Bryonia cretica subsp. dioica (Jacq.) Tutin - Brionia dioica

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

Bryonia cretica subsp. dioica (Jacq.) Tutin - Brionia dioica

Messaggioda Marinella Zepigi » 09 feb 2010, 15:01

Bryonia cretica subsp. dioica (Jacq.) Tutin
Sp. Pl.: 1013 (1753)

Basionimo: Bryonia dioica Jacq. - Fl. Austriac. 2: 59, t. 199 (1774)
Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Bryonia dioica Jacq. - Vol. 2 pg. 139
Riferimento in "Flora Alpina", D.Aeschimann & al., 2004
Bryonia dioica Jacq. - Vol. 1 pg. 454

Cucurbitaceae

Brionia comune, Brionia dioica, Vite bianca, Zucca selvatica

Forma Biologica: G rhiz - Geofite rizomatose. Piante con un particolare fusto sotterraneo, detto rizoma, che ogni anno emette radici e fusti avventizi.
H scand - Emicriptofite scandenti. Piante perennanti per mezzo di gemme poste a livello del terreno e con portamento rampicante.

Descrizione: Pianta perenne, dioica, erbacea, decidua, con grossa radice fittonanate carnosa, internamente bianca e se tagliata lattiginosa, con scorza di colore giallastro; fusti erbacei, fragili, ispidi, volubili, muniti di viticci non ramificati che permettono alla pianta di aggrapparsi a qualsiasi sostegno. Lunghezza dei fusti 2÷4 m.
Le foglie sono peduncolate, alterne, palmato-lobate con apice acuto e base cordata, divise in 5 lobi fin sopra la metà, di colore verde opaco, ruvide al tatto perchè la la superficie è cosparsa di peli irti, palminervie, senza stipole, il margine è intero con denti smussati, sono lunghe fino a 10 cm.
Le infiorescenza maschili sono peduncolate ghiandolose, quelle femminili, quasi sessili all'ascella delle foglie.
Il calice è tubuloso, diviso in 5 lobi, i denti del calice sono lunghi circa la metà della corolla.
I fiori sono unisessuali attinomorfi, pentameri, tubuliformi, ghiandolosi; il perianzio è gamopetalo di colore giallo-biancastro striato di verde. I fiori maschili sono lunghi fino a 2 cm circa il doppio di quelli femminili, con 5 stami : 4 saldati a 2 a 2 e 1 libero, i fiori femminili con 3 stilisaldati all abase che portano 3 stigmi globosi e pelosi; l'ovario è infero tricarpellare, ciascuna loggia contiene 2 ovuli.
I frutti sono bacche globose, lisce, prima di colore verde giallastro a maturazione divengono di colore rosso scarlatto che contengono più semi, nerastri.

Tipo corologico: Euri-Medit. - Entità con areale centrato sulle coste mediterranee, ma con prolungamenti verso nord e verso est (area della Vite).
Steno-Medit. - Entità mediterranea in senso stretto (con areale limitato alle coste mediterranee: area dell'Olivo).

Antesi: aprile÷giugno

Habitat: Comune negli ambienti ruderali, nei cespugli, nelle siepi al bordo delle boscaglie; dal piano sino a 1.000 m s.l.m.

Immagine


Note di Sistematica: In Italia sono presenti 2 sottospecie di B. cretica:
Bryonia cretica subsp. dioica (Jacq.) Tutin e Bryonia cretica subsp. acuta (Desf.) Tutin, presente in SAR e SIC

Specie congeneri sono:

Bryonia alba L. - Brionia bianca, che si distingue per essere pianta + rara, generalmente monoica, con foglie + strette rispetto a B. cretica L. e con frutti di colore nero.

Bryonia marmorata E. Petit - Brionia sardo-corsa, che si distingue per foglie con bordo sinuoso e marmorizzate lungo le nervature. Specie endemica della Sardegna.

Note, possibili confusioni: Specie simile è Sicyos angulatus L. - Zucca spinosa, specie Neofita invasiva di origine americana, ispida con frutti irti di aculei. Sicyos angulatus L. clicca qui per visionare la scheda

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Eudicotiledoni
Rosidi
OrdineCucurbitales Juss. ex Bercht. & J.Presl
FamigliaCucurbitaceae Juss.
TribùBryonieae
GenereBryonia L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome del genere deriva dal greco "brý" = germogliare con rigoglio, indica lo sviluppo vigoroso della pianta; l'epiteto specifico deriva da "creticus" = di Creta, cretese, quello subspecifico indica che è specie con fiori maschili e femminili, su piante diverse.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie tossica

Costituenti principali: Glucosidi: brionina e brionidina, brionaso, resine con cucurbitacinene, amido.
Erba amara, purgativa, diuretica, rubefascente e antireumatica.
Un tempo era utilizzata in medicina, in piccole dosi, contro malattie bronchiali, asma, ulcere intestinali, ipertensione e artrite.

Per uso esterno contro i dolori muscolari e articolari e come rubefascente.
Il vino di Bryonia, ottenuto mettendo a macerare le radici in vino bianco, era considerato un buon diuretico e vermifugo.

Tutta la pianta è altamente tossica, l'ingestione delle bacche causa bruciori alla bocca, vomito e deliri, paralisi del sistema nervoso centrale e la morte. Già l'ingestione di poche bacche, può essere mortale per i bambini, mentre il succo vegetale a contatto con l'epidermide, provoca infiammazioni con formazione di vescicole.
Oggi per la sua elevata tossicità non viene più utilizzata per uso interno ed è sconsigliata anche per uso topico.
In medicina veterinaria invece il rimedio omeopatico ottenuto dalla radice fresca di Bryonia cretica, è uno dei più importanti rimedi per la
poliartrite quando questa abbia genesi prevalentemente muscolare acuta.

Curiosità: La grossa radice di Bryonia dioica Jacq. conosciuta anche come "mandragora inglese", veniva tradizionalmente appesa nei negozi di erboristeria, spesso accompagnata dalla sagoma di un uomo per assomigliare alla vera Mandragora (Mandragora officinarum). La radice di questa specie può raggiungere notevoli dimensioni, scrive N. Culpeper in The English Physitian Enlarged, 1653 "Il capo chirurgo della regina, mi mostrò una radice di questa pianta che aveva la grandezza di un bambino di un anno".

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
PIGNATTI S., 1982. Flora d'Italia, Edagricole, Bologna
TUTIN T.G. et al., 1964-1980. Flora Europaea, Cambridge University Press
BioLib.De
CASCIOLO M., 2009. Prima descrizione ed illustrazione degli zonidi omeosiniatrici terapia del dolore - TD in medicina veterinaria, L a M edicina B iologica
Henriette's Herbal
Index Plantarum Flora Italicae - Indice dei nomi delle specie botaniche presenti in Italia
Materia Medica And Therapeutics - Vegetable Kingdom


Scheda realizzata da Marinella Zepigi

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15281
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Bryonia cretica subsp. dioica (Jacq.) Tutin - Brionia comune

Messaggioda Marinella Zepigi » 09 feb 2010, 16:39

Bryonia cretica subsp. dioica (Jacq.) Tutin
Frosolone (IS), giu 2008
Foto di Franco Rossi
Allegati
Bryonia_dioica_0.jpg
Bryonia dioica Jacq.
Bryonia_dioica_0.jpg (141.08 KiB) Osservato 5941 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15281
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Bryonia cretica subsp. dioica (Jacq.) Tutin - Brionia comune

Messaggioda Marinella Zepigi » 09 feb 2010, 16:42

Bryonia cretica subsp. dioica (Jacq.) Tutin
Foto di Giuliano Salvai
Allegati
Bryonia_dioica_11.jpg
Bryonia dioica Jacq.
Bryonia_dioica_11.jpg (66.66 KiB) Osservato 5941 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15281
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Bryonia cretica subsp. dioica (Jacq.) Tutin - Brionia comune

Messaggioda Marinella Zepigi » 09 feb 2010, 17:19

Bryonia cretica subsp. dioica (Jacq.) Tutin
Marcellina (RM), apr 2008
Foto di Luciano Capasso
Allegati
Bryonia_dioica_13.jpg
Bryonia dioica Jacq.
Bryonia_dioica_13.jpg (57.52 KiB) Osservato 5931 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15281
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Bryonia cretica subsp. dioica (Jacq.) Tutin - Brionia comune

Messaggioda Marinella Zepigi » 09 feb 2010, 17:22

Bryonia cretica subsp. dioica (Jacq.) Tutin
Posta Fibreno (FR), mag 2007
Foto di Gianluca Nicolella
Allegati
Bryonia_dioica_14.jpg
Bryonia_dioica_14.jpg (68.33 KiB) Osservato 5930 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15281
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Bryonia cretica subsp. dioica (Jacq.) Tutin - Brionia comune

Messaggioda Marinella Zepigi » 09 feb 2010, 17:23

Bryonia cretica subsp. dioica (Jacq.) Tutin
Posta Fibreno (FR), mag 2007
Foto di Gianluca Nicolella
Allegati
Bryonia_dioica_15.jpg
Bryonia dioica Jacq.
Bryonia_dioica_15.jpg (69.09 KiB) Osservato 5930 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15281
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Bryonia cretica subsp. dioica (Jacq.) Tutin - Brionia comune

Messaggioda Marinella Zepigi » 09 feb 2010, 17:25

Bryonia cretica subsp. dioica (Jacq.) Tutin
Bagnoli del Trigno (IS), lug 2008
Foto di Franco ROSSI
Allegati
Bryonia_dioica_1.jpg
Bryonia dioica Jacq.
Bryonia_dioica_1.jpg (149.36 KiB) Osservato 5930 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15281
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Bryonia cretica subsp. dioica (Jacq.) Tutin - Brionia comune

Messaggioda Marinella Zepigi » 09 feb 2010, 17:27

Bryonia cretica subsp. dioica (Jacq.) Tutin
Bagnoli del Trigno (IS), lug 2008
Foto di Franco ROSSI
Allegati
Bryonia_dioica_2.jpg
Bryonia dioica Jacq
Bryonia_dioica_2.jpg (87.64 KiB) Osservato 5930 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15281
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Bryonia cretica subsp. dioica (Jacq.) Tutin - Brionia comune

Messaggioda Marinella Zepigi » 16 mar 2014, 11:30

Bryonia cretica subsp. dioica (Jacq.) Tutin

Foto di Franco ROSSI
Allegati
Bryonia_cretica_dioica_Franco_Rossi_.jpg
Bryonia_cretica_dioica_Franco_Rossi_.jpg (79.54 KiB) Osservato 3771 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15281
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti