Equisetum arvense L. - Equiseto dei campi

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

Equisetum arvense L. - Equiseto dei campi

Messaggioda Anja » 13 feb 2010, 20:48

Equisetum arvense L.
Sp. Pl.: 1061 (1753)

Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Equisetum arvense L. - Vol. 1 pg. 44
Riferimento in "Flora Alpina", D.Aeschimann & al., 2004
Equisetum arvense L. - Vol. 1 pg. 60

Equisetaceae

Equiseto dei campi, Deutsch: Aker-Schachtelhalm
English: Field Horsetail
Español: Equiseto menor, Equiset arvense
Français: Prêle des champs


Forma Biologica: G rhiz - Geofite rizomatose. Piante con un particolare fusto sotterraneo, detto rizoma, che ogni anno emette radici e fusti avventizi.

Descrizione: Pteridofita perenne a rizoma nerastro, lungamente strisciante e articolato, tuberifero.
Fusti fertili precoci, di breve durata, alti 10-20(30) cm e 0,5 cm di diametro, bruno-rossicci o biancastri, senza clorofilla, semplici; guaine ampie alla base di ogni internodo, un po' svasate, quasi imbutiformi, con 8-12 grossi denti lanceolato-acuminati bruno-scuri.
Strobilo (o spiga) terminale, peduncolato, ovato-oblungo, ad apice ottuso, lungo fino a 4 cm, formato da sporofilli ai quali sono inseriti gli sporangi a forma di piccoli scudi, dove si sviluppano le spore. Dopo la sporificazione i fusti fertili avvizziscono e muoiono.
Fusti sterili assai polimorfi, verdi, prostrati o eretti, nascenti dopo i fusti fertili, alti fino a 50(60) cm, ruvidi, silicizzati sulle coste (6-19) e con cavità centrale che misura 1/4 del diametro. Verticilli con rami articolati eretto-patenti, a sezione trigonale o più frequentemente tetragonale, di rado provvisti di ramuli, i superiori più brevi, spesso irregolari e il primo segmento più lungo delle guaine; guaine minori di quelle dei fusti fertili, un po' dilatate in alto, con denti acuti, ad apice scuro e con stretto margine cartilagineo.
Spore sferoidali, aleti, fornite di quattro elateri (o amplessori).
Sporificazione: marzo÷maggio
Specie diploide (2n=216)

Tipo corologico: Circumbor. - Zone fredde e temperato-fredde dell'Europa, Asia e Nordamerica.

Habitat: Incolti umidi e sabbiosi, sponde di corsi d'acqua, fossi, campi coltivati, bordi stradali, acquitrini, greti dei torrenti, ferrovie, ecc, da 0 a 2000(2500) m s.l.m.

Immagine


Note di Sistematica: Nella flora italiana sono presenti due sottospecie: Equisetum arvense L. subsp. arvense e E. arvense subsp. boreale (Bong.) Tolm.

Il genere comprende globalmente una trentina di specie di cui nove presenti in Italia. Gli equiseti formano facilmente degli ibridi quando le varie specie vengono a trovarsi a convivere.

Ibridi: con Equisetum fluviatile (Equisetum x litorale Kuhlev. ex Rupr.); con Equisetum palustre (Equisetum x rothmaleri C.N. Page).
Ritengo che i suddetti ibridi possano essere presenti anche in Italia, pur se finora mai segnalati. Un'altra indicazione di ibridazione tra Eq. arvense e Eq. variegatum (=Equisetum x hybridum Huter), segnalato per il Tirolo e ad Anterselva (Antholz) in Val Pusteria (Huter 1908), richiede ancora conferma della sua esistenza.
Soster, M. -Identikit delle felci d'Italia, Valsesia Editrice, 2001

Può essere confusa con Equisetum telmateia Ehrh., anch'essa molto comune e cresce negli stessi ambienti. Quest'ultima ha dimensioni maggiori, i fusti fertili sono più grossi, alti fino a 40 cm con diametro di 1-2 cm e con quaine con più di 15 denti sottili e che ricoprono interamente l'internodo. I fusti sterili anch'essi maggiori, possono superare un metro di altezza ed hanno i verticilli densi ed allargati che in alto superano il fusto.

Tassonomia filogenetica

Pteridophyta
Equisetopsida
Equisetidae
OrdineEquisetales Berchtold & Presl
FamigliaEquisetaceae
Tribù
GenereEquisetum L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: ll nome del genere deriva dal latino 'equus', cavallo, e 'saeta', seta, col significato di "crine di cavallo" per l'aspetto dei fusti sterili di di quasi tutte le specie del genere.
L'epiteto specifico dal lat. 'arvensis, -is, -e' (< 'arvum'), di campo, in riferimento al tipico habitat della pianta.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie commestibile officinale

Le parti verdi (fusti sterili) della pianta contengono una forte quantità di acido silicico ed inoltre acido ossalico, malico e aconitico, sali di potassio, saponoside, equisetonina, flavonoidi, sostanze amare. La presenza di silice fa di E. arvense (E. telmateia ed altri congeneri hanno pressapoco le stesse proprietà) una delle piante rimineralizzanti più valide. L'acido silicico pare abbia proprietà di aumentare l'elasticità dei tessuti e di giovare alla ricostruzione dello scheletro, per cui potrebbe accelerare per es. la guarigione delle fratture.
Inoltre esecita una forte azione diuretica, ha proprietà emostatiche, astringenti e depurative.
Per l'uso esterno ha proprietà risolutive, detersive e antisettiche e veniva spesso utilizzata nella medicina popolare nei disturbi emorroidali, per le perdite di sangue dal naso, per le varici, per i pruriti e per le infiammazioni delle mucose della bocca e della gola.
Ma anche la moderna fitocosmesi impiega questa pianta per preparazioni nutrienti e rassodanti per pelli secche e senescenti ed anche detergenti ed rivitalizzanti per pelli foruncolose.
In cucina vengono usati i germogli giovanissimi dei fusti fertili, prima che induriscano con l’accrescimento, e vengono consumati crudi in insalata o lessati o preparati in altri numerosi modi (fritture, sformati, polpette).

Principali Fonti
Marchetti D.- Le Pteridofite d'Italia -Annali Museo Civico di Rovereto VOl. 19 (2003) - 71-213 2004
Conti, F.; Abbate, G.; Alessandrini, A.; Blasi, C. -An Annotated Checklist of the Italian Vascular Flora, Palombi Editori, Roma, 2005
Mossberg, B.; Stenberg, L. -Den nya nordiska floran, Wahlström & Widstrand, 2006
Patri, G.; Boni, U. -Le erbe medicinali aromatiche e cosmetiche, Fabbri Editori, Milano, 1979
Pignatti, S. -Flora d'Italia (vol. I), Edagricole, Bologna, 1982
J.-C. Rameau; D. Mansion; G. Dumé; C. Gauberville -Flore forestière française (vol. 1), Institut pour le développement forestier, AgroParis Tech-ENGREF, 2008
Soster, M. -Identikit delle felci d'Italia, Valsesia Editrice, 2001
Viola, S. -Piante medicinali e velenose della flora italiana, Edizioni artistiche Maestretti, Istituto geografico De Agostini, Novara 1975
Flora Iberica
Zangheri, P. -flora italica I-II, CEDAM, Padova, 1976


Scheda realizzata da Anja Michelucci

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10928
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Equisetum arvense L. - Equiseto dei campi

Messaggioda Anja » 14 feb 2010, 15:12

Equisetum arvense L.

Sospirolo (BL), m 600, apr 2008
Foto di Aldo De Bastiani

Fusti fertili
Equisetum_arvense_29796936.jpg
Equisetum arvense L.
Equisetum_arvense_29796936.jpg (90.5 KiB) Osservato 7501 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10928
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Equisetum arvense L. - Equiseto dei campi

Messaggioda Anja » 14 feb 2010, 15:15

Equisetum arvense L.

Fontana Pradosa (PC), apr 2008
Foto di Enrico Romani

Equisetum_arvense_10026_46304.jpg
Equisetum arvense L.
Equisetum_arvense_10026_46304.jpg (151.3 KiB) Osservato 7498 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10928
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Equisetum arvense L. - Equiseto dei campi

Messaggioda Anja » 14 feb 2010, 15:17

Equisetum arvense L.

Fontana Pradosa (PC), apr 2008
Foto di Enrico Romani

Strobilo immaturo
Equisetum_arvense_10026_46305.jpg
Equisetum arvense L.
Equisetum_arvense_10026_46305.jpg (76.56 KiB) Osservato 7495 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10928
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Equisetum arvense L. - Equiseto dei campi

Messaggioda Anja » 14 feb 2010, 15:19

Equisetum arvense L.

Pizzighettone (CR), 45 m, apr 2010
Foto di Franco Giordana

Strobilo maturo
Equisetum_arvense_20100406_1.JPG
Equisetum_arvense_20100406_1.JPG (69.92 KiB) Osservato 7421 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10928
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Equisetum arvense L. - Equiseto dei campi

Messaggioda Anja » 14 feb 2010, 15:20

Equisetum arvense L.

Ospedaletto (PI), apr 2008
Foto di Glauco Baldassari

Particolare dello strobilo
Allegati
Equisetum_arvense1.jpg
Equisetum arvense L.
Equisetum_arvense1.jpg (59.89 KiB) Osservato 7419 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10928
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Equisetum arvense L. - Equiseto dei campi

Messaggioda Anja » 14 feb 2010, 15:22

Equisetum arvense L.

Ospedaletto (PI), apr 2008
Foto di Glauco Baldassari

Fusti sterili
IMG_0272.JPG
Equisetum arvense L.
IMG_0272.JPG (120.91 KiB) Osservato 7486 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10928
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Equisetum arvense L. - Equiseto dei campi

Messaggioda Anja » 14 feb 2010, 15:24

Equisetum arvense L.

Ospedaletto (PI), apr 2008
Foto di Glauco Baldassari
Allegati
Equisetum_arvense.jpg
Equisetum arvense L.
Equisetum_arvense.jpg (125.27 KiB) Osservato 7420 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10928
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Equisetum arvense L. - Equiseto dei campi

Messaggioda Anja » 14 feb 2010, 15:26

Equisetum arvense L.

Litorale Apuano, apr 2008
Foto di Giuseppe Trombetti

Particolare del fusto sterile
Equisetum_arvense_f3505859.jpg
Equisetum arvense L.
Equisetum_arvense_f3505859.jpg (179.83 KiB) Osservato 7479 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10928
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Equisetum arvense L. - Equiseto dei campi

Messaggioda Anja » 08 apr 2010, 17:23

Equisetum arvense L.

Pizzighettone (CR), 45 m, apr 2010
Foto di Franco Giordana

Particolare del fusto fertile (guaine)
Equisetum_arvense_20100406_2.JPG
Equisetum_arvense_20100406_2.JPG (62.9 KiB) Osservato 7421 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10928
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Stefra e 2 ospiti