Helianthus tuberosus L. - Topinambur

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

Helianthus tuberosus L. - Topinambur

Messaggioda Marinella Zepigi » 16 ott 2009, 14:27

Helianthus tuberosus L.
Sp. Pl.: 905 (1753)

Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Helianthus tuberosus L. - Vol. 3 pg. 59
Riferimento in "Flora Alpina", D.Aeschimann & al., 2004
Helianthus tuberosus L. - Vol. 2 pg. 472

Asteraceae

Girasole del Canada, Topinambur, Tartufo di canna, Patata del Canada, Patata selvatica, Girasole tuberoso, Carciofo del Canadà, Pera di terra, Jerusalem artichoke

Forma Biologica: G bulb - Geofite bulbose. Piante il cui organo perennante è un bulbo da cui, ogni anno, nascono fiori e foglie.

Descrizione: Pianta perenne, erbacea, infestante, con radici ramificate provviste di rizomi tuberiferi rigonfi, rosso-violacei e bitorzoluti; fusti eretti, ramosi in alto, tomentosi, ispidi; altezza sino a 3 m.
Le foglie sono picciolate, pubescenti, ruvide, le inferiori ovato-cordate, le altre ovate o lanceolate attenuate alla base, con apice acuto, opposte ed alterne con margine dentato.
I capolini, di colore giallo intenso e larghi fino a 8 cm, portati in corimbi lassi di 4÷5 o + elementi, hanno lunghi e sottili peduncoli; presentano fiori periferici con lunghe ligule gialle solcate e fiori tubulosi centrali; fillari non o solo lassamente appressati al ricettacolo, cigliati.
I frutti sono acheni con 2÷4 scaglie cigliate, caduche.

Tipo corologico: N-Americ. - America del Nord.

Antesi: agosto÷novembre

Distribuzione in Italia: Presente in tutto il territorio.

Habitat: Originaria dell'America e introdotta a scopo alimentare, si è diffusa come infestante in tutta l'Europa, si adatta facilmente alle temperature più diverse, cresce sia nei terreni argillosi, umidi e pesanti sia nei terreni, asciutti e sabbiosi, anche se predilige questi ultimi; è diffusa in dense formazioni lungo le rive dei corsi d'acqua, negli incolti, negli ambienti ruderali. 0÷800 m s.l.m.

Immagine


Note di Sistematica: A questo genere appartengono circa 50 specie di annuali e perenni di elevata statura, originarie dell'America settentrionale e meridionale, più famoso è il Girasole - Helianthus annuus.

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Eudicotiledoni
Asteridi
OrdineAsterales Link
FamigliaAsteraceae Bercht. & J.Presl
TribùHeliantheae
GenereHelianthus L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome del genere deriva da 2 parole greche "élios "= sole e "ánthos" = fiore, indica i grandi capolini raggiati simili al sole, il nome specifico deriva dal latino "tuberosus "= a forma di tubero e si riferisce agli organi ipogei.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie commestibile officinale

Il tubero che somiglia per forma e consistenza ad una patata, non contiene però amido, contiene invece il 15% circa di glucidi composti quasi esclusivamente dal polisaccaride inulina; è adatto nei regimi ipocalorici degli obesi e dei diabetici.
Ricco di vitamine A e B; il Lactobacillus che contiene lo rende utile alle donne che allattano, buon energetico, adatto nell'alimentazione degli anziani dei convalescenti e dei bambini. Utile per chi soffre di cattiva digestione e stitichezza.
In America è stata sin dai tempi più remoti un'importante pianta alimentare, oggi vive un periodo di riscoperta grazie al diffondersi dei prodotti salutistici, si può usare in cucina in ogni ricetta che richieda la presenza di patate o di farine, con modalità e risultai identici. I tuberi possono essere utilizzati grattugiati in insalate fresche, fritti come le patatine, oppure gratinati, sono eccellenti anche in salamoia; dopo il taglio, è consigliato l'uso del limone per prevenire l'imbrunimento del prodotto.
In cosmesi il Topinambur, può essere usato grattugiato e con aggiunta di olio di mandorle per praticare un peeling delicato e nutriente
Oltre che nell'alimentazione umana i tuberi, possono essere impiegati per l'alimentazione del bestiame, così come la parte verde degli steli delle foglie è utilizzabile come foraggio.

Curiosità: Topinambur è la trascrizione di una parola brasiliana, ciò ha indotto alcuni a considerare la specie di provenienza sud-americana, diversamente il nome di Patata del Canada, sembrerebbe indicare l'origine nord-americana come vorrebbero gli orientamenti più recenti. Sarebbe infatti stata ritrovata per la prima volta in Canada nel 1603 dal francese Samuel Champlain che, nel 1604 la importò in Francia. Gia nel 1616 il naturalista e botanico Fabio Colonna, nella seconda edizione della sua opera "Ecpharais", scrive di questa pianta indicandola come "Flos solis farnesianus" era infatti coltivata nel "Giardino Farnese" a Roma, dove era conosciuta con il nome volgare di Girasole articocco.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
PIGNATTI S., 1982. Flora d'Italia.Edagricole, Bologna.
CONTI F., ABBATE G., ALESSANDRINI A., BLASI C., 2005. An Annotated Checklist of the Italian Vascular Flora. Palombi, Roma.
BOWN. D., 1995 . Encyclopaedia of Herbs and their Uses. Dorling Kindersley, London.
AGRADI A., REGONDI S., ROTTI G., 2005. Conoscere le piante medicinali. Mediservice, Cologno Monzese (MI).
IPFI - Index Plantarum Florae Italicae


Scheda realizzata da Marinella Zepigi

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI

Helianthus tuberosus L.
Endine Gaiano (BG), ottobre 2009
Foto di Marinella Zepigi
Allegati
Helianthus_tuberosus_1.jpg
Helianthus_tuberosus_1.jpg (121.35 KiB) Osservato 5213 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15283
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Helianthus tuberosus L. - Topinambur

Messaggioda Marinella Zepigi » 16 ott 2009, 14:32

Helianthus tuberosus L.
Genova ott 2008
Foto di Daniela Longo
Allegati
Helianthus_tuberosus_X.jpg
Helianthus_tuberosus_X.jpg (96.82 KiB) Osservato 5212 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15283
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Helianthus tuberosus L. - Topinambur

Messaggioda Marinella Zepigi » 16 ott 2009, 14:34

Helianthus tuberosus L.
Trivio (LT), 3.10.2008
Foto di Franz Neidl
Allegati
Helianthus_tuberosus_1.jpg
Helianthus_tuberosus_1.jpg (99.47 KiB) Osservato 5212 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15283
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Helianthus tuberosus L. - Topinambur

Messaggioda Marinella Zepigi » 16 ott 2009, 14:37

Helianthus tuberosus L.
Castiglione di Cervia (RA), 15 ott 2008
Foto di Attilio Marzorati
Allegati
Helianthus_tuberosus_1.jpg
Helianthus_tuberosus_1.jpg (154.81 KiB) Osservato 5212 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15283
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Helianthus tuberosus L. - Topinambur

Messaggioda Marinella Zepigi » 16 ott 2009, 14:38

Helianthus tuberosus L.
Endine Gaiano (BG), ott 2009
Foto di Marinella Zepigi
Allegati
Helianthus_tuberosus_squame_cigliate.jpg
Helianthus_tuberosus_squame_cigliate.jpg (82.14 KiB) Osservato 5212 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15283
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Helianthus tuberosus L. - Topinambur

Messaggioda Marinella Zepigi » 16 ott 2009, 14:41

Helianthus tuberosus L.
Castiglione di Cervia (RA), 15 ott 2008
Foto di Attilio Marzorati
Allegati
Helianthus_tuberosus_2.jpg
Helianthus_tuberosus_2.jpg (168.15 KiB) Osservato 5210 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15283
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Helianthus tuberosus L. - Topinambur

Messaggioda Marinella Zepigi » 16 ott 2009, 14:43

Helianthus tuberosus L.
Endine Gaino (BG), ott 2009
Foto di Marinella Zepigi
Allegati
Helianthus_tuberosus_0 (1).jpg
Helianthus_tuberosus_0 (1).jpg (85.58 KiB) Osservato 5210 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15283
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Helianthus tuberosus L. - Topinambur

Messaggioda Marinella Zepigi » 16 ott 2009, 14:44

Helianthus tuberosus L.
Endine Gaino (BG), ott 2009
Foto di Marinella Zepigi
Allegati
Helianthus_tuberosus_foglie.JPG
Helianthus_tuberosus_foglie.JPG (176.72 KiB) Osservato 5211 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15283
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Helianthus tuberosus L. - Topinambur

Messaggioda Marinella Zepigi » 16 ott 2009, 14:44

Helianthus tuberosus L.
Endine Gaino (BG), ott 2009
Foto di Marinella Zepigi
Allegati
Helianthus_tuberosus_9.jpg
Helianthus_tuberosus_9.jpg (145.29 KiB) Osservato 5210 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15283
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Helianthus tuberosus L. - Topinambur

Messaggioda Marinella Zepigi » 16 ott 2009, 14:47

Helianthus tuberosus L.
Castiglione di Cervia (RA), ott 2008
Foto di Attilio Marzorati
Allegati
Helianthus_tuberosus_3.jpg
Helianthus_tuberosus_3.jpg (140.45 KiB) Osservato 5210 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15283
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Helianthus tuberosus L. - Topinambur

Messaggioda Marinella Zepigi » 16 ott 2009, 14:52

Helianthus tuberosus L.
Endine Gaiano (BG), ott 2009
Foto di Marinella Zepigi
Allegati
Helianthus_tuberosus_y.jpg
Helianthus_tuberosus_y.jpg (117.97 KiB) Osservato 5209 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15283
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Helianthus tuberosus L. - Topinambur

Messaggioda Anja » 05 ott 2010, 22:58

Helianthus tuberosus L.

Modena, ott 2010
Foto di Patrizia Ferrari

Helianthus_tuberosus.jpg
Helianthus_tuberosus.jpg (153.09 KiB) Osservato 5028 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10928
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Helianthus tuberosus L. - Topinambur

Messaggioda Anja » 05 ott 2010, 23:01

Helianthus tuberosus L.

Modena, ott 2010
Foto di Patrizia Ferrari

Granuli di polline in acqua 35-40 µ diametro
Helianthus_tuberosus_01.jpg
Helianthus_tuberosus_01.jpg (154.99 KiB) Osservato 5028 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10928
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Helianthus tuberosus L. - Topinambur

Messaggioda Anja » 06 nov 2016, 01:11

Helianthus tuberosus L.

Sponda del Po a Calendasco (PC), 50 m, ott 2011
Foto di Enrico Romani

Helianthus_tuberosus_Enrico_Romani.jpg
Helianthus_tuberosus_Enrico_Romani.jpg (146.82 KiB) Osservato 1088 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10928
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti