Scheda botanica
Asparagus albus L.
Sp. Pl.: 313 (1753)

Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Asparagus albus L. - Vol. 3 pg. 400

Asparagaceae

Asparago bianco

Forma Biologica: Ch frut - Camefite fruticose. Piante perenni con fusti legnosi, ma di modeste dimensioni.
NP - Nano-Fanerofite. Piante legnose con gemme perennanti poste tra 20 cm e 2 m dal suolo.

Descrizione: Pianta perenne legnosa, alta dai 3 ai 10 dm, con fusti (rinnovantisi in primavera con turioni eretti teneri e verdi) bianco-grigiastri flessuosi o zigzaganti e rami pure biancastri cilindrici, patenti o riflessi.
Foglie trasformate in robuste spine (lunghe 6-12 mm), all'ascella delle quali spuntano, in fascetti verdi glaucescenti di 8-20 elementi, i fillocladi o cladodi (lar. 0,5-1 x 20-30 mm) molli, ricurvi e precocemente caduchi.
Fiori ermafroditi (diam. 4-5 mm) numerosissimi in fascetti ascellari di 6-12 (insieme ai cladodi), portati da peduncoli (5-6 mm) eretti o ±patenti, a 6 tepali bianchi, gradevolmente profumati; stami ad antere porporine.
Frutto a bacca globosa (diam. circa 5 mm) inizialmente verde, poi rossastra, nera a maturità.

Tipo corologico: Steno-Medit.-Occid. - Bacino occidentale del Mediterraneo, dalla Liguria alla Spagna ed Algeria.

Antesi: Da agosto ad ottobre.

Habitat: Luoghi aridi degradati e pietrosi, garighe, rupi, muri, siepi. Dal livello del mare a 1000 m.

Immagine


Note di Sistematica: Convive spesso con la congenere Asparagus acutifolius L., diffusa in Italia anche al centro-nord, che differisce per i fusti e rami verdastri (almeno da giovani) ed assai meno spinosi, i cladodi più corti (5-8 mm) rigidi, persistenti e pungenti, i fiori solitari o geminati a perigonio bianco-verdognolo.
In ambienti litoranei umidi ed in leccete vegeta la subalofita Asparagus maritimus (L.) Mill., ramosissimo, con cladodi semirigidi un po' pungenti simili ad Asparagus officinalis L..
In zona sud-mediterranea si trovano altre due specie: Asparagus aphyllus L. con cladodi a fascetti di 2-6 lunghi 10-18 mm a fioritura tardiva e Asparagus stipularis Forsskal (= A. horridus L. fil.) con cladodi isolati quadrangolari trasformati in spine robuste lunghe 17-27 mm, gialli all'apice, a fioritura primaverile, con fiori verdastri solitari o in fascetti di 2-8.

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Monocotiledoni
OrdineAsparagales Link
FamigliaAsparagaceae Juss.
TribùAsparageae
GenereAsparagus L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Asparagus: dal greco "aspáragos", composto da "a" privativo o, viceversa, rafforzativo e "spargáo" = "io sono lussureggiante": non lussureggiante o, viceversa, molto lussureggiante, assonante con il sanscrito "sparga" = "germoglio"
"albus" = "bianco" in latino.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie commestibile officinale

I turioni, dal sapore amarognolo che si attenua dopo cottura, sono eduli e si usano per insalate e frittate; le bacche, al contrario dolciastre, venivano in passato raccolte e mangiate in Sardegna, quasi per gioco, dai ragazzi.
Dell'asparago s'impiegano a scopo officinale le radici, raccolte in autunno-inverno da piante vecchie di almeno tre anni, che si fanno essiccare al sole. Posseggono proprietà marcatamente diuretiche, aperitive, antiflogistiche ed antireumatiche, depurative, lassative e dimagranti; recentemente si sono scoperte virtù cardiotoniche, non ancora approfondite sotto il profilo terapeutico. Sussistono controindicazioni per i soggetti affetti da insufficienza renale.

Curiosità: Dopo l'ingestione di asparagi si manifesta nell'organismo la presenza di una specifica sostanza denominata metilcaptano, che conferisce alle urine un caratteristico odore sgradevole.
Nel '500 Castore Durante riportava in un suo trattato che: "Ungendosi l'huomo con succo d'asparagi, dicono che non può esser trafitto dall'api. Portarsi le radici adosso dicono che fa sterile".

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
PIGNATTI S., 1982. Flora d'Italia, Edagricole, Bologna
CONTI F., ABBATE G., ALESSANDRINI A., BLASI C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore
CESARACCIO G., 1990. Flora dell'Arcipelago di La Maddalena, vol I, Paolo Sorba editore, La Maddalena
Index Plantarum Flora Italicae - Indice dei nomi delle specie botaniche presenti in Italia


Scheda realizzata da Silvano Radivo

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
Immagini
(clicca per ingrandire)
Acta Plantarum
Asparagus albus L.
Asparagaceae: Asparago bianco
Gallura (OT), 130 m, set 2012
Foto di Silvano Radivo


fusti e rami provvisti di foglie trasformate in robuste spine
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Asparagus albus L.
Asparagaceae: Asparago bianco
La Maddalena (OT), 50 m, set 2012
Foto di Silvano Radivo


cladodi in fascetti ascellari
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Asparagus albus L.
Asparagaceae: Asparago bianco
Gallura (OT), 130 m, set 2012
Foto di Silvano Radivo
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Asparagus albus L.
Asparagaceae: Asparago bianco
Gallura (OT), 130 m, set 2012
Foto di Silvano Radivo
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Asparagus albus L.
Asparagaceae: Asparago bianco
La Maddalena (OT), 30 m, set 2012
Foto di Silvano Radivo


densa fioritura con precoce caduta dei fillocladi
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Asparagus albus L.
Asparagaceae: Asparago bianco
La Maddalena (OT), 30 m, set 2012
Foto di Silvano Radivo


dettaglio dei fiori
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Asparagus albus L.
Asparagaceae: Asparago bianco
La Maddalena (OT), 30 m, set 2012
Foto di Silvano Radivo
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Asparagus albus L.
Asparagaceae: Asparago bianco
La Maddalena (OT), 70 m, set 2012
Foto di Silvano Radivo


bacche in corso di maturazione
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Asparagus albus L.
Asparagaceae: Asparago bianco
La Maddalena (OT), 70 m, set 2012
Foto di Silvano Radivo


bacca matura
Copyright Acta Plantarum