Crocus versicolor Ker Gawl. - Zafferano della Riviera

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

Crocus versicolor Ker Gawl. - Zafferano della Riviera

Messaggioda Umberto Ferrando » 17 feb 2008, 11:24

Crocus versicolor Ker Gawl.
Bot. Mag. 28: t. 1110 (1808)

Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Crocus versicolor Ker-Gawl. - Vol. 3 pg. 420
Riferimento in "Flora Alpina", D.Aeschimann & al., 2004
Crocus versicolor Ker Gawl. - Vol. 2 pg. 1092

Iridaceae

Zafferano della Riviera, Croco screziato

Forma Biologica: G bulb - Geofite bulbose. Piante il cui organo perennante è un bulbo da cui, ogni anno, nascono fiori e foglie.

Descrizione: Piccola geofita bulbosa (altezza 10-20 cm, raramente 8-30), con cormo (bulbotubero) piriforme (diametro compreso tra 10 e 25 mm), avvolto da tuniche di colore bruno-scuro completamente dissolte in fibre sottili (larghezza <1 mm) non reticolate; foglie inferiori ridotte alle sole spate (2), foglie superiori (3-7) strettamente lineari, sottili (larghezza < 1,5 mm) lunghe fino a 15 cm (più brevi del perigonio), di colore verde con una linea longitudinale bianca che percorre l'intera lamina; fiori (1-2, raramente 4) con tubo perigoniale lungo 8-15 cm (in esemplari estremi 5-25) e lacinie ellittiche (6-12 x 15-30 mm), di colore variabile tra il bianco e il violetto, con tre strie longitudinali di colore violetto scuro, fauce perigoniale sempre bianca, filamenti lunghi quanto le antere, stimmi allargati a imbuto di colore rosso-arancio.

Tipo corologico: Subendem. - Entità presente soprattutto nell'area italiana, ma con limitati sconfinamenti in territori vicini.
W-Medit. - Zone occidentali del Mediterraneo.

Antesi: (gennaio) febbraio-aprile (maggio).

Distribuzione in Italia: E' una specie subendemica il cui areale comprende le aree collinari e montuose a Nord e ad Est di Nizza, da queste zone irradia nella Liguria occidentale fino al Finalese (diviene progressivamente più rara verso Est), ne sono conosciute stazioni disgiunte nel Cuneese (valli Pesio e Mongia) e nell'Appennino Ligure nord-orientale (Monte Maggiorasca).
Specie rara in Italia (VU = vulnerabile secondo il "Libro rosso delle piante d'Italia" a cura F. Conti et alii).

Habitat: Pendii erbosi aridi, pratelli nella macchia a Euphorbia spinosa L., pascoli collinari, montani e subalpini (spesso su suolo sassoso) su substrati carbonatici dal livello del mare a circa 2000 m s.l.m.

Immagine


Note di Sistematica: La presenza di fiori profumati (contrariamente a quanto si legge nella chiave dicotomica della "Flora d'Italia" di S. Pignatti) non è un carattere funzionale alla determinazione, poiché, perfino in una stessa popolazione, vi possono essere esemplari con fiori profumati e altri del tutto inodori.

Specie simili sono:

Crocus imperati Ten., che si distingue per il perigonio minore, per le foglie sensibilmente più lunghe (fino a 1,5 volte la lunghezza del perigonio), per le antere lunghe il doppio dei filamenti, è un endemita delle regioni meridionali tirreniche, che verso Nord risale fino al Lazio meridionale a all'Abruzzo nella Marsica.
Crocus suaveolens Bertol. che ha spata in genere unica e perigonio a fauce gialla, è un endemita delle regioni centro-meridionali tirreniche.
Crocus minimus DC., assai simile a C. versicolor Ker Gawl. si distingue per le minori dimensioni e per la spata generalmente unica, anche la variegatura delle lacinie perigoniali è leggermente diversa, con tre strie longitudinali che, anziché rimanere distinte, si allargano in un caratteristico disegno pennato, si tratta di un endemita cyrno-sardo (Sardegna, Corsica e Arcipelago toscano).
Crocus etruscus Parl., anch'esso assai simile a C. versicolor, si distingue grazie alle tuniche del cormo, finemente reticolate, è un endemismo italico noto solo per la Toscana e per l'Emilia occidentale.
Crocus biflorus Mill., fauce perigoniale gialla, foglie superiori lunghe quanto il perigonio o più lunghe, bulbo ovale avvolto da tuniche intere di colore bruno chiaro e di aspetto cartaceo, è una specie ad ampia distribuzione (SE Europ. - Turan.) presente in quasi tutte le regioni italiane ancorché rara in molte zone.

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Monocotiledoni
OrdineAsparagales Link
FamigliaIridaceae Juss.
TribùCroceae
GenereCrocus L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome del genere Crocus L. (1753) è ricavato dalla parola greca "Krokos", che significa filamento e si riferisce agli stimmi sfrangiati tipici di alcune specie, il nome della specie "versicolor" ("che cambia colore") deriva dalla notevole variabilità cromatice delle lacinie perigoniali di questa specie (in una stessa popolazione vi possono essere esemplari con lacinie bianche, violette o perfino rosee).

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie officinale tossica

Ha proprietà emmenagogiche, ipnotico-sedative, stimolanti e toniche (sono utilizzati gli stimmi); la pianta contiene però alcuni alcaloidi (crocina, pierocrocina, ecc.) che la rendono leggermente tossica.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
Pignatti, S. - Flora d'Italia (3: 419-20), Edagricole, Bologna, 1982;
Gismondi, A. Prospetto della Flora ligustica, SCIA, Genova, 1950.
Conti, F., Abbate, G., Alessandrini A., Blasi, C. - An Annotated Checklist of the Italian Vascular Flora, Palombi Editori, Roma, 2005;
Conti F., Manzi A., Pedotti F - Libro rosso delle piante d'Italia, TIPAR Poligrafica Editrice, Roma, 1992.


Scheda realizzata da Umberto Ferrando

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
Umberto Ferrando
 
Messaggi: 5291
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28

Re: Crocus versicolor Ker Gawl.

Messaggioda Umberto Ferrando » 17 feb 2008, 11:52

Crocus versicolor Ker Gawl.
Allegati
Crocus_versicolor 1.jpg
Crocus_versicolor 1.jpg (184.97 KiB) Osservato 3334 volte
Umberto Ferrando
 
Messaggi: 5291
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28

Re: Crocus versicolor Ker Gawl.

Messaggioda Umberto Ferrando » 17 feb 2008, 11:52

Crocus versicolor Ker Gawl.
Allegati
Crocus_versicolor 2.jpg
Crocus_versicolor 2.jpg (163.14 KiB) Osservato 3332 volte
Umberto Ferrando
 
Messaggi: 5291
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28

Re: Crocus versicolor Ker Gawl.

Messaggioda Umberto Ferrando » 17 feb 2008, 11:53

Crocus versicolor Ker Gawl.
Allegati
Crocus_versicolor 3.jpg
Crocus_versicolor 3.jpg (183.87 KiB) Osservato 3331 volte
Umberto Ferrando
 
Messaggi: 5291
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28

Re: Crocus versicolor Ker Gawl.

Messaggioda Umberto Ferrando » 17 feb 2008, 11:58

Crocus versicolor Ker Gawl.
Allegati
Crocus_versicolor 4.jpg
Crocus_versicolor 4.jpg (179.82 KiB) Osservato 3329 volte
Umberto Ferrando
 
Messaggi: 5291
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28

Re: Crocus versicolor Ker Gawl.

Messaggioda Umberto Ferrando » 17 feb 2008, 12:06

Crocus versicolor Ker Gawl. campione erbario personale Umberto Ferrando Pianta intera (bulbo con tuniche dissolte in fibre sottili, foglie inferiori completamente trasformate nelle due spate).
Allegati
Crocus_versicolor 5.jpg
Crocus_versicolor 5.jpg (149.44 KiB) Osservato 3315 volte
Umberto Ferrando
 
Messaggi: 5291
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28

Re: Crocus versicolor Ker Gawl.

Messaggioda Umberto Ferrando » 17 feb 2008, 12:22

Crocus versicolor Ker Gawl. lacinie perigoniali ellittiche dalle quali traspaiono lo stilo ingrossato all'apice e di colore rosso aranciato (anche nel secco) e gli stimmi allargati "ad imbuto".
Allegati
Crocus_versicolor 6.jpg
Crocus_versicolor 6.jpg (180.43 KiB) Osservato 3308 volte
Umberto Ferrando
 
Messaggi: 5291
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28

Re: Crocus versicolor Ker Gawl.

Messaggioda Umberto Ferrando » 17 feb 2008, 12:23

Crocus versicolor Ker Gawl., cormo avvolto da guaine completamente dissolte in fibre sottili, non reticolate.
Allegati
Crocus_versicolor 7.jpg
Crocus_versicolor 7.jpg (160.47 KiB) Osservato 3303 volte
Umberto Ferrando
 
Messaggi: 5291
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28

Re: Crocus versicolor Ker Gawl. - Zafferano della Riviera

Messaggioda Marinella Zepigi » 03 dic 2009, 16:27

Crocus versicolor Ker Gawl.
Colle di Cervo (IM), 300 m, feb 2009
Foto di Umberto Ferrando
Allegati
Crocus_versicolor_6.jpg
Crocus_versicolor_6.jpg (194.34 KiB) Osservato 2921 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15286
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Crocus versicolor Ker Gawl. - Zafferano della Riviera

Messaggioda Anja » 10 mar 2014, 01:17

Crocus versicolor Ker Gawl.

Val Varaita (CN), mag 2009
Foto di Patrizia Ferrari

Crocus_versicolor_14831_71713.jpg
Crocus_versicolor_14831_71713.jpg (147.73 KiB) Osservato 1642 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10929
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Crocus versicolor Ker Gawl. - Zafferano della Riviera

Messaggioda Anja » 10 mar 2014, 01:19

Crocus versicolor Ker Gawl.

Limone Piemonte (CN), 1800 m, mag 2013
Foto di Giacomo Bellone

Crocus_versicolor_57792_264778.jpg
Crocus_versicolor_57792_264778.jpg (192.66 KiB) Osservato 1642 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10929
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Crocus versicolor Ker Gawl. - Zafferano della Riviera

Messaggioda Anja » 10 mar 2014, 01:20

Crocus versicolor Ker Gawl.

Limone Piemonte (CN), 1800 m, mag 2013
Foto di Giacomo Bellone

Crocus_versicolor_57792_264781.jpg
Crocus_versicolor_57792_264781.jpg (197.68 KiB) Osservato 1642 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10929
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti