Euphorbia hyberna subsp. insularis (Boiss.) Briq. - Euforbia d'Irlanda

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

 

Euphorbia hyberna subsp. insularis (Boiss.) Briq. - Euforbia d'Irlanda

Messaggioda Marinella Zepigi » 02 giu 2009, 20:15

Euphorbia hyberna subsp. insularis (Boiss.) Briq.
Prodr. Fl. Corse 2(2): 77 (1935)

Basionimo: Euphorbia insularis Boiss. - Cent. Euphorb.: 32 (1860)
Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Euphorbia hyberna subsp. insularis (Boiss.) Briq. - Vol. 2 pg. 38

Euphorbiaceae

Euforbia isolana, Euforbia d'Irlanda

Forma Biologica: G rhiz - Geofite rizomatose. Piante con un particolare fusto sotterraneo, detto rizoma, che ogni anno emette radici e fusti avventizi.

Descrizione: : Pianta erbacea, rizomatosa, perenne con caule glabro, striato, alto (50-70 cm). Le foglie, inserite nel fusto con andamento a spirale, hanno forma ellittico-oblunga, con apice arrotondato e margini piani interi (3-7 x 1,5-2,5 cm).
L'infiorescenza e composta da un ombrella terminale con cinque rametti fioriferi e da un numero variabile di rametti semplici posti all'inserimento delle foglie sottostanti. Tutte le diramazioni principali si dividono in due rametti fioriferi terminali muniti di due brattee opposte ovate, arrotondate o subcordate alla base (1-2 x 1-2 cm); Il Fiore è composto da un involucro campanulato (2-4 mm), suddiviso in cinque lobi con margine cigliato; le ghiandole, generalmente cinque (1-1,5 mm), sono reniformi, brevemente stipitate, rugose e profondamente rugoso-solcate; gli stami numerosi portano antere sferiche. Il Frutto è una capsula globosa (4-6 mm) subsessile, trisolcata longitudinalmente con superficie verrucosa (Verruche cilindrico-filiformi); lo stilo di 2 mm circa termina in uno stigma trilobo. Alla base del fiore vi sono brattee simili a quelle dei rametti fioriferi ma di misura inferiore (0,7-1 x 0,7-1mm).

Tipo corologico: Subendem. - Entità presente soprattutto nell'area italiana, ma con limitati sconfinamenti in territori vicini.

Antesi: Giugno÷Agosto.

Distribuzione in Italia: La pianta è presente nei massicci montuosi della Corsica (Cinto, Rotondo, Renoso e Incudine - Litardiere, 1935), nella zona montagnosa della Sardegna centrale (Gennargentu ), nell'Appennino Ligure (Monte Dente e Capanne di Marcarolo (Al) - Orsino, 1972) e sulle Alpi Apuane ( M. Contrario - Ferrarini, 1970; M. Tambura - Trombetti-Garbari, 2006; M. Roccandagia versante ovest, Passo Tombaccia- Tomaselli, 1979).

Habitat: L'entità sembra essere indifferente alla natura del substrato, cresce sui graniti in Corsica, sugli scisti cristallini in Sardegna, nei serpentini nell'Appennino Ligure e sui calcari nelle Apuane. La fascia altitudinale di crescita va dai 450 m ai 2000, ma è più frequnte nel piano submontano e montano (700- 1500 m). Predilige spazi aperti e riparati dall'insolazione diretta, (radure boschive, base delle pareti rocciose, rive di ruscelli) od anche in condizioni più sciafile dove però non giunge ad antesi.

Immagine


Note di Sistematica: Euphorbia hyberna L., ciclo al quale appartiene la subsp. insularis (Boiss.) Briq., Prodr. Fl. Corse 2(2): 77 (1936) (Basion. E. insularis Boiss., Cent. Euphorb. 32 (1860), è elemento paleogenico il cui areale si è evidentemente frammentato in conseguenza di eventi geoclimatici. Sui meccanismi e sui tempi che hanno portato alla differenziazione delle quattro unità subspecifiche fino ad oggi considerate , gli autori non sono concordi. Per Negri (1928) la subsp. insularis (con distribuzione sardo-corsa, appenninico-ligure e apuana, cfr. anche Orsino 1972) sarebbe derivata direttamente da E. hyberna, elemento atlantico estraneo alla flora italiana (distribuito in Irlanda, Inghilterra meridionale, Penisola iberica settentrionale e Francia occidentale, cfr. Smith & Tutin 1968; Raffaelli 1980; Ferrarini 1970, 1983, 1992; Ferrarini & Alessandrini 1988). Per Raffaelli (1980) le due subspecie potrebbero avere avuto origine da un progenitore comune ed essere contemporanee come genesi. Per Mariotti (1991) la diversificazione è fatta risalire a eventi quaternari o, in alternativa, a frazionamento e riduzione di areali terziari pregressi. Pichi Sermolli (1997) ritiene infine che la differenziazione delle sottospecie di E. hyberna sia avvenuta in tempi recenti, quando ancora persistevano le connessioni tra il sistema sardo-corso e l'arco ligure-appenninico. In ogni caso, una certa antichità di questi taxa, sulla base delle loro disgiunzioni geografiche, appare evidente, anche se Bazzichelli (1969) pone - solo come mera ipotesi - la disseminazione accidentale a distanza per poter spiegare il frazionamento dell'areale del taxon insularis.
Mancando dati cariologici e citogenetici comparati sulle varie popolazioni, qualunque conclusione appare forzata. Il complesso di varianti geografiche, sostenute da sufficienti caratteri differenziali (Peola 1892, Bazzichelli 1969, Raffaelli 1980) che indicano il rango subspecifico come quello più pertinente, farebbe in ogni caso escludere la qualifica di paleoendemiti per questi elementi in evidente correlazione, suggerendo quella più propria di schizoendemiti, con espressioni di endemovicarianza (Favarger & Sjliak-Yakovlev, 1986; Garbari 1990). Si consideri a tal fine che il livello cromosomico finora accertato è tetraploide, almeno nelle popolazioni investigate (Cesca 1963, Contandriopoulos 1962). E' evidente comunque che ben altri e sofisticati metodi di analisi sono necessari per poter misurare più concretamente i processi evolutivi che hanno coinvolto questo complesso di entità. E' in questo senso che un gruppo di ricerca del Dipartimento di Biologia vegetale di Torino, coordinato dalla Prof.ssa Consolata Siniscalco, ha utilizzato analisi biomolecolari: risultati preliminari sulle tre sottospecie più meridionali, in attesa di essere estesi alla subspecie nominale (E. hyberna subsp. hyberna), porterebbero a far ipotizzare sia l' autonomia di ciascuno dei tre taxa investigati, sia un loro livello tassonomico specifico (Perron Cabus 1999-2000). Anche analisi di tipo chimico sulle parti aeree di E. hyberna s.l. (Appendino et al., 2002) potrebbero dare ulteriore supporto alla individuazione della reale identità sistematica e alla gerarchizzazione più idonea delle varie unità del gruppo.

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Eudicotiledoni
Rosidi
OrdineMalpighiales Juss. ex Bercht. & J.Presl
FamigliaEuphorbiaceae Juss.
TribùEuphorbieae
GenereEuphorbia L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome del genere fa riferimento a quello del medico greco Euphorbos (1° secolo a.c.), il nome della specie fa riferimento all'inverno, quello della subspecie probabilmente fu scelto da Boisser che descrisse il Typus nel 1860 su campioni provenienti dalla Corsica e dalla Sardegna.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie officinale tossica

Tutte le specie di Euforbia sono velenose ed il quadro dell'intossicazione è pressoché costante in tutte le specie (senso di bruciore e costrizione alla bocca ed alle fauci, vomito, coliche violente accompagnate da diarrea, midriasi, vertigini, delirio e crampi generalizzati fino, nei casi più gravi, alla morte). Nonostante tutto ciò non mancano indicazioni d'uso nella medicina popolare: il lattice biancastro, che esce dai fusti spezzati, viene adoperato per toccature locali quotidiane su porri, verruche e calli. Vista la tossicità, sono state omesse di proposito, se pur esistenti, tutte le indicazioni quale rimedio ad uso interno. In veterinaria (Lucchesia) alcune euforbie dette dialettalmente "lazze" sono adoperate in piccole quantità per aumentare la montata lattea delle coniglie.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
CONTI F., ABBATE G., ALESSANDRINI A., BLASI C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore- Sandro PIGNATTI S., 1982. Flora d'Italia, Edagricole, Bologna
NEGRI G., 1976. Erbario Figurato, Hoepli Editore, Milano
ARRIGONI P. V., CAMARADA I., CORRIAS B., CORRIAS S. D., RAFFAELLI M., VALSECCHI F., 1980. Le Piante Endemiche della Sardegna, Sassari
UNCINI MANGANELLI R. E., CAMANGI F., TOMEI P. E., 2007. L'uso delle erbe nella tradizione rurale della Toscana Arsia
Atti della Società Toscana di Scienze Naturali - "Euphorbia hyberna subsp. insularis nelle Alpi Apuane. La Stazione di Monte Tambura" (G. Trombetti- F. Garbari - Pisa, 2007)
Index Plantarum Flora Italicae - Indice dei nomi delle specie botaniche presenti in Italia


Scheda realizzata da Giuseppe Trombetti

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15274
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Euphorbia hyberna subsp. insularis (Boiss.) Briq. - Euforbia d'Irlanda

Messaggioda Giuseppe Trombetti » 06 giu 2009, 19:06

Euphorbia hyberna L subsp. insularis (Boiss.) Briq.
Carcaraia, Monte Tambura (Alpi Apuane), m 1230 - lug 2006
Foto di Giuseppe Trombetti
Allegati
euphorbiahyberna_gorfigliano060701_or24.jpg
Euphorbia hyberna L subsp. insularis (Boiss.) Briq.
Giuseppe Trombetti
http://vimeo.com/11404588
Avatar utente
Giuseppe Trombetti
 
Messaggi: 721
Iscritto il: 23 nov 2007, 11:25

Re: Euphorbia hyberna subsp. insularis (Boiss.) Briq. - Euforbia d'Irlanda

Messaggioda Giuseppe Trombetti » 06 giu 2009, 19:08

Euphorbia hyberna L subsp. insularis (Boiss.) Briq.
Carcaraia, Monte Tambura (Alpi Apuane), m 1230 - lug 2006
Foto di Giuseppe Trombetti
Allegati
euphorbiahyberna_gorfigliano060701_or22_1.jpg
Euphorbia hyberna L subsp. insularis (Boiss.) Briq.
Giuseppe Trombetti
http://vimeo.com/11404588
Avatar utente
Giuseppe Trombetti
 
Messaggi: 721
Iscritto il: 23 nov 2007, 11:25

Re: Euphorbia hyberna subsp. insularis (Boiss.) Briq. - Euforbia d'Irlanda

Messaggioda Giuseppe Trombetti » 06 giu 2009, 19:10

Euphorbia hyberna L subsp. insularis (Boiss.) Briq.
Carcaraia, Monte Tambura (Alpi Apuane), m 1230 - lug 2006
Foto di Giuseppe Trombetti
Allegati
euphorbiahyberna_gorfigliano060701_ed18.jpg
Euphorbia hyberna L subsp. insularis (Boiss.) Briq.
Giuseppe Trombetti
http://vimeo.com/11404588
Avatar utente
Giuseppe Trombetti
 
Messaggi: 721
Iscritto il: 23 nov 2007, 11:25

Re: Euphorbia hyberna subsp. insularis (Boiss.) Briq. - Euforbia d'Irlanda

Messaggioda Giuseppe Trombetti » 06 giu 2009, 19:10

Euphorbia hyberna L subsp. insularis (Boiss.) Briq.
Carcaraia, Monte Tambura (Alpi Apuane), m 1230 - lug 2006
Foto di Giuseppe Trombetti
Allegati
euphorbiahyberna_gorfigliano060701_or30.jpg
Euphorbia hyberna L subsp. insularis (Boiss.) Briq.
Giuseppe Trombetti
http://vimeo.com/11404588
Avatar utente
Giuseppe Trombetti
 
Messaggi: 721
Iscritto il: 23 nov 2007, 11:25

Re: Euphorbia hyberna subsp. insularis (Boiss.) Briq. - Euforbia d'Irlanda

Messaggioda Giuseppe Trombetti » 06 giu 2009, 19:15

Euphorbia hyberna L subsp. insularis (Boiss.) Briq.
Monte Contrario, versante nord (Alpi Apuane), m 1270 - ago 2006
Foto di Giuseppe Trombetti
Allegati
EU35AC~1_1.jpg
Euphorbia hyberna L subsp. insularis (Boiss.) Briq.
Giuseppe Trombetti
http://vimeo.com/11404588
Avatar utente
Giuseppe Trombetti
 
Messaggi: 721
Iscritto il: 23 nov 2007, 11:25

Re: Euphorbia hyberna subsp. insularis (Boiss.) Briq. - Euforbia d'Irlanda

Messaggioda Giuseppe Trombetti » 06 giu 2009, 19:16

Euphorbia hyberna L subsp. insularis (Boiss.) Briq.
Monte Contrario, versante nord (Alpi Apuane), m 1270 - ago 2006
Foto di Giuseppe Trombetti
Allegati
euphorbiahyberna_serenaia060810_or5.jpg
Euphorbia hyberna L subsp. insularis (Boiss.) Briq.
Giuseppe Trombetti
http://vimeo.com/11404588
Avatar utente
Giuseppe Trombetti
 
Messaggi: 721
Iscritto il: 23 nov 2007, 11:25

Re: Euphorbia hyberna subsp. insularis (Boiss.) Briq. - Euforbia d'Irlanda

Messaggioda Giuseppe Trombetti » 06 giu 2009, 19:20

Euphorbia hyberna L subsp. insularis (Boiss.) Briq.
Caracaraia, Monte Tambura (Alpi Apuane), m 1270 - lug 2007
Foto di Giuseppe Trombetti
Allegati
euphorbiahyberna_gorfigliano060701_ed15.jpg
Euphorbia hyberna L subsp. insularis (Boiss.) Briq.
Giuseppe Trombetti
http://vimeo.com/11404588
Avatar utente
Giuseppe Trombetti
 
Messaggi: 721
Iscritto il: 23 nov 2007, 11:25

 

Re: Euphorbia hyberna subsp. insularis (Boiss.) Briq. - Euforbia d'Irlanda

Messaggioda Marinella Zepigi » 23 feb 2010, 21:25

Euphorbia hyberna L subsp. insularis (Boiss.) Briq.
Caracaraia, Monte Tambura (Alpi Apuane), m 1270 - lug 2007
Foto di Giuseppe Trombetti
Allegati
Euphorbia_hyberna.jpg
Euphorbia hyberna L. subsp. insularis (Boiss.) Briq.
Euphorbia_hyberna.jpg (54.43 KiB) Osservato 2549 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15274
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti