Petasites fragrans (Vill.) C. Presl - Farfaraccio vaniglione

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

Petasites fragrans (Vill.) C. Presl - Farfaraccio vaniglione

Messaggioda nino » 16 feb 2008, 11:02

Petasites fragrans (Vill.) C. Presl
Fl. Sic. XXVIII (1826)

Basionimo: Tussilago fragrans Vill. - Actes Soc. Hist. Nat. Paris 1: 72 (1792)
Altri sinonimi: Nardosmia fragrans (Vill.) Rchb.
Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Petasites fragrans (Vill.) Presl - Vol. 3 pg. 111
Riferimento in "Flora Alpina", D.Aeschimann & al., 2004
Petasites pyrenaicus (L.) G. López - Vol. 2 pg. 524

Asteraceae

Farfaraccio vaniglione, Eliotropo d'inverno, Capello del diavolo.

Forma Biologica: G rhiz - Geofite rizomatose. Piante con un particolare fusto sotterraneo, detto rizoma, che ogni anno emette radici e fusti avventizi.

Descrizione: Pianta perenne alta 20 - 40 cm, con rizoma tozzo, carnoso, lungo e strisciante; fusto squamoso e lanuginoso, allungato dopo l'antesi fino a 60 cm.
Le foglie grandi (5-20 cm), contemporanee ai fiori, cuoriformi o reniformi, coriacee, verdi su ambedue le pagine, con margini regolarmente dentellati, spesso scuri all'apice; le superiori progressivamente ridotte a guaine amplessicauli rigonfie.
Infiorescenza costituita da capolini (5-10) in densi glomeruli, con fiori periferici femminili, con breve ligula, i centrali maschili; corolla bianco-rosea, con odore di vaniglia.
Il frutto è un achenio con pappo candido.

Tipo corologico: Centromedit. - Mediterraneo centrale.

Antesi: Gennaio - Aprile

Habitat: Luoghi ombrosi e umidi; la pianta vegeta spesso in prossimità delle abitazioni (sinantropia); da 0 a 1200 m.

Immagine


Note di Sistematica: In Flora Alpina corrisponde a Petasites pyrenaicus (L.) G. López

Note, possibili confusioni: Confondibile con Petasites hybridus (L.) Gaertn., B. Mey. & Scherb., in cui l'infiorescenza (rossiccia) compare prima delle foglie.

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Eudicotiledoni
Asteridi
OrdineAsterales Link
FamigliaAsteraceae Bercht. & J.Presl
Tribù
GenerePetasites Mill.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome del genere fu assegnato da Dioscoride, forse perchè " petàsos" era il cappello a larghe falde usato dai viaggiatori, da qui la similitudine con le grandi foglie di alcune specie di questo genere.
L'epiteto del genere è riferito al fiore che emana un forte profumo di vaniglia.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie officinale

I principi attivi sono la petasina, tannini e mucillagini. Nella tradizione popolare è stato largamente usato come pianta tussifuga. Più recentemente è stato provato che ha anche un'azione sedativa generale utile per l'insonnia e per gli stati ansiosi. I rizomi sono più attivi delle foglie e si raccolgono prima della fioritura.

Curiosità: Se non disturbata si riproduce generando vasti popolamenti. La specie viene anche utilizzata per abbellire giardini e parchi perchè fiorisce precocemente in pieno inverno.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
Pignatti S. - Flora d'Italia - Edagricole - 1982
Zangheri P. - Flora Italia - Cedam -1976
Enc. - Nel Mondo delle Piante - Edizioni Motta - 1980
Biagioli M.- Gestri G. - Acciai B. - Messina A. - Fiori di Pietra - Gramma - 2002
U. Boni - G. Patri - Le erbe medicinali aromatiche e cosmetiche - Fabbri Editore - 1976


Scheda realizzata da: Nino Messina

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
Allegati
Petasites p.1.JPG
Petasites p.1.JPG (141.13 KiB) Osservato 3655 volte
Avatar utente
nino
Moderatore
 
Messaggi: 6415
Iscritto il: 23 dic 2007, 15:24

Re: Petasites fragrans (Vill.) C. Presl - Farfaraccio vaniglione

Messaggioda nino » 16 feb 2008, 11:04

Petasites fragrans (Vil.) C. Presl
Asteraceae: Farfaraccio vaniglione
Montemurlo (PO), 450 m, feb 2008
Foto di Antonino Messina
Allegati
Petasites p. 2.jpg
Petasites p. 2.jpg (113.18 KiB) Osservato 3647 volte
Avatar utente
nino
Moderatore
 
Messaggi: 6415
Iscritto il: 23 dic 2007, 15:24

Re: Petasites fragrans (Vill.) C. Presl - Farfaraccio vaniglione

Messaggioda nino » 16 feb 2008, 11:05

Petasites fragrans (Vil.) C. Presl
Asteraceae: Farfaraccio vaniglione
Montemurlo (PO), 450 m, mar 2008
Foto di Antonino Messina
Allegati
Petasites p.3.jpg
Petasites p.3.jpg (126.11 KiB) Osservato 3639 volte
Avatar utente
nino
Moderatore
 
Messaggi: 6415
Iscritto il: 23 dic 2007, 15:24

Re: Petasites fragrans (Vill.) C. Presl - Farfaraccio vaniglione

Messaggioda nino » 16 feb 2008, 11:06

Petasites fragrans (Vil.) C. Presl
Asteraceae: Farfaraccio vaniglione
Montemurlo (PO), 450 m, mar 2008
Foto di Antonino Messina
Allegati
Petasites p.4.jpg
Petasites p.4.jpg (118.04 KiB) Osservato 3632 volte
Avatar utente
nino
Moderatore
 
Messaggi: 6415
Iscritto il: 23 dic 2007, 15:24

Re: Petasites fragrans (Vill.) C. Presl - Farfaraccio vaniglione

Messaggioda nino » 16 feb 2008, 11:07

Petasites fragrans (Vil.) C. Presl
Asteraceae: Farfaraccio vaniglione
Montemurlo (PO), 450 m, mar 2008
Foto di Antonino Messina
Allegati
Petasites p.5.jpg
Petasites p.5.jpg (148.78 KiB) Osservato 3630 volte
Avatar utente
nino
Moderatore
 
Messaggi: 6415
Iscritto il: 23 dic 2007, 15:24

Re: Petasites fragrans (Vill.) C. Presl - Farfaraccio vaniglione

Messaggioda nino » 16 feb 2008, 11:12

Petasites fragrans (Vil.) C. Presl
Asteraceae: Farfaraccio vaniglione
Montemurlo (PO), 450 m, mar 2008
Foto di Antonino Messina
Allegati
Petasites p.6.jpg
Petasites p.6.jpg (143.99 KiB) Osservato 3619 volte
Avatar utente
nino
Moderatore
 
Messaggi: 6415
Iscritto il: 23 dic 2007, 15:24

Re: Petasites fragrans (Vill.) C. Presl - Farfaraccio vaniglione

Messaggioda Marinella Zepigi » 03 dic 2009, 16:07

Petasites fragrans (Vill.) C. Presl
Colline del Cesenate (FC), mar 2008
Foto di Attilio Marzorati
Allegati
Petasites_fragrans_7.jpg
Petasites_fragrans_7.jpg (104.59 KiB) Osservato 3196 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15282
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti