Scheda botanica
Allium neapolitanum Cirillo
Pl. Rar. Neap. i. 13. I. 4 (1788)

Sinonimi: Nothoscordum inodorum (Aiton) G. Nicholson
Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Allium neapolitanum Cyr. - Vol. 3 pg. 392
Riferimento in "Flora Alpina", D.Aeschimann & al., 2004
Allium neapolitanum Cirillo - Vol. 2 pg. 1062

Amaryllidaceae

Aglio napoletano, Aglio bianco
Ail blanc, Ajo blanco


Forma Biologica: G bulb - Geofite bulbose. Piante il cui organo perennante è un bulbo da cui, ogni anno, nascono fiori e foglie.

Descrizione: Pianta erbacea perenne, bulbosa con bulbo contornato da numerosi bulbilli generalmente rossastri,e con steli fiorali alti 20-50 cm, privi di foglie, con sezione trasversale a contorno triangolare con due angoli acuti ed uno ottuso.
Le foglie nastriformi, in numero di 2 o 3 sono lunghe fino a 35 cm, inguainano le stelo per un quarto della sua lunghezza e sono carenate nella pagina inferiore.
L’infiorescenza è un’ombrella senza bulbilli, densa, larga fino a 9 cm, a forma più o meno emisferica che inizialmente è avvolta da una spata papiracea ad una sola valva che ha forma ovata e acuminata, persistente anche dopo la fioritura.
I fiori bianchi, profumati, ermafroditi, con 6 petali smussati e antere scure che ingialliscono con l’età, hanno forma di stella della dimensione massima di due cm, e sono portati da peduncoli fiorali tutti più o meno della stessa lunghezza che sono più lunghi della spata e tre volte più lunghi dei fiori. Sono impollinati da api ed altri insetti.
Il frutto è una capsula circondata dai tepali disseccati.

Tipo corologico: Steno-Medit. - Entità mediterranea in senso stretto (con areale limitato alle coste mediterranee: area dell'Olivo).

Antesi: Maggio - Giugno

Habitat: Cresce di preferenza su terreni ombrosi e umidi, prati, parchi, vigne, bordi stradali, giardini, radure boschive, dal piano fino a 800 m

Immagine


Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Monocotiledoni
OrdineAsparagales Link
FamigliaAmaryllidaceae J.St.-Hil.
TribùAllieae
GenereAllium L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Dal latino Allium che è il nome latino di questa pianta che deriva da una parola celtica "all" che significa pungente, caldo. Il nome specifico fa riferimento alla zona di provenienza o di maggior sviluppo.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie commestibile officinale

Come la maggior parte degli Allium, contine l' allicina, che gli conferisce proprietà ipotensive, antibiotiche, disinfettanti, ipoglicemizzanti.
Inoltre ricerche recenti indicano che ha benefici effetti sulle malattie cardiovascolari.
In cucina può essere consumato crudo in insalata o cotto per insaporire minestre e pietanze.
Viene utilizzato nella preparazione di repellenti contro tarme ed altri insetti ed anche, a volte, nei giardini come pianta ornamentale.

Curiosità: Da sempre consigliato da medici e guaritori ecco cosa scrive Sir John Harrington all'inizio del XVII secolo su “The Englishman’s Doctor” :

L’aglio ha poi la proprietà di salvare dalla morte;
sopportalo, anche se rende l’alito disgustoso,
e non disprezzarlo come taluni,
convinti che faccia soltanto
bruciare gli occhi, bere smoderatamente
e maleodorare

e nonostante venga considerato un ottimo condimento in cucina non tutti la pensano così, infatti non tutti riescono a sopportare il suo forte e poco piacevole odore:
Fuggi più che puoi il Frizzo assassino,
il crudele Motteggio e il Riso impuro
che fanno lacrimare l'occhio dell'Azzurro,
e tutto quest'aglio di bassa cucina!

Da “Arte poetica” di Paul Verlaine

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
PIGNATTI S., 1982. Flora d'Italia, Edagricole, Bologna
CONTI F., ABBATE G., ALESSANDRINI A., BLASI C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore
The International Plant Names Index (IPNI)
Galleria della Flora delle Regioni Italiane
Index Plantarum Flora Italicae - Indice dei nomi delle specie botaniche presenti in Italia
Acta Plantarum - Semi ed altre unità primarie di dispersione


Scheda realizzata da Giuliano Salvai

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
Immagini
(clicca per ingrandire)
Acta Plantarum
Allium neapolitanum Cirillo

Montemarcello (SP), 150m, Aprile

Foto di Giuliano Salvai
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Allium neapolitanum Cirillo

Montemarcello (SP), 150m, apr 2007

Foto di Giuliano Salvai
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Allium neapolitanum Cirillo

Amaryllidaceae: Aglio napoletano.

Ugento (LE), 0m, feb 2011.

Foto di Quintino Giovanni Manni
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Allium neapolitanum Cirillo

Amaryllidaceae: Aglio napoletano.

Ugento (LE), 0m, feb 2011.

Foto di Quintino Giovanni Manni
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Allium neapolitanum Cirillo

Montemarcello (SP), 150m, apr 2007

Foto di Giuliano Salvai
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Allium neapolitanum Cirillo
Ostello (FI), 6.04.2009
Foto di Stefano Michelucci
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Allium neapolitanum Cirillo
Montemurlo - PO - mar 2010
Foto : Nino Messina
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Allium neapolitanum Cirillo

Amaryllidaceae: Aglio napoletano.
Ugento (LE), 0 m, feb 2011
Foto di Quintino Giovanni Manni
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Allium neapolitanum Cirillo

Amaryllidaceae: Aglio napoletano.
Ugento (LE), 0 m, feb 2011
Foto di Quintino Giovanni Manni
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Allium neapolitanum Cirillo

Amaryllidaceae: Aglio napoletano
Bari (BA), 5 m, mar 2012
Foto di Vito Buono
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Allium neapolitanum Cirillo

Amaryllidaceae: Aglio napoletano
Cesena (FC), 20 m, ago 2012
Foto di Giorgio Faggi
Copyright Acta Plantarum