Scheda botanica
Atriplex portulacoides L.
Sp. Pl.: 1053 (1753)

Sinonimi: Halimione portulacoides (L.) Aellen, Obione cupani (Tineo) Nicotra, Obione portulacoides (L.) Moq.
Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Halimione portulacoides (L.) Aellen - Vol. 1 pg. 169
Halimione portulacoides var. subastata Maire - Vol. 1 pg. 169

Chenopodiaceae

Atriplice portulacoide, Porcellana di mare, Obione

Forma Biologica: Ch frut - Camefite fruticose. Piante perenni con fusti legnosi, ma di modeste dimensioni.
P rept - Fanerofite striscianti. Piante legnose con portamento aderente al substrato.

Descrizione: Piccolo arbusto perenne, grigio-verde, sempreverde, a portamento cespuglioso. I fusti striscianti e legnosi alla base e poi eretti, molto ramificati, radicanti ai nodi; altezza sino a 75 cm.
Le foglie opposte, grassette e carnosette, da lineari-lanceolate a lanceolate, uninervie, hanno margine intero, glauche, grigio-argenteo, colore dovuto a minuscole squame cartacee, non visibili a occhio nudo. Le squame contengono aria, ed avvizziscono quando la foglia raggiunge la maturità. La loro funzione è quella di trattenere uno strato di aria umida contro la superficie fogliare, proteggendola dagli effetti essiccanti del vento; servono inoltre a riflettere il calore del sole, impedendo l'essiccamento delle foglie dovuto all'esposizione diretta.
I fioridi piccole dimensioni, sono sessili e raccolti in pannocchie allungate, talora fogliose, sostenute da peduncoli emessi all'ascella delle foglie.
Glomeruli gialli portati da bratteole triangolari, tridentate all'apice, sul dorso con 2 tubercoli. I fiori maschili sono composti da 4÷5 segmenti, quelli femminili da 2 brattee e da un lungo stilo.
I frutti sono otricelli membranosi, chiusi nel perigonio.

Tipo corologico: Circumbor. - Zone fredde e temperato-fredde dell'Europa, Asia e Nordamerica.

Antesi: giugno÷luglio

Habitat: Pianta alofila, legata agli ambienti prevalentemente salmastri: terreni ricchi di sali di sodio, litorali marittimi, barene, luoghi acquitrinosi salmastri, retroterra costieri.

Immagine


Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
OrdineCaryophyllales Juss. ex Bercht. & J.Presl
FamigliaChenopodiaceae
TribùAtripliceae
GenereAtriplex L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome del genere dal greco "atraphaxis" = non nutriente (da trefo, nutrire), a indicare lo scarso valore nutritivo di questa pianta, che appartiene alla stessa famiglia dei più nutrienti spinacio e bieta. Il nome specifico fa riferimento alle foglie, simili a quelle della Portulaca.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie commestibile

Le foglie possono essere utilizzate in insalata. Le estremità dei giovani rami, possono essere conservate sotto aceto.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
PIGNATTI S., 1982. Flora d'Italia, Edagricole, Bologna
CONTI F., ABBATE G., ALESSANDRINI A., BLASI C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore
The International Plant Names Index (IPNI)
Index Plantarum Flora Italicae - Indice dei nomi delle specie botaniche presenti in Italia
Galleria della Flora delle Regioni Italiane
Acta Plantarum - Semi ed altre unità primarie di dispersione


Scheda realizzata da Marinella Zepigi

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
Immagini
(clicca per ingrandire)
Acta Plantarum
Atriplex portulacoides L.
Sp. Pl.: 1053 (1753)

Sinonimi: Halimione portulacoides (L.) Aellen, Obione cupani (Tineo) Nicotra, Obione portulacoides (L.) Moq.
Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Halimione portulacoides (L.) Aellen - Vol. 1 pg. 169
Halimione portulacoides var. subastata Maire - Vol. 1 pg. 169

Chenopodiaceae

Atriplice portulacoide, Porcellana di mare, Obione

Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Atriplex portulacoides L.

Foce del Bevano (RA), set 2006

Foto di Marinella Zepigi
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Atriplex portulacoides L.

Foce del Bevano (RA), set 2006

Foto di Marinella Zepigi
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Atriplex portulacoides L.

Foce del Bevano (RA), set 2006

Foto di Attilio Marzorati
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Atriplex portulacoides L.

Foce del Bevano (RA), set 2006

Foto di Attilio Marzorati
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Atriplex portulacoides L.

Foce del Bevano (RA), set 2006

Foto di Marinella Zepigi
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Atriplex portulacoides L.

Foce del Bevano (RA), set 2006

Foto di Attilio Marzorati
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Atriplex portulacoides L.

Foce del Bevano set 2008

Foto di Marinella Zepigi
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Atriplex portulacoides L.
Amaranthaceae: Atriplice portulacoide
Rotondella Lido (MT), 1 m, nov 2010
Foto di Franco Caldararo


frutti racchiusi entro un paio di bratteole, saldate fin quasi all'apice, tridentate in cima
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Atriplex portulacoides L.
Amaranthaceae: Atriplice portulacoide
Rotondella Lido (MT), 1 m, nov 2010
Foto di Franco Caldararo
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Atriplex portulacoides L.
Amaranthaceae: Atriplice portulacoide
Rotondella Lido (MT), 1 m, nov 2010
Foto di Franco Caldararo
Copyright Acta Plantarum