L'eterogenesi dei fini insegnata da una gattina

Luogo virtuale in cui presentarsi, informarsi, scambiarsi gli auguri, raccontarsi.
La sola regola, è il rispetto dell'altro.

Moderatore: Marinella Zepigi

L'eterogenesi dei fini insegnata da una gattina

Messaggioda violapinnata » 12 mar 2017, 12:43

Buona Domenica a tutti! Ho sempre faticato un po' a capire il concetto di eterogenesi dei fini (Heterogonie der Zwecke), concetto espresso da Wilhelm Maximilian Wundt (Mannheim, 16 agosto 1832 – Lipsia, 31 agosto 1920), i cui contorni e caratteri - cito wikipedia- trovano più chiara descrizione nell'espressione «conseguenze non intenzionali di azioni intenzionali». Probabilmente mi mancavano esempi calzanti. Ma questa mattina la mia gattina ha posto fine ad ogni incertezza! Giorni fa avevo messo a dimora una Paeonia lactiflora 'Sarah Bernhardt' comprata in un vivaio e, per evitare che i gatti disturbassero in qualche modo il terreno smosso e fine che ricopriva le radici tuberose da cui già emergevano delicati germogli violacei, ho circondato la piccola zona con dei rami d'acero legandoli in alto a tenda indiana. Fatto ciò mi son detto soddisfatto: con tutti questi rametti impenetrabili i gatti se ne staranno per una volta alla larga dalle mie aiuole! Potete immaginarvi la sorpresa questa mattina di trovarmi una gattina accovacciata proprio all'interno della tenda alla maniera Sioux! :cry: :cry: :cry: :cry: Un chiaro esempio di eterogenesi dei fini, appunto! :P :P
Allegati
a1.jpg
a1.jpg (166.64 KiB) Osservato 114 volte
a2.jpg
a2.jpg (186.33 KiB) Osservato 114 volte
Small pleasures must correct great tragedies, Therefore of gardens in the midst of war I boldly tell. Vita Sackville-West, The Garden, 1946
"L'avvenire ci spaventa, il passato ci tormenta, il presente ci sfugge." (G. Flaubert)
Avatar utente
violapinnata
 
Messaggi: 1826
Iscritto il: 19 lug 2011, 17:50

Re: L'eterogenesi dei fini insegnata da una gattina

Messaggioda Marinella Zepigi » 12 mar 2017, 13:17

:lol: :lol: :lol:


marinella
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15265
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: L'eterogenesi dei fini insegnata da una gattina

Messaggioda Françoise » 12 mar 2017, 14:35

Non ho capito bene il concetto di "eterogenesi dei fini", e ancora meno quello di "Heterogonie der Zwecke", pero' la gattina è proprio "adorable" ! Beato il suo "babbo" :applauso:
Françoise :D
"J'ai vu une fleur sauvage.
Quand j'ai su son nom,
je l'ai trouvée plus belle."

(Haïku japonais)
Avatar utente
Françoise
 
Messaggi: 3009
Iscritto il: 08 dic 2011, 12:16

Re: L'eterogenesi dei fini insegnata da una gattina

Messaggioda Franco Giordana » 12 mar 2017, 16:35

:D
Aiutate i moderatori: riportate correttamente i dati! Leggete come fare qui e qui
Questo è il mio primo messaggio in forum: viewtopic.php?t=1805 e i dati??? Nessuno nasce imparato!

daily msgs
Avatar utente
Franco Giordana
Amministratore
 
Messaggi: 16505
Iscritto il: 01 feb 2008, 10:40
Località: Crema (CR)

Re: L'eterogenesi dei fini insegnata da una gattina

Messaggioda Servodio » 12 mar 2017, 17:12

Imperscrutabili gatti. :D

Sergio :bye:
"Carpe diem, quam minimum credula postero." Orazio
"Quel cielo di Lombardia così bello quand'è bello, così splendido, così in pace." A.Manzoni
"Non esiste una strada verso la felicità. La felicità è la strada." Confucio
Avatar utente
Servodio
Amministratore
 
Messaggi: 5534
Iscritto il: 28 mag 2011, 21:21
Località: Milano e Canzo (CO)


Torna a La Piazzetta

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti