Nerium oleander L. - Oleandro

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

Nerium oleander L. - Oleandro

Messaggioda nino » 29 mag 2009, 19:49

Nerium oleander L.
Sp. Pl.: 209 (1753)

Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Nerium oleander L. - Vol. 2 pg. 348
Riferimento in "Flora Alpina", D.Aeschimann & al., 2004
Nerium oleander L. - Vol. 2 pg. 32

Apocynaceae

Oleandro, Leandro

Forma Biologica: P caesp - Fanerofite cespugliose. Piante legnose con portamento cespuglioso.
P scap - Fanerofite arboree. Piante legnose con portamento arboreo.

Descrizione: Pianta arbustiva sempreverde a portamento cespuglioso, alta fino a 5 m, con fusto eretto e ramificato fin dalla base.
Rami giovani assurgenti, lisci e pruinosi.
Foglie ( 8 - 14 cm) persistenti, semplici, coriacee con picciolo di 5 - 8 mm, nervature patenti, la pagina superiore lucida più chiara e grigiastra quella inferiore; il loro inserimento nel ramo in modo opposto o verticillato a 3, se giovani sono verde chiaro e glabre.
La foglia si presenta con 2-3 ordini di cellule a palizzata e con la presenza di cripte (cavità) rivestite di peli a difesa degli stomi per limitarne la traspirabilità quindi per meglio sopportare il clima arido.
Fiori ermafroditi posti in cime corimbose multiflore, tubulosi con petali semplici o doppi e con peduncolo di 2 - 3 mm; di colore che va dal bianco al roseo o al giallo e al rosso carminio.
Calice 7 mm con tubo conico, pentapartito, di 15 mm con lobi spatolati di 12 -15 x 20 - 25 cm.
Ovario biloculare con 2 carpelli saldati, e con numerosi ovuli.
Il frutto è un follicolo fusiforme allungato di colore bruno, di 1 x 10 -15 cm, che a maturità si apre spargendo semi densamente pelosi con pappi brunastri.

Tipo corologico: S-Medit. - Coste meridionali atlantiche e mediterranee.
Steno-Medit. - Entità mediterranea in senso stretto (con areale limitato alle coste mediterranee: area dell'Olivo).

Antesi: Maggio - Luglio

Habitat: Ambienti sassosi, sabbiosi lungo il greto di torrenti e fiumi. Sulle pareti di rocce, generalmente di origine calcarea da 0 a 200 m

Immagine


Note di Sistematica: In Italia è presente la sola sottospecie nominale.

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Eudicotiledoni
Asteridi
OrdineGentianales Juss. ex Bercht. & J.Presl
FamigliaApocynaceae Juss.
TribùNerieae
GenereNerium L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Nerium è il nome linneano per il genere fondato nel 1735. L'etimologia deriva dal greco "neros"="umido" forse correlato al suo areale costituito dalla macchia mediterranea.
L'epiteto della specie da "arodándrum" corruzione del greco "rododéndron" composto da “ροδον rhódon” rosa e “δένδρον déndron” albero.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie officinale tossica

L'oleandro è una pianta velenosa in tutte le sue parti per la presenza di alcaloidi tossici, ma in particolare le foglie contengono anche glucosidi, oli eterei, acidi organici.
Si utilizza in farmacopea (la raccolta dei fiori si fa di agosto) come cardiotonico per la presenza di "Oleandrina o Folinerina" che hanno proprietà simili allo "Strofanto e alla Digitale"
Occorre quindi molta prudenza nell'uso domestico di questa pianta perchè in dosi sbagliate può essere mortale. Anche i fumi emanati dal legno, se usato per alimentare il fuoco del camino, possono risultare tossici.
L'avvelenamento si manifesta prima con sintomi a carico dell'apparato intestinale con diarrea, gastrite, vomito e rallentamento dell'attività respiratoria, segue irregolarità cardiaca e perdita della conoscenza fino alla morte.
Le foglie potrebbero, se osservate da persone inesperte, essere confuse con quelle dell'alloro.

Curiosità: Per la grande varietà di colori il N. oleander viene coltivato per abbellire giardini e nel meridione per alberare le strade.
Allo stato naturale non sopporta temperature al di sotto di -5,-7 gradi centigradi.
Fin dall'antichità l'oleandro era noto come pianta funeraria forse perchè se ne conosceva già la sua tossicità; Plinio affermava che era in grado di uccidere i serpenti e che se accostato a un animale selvatico ne provocava l'intorpedimento e che il suo miele era velenoso. Apuleio narra, nelle sue "Metamorfosi" che Lucio fu trasformato in asino e mentre cercava le rose che dovevano restituirgli le sembianze umane fu ingannato dai fiori di oleandro ma prima di addentarlo si accorse della sua pericolosità. Nelle campagne di alcune regioni italiane la pianta viene chiamata "ammazza cavallo" o "ammazza l'asino".
Si racconta che i suoi fusti fritti siano stati causa mortale tra i soldati di Napoleone che li usavano per girarrosti : il fuoco distillò i suoi glicosidi che si mischiarono alla carne provocando l'avvelenamento.
In Sicilia e in Toscana è usanza diffusa e antichissima ( vedi cfr. libro dell'esodo e primo libro dei Re relativi all'unzione) di coprire i morti con fiori di Oleandro( allannarari ).

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
Sandro Pignatti, Flora d'Italia, Edagricole, Bologna 1982.
Conti F. et ali - Checklist of the Italian Vascular Flora - Palombi Editori - 2005
D. Aeschimann et al. - Flora Alpina - Zanichelli - 2004
Encicl.- Nel Mondo delle Piante - Edizioni Motta - 1980
A. Poletti - Fiori e piante medicinali - Il Mandarino 1996 vol. 2°
A. Cattabiani - Florario - Oscar Mondadori - 1998


Scheda realizzata da: Nino Messina

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
Avatar utente
nino
Moderatore
 
Messaggi: 6411
Iscritto il: 23 dic 2007, 15:24

Re: Nerium oleander L. - Oleandro

Messaggioda nino » 29 mag 2009, 19:54

Inselvatichito in ambiente sassoso (ravaneto in pendenza ) senza ristagno di umidità alla stessa stregua di un ambiente di fiumara.
Ritrovamento in località Boscofondo m. 260 h, a Montemulo - PO- mag 2009
Foto Nino Messina
Allegati
Nerium oleander L. subsp. oleander 5.jpg
Avatar utente
nino
Moderatore
 
Messaggi: 6411
Iscritto il: 23 dic 2007, 15:24

Re: Nerium oleander L. - Oleandro

Messaggioda nino » 29 mag 2009, 19:55

Nerium oleander L.
Oleandro
Loc.: Boscofondo a Montemurlo - PO - m 260 slm. - mag 2009
Foto Nino Messina
Allegati
Nerium oleander subsp. oleander 6.jpg
Nerium oleander subsp. oleander 6.jpg (162.96 KiB) Osservato 4309 volte
Avatar utente
nino
Moderatore
 
Messaggi: 6411
Iscritto il: 23 dic 2007, 15:24

Re: Nerium oleander L. - Oleandro

Messaggioda nino » 29 mag 2009, 19:56

Nerium oleander L.
Oleandro
Loc.: Boscofondo a Montemurlo - PO - m 260 slm. - mag 2009
Foto Nino Messina
Allegati
Nerium oleander subsp. oleander 2 (1).jpg
Avatar utente
nino
Moderatore
 
Messaggi: 6411
Iscritto il: 23 dic 2007, 15:24

Re: Nerium oleander L. - Oleandro

Messaggioda nino » 29 mag 2009, 19:57

Nerium oleander L.
Oleandro
Loc.: Boscofondo a Montemurlo - PO - m 260 slm. - dic 2008
Foto Nino Messina
Allegati
Nerium oleander subsp. oleander 3 (1).jpg
Nerium oleander subsp. oleander 3 (1).jpg (138.13 KiB) Osservato 4303 volte
Avatar utente
nino
Moderatore
 
Messaggi: 6411
Iscritto il: 23 dic 2007, 15:24

Re: Nerium oleander L. - Oleandro

Messaggioda nino » 29 mag 2009, 19:58

Nerium oleander L.
Oleandro
Loc.: Boscofondo a Montemurlo - PO - m 260 slm. - dic 2008
Foto Nino Messina
Allegati
Nerium oleander subsp. oleander 3.jpg
Nerium oleander subsp. oleander 3.jpg (100.3 KiB) Osservato 4294 volte
Avatar utente
nino
Moderatore
 
Messaggi: 6411
Iscritto il: 23 dic 2007, 15:24

Re: Nerium oleander L. - Oleandro

Messaggioda Anja » 04 giu 2009, 00:51

Nerium oleander L.

Maiano (FI), 3.06.2009
Foto di Stefano Michelucci

P6030621.jpg
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10903
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Nerium oleander L. - Oleandro

Messaggioda Anja » 04 giu 2009, 00:54

Nerium oleander L.

Maiano (FI), 3.06.2009
Foto di Stefano Michelucci

P6030628.jpg
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10903
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Nerium oleander L. - Oleandro

Messaggioda nino » 09 mar 2010, 02:03

Nerium oleander L.
Oleandro
Loc.: Boscofondo a Montemurlo - PO - m 260 slm. - dic 2008
Foto Nino Messina
Allegati
Nerium oleander 1.jpg
Nerium oleander 1.jpg (102.25 KiB) Osservato 4020 volte
Avatar utente
nino
Moderatore
 
Messaggi: 6411
Iscritto il: 23 dic 2007, 15:24

Re: Nerium oleander L. - Oleandro

Messaggioda Anja » 22 mag 2014, 18:24

Nerium oleander L.

Cascina (PI), gen 2012
Foto di Francesco Cerrai

Nerium_oleander_34500_162023.jpg
Nerium_oleander_34500_162023.jpg (191.22 KiB) Osservato 2418 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10903
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti