmente divise di Achillea erba-rotta All., con cui condivide, parzialmente, l'areale di crescita in Val d'Aosta e Piemonte settentrionale.

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Eudicotiledoni
Asteridi
OrdineAsterales Link
FamigliaAsteraceae Bercht. & J.Presl
Tribù
GenereAchillea L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il genere Achillea deriva il suo nome da due leggende collegate ad Achille: secondo la prima Achille avrebbe usato foglie di una pianta medicinale per curare le ferite dei suoi compagni d'armi durante la guerra di Troia; secondo la seconda avrebbe usato le foglie su se stesso per alleviare il dolore provocatogli dal dardo avvelenato scagliato da Paride. In entrambi i casi, pur non potendo identificare in modo preciso la pianta medicinale, la si è identificata con Achillea millefolium. La denominazione comune fu accettata da Linneo e imposta all'intero genere.
Il nome specifico fa riferimento al forte profumo emanato dall’intera pianta.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie commestibile officinale

È una delle piante più note e usate nell’erboristeria liquoristica ed entra come componente aromatico pregiato in molti amari aperitivi e digestivi, nei liquori di erbe alpine, negli elisir medicinali e nel genepi. Ha la capacità di stimolare la secrezione dei succhi gastrici e di favorire la digestione.
In Valtellina viene usata per preparare la Taneda, un liquore molto forte, di colore giallo-verdastro e dall'intenso sapore di erbe.
Tra i principi attivi è presente l’achilleina un glicoside già usato in farmaceutica, ora solo in liquoreria.
Anticamente le specie di Achillea erano molto considerate per le loro proprietà medicinali: astringente e vulneraria. I succhi di queste piante erano usati dai montanari contro le ragadi, le ferite, le ulcerazioni delle varici e le emorroidi. Gli infusi erano indicati anche per i disturbi genitali femminili (mestruazioni irregolari, ansia da menopausa), nei disturbi digestivi.
Veniva utilizzata anche in tricologia per trattamenti per le alopecie

Un uso eccessivo e protratto potrebbe provocare maggiore sensibilità cutanea ai raggi solari. E’ bene fare attenzione a non esporre ai raggi del sole la pelle bagnata dal succo della pianta.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
CONTI F., ABBATE G., ALESSANDRINI A., BLASI C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore
FIORI A. e PAOLETTI G.,1896-1908. Flora analitica d'Italia, Tipografia del Seminario Padova
TUTIN T.G. et al., 1964-1980. Flora Europaea, Cambridge University Press
PIGNATTI S., 1982. Flora d'Italia, Edagricole, Bologna
Flora Iberica - Plantas vasculares del la Peninsula Iberica e Islas Baleares
The International Plant Names Index (IPNI)
Index Plantarum Flora Italicae - Indice dei nomi delle specie botaniche presenti in Italia
Galleria della Flora delle Regioni Italiane


Scheda realizzata da Daniela Longo

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
Immagini
(clicca per ingrandire)
Acta Plantarum
Achillea moschata Wulfen
Asteraceae: Millefoglio del granito, Millefoglio muschiato, Achillea moscata
Valle dell\'Alpe (SO), 2450 m, lug 2010
Foto di Franco Fenaroli
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Achillea moschata Wulfen
Asteraceae: Millefoglio del granito, Millefoglio muschiato, Achillea moscata
Corno Nero (BZ), 2400m, lug 2010
Foto di Daniela Longo
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Achillea moschata Wulfen
Asteraceae: Millefoglio del granito, Millefoglio muschiato, Achillea moscata
Corno Nero (BZ), 2400m, lug 2005
Foto di Daniela Longo

4Achillea moschata moschata2 corno-nero lug 2005jpg


Achillea moschata Wulfen
Asteraceae: Millefoglio del granito, Millefoglio muschiato, Achillea moscata
Parco del Monte Avic (AO), 2600 m, ago 2008
Foto di Daniela Longo
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Achillea moschata Wulfen
Asteraceae: Millefoglio del granito, Millefoglio muschiato, Achillea moscata
Col de Cuch (BL), 2500 m, lug 2010
Foto di Aldo De Bastiani

6Achillea_moschata_22698_107422.jpg


Achillea moschata Wulfen
Asteraceae: Millefoglio del granito, Millefoglio muschiato, Achillea moscata
Val Codera (SO), 2000 m, mag 2011
Foto di Cristiano Magni
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Achillea moschata Wulfen
Asteraceae: Millefoglio del granito, Millefoglio muschiato, Achillea moscata
Val Codera (SO), 2000 m, mag 2011
Foto di Cristiano Magni
Copyright Acta Plantarum