Galanthus woronowii Losinsk.

Moderatore: Franco Giordana

Galanthus woronowii Losinsk.

Messaggioda giacomo bellone » 16 mar 2017, 22:47

Limone P.te (CN), 1020 m, mar 2017
Foto di Giacomo Bellone
Credo sia G. nivalis, ma essendo la prima volta che lo vedo mi sorge un dubbio con G. elwesii. qualcuno può risolvere il dilemma? Grazie :bye:
Allegati
1.JPG
1.JPG (139.97 KiB) Osservato 408 volte
2.JPG
2.JPG (119.13 KiB) Osservato 408 volte
Avatar utente
giacomo bellone
 
Messaggi: 4078
Iscritto il: 15 dic 2011, 13:28
Località: Limone P.te

Re: Galanthus woronowii Losinsk.

Messaggioda giacomo bellone » 16 mar 2017, 22:49

Limone P.te (CN), 1020 m, mar 2017
Foto di Giacomo Bellone
Allegati
3.JPG
3.JPG (193.44 KiB) Osservato 406 volte
Avatar utente
giacomo bellone
 
Messaggi: 4078
Iscritto il: 15 dic 2011, 13:28
Località: Limone P.te

Re: Galanthus woronowii Losinsk.

Messaggioda giacomo bellone » 16 mar 2017, 22:57

Limone P.te (CN), 1020 m, mar 2017
Foto di Giacomo Bellone
Allegati
4.JPG
4.JPG (168.13 KiB) Osservato 401 volte
Avatar utente
giacomo bellone
 
Messaggi: 4078
Iscritto il: 15 dic 2011, 13:28
Località: Limone P.te

Re: Galanthus woronowii Losinsk.

Messaggioda Umberto Ferrando » 17 mar 2017, 14:43

Non è Galanthus nivalis L., vista la forma della lamina fogliare potrebbe in effetti trattarsi di Galanthus elwesii Hook f. ma la totale mancanza di glaucescenza fa insorgere dubbi, una terza possibile alternativa sarebbe Galanthus transcaucasicus Fomin, anch'esso coltivato per scopi ornamentali e che ha foglie simili a quelle di Galanthus elwesii ma non glauche.

Ciao
Umberto
Umberto Ferrando
 
Messaggi: 5283
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28

Re: Galanthus woronowii Losinsk.

Messaggioda Umberto Ferrando » 17 mar 2017, 14:53

Comunque un sito sicuramente utile per la tassonomia di Galanthus L. è questo:

http://citesbulbs.myspecies.info/

Ciao
Umberto
Umberto Ferrando
 
Messaggi: 5283
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28

Re: Galanthus woronowii Losinsk.

Messaggioda giacomo bellone » 17 mar 2017, 17:44

Ho trovato questo Galanthus nei pressi di un condominio ma penso che ci sia arrivato da solo e si sta propagando perchè ci sono molte rosette sterili. Grazie molte Umberto
:bye: jacques
Avatar utente
giacomo bellone
 
Messaggi: 4078
Iscritto il: 15 dic 2011, 13:28
Località: Limone P.te

Re: Galanthus woronowii Losinsk.

Messaggioda Umberto Ferrando » 17 mar 2017, 20:14

Dubito che ci sia arrivato da solo ma va detto che questi bucaneve si diffondono localmente e persistono per molti anni... mi avrebbe fatto piacere se fosse stato davvero Galanthus nivalis L., che non mi risulta presente (allo stato spontaneo) nel Piemonte sud occidentale, ma solo come avventizia o al più come pianta naturalizzata localmente.

Ciao
Umberto
Umberto Ferrando
 
Messaggi: 5283
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28

Re: Galanthus woronowii Losinsk.

Messaggioda Umberto Ferrando » 17 mar 2017, 22:32

Non è Galanthus nivalis L. ma non sono mica tanto convinto che si tratti di Galanthus elwesii Hook f. rimetterei tutto in "Che pianta è?"

Ciao
Umberto
Umberto Ferrando
 
Messaggi: 5283
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28

Re: Galanthus woronowii Losinsk.

Messaggioda pierfranco » 18 mar 2017, 00:23

e se fosse Galanthus woronowii...?????

pierfranco

p.s. Ho avuto modo di fotografarlo in questi giorno In comune di Abbadia Lariana (LC), in un prato ai margini di bosco,
mi hanno colpito le foglie.......
pierfranco
 
Messaggi: 2679
Iscritto il: 16 lug 2008, 16:10

Re: Galanthus woronowii Losinsk.

Messaggioda giacomo bellone » 18 mar 2017, 09:05

Appena l'ho visto ho pensato al nivalis poi guardando le foto a casa sono sorti i dubbi...Penso fosse presente nel Piemonte sud occidentale prima che Tenda diventasse Tende francese, mi informerò presso un amico botanico che ci abita. Non penso che qualcuno l'abbia piantato o seminato intenzionalmente in quel luogo. Io l'avrei fatto in luoghi, a mio avviso, più adatti nelle immediate vicinanze.
Non so se sia il caso di prelevare un campione ed inviarlo a qualche esperto (che non conosco!)
In attesa di qualche suggerimento, grazie ad Umberto e Pierfranco :bye: :bye:
jacques
P.S. Il luogo non è lontano, se possono servire foto di particolari, posso provvedere :bye:
Avatar utente
giacomo bellone
 
Messaggi: 4078
Iscritto il: 15 dic 2011, 13:28
Località: Limone P.te

Re: Galanthus woronowii Losinsk.

Messaggioda Umberto Ferrando » 18 mar 2017, 09:38

pierfranco ha scritto:e se fosse Galanthus woronowii...?????

pierfranco

p.s. Ho avuto modo di fotografarlo in questi giorno In comune di Abbadia Lariana (LC), in un prato ai margini di bosco,
mi hanno colpito le foglie.......


E' un'ipotesi del tutto verosimile.

Ciao
Umberto
Umberto Ferrando
 
Messaggi: 5283
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28

Re: Galanthus woronowii Losinsk.

Messaggioda Umberto Ferrando » 18 mar 2017, 09:50

giacomo bellone ha scritto:Appena l'ho visto ho pensato al nivalis poi guardando le foto a casa sono sorti i dubbi...Penso fosse presente nel Piemonte sud occidentale prima che Tenda diventasse Tende francese, mi informerò presso un amico botanico che ci abita. Non penso che qualcuno l'abbia piantato o seminato intenzionalmente in quel luogo. Io l'avrei fatto in luoghi, a mio avviso, più adatti nelle immediate vicinanze.
Non so se sia il caso di prelevare un campione ed inviarlo a qualche esperto (che non conosco!)
In attesa di qualche suggerimento, grazie ad Umberto e Pierfranco :bye: :bye:
jacques
P.S. Il luogo non è lontano, se possono servire foto di particolari, posso provvedere :bye:


L'eventuale presenza di Galanthus nivalis L. in alta Val Roya sarebbe interessante, anche perché non ne esiste una sola stazione in tutta la Riviera di Ponente e nemmeno lungo la dorsale alpino-appenninica ad Est dell'asse Genova Pegli/Ovada. Nella Francia mediterranea è invece presente, ma con un baricentro decisamente occidentale (tra il Massiccio Centrale e i rilievi pre-pirenaici), a quanto ne so le pochissime stazioni note del Dipartimento delle Alpi Marittime sono di dubbio indigenato. La distribuzione piemontese è tutta orientale (dall'Alessandrino e Novarese verso Lombardia ed Emilia Romagna) mentre ad esempio manca in Val d'Aosta.

Ciao
Umberto
Umberto Ferrando
 
Messaggi: 5283
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28

Re: Galanthus woronowii Losinsk.

Messaggioda AleAle » 18 mar 2017, 12:52

pierfranco ha scritto:e se fosse Galanthus woronowii...?????

pierfranco

p.s. Ho avuto modo di fotografarlo in questi giorno In comune di Abbadia Lariana (LC), in un prato ai margini di bosco,
mi hanno colpito le foglie.......


Scusa, ma perché non fai un post?
Sarebbe nuovo per IPFI...
:-)
Ale
Avatar utente
AleAle
 
Messaggi: 9394
Iscritto il: 28 feb 2008, 00:05

Re: Galanthus woronowii Losinsk.

Messaggioda Enrico Banfi » 18 mar 2017, 20:36

Posso confermare la determinazione di Pierfranco e di Alessandro: si tratta di Galanthus woronowii Losinsk. (Turchia) riconoscibile per la combinazione delle foglie lucide di color verde vivo (non verde scuro stile Leucojum vernum) insieme alla macchia verde dei segmenti interni del perianzio, che è limitata alla zona dei denti apicali. Se questa macchia fosse estesa fino a raggiungere la metà della lunghezza dei segmenti stessi, si tratterebbe di Galanthus ikariae Baker, endemico delle isole greche, anch'esso presente nel mercato orticolo. Se infine le foglie fossero di colore verde scuro allora avremmo a che fare con Galanthus transcaucasicus Fomin (dell'area a E del Mar Caspio e dell'Iran). Sicuramente Galanthus nivalis e Galanthus elwesii sono da escludere per le foglie glauche, piane al margine nel primo, revolute nel secondo. :bye:
Σκιᾶϛ ὄναρ ἄνθροπος (Pindaro, Pitiche VIII)
Avatar utente
Enrico Banfi
Moderatore
 
Messaggi: 6973
Iscritto il: 01 set 2009, 11:50

Re: Galanthus woronowii Losinsk.

Messaggioda Merli Marco » 18 mar 2017, 20:39

Ottimo Enrico

Ciao
Marco
Avatar utente
Merli Marco
 
Messaggi: 3190
Iscritto il: 18 dic 2013, 21:02

Re: Galanthus woronowii Losinsk.

Messaggioda Enrico Banfi » 18 mar 2017, 22:14

Grazie Marco, a ri-ciao! :D

Volevo ancora aggiungere, per Jacques, che il suo reperto non è sicuramente autoctono. Questi galanti esotici, acquistati nei garden center o nelle bancarelle, fruttificano e disseminano facilmente, per cui è quasi certo che il ritrovamento di Limone Piemonte vada imputato alla fuga di semi da qualche orto o giardino, o anche a qualche riporto di terra contenente i bulbi. :bye:
Σκιᾶϛ ὄναρ ἄνθροπος (Pindaro, Pitiche VIII)
Avatar utente
Enrico Banfi
Moderatore
 
Messaggi: 6973
Iscritto il: 01 set 2009, 11:50

Re: Galanthus woronowii Losinsk.

Messaggioda giacomo bellone » 19 mar 2017, 09:17

Il riporto di terra è da escludere, i semi potrebbero essere giunti da qualunque parte.
Grazie molte caro Enrico.
CIAO jacques
Avatar utente
giacomo bellone
 
Messaggi: 4078
Iscritto il: 15 dic 2011, 13:28
Località: Limone P.te


Torna a Alloctone e orticole non spontanee

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite