Flora d'italia Pignatti

Moderatore: gianluca

Re: Flora d'italia Pignatti

Messaggioda murmeltier » 06 lug 2016, 15:08

Se costerà entro i 500 euro me la pagherà probabilmente per intero lo stato :D , altrimenti contribuirà. Vediamo ora se mi passa la Flora alpina, appena presa, e la Flora helvetica, ma non vedo perché non dovrebbe, se rimborsa anche il biglietto di cinema e teatro, gli Ipad e credo anche gli smartphone (io comunque non mi farò corrompere e il F.F. non lo voterò mai, sono passato all'opposizione intransigente, addirittura faziosa :-x ).
murmeltier
 
Messaggi: 327
Iscritto il: 19 giu 2014, 12:29

Re: Flora d'italia Pignatti

Messaggioda filiberto » 08 lug 2016, 00:45

Regalare soldi a pioggia senza alcun filtro che valuti la compatibilità con le finalità che si vogliono perseguire non mi vede d'accordo, anche se certamente fà comodo a chi li riceve.
Quanto poi a come si vota o voterà è un argomento che lascerei molto volentieri fuori dal forum
Filiberto
filiberto
 
Messaggi: 905
Iscritto il: 29 mar 2010, 00:17

Re: Flora d'italia Pignatti

Messaggioda murmeltier » 08 lug 2016, 14:56

filiberto ha scritto:Regalare soldi a pioggia senza alcun filtro che valuti la compatibilità con le finalità che si vogliono perseguire non mi vede d'accordo, anche se certamente fà comodo a chi li riceve.
Filiberto

Non ti preoccupare che i filtri ci sono eccome, il fatto stesso che ho detto che spero mi siano rimborsati due testi scientifici mi pare sia significativo che esistono dei filtri, non mi posso far rimborsare una bicicletta o la pizza... Notare anche che ho lo stipendio bloccato dal 2009, con conseguente perdita del potere d'acquisto (di pizze, biciclette, testi scientifici e letterari) dell'8% ... :(
murmeltier
 
Messaggi: 327
Iscritto il: 19 giu 2014, 12:29

Re: Flora d'italia Pignatti

Messaggioda carlo cibei » 08 lug 2016, 15:17

Ricordo che Acta Plantarum è uno spazio dedicato allo studio della Flora Italiana.
Questa discussione, come dice il titolo, riguarda la nuova edizione dell Flora d'Italia a cura del Prof. Pignatti.
Contributi non pertinenti verranno rimossi come da regolamento.
:bye:
carlo
“... c'è chi vede il bicchiere mezzo pieno e chi lo vede mezzo vuoto. In realtà è sempre tutto pieno, di due sostanze diverse.”
Ester Armanino - L'Arca
carlo cibei
Amministratore
 
Messaggi: 8366
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:08
Località: Genova

Re: Flora d'italia Pignatti

Messaggioda caiofior » 30 dic 2016, 17:20

Una versione digitale del libro è disponibile sul sito http://www.florae.it, al momento potete trovare Compositeae, Labiateae, Rosaceae, Leguminosae, Graminaceae e Orchidaceae.

La rete non c'è ovunque serve; c'è la versione per Android https://play.google.com/store/apps/details?id=com.caiofior.floraefull e la Chrome app per le scuole https://chrome.google.com/webstore/detail/florae/fgekcahkbifdpaplekdghlbgmnpijpec?utm_source=chrome-ntp-icon.

Non è solo un libro da consultare, ma anche un modo per cercare informazioni botaniche aggiornate e condividere le osservazioni botaniche.
Avatar utente
caiofior
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 28 ott 2016, 16:05
Località: Trento

Re: Flora d'italia Pignatti

Messaggioda Cosimo » 10 apr 2017, 15:50

Carissimi co-appassionati, possiamo cominciare a mettere da parte i soldini e rompere i porcellini di terracotta. Il grande momento sta arrivando, anche se alla Edagricole hanno deciso di farci penare per completare l'opera.
Un caro saluto,
Cosimo
Allegati
trovaimg.jpg
trovaimg.jpg (90.75 KiB) Osservato 285 volte
Cosimo
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 31 gen 2016, 21:27

Re: Flora d'italia Pignatti

Messaggioda Garabombo » 10 apr 2017, 16:18

Questa è una bella notizia!
Complimenti agli autori e ai collaboratori.

Quanto alle modalità editoriali - che purtroppo percorrono una strada elitaria ed antidivulgativa - spero verrà predisposta un'edizione popolare e stralciata delle chiavi ivi contenute.
Mi accontenterò altrimenti della occasionale consultazione in biblioteca in quanto ritengo antistorica e controproducente ai fini divulgativi tale approccio editoriale.

Per la cronaca e per confronto ho speso per le seguenti flore nazionali:
Flora Gallica > 64 €
Flora Helvetica > 110 €; il solo vol. delle chiavi: 24 €; (descrizioni disponibile gratuitamente on-line)
Flora Iberica > GRATUITE tutte le Monografie su base famiglia in pdf (disponibili a pagamento in formato cartaceo)
Excursionflora von Deutschland (Rothmahler) > Vol. 3 38€ (volume di immagini: pemette di giungere all'identificazione)
Tutte hanno il pregio dell'elevata portabilità.

:bye:
C.
"Io sono un filo d'erba / un filo d'erba che trema /E la mia Patria è dove l'erba trema.
Un alito può trapiantare / il mio seme lontano
"
rocco scotellaro
Avatar utente
Garabombo
Amministratore
 
Messaggi: 4765
Iscritto il: 05 apr 2010, 10:15

Re: Flora d'italia Pignatti

Messaggioda filiberto » 10 apr 2017, 19:23

Ma si hanno indicazioni sul costo del primo volume (mi pare di ricordare che dovrebbero essere 4)?
Concordo sul fatto che le flore generali utili per determinare dei Paesi a noi confinanti o vicini hanno un prezzo decisamente abbordabile per chiunque sia appassionato .
Personalmente non so ancora se acquisterò la nuova flora di Pignatti avendo già acquistato di recente le 2 ultime flore francesi che, per lo meno per chi risiede in Italia settentrionale, vanno molto bene.

filiberto
filiberto
 
Messaggi: 905
Iscritto il: 29 mar 2010, 00:17

Re: Flora d'italia Pignatti

Messaggioda Merli Marco » 10 apr 2017, 19:42

Ovviamente tutti la vedono in modo diverso, acquistare dei libri di botanica è soggettivo, come tutte le cose della vita ovvero non esiste il bello il brutto o l' utile è puramente soggettivo appunto

Comunque sia alcune cose (nel nostro campo i volumi della botanica) non hanno prezzo.... Se un' opera come penso quella di Pignatti e colleghi ha il valore scientifico della precedente (oramai superata) ogni euro che costa è speso più che bene.

Io mi sono formato esclusivamente sui 3 volumi del Pignatti, sul Dalla Fior (la nostra flora) e su molte monografie tutte di alto livello, il denaro è relativo. Non vi è denaro che possa comparare la conoscenza, la mia libreria privata conta oltre 70 tra volumi e monografie, ma mi sono serviti/e e mi serviranno per il mio lavoro

Marco
Avatar utente
Merli Marco
 
Messaggi: 3252
Iscritto il: 18 dic 2013, 21:02

Re: Flora d'italia Pignatti

Messaggioda Garabombo » 10 apr 2017, 19:56

Hai ragione Marco: spendo molto in libri e i 500 eurozzi previsti andranno comunque in libri, ma in altri libri.

La questione non è il valore dell'opera, sicuramente elevatissimo visto i curatori e i fior fiore di collaboratori coinvolti.
È il concetto di costo che è in questione. Di costo in una società, quella del 2017, che è ben diversa dal 1982.
Concetto che va coniugato sul senso che oggi, nell'epoca del www si vuol dare alla divulgazione scientifica. In questo senso l'opera nasce antistorica.
I comitati scientifici delle regioni circonvicine hanno scelto in modo da favorire il massimo della diffusione, particolarmente encomiabile poi la prassi espressa in Flora Iberica, l'unica prassi che permetta rapidi e costanti aggiornamenti.
Ma anche da noi si muovono iniziative in tal senso: i volumi pdf pubblicati gratuitamente della Flora Critica d'italia ne sono un alto esempio.

Ciao
C.
"Io sono un filo d'erba / un filo d'erba che trema /E la mia Patria è dove l'erba trema.
Un alito può trapiantare / il mio seme lontano
"
rocco scotellaro
Avatar utente
Garabombo
Amministratore
 
Messaggi: 4765
Iscritto il: 05 apr 2010, 10:15

Re: Flora d'italia Pignatti

Messaggioda Merli Marco » 10 apr 2017, 20:07

Concordo Cristiano il tuo intervento

Ciao
Marco
Avatar utente
Merli Marco
 
Messaggi: 3252
Iscritto il: 18 dic 2013, 21:02

Re: Flora d'italia Pignatti

Messaggioda murmeltier » 15 apr 2017, 10:42

Però avere a casa bei mallopponi da sfogliare ogni tanto per liberarsi della dipendenza da computer e smartphone è un'altra cosa (soprattutto per un vecchio sessantenne come me). Se poi, come mi parrebbe, quelli in copertina sono ranuncoli glaciali, beh, allora questo sarebbe un colpo basso, mi sto già commuovendo (dico sul serio, quando penso ai fiori penso anzitutto a loro, a come posso riprendere questa estate con il grandangolo quelli che ho scoperto lo scorso anno sulla Costa della croce in Valle Pedruna o al Pass di matt, mi immagino disteso sui sassi a pelle di leone che armeggio con la macchina in amoroso colloquio con loro e in lotta contro il vento, temibile rivale che costantemente li titilla e li carezza...).
Mi sa che ricorrerò ancora al contributo dello stato... Solo che quest'anno la procedura è più complessa, si può acquistare solo da negozi convenzionati, bisogna prima registrarsi on line.
murmeltier
 
Messaggi: 327
Iscritto il: 19 giu 2014, 12:29

Re: Flora d'italia Pignatti

Messaggioda AleAle » 15 apr 2017, 13:37

Merli Marco ha scritto:Concordo Cristiano il tuo intervento

Ciao
Marco


Pure io concordo ...
Ciao
Ale
Avatar utente
AleAle
 
Messaggi: 9409
Iscritto il: 28 feb 2008, 00:05

Re: Flora d'italia Pignatti

Messaggioda Cosimo » 15 apr 2017, 20:42

Immaginavo che l'argomento avrebbe portato a esporre diverse opinioni editoriali.
Ci si lamenta giustissimamente del costo e dell'attualità o dell'opportunità di una flora cartacea.
Il confronto con le flore europee non va fatto sul costo, ma su chi è l'editore e chi sostiene i costi di edizione.
In Italia abbiamo perso l'occasione di far entrare la Botanica "sensu lato" (Floristica, Fitosociologia, Sistematica, etc) all'interno dell'alveo del CNR o altri progetti statali/ministeriali di ampio respiro. Durante gli anni '70 esisteva il "Progetto finalizzato Promozione qualità dell'Ambiente" che ha prodotto molte pubblicazioni che riguardavano la cartografia della vegetazione, con ottimi risultati applicativi. Questo progetto aveva dato impulso alle ricerche botaniche e la speranza era quella di creare una struttura scientifica che organizzasse le ricerche a lungo termine e di ampio respiro, tra cui la "flora" di cui si sentiva un grande bisogno. La flora di Zangheri e di Pignatti non erano ancora pronte e si andava avanti con quella del Fiori, aggiornata a circa 50 anni prima...
Purtroppo di quella struttura non sorse, conosco solo i pochi dettagli pubblicati qualche anno or sono ma sembra che le invidie personali abbiano pesato di più rispetto alle prospettive scientifiche.
Quindi rimanevano i progetti "personali" di Zangheri e Pignatti, con l'impatto che hanno avuto nelle ricerche sul campo e per le conoscenze scientifiche di base. E queste opere, senza finanziamenti pubblici, potevano essere pubblicate solo con editori privati e diventavano libri a completo carico dell'acquirente.
Ce ne sarebbero di aneddoti da raccontare e sono convinto che qualcosa del genere leggeremo nella prefazione dell'opera che sta arrivando. Chissà che non sia venuta l'ora di riportare le vicende dell'editoria e delle ricerche naturalistiche italiane dal dopoguerra in poi.
Un saluto e felice Pasqua a tutti.
Cosimo
Cosimo
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 31 gen 2016, 21:27

Re: Flora d'italia Pignatti

Messaggioda Garabombo » 15 apr 2017, 23:31

Parole che ben fotografano il tormentato iter di questa e di altre opere scientifiche divulgative in terra italica.
Di base la cultura in Italia "non paga". Su questo terreno e sulle risorse disponibili spesso c'è chi cerca di "recintare" il proprio orto, peggiorando la situazione.

Dobbiamo farcene una ragione e comunque felicitarci quando un opera di valore viene portata a compimento.

:bye:
C.
"Io sono un filo d'erba / un filo d'erba che trema /E la mia Patria è dove l'erba trema.
Un alito può trapiantare / il mio seme lontano
"
rocco scotellaro
Avatar utente
Garabombo
Amministratore
 
Messaggi: 4765
Iscritto il: 05 apr 2010, 10:15

Precedente

Torna a La nostra libreria botanica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti