Botrychium virginianum (L.) Sw. - Botrichio virginiano

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

Botrychium virginianum (L.) Sw. - Botrichio virginiano

Messaggioda Anja » 15 ott 2009, 23:17

Botrychium virginianum (L.) Sw.
J. Bot. (Schrader) 1800(2): 111 (1802)

Basionimo: Osmunda virginiana L. - Sp. Pl.: 1064 (1753)
Altri sinonimi: Botrypus virginianus (L.) Michx.
Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Botrychium virginianum (L.) Swartze - Vol. 1 pg. 46
Riferimento in "Flora Alpina", D.Aeschimann & al., 2004
Botrychium virginianum (L.) Sw. - Vol. 1 pg. 64

Ophioglossaceae

Botrichio virginiano

Forma Biologica: G rhiz - Geofite rizomatose. Piante con un particolare fusto sotterraneo, detto rizoma, che ogni anno emette radici e fusti avventizi.

Descrizione: Pteridofita perenne di 15-50(80) cm, munita di un rizoma corto, generalmente verticale, con numerose radici abbastanza robuste e di una fronda solitaria, decidua, sottile e non carnosa, divisa in due lamine, glabre o sparsamente pubescenti, su un asse cilindrico, eretto, coperto alla base da una guaina amplessicaule.
Lamina sterile subsessile, patente, di un aspetto molto elegante, inserita verso la metà dell'asse, più larga che lunga, grande fino a 40 cm, triangolare o subpentagonale, fino a 2-4 volte pennatosetta con pinne basali della prima divisione ± grandi come il resto della lamina e con divisioni ultime lanceolato-acute e inciso-dentate.
La pianta adulta porta alla sommità una piccola pannocchia (lamina fertile) triangolare (cm 4 x 4), con pedundolo alla fine superante la lamina sterile, e fittamente ricoperta di grandi sporangi globosi, gialli a maturità, ± vicini ma liberi con pareti spesse, privi di anulus, disposti in due file ai margini dei rametti e deiscenti in due valve longitudinali.
Spore trileti.
Sporificazione: giugno÷agosto
Numero cromosomico: 2n=184

Tipo corologico: Circumbor. - Zone fredde e temperato-fredde dell'Europa, Asia e Nordamerica.

Distribuzione in Italia: Segnalata in piccole stazioni esclusivamente nelle Alpi orientali

Habitat: Boschi umidi e ombrosi, forre, da 450 a ca 1200 m s.l.m.

Immagine


Note di Sistematica: Genere distinto da Ophioglossum (piante caratterizzate da una fronda formata da una lamina sterile indivisa e da una spiga fertile). Tuttavia le affinità tra Ophioglossum e Botrychium sono assai strette ed evidenti per cui la gran parte degli autori li riunisce nelle Ophioglossaceae.
Il genere comprende nella Flora Italiana altre 5 specie, alcune rarissime:

Botrychium lunaria (L.) Sw.
Pianta alto fino a 30 cm; lamina inserita presso la metà dell'asse, eretta e semplicemente pennata con 3-9 paia di pinne flabellate; pannocchia con lungo peduncolo.

Botrychium lanceolatum (S.G.Gmel.) Ångstr.
Pianta alta fino a 25 cm; lamina all'incirca tanto larga che lunga e con poche pinne a lobi piuttosto acuti, inserita nella parte alta dell'asse; pannocchia con corto peduncolo.

Botrychium matricariifolium (A. Braun ex Döll) W.D.J. Koch
Pianta alta fino a 20 cm; lamina a contorno ovato, lunga fino a 5 cm, bipennata e con divisioni ultime rotondato-crenulate. Pannocchia con corto peduncolo superante di poco la lamina.

Botrychium multifidum (S.G.Gmel.) Rupr.
Pianta alta fino a 30 cm; lamine 2-3 (una dell'anno precedente) più larghe che lunghe, 2-3 volte divise, pubescenti da giovani, inserite presso la base dell'asse e lungamente picciolate.

Botrychium simplex E. Hitchc.
Pianta gracile, alta fino a 15 cm; lamina sterile picciolata, inserita presso la base dell'asse, subintera o trilobato-pennata; pannocchia ridotta, su un lungo peduncolo, molto distante dalla lamina sterile.

Tassonomia filogenetica

Pteridophyta
Ophioglossidae
OrdineOphioglossales Link
FamigliaOphioglossaceae
TribùBotrychieae
GenereBotrychium Swartz


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome del genere deriva dal gr. 'botrychos' (<'botrys', grappolo d'uva) con suffisso diminutivo '-ium', per l'aspetto simile al raspo d'uva del segmento fertile della fronda.
L'epiteto specifico dal lat. 'virginianus, -a, -um', di Virginia (U.S.A.), in riferimento al fatto che la prima descrizione della specie fu fatta probabilmente dallo stesso Linneo su un campione proveniente dal Nord America dove la specie è la più diffusa del genere.

Principali Fonti
Marchetti D.- Le Pteridofite d'Italia -Annali Museo Civico di Rovereto VOl. 19 (2003) - 71-213 2004
Soster, M. -Identikit delle felci d'Italia, Valsesia Editrice, 2001
Conti, F.; Abbate, G.; Alessandrini, A.; Blasi, C. -An Annotated Checklist of the Italian Vascular Flora, Palombi Editori, Roma, 2005
Pignatti, S. -Flora d'Italia (vol. I), Edagricole, Bologna, 1982
Zangheri, P. -flora italica I-II, CEDAM, Padova, 1976
IPFI - Index Plantarum Florae Italicae


Scheda realizzata da Anja Michelucci

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10968
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Botrychium virginianum (L.) Sw. - Botrichio virginiano

Messaggioda Anja » 16 ott 2009, 00:28

Botrychium virginianum (L.) Sw.

M. Jòuf Frisanco (PN), mag 2007
Foto di Adriano Bruna

Lamina sterile e lamina fertile nel centro
Botrychium_virginianum_79659d16.jpg
Botrychium_virginianum_79659d16.jpg (142.68 KiB) Osservato 2369 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10968
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Botrychium virginianum (L.) Sw. - Botrichio virginiano

Messaggioda Anja » 16 ott 2009, 00:31

Botrychium virginianum (L.) Sw.

M. Jòuf Frisanco (PN), mag 2007
Foto di Adriano Bruna

Lamina sterile
Botrychium_virginianum_b67544e5.jpg
Botrychium_virginianum_b67544e5.jpg (145.59 KiB) Osservato 2364 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10968
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Botrychium virginianum (L.) Sw. - Botrichio virginiano

Messaggioda Anja » 16 ott 2009, 00:33

Botrychium virginianum (L.) Sw.

M. Jòuf Frisanco (PN), mag 2007
Foto di Adriano Bruna

Prefogliazione della lamina fertile
Botrychium_virginianum_7039918a.jpg
Botrychium_virginianum_7039918a.jpg (122.3 KiB) Osservato 2361 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10968
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Botrychium virginianum (L.) Sw. - Botrichio virginiano

Messaggioda Anja » 16 ott 2009, 00:37

Botrychium virginianum (L.) Sw.

M. Jòuf Frisanco (PN), mag 2007
Foto di Adriano Bruna

Lamina fertile
Botrychium_virginianum_79d0f371.jpg
Botrychium_virginianum_79d0f371.jpg (114.45 KiB) Osservato 2355 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10968
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Botrychium virginianum (L.) Sw. - Botrichio virginiano

Messaggioda Anja » 16 ott 2009, 00:39

Botrychiun virginianum (L.) Sw.

Val Colvera (PN), 21.05.2009
Foto di Franco Fenaroli

Pianta nell'habitat
Botrychium_virginianum_11069_51587.jpg
Botrychium_virginianum_11069_51587.jpg (163.61 KiB) Osservato 2353 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10968
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Botrychium virginianum (L.) Sw. - Botrichio virginiano

Messaggioda Anja » 16 ott 2009, 00:42

Botrychium virginianum (L.) Sw.

Val Colvera (PN), 21.05.2009
Foto di Patrizia Ferrari

Ancora lamina fertile
Botrychium_virginianum_11069_51534.jpg
Botrychium_virginianum_11069_51534.jpg (147.8 KiB) Osservato 2351 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10968
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Botrychium virginianum (L.) Sw. - Botrichio virginiano

Messaggioda Anja » 16 ott 2009, 00:43

Botrychium virginianum (L.) Sw.

Val Colvera (PN), 21.05.2009
Foto di Patrizia Ferrari

Particolare della lamina fertile
Botrychium_virginianum_11069_51536.jpg
Botrychium_virginianum_11069_51536.jpg (149.55 KiB) Osservato 2345 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10968
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: franca molinaro e 4 ospiti