Scheda botanica
Anthriscus sylvestris (L.) Hoffm.
Gen. Pl. Umbell.: 40 (1814)

Basionimo: Chaerophyllum sylvestre L. - Sp. Pl.: 258 (1753)
Altri sinonimi: Cerefolium sylvaticum Besser, Chaerophyllum sylvaticum L.
Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Anthriscus sylvestris (L.) Hoffm. - Vol. 2 pg. 183
Riferimento in "Flora Alpina", D.Aeschimann & al., 2004
Anthriscus sylvestris (L.) Hoffm. - Vol. 1 pg. 1080

Apiaceae

Cerfoglio selvatico, Antrisco silvestre, Persil sauvage, Wiesen-Kerbel, Cow Parsley

Forma Biologica: H scap - Emicriptofite scapose. Piante perennanti per mezzo di gemme poste a livello del terreno e con asse fiorale allungato, spesso privo di foglie.

Descrizione: Pianta erbacea perenne, che odora di carota, provvista di grosse e lunghe radici fusiformi; con fusti robusti ramificati, eretti, solcati, cavi, glabri nella parte superiore, irsuti nella parte inferiore, senza macchie color porpora ai nodi. Altezza 50-130 cm.
Foglie basali con picciolo dilatato inguainante, bi-tripennatosette, con segmenti a divisione di primo ordine più piccole a breve contorno triangolare-acuminato e con segmenti di terzo ordine lungamente acuminati con denti fini ed acuti; quelle del caule ± uguali ma ridotte.
Infiorescenza ad ombrella a 8 (10-16) raggi lungamente peduncolati con involucro nullo, mentre le ombrellette sono provviste di un involucretto con 5-8 bratteole membranacee lanceolate, acuminate, densamente cigliate ai bordi. Fiori bianchi con petali di dimensioni diverse, quelli esterni, più grandi disposti a raggiera, alcuni a funzione vessillifera, gli altri ermafroditi e all'interno maschili. Ovario infero bicarpellare.
Frutto: schizocarpo, bislungo di 6-10 mm, che si divide in 2 acheni fusiformi, glabri, brevemente rostrati all'apice.

Tipo corologico: Paleotemp. - Eurasiatiche in senso lato, che ricompaiono anche nel Nordafrica.

Antesi: giugno-luglio

Habitat: Lungo i sentieri di montagna, su prati fertili falciabili, ai margini dei boschi, incolti e siepi.Vegeta sia in pieno sole che a mezz'ombra su suoli ricchi di azoto, leggermente acidi, da freschi a umidi, da 0 a 1500 m raramente fino a 2200 m s.l.m.

Immagine


Note di Sistematica: Oltre alla subspecie nominale sopra descritta, nel nostro territorio è presente:

Anthriscus sylvestris subsp. alpina (Vill.) Gremli

Note, possibili confusioni: Specie simili sono:

  • Chaerophyllum temulum L. - Anacio che si distingue per il fusto che presenta alla base macule color porpora e frutto di 5-7 mm, senza rostri e costolature.
  • Anthriscus cerefolium (L.) Hoffmn. - Cerfoglio pianta avventizia o coltivata, di dimensioni minori, con ombrelle da 1 a 5 raggi densamente pubescenti, involucro nullo ed ombrellette con bratteole da 1-4, lanceolate. Fiori con petali bianchi di 1 mm.
  • Conium maculatum L. - Cicuta maggiore pianta glauca ramosa, di odore sgradevole con radice biancastra, fusti robusti, cavi, molto ramosi, ricoperti di chiazze violacee, ombrelle numerose da 10 a 20 raggi ed involucro di 2-4 brattee, bordate di bianco. Fiori bianchi a 5 petali uguali. Pianta velenosa.

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Eudicotiledoni
Asteridi
OrdineApiales Nakai
FamigliaApiaceae Lindl.
Tribù
GenereAnthriscus Pers.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome del genere anthriscus, dal latino anthriscum, nome dato da Plinio per indicare una erba selvatica. Secondo alcuni autori deriva dal greco anthos= fiore e rhyschos= siepe, quale fiore di siepe, poichè cresce di frequente lungo le siepi, mentre il nome specifico sylvestris = selvatico, che ama i boschi.

Proprietà ed utilizzi:
Pianta mellifera e di scarso valore nutrizionale per il foraggio. Ha proprietà toniche.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
PIGNATTI S., 1982. Flora d'Italia, Edagricole, Bologna
ZANGHERI P., 1976 Flora italica I-II, CEDAM, Padova
LAUBER K. e WAGNER G., 2001. Flora Helvetica, Berna
Index Plantarum Flora Italicae - Indice dei nomi delle specie botaniche presenti in Italia
The International Plant Names Index (IPNI)
Galleria della Flora delle Regioni Italiane


Scheda realizzata da Mirna Medri

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
Immagini
(clicca per ingrandire)
Acta Plantarum
Anthriscus sylvestris (L.) Hoffmann subsp. sylvestris Cerfoglio selvatico



Cavona m 210 (VA) LOM mag 2005

Foto di Attilio Marzorati
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Anthriscus sylvestris (L.) Hoffmann subsp. sylvestris Cerfoglio selvatico



Cavona m 210 (VA) LOM mag 2005

Foto di Attilio Marzorati
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Anthriscus sylvestris (L.) Hoffmann subsp. sylvestris Cerfoglio selvatico



Cavona m 210 (VA) LOM mag 2005

Foto di Attilio Marzorati
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Anthriscus sylvestris (L.) Hoffmann subsp. sylvestris Cerfoglio selvatico



Cavona m 210 (VA) LOM mag 2005

Foto di Attilio Marzorati
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Anthriscus sylvestris (L.) Hoffmann subsp. sylvestris Cerfoglio selvatico



Cavona m 210 (VA) LOM mag 2005

Foto di Attilio Marzorati
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Anthriscus sylvestris (L.) Hoffmann subsp. sylvestris Cerfoglio selvatico



Cavona m 210 (VA) LOM mag 2005

Foto di Attilio Marzorati
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Anthriscus sylvestris (L.) Hoffmann subsp. sylvestris Cerfoglio selvatico



Cavona m 210 (VA) LOM mag 2005

Foto di Attilio Marzorati
Copyright Acta Plantarum
Acta Plantarum
Anthriscus sylvestris (L.) Hoffm.
Apiaceae: Cerfoglio selvatico
Montevecchia (LC), 470 m, giu 2009
Foto di Giuseppe Sardi
Copyright Acta Plantarum