Eryngium maritimum L. - Calcetreppola marittima

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

Eryngium maritimum L. - Calcetreppola marittima

Messaggioda Giuliano » 12 gen 2008, 18:58

Eryngium maritimum L.
Sp. Pl.: 233 (1753)

Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Eryngium maritimum L. - Vol. 2 pg. 175

Apiaceae

Calcatreppola marittima, Erba di S.Pietro
English name: Sea holly


Forma Biologica: G rhiz - Geofite rizomatose. Piante con un particolare fusto sotterraneo, detto rizoma, che ogni anno emette radici e fusti avventizi.

Descrizione: Pianta erbacea perenne, glabra, coriacea e spinosa, con un robusto rizoma.
Ha il fusto alto 15 - 40 (50) cm striato, eretto, robusto, legnoso e midolloso all'interno, ramificato in alto, di colore grigio-verde azzurrino nella parte superiore.
Le foglie son coriacee, con contorno spinoso, glaucescenti, nervature palmate-reticolate, le basali sono picciolate, con base cordiforme e lamina suborbicolare o reniforme, divisa in 3-5 lobi, con il segmento centrale più piccolo dei laterali, più o meno profontamente dentati; le superiori sono sessili ed amplessicauli, di colore grigio-verde con tonalità azzurrine e talvolta violacee.
All’apice del fusto e all’ascella delle foglie sono raggruppate le infiorescenze semplici ad ombrella contratta formata da capolini subglobosi che misurano da 2 a 4 cm, di colore bluastro, protetti da 4-6 brattee spinose, ovato-lanceolate con poche spine acute, patenti, rigide, lanceolate che misurano anche il doppio del capolino.
I piccoli fiori ermafroditi e profumati del capolino sono di colore ametistino, e sono formati da 5 sepali cuspidati, rigidi, eretti e 5 petali più brevi del calice e smarginati, 5 stami, e ovario infero bicarpellare.
Il frutto e un poliachenario ovoidale, formato da due monocarpi uguali e concresciuti, con striature longitudinali sul dordo, provvisto di uncini superficiali per la disseminazione che maturando si separano.

Tipo corologico: Medit.-Atl.(Euri-) - Coste atlantiche e mediterranee, ma con ampie penetrazioni nell'entroterra.

Antesi: da Giugno a Settembre

Distribuzione in Italia: comune su tutte le coste della Penisola.

Habitat: pianta psammofila è pioniera delle dune mobili, grazie al suo apparato radicale che può arrivare ad estendersi per oltre un metro nel substrato, può resistere alla violenza del vento e gli permette di cercare ed assorbire la poca acqua a disposizione in quel terreno che difficilmente riesce a trattenerla. Inoltre la sua cuticola spessa e cerosa, nonché le sue brattee e foglie spinose la difendono dalle perdite d'acqua, dall'erosione della sabbia spinta dal vento e dal pascolo degli animali. Infine anche il suo colore grigio-ametistino sembra difenderla dalla eccessiva evaporazione riflettendo parzialmente i raggi del sole.
Per quanto sopra, sviluppandosi, riesce a bloccare il movimento della sabbia contribuendo in tal modo efficacemente alla stabilizzazione delle dune mobili, e agevolando quindi, lo sviluppo della vegetazione colonizzatrice.
Sembra quindi pleonastica la raccomandazione di non raccogliere questa pianta, che con la sempre più crescente antropizzazione delle spiagge vede restringersi il suo areale di crescita.

Immagine


Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Eudicotiledoni
Asteridi
OrdineApiales Nakai
FamigliaApiaceae Lindl.
TribùEryngieae
GenereEryngium L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome del genere deriva da quello utilizzato dagli antichi greci, il nome del genere fa riferimento al suo habitat.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie commestibile officinale

Pianta afrodisiaca, diaforetica, espettorante, stimolante, aromatica, diuretica, tonica.
Non si conoscono sue tossicità, ma un consumo elevato può provocare abbassamenti della pressione sanguinea.
Le foglie giovani possono essere consumate cotte e le radici dolciastre, crude in insalata.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
Flora d'Italia - S. Pignatti
An Annotated Checklist of the Italian Vascular Flora di F.Conti, G. Abbate, A.Alessandrini, C.Blasi (Roma, Palombi editori, 2005)
BANFI E., CONSOLINO F., 2000. La flora mediterranea , Istituto Geografico De Agostini, Novara
Flora Iberica - Plantas vasculares del la Peninsula Iberica e Islas Baleares
Index Plantarum Flora Italicae - Indice dei nomi delle specie botaniche presenti in Italia
Acta Plantarum - Semi ed altre unità primarie di dispersione


Scheda realizzata da Giuliano Salvai

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI

Foto Giuliano Salvai
Forte dei Marmi - Agosto
Allegati
Eryngium-maritimum1307.jpg
Eryngium-maritimum1307.jpg (140.13 KiB) Osservato 4828 volte
Aiutate i moderatori: fotografate anche i frutti e i semi,
ciò oltre ad agevolare le determinazioni, contribuisce ad implementare la galleria dei "semi e altre unità primarie di dispersione”.
Avatar utente
Giuliano
Amministratore
 
Messaggi: 3016
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:11

Re: Eryngium maritimum L. - Calcetreppola marittima - Sea holly

Messaggioda Giuliano » 12 gen 2008, 19:10

Eryngium maritimum L.
Dune di Forte dei Marmi - Luglio
Foto di Giuliano Salvai
Allegati
Eryngium-maritimum1309.jpg
Eryngium-maritimum1309.jpg (148.82 KiB) Osservato 4821 volte
Aiutate i moderatori: fotografate anche i frutti e i semi,
ciò oltre ad agevolare le determinazioni, contribuisce ad implementare la galleria dei "semi e altre unità primarie di dispersione”.
Avatar utente
Giuliano
Amministratore
 
Messaggi: 3016
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:11

Re: Eryngium maritimum L. - Calcetreppola marittima - Sea holly

Messaggioda Giuliano » 12 gen 2008, 19:25

Eryngium maritimum L.
Dune di Forte dei Marmi - Maggio
Foto di Giuliano Salvai
Allegati
Eryngium__maritimum_13.jpg
Eryngium__maritimum_13.jpg (150.02 KiB) Osservato 4813 volte
Aiutate i moderatori: fotografate anche i frutti e i semi,
ciò oltre ad agevolare le determinazioni, contribuisce ad implementare la galleria dei "semi e altre unità primarie di dispersione”.
Avatar utente
Giuliano
Amministratore
 
Messaggi: 3016
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:11

Re: Eryngium maritimum L. - Calcetreppola marittima - Sea holly

Messaggioda Giuliano » 12 gen 2008, 19:27

Eryngium maritimum L.
Dune di Forte dei Marmi - Giugno
Foto di Giuliano Salvai
Allegati
Eryngium-maritimum2963.jpg
Eryngium-maritimum2963.jpg (133.97 KiB) Osservato 4811 volte
Aiutate i moderatori: fotografate anche i frutti e i semi,
ciò oltre ad agevolare le determinazioni, contribuisce ad implementare la galleria dei "semi e altre unità primarie di dispersione”.
Avatar utente
Giuliano
Amministratore
 
Messaggi: 3016
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:11

Re: Eryngium maritimum L. - Calcetreppola marittima - Sea holly

Messaggioda Giuliano » 12 gen 2008, 19:31

Eryngium maritimum L.
Dune di Forte dei Marmi - Luglio
Foto di Giuliano Salvai
Allegati
Eryngium-maritimum2962.jpg
Eryngium-maritimum2962.jpg (166.95 KiB) Osservato 4805 volte
Aiutate i moderatori: fotografate anche i frutti e i semi,
ciò oltre ad agevolare le determinazioni, contribuisce ad implementare la galleria dei "semi e altre unità primarie di dispersione”.
Avatar utente
Giuliano
Amministratore
 
Messaggi: 3016
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:11

Re: Eryngium maritimum L. - Calcetreppola marittima - Sea holly

Messaggioda Giuliano » 12 gen 2008, 19:32

Eryngium maritimum L.
Dune di Forte dei Marmi - Luglio
Foto di Giuliano Salvai
Allegati
Eryngium-maritimum2961.jpg
Eryngium-maritimum2961.jpg (155.02 KiB) Osservato 4803 volte
Aiutate i moderatori: fotografate anche i frutti e i semi,
ciò oltre ad agevolare le determinazioni, contribuisce ad implementare la galleria dei "semi e altre unità primarie di dispersione”.
Avatar utente
Giuliano
Amministratore
 
Messaggi: 3016
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:11

Re: Eryngium maritimum L. - Calcetreppola marittima

Messaggioda Marinella Zepigi » 03 nov 2009, 14:12

Eryngium maritimum L.
Petacciato (CB), lug 2007
Foto di Franco Rossi
Allegati
Eryngium_maritimum_1.jpg
Eryngium_maritimum_1.jpg (137.7 KiB) Osservato 4418 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15292
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Eryngium maritimum L. - Calcetreppola marittima

Messaggioda Anja » 24 feb 2011, 23:34

Eryngium maritimum L.

S. Vincenzo (LI), 3 m, giu 2010
Foto di Franco Giordana

Eryngium_maritimum_18759_89894.jpg
Eryngium_maritimum_18759_89894.jpg (163.85 KiB) Osservato 4202 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10943
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Eryngium maritimum L. - Calcetreppola marittima

Messaggioda Marinella Zepigi » 22 apr 2014, 11:53

Eryngium maritimum L.

Foto di Francesco Cerrai
Allegati
Eryngium_maritimum_Francesco_Cerrai.jpg
Eryngium_maritimum_Francesco_Cerrai.jpg (57.59 KiB) Osservato 2639 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15292
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti