Lotus corniculatus L. - Ginestrino

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

Lotus corniculatus L. - Ginestrino

Messaggioda Marinella Zepigi » 16 feb 2010, 14:48

Lotus corniculatus L.
Sp. Pl.: 775 (1753)

Sinonimi: Lotus pilosus (Jord.) Posp.
Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Lotus corniculatus L. - Vol. 1 pg. 744

Fabaceae

Ginestrino comune, Trifoglina, Bird's foot trefoil, Hornklee, Lotier corniculé, cuernecillo del campo.

Forma Biologica: H scap - Emicriptofite scapose. Piante perennanti per mezzo di gemme poste a livello del terreno e con asse fiorale allungato, spesso privo di foglie.

Descrizione: Pianta perenne, erbacea, di aspetto estremamente variabile che si presenta glabra, sericea o villosa: in condizioni di aridità tende ad aumentare la pelosità, mentre in stazioni umide perde lo stesso carattere, divenendo glabra. È caratterizzata da un rizoma a fittone ricco di tubercoli; fusti lignificati alla base, sottili, midollosi, striati, glabri o scarsamente pelosi, prostrati o ascendenti, non molto ramificati; altezza sino a 80 cm.
Le foglie sono imparipennate e costituite da 5 segmenti; i 2 inferiori alla base della rachide, in realtà sono stipole, gli altri 3 superiori sono brevemente picciolati. Alterne, lanceolate o ovato-lanceolate l'apice ± arrotondato, talvolta con breve mucrone; la base è ristretta a cuneo, sia il margine che le nervature possono presentare lunghi peli, oppure essere glabri.
Le infiorescenze pauciflore, globose ed ascellari, sono formate da più fiori e da una brattea generalmente trifoliata e sono portate da lunghi peduncoli. I fiori sono di colore giallo intenso o arancio, spesso screziati di rosso, hanno pedicello + corto del calice. Calice ± villoso a 5 sepali con denti ± uguali. La corolla è papilionacea, il vessillo è ripiegato verso l'alto, i 2 petali laterali sono liberi, mentre i 2 petali inferiori sono uniti tra loro a formare la carena terminante a forma di becco e rivolta verso l'alto; stami diadelfi.
I frutti sono legumi sottili, deiscenti e cilindrici e di colore bruno, riuniti per un'estremità a formare una specie di "artiglio"; contengono numerosi semi ovali, lucidi, di colore da verde a marrone, con macule nerastre.

Tipo corologico: Cosmop. - In tutte le zone del mondo, senza lacune importanti.
Paleotemp. - Eurasiatiche in senso lato, che ricompaiono anche nel Nordafrica.
Subcosmop. - In quasi tutte le zone del mondo, ma con lacune importanti: un continente, una zona climatica,...

Antesi: aprile÷settembre

Distribuzione in Italia: Molto comune in tutto il territorio.

Habitat: Prati, pascoli aridi, incolti erbosi, particolarmente in ambienti creati dall’uomo quali prati concimati e campi. 0÷2.700 m s.l.m.

Immagine


Note di Sistematica: Molto variabile sia per pelosità, altezza dei fusti, numero dei fiori, dimensioni del tubo e denti calicini. Particolarmente evidenti sono le differenze fra individui glabri e pelosi, nei quali si distinguono piante a diversi livelli di pelosità: piante solamente cigliate sui fusti e sui bordi delle foglie e calici, piante sparsamente villose, piante densamente lanose.

Sottospecie presenti in Italia:

Lotus corniculatus subsp. alpinus (DC.) Rothm. Si distingue per essere di dimensioni ridotte con fusto < di 10 cm, 1÷3(5) flora.

Lotus corniculatus L. subsp. corniculatus. Si distingue per capolini generalmente 2÷7 flori, calice con denti subeguali fra loro, lunghi quanto il tubo.

Lotus corniculatus subsp. delortii (F.W. Scultz) O. Bolòs & Vigo . Si distinuge per calice con denti brevi, i superiori e laterali ricurvi.

Lotus corniculatus subsp. preslii (Ten.) P. Fourn. Si distingue per calice con denti lunghi 1,5÷2 volte il tubo.

Specie simile è Lotus pedunculatus Cav. Si distingue per fusti + dritti, tubulosi ± glabri, foglie e stipole decisamente + grandi, infiorescenza più ricca 5÷12 flora e di dimensioni maggiori, baccelli verdi e disposti a stella. Specie dei prati umidi e torbosi.

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Eudicotiledoni
Rosidi
OrdineFabales Bromhead
FamigliaFabaceae Lindl.
TribùLoteae
GenereLotus L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome generico deriva dal greco "lotos", termine con cui si designavano diverse piante foraggere pregevoli; l'epiteto specifico deriva da da "corniculum" = a piccole corna e indica la caratteristica forma dei baccelli.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie officinale

Costituenti principali: glicosidi flavonoidici e fenolici, composti cianogenetici, acido cianidrico.
Pianta antispasmodica, sedativa, astringente, antisettica ed emolliente.
Impiegata in caso d'insonna, dismenorrea, bronchite.
In fitoterapia la pianta è impiegata come tonico cardiaco.
Il Ginestrino, da cui è possibile estrarre un colorante giallo, è stato coltivato sin dal XVIII secolo.
È specie ottima foraggera dalle scarse esigenze, particolarmente adatta per gli ambienti a clima fresco e umido, ha un'ottima tolleranza alla siccità al freddo ed anche ai suoli salini; è utile nel controllo dell'erosione del suolo e come fissatore d'azoto nel terreno. L. cormiculatus può essere utilizzato per la produzione di fieno o destinato al pascolo diretto, poiché non crea problemi di meteorismo agli animali.
Discreta mellifera.

Curiosità: Pare che le proprietà del Lotus cornuculatus, siano state studiate dal naturalista e matematico Georges-Louis Leclerc (1707÷1788), conte di Buffon, dopo che una sua paziente, usandolo erroneamente in luogo del Meliloto, avrebbe ottenuto un marcato miglioramento del suo nervosismo.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.

Entita protetta a livello regionale (BAS)

______________________________________________________________________________

Principali Fonti
PIGNATTI S., 1982. Flora d'Italia.Edagricole, Bologna.
CONTI F., ABBATE G., ALESSANDRINI A., BLASI C., 2005. An Annotated Checklist of the Italian Vascular Flora. Palombi, Roma.
TRISKA J. La flora d'Europa. Melita, La Spezia 1990
IPFI - Index Plantarum Florae Italicae


Scheda realizzata da Marinella Zepigi

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI

Lotus corniculatus L.
Endine Gaiano (BG), maggio 2008
Foto di Marinella Zepigi
Allegati
Lotus_corniculatus2.jpg
Lotus corniculatus L.
Lotus_corniculatus2.jpg (81.63 KiB) Osservato 7855 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15282
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Lotus corniculatus L. - Ginestrino

Messaggioda Marinella Zepigi » 19 feb 2010, 15:26

Lotus corniculatus L.
M. Pisano (PI), giu 2009
Foto di Brunello Pierini
Allegati
Lotus_corniculatus_0.jpg
Lotus corniculatus L.
Lotus_corniculatus_0.jpg (165.92 KiB) Osservato 7855 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15282
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Lotus corniculatus L. - Ginestrino

Messaggioda Marinella Zepigi » 19 feb 2010, 15:29

Lotus corniculatus L.
Bagnoli del Trigno (IS), apr 2009
Foto di Franco ROSSI
Allegati
Lotus_corniculatus_3.jpg
Lotus corniculatus L.
Lotus_corniculatus_3.jpg (63.94 KiB) Osservato 7855 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15282
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Lotus corniculatus L. - Ginestrino

Messaggioda Marinella Zepigi » 19 feb 2010, 15:42

Lotus corniculatus L.
Endine Gaiano (BG), mag 2005
Foto di Marinella Zepgi
Allegati
Lotus_corniculatus (9).JPG
Lotus corniculatus L.
Lotus_corniculatus (9).JPG (63.46 KiB) Osservato 7855 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15282
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Lotus corniculatus L. - Ginestrino

Messaggioda Marinella Zepigi » 19 feb 2010, 15:47

Lotus corniculatus L.
Bagnoli del Trigno (IS), apr 2009
Foto di Franco ROSSI
Allegati
Lotus_corniculatus_6.jpg
Lotus corniculatus L.
Lotus_corniculatus_6.jpg (59.53 KiB) Osservato 7853 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15282
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Lotus corniculatus L. - Ginestrino

Messaggioda Marinella Zepigi » 19 feb 2010, 15:52

Lotus corniculatus L.
Endine Gaiano (BG), mag 2005
Foto di Marinella Zepigi
Allegati
Lotus_corniculatus10.JPG
Lotus corniculatus L.
Lotus_corniculatus10.JPG (87.12 KiB) Osservato 7853 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15282
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Lotus corniculatus L. - Ginestrino

Messaggioda Marinella Zepigi » 19 feb 2010, 16:13

Lotus corniculatus L.
Bagnoli del Trigno (IS), giu 2009
Foto di Franco ROSSI
Allegati
Lotus_corniculatus_baccelli.jpg
Lotus corniculatus L.
Lotus_corniculatus_baccelli.jpg (146.76 KiB) Osservato 7851 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15282
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Lotus corniculatus L. - Ginestrino

Messaggioda Marinella Zepigi » 19 feb 2010, 16:18

Lotus corniculatus L.
Bagnoli del Trigno (IS), giu 2009
Foto di Franco ROSSI


Lotus_corniculatus_semi.jpg
Lotus corniculatus L.
Lotus_corniculatus_semi.jpg (168.39 KiB) Osservato 7849 volte
Allegati
Lotus_corniculatus_semi.jpg
Lotus corniculatus L.
Lotus_corniculatus_semi.jpg (127.17 KiB) Osservato 7850 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15282
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Lotus corniculatus L. - Ginestrino

Messaggioda Anja » 29 mag 2014, 22:10

Lotus corniculatus subsp. alpinus (DC.) Rothm.

Altipiano delle Pale di S. Martino (TN), 2550 m, ago 2011
Foto di Aldo De Bastiani

Lotus_corniculatus_30844_145108.jpg
Lotus_corniculatus_30844_145108.jpg (138.83 KiB) Osservato 5297 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10903
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Lotus corniculatus L. - Ginestrino

Messaggioda Anja » 29 mag 2014, 22:13

Lotus corniculatus subsp. alpinus (DC.) Rothm.

Cima Caldoline (BS), 1850 m, giu 2012
Foto di Franco Giordana

L'apice scura della carena, carattere che contraddistingue questa sottospecie
Lotus_corniculatus_39598_184452.jpg
Lotus_corniculatus_39598_184452.jpg (50.58 KiB) Osservato 5297 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10903
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti