Crocus biflorus Mill. - Zafferano selvatico

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

Crocus biflorus Mill. - Zafferano selvatico

Messaggioda Umberto Ferrando » 17 feb 2008, 15:10

Crocus biflorus Mill.
Gard. Dict. ed. 8: 4 (1768)

Sinonimi: Crocus pusillus Ten.
Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Crocus biflorus Miller - Vol. 3 pg. 422
Riferimento in "Flora Alpina", D.Aeschimann & al., 2004
Crocus biflorus Mill. - Vol. 2 pg. 1094

Iridaceae

Zafferano selvatico, Croco bifloro

Forma Biologica: G bulb - Geofite bulbose. Piante il cui organo perennante è un bulbo da cui, ogni anno, nascono fiori e foglie.

Descrizione: Piccola geofita bulbosa (altezza 10-15 cm, raramente fino a 20), con cormo (bulbotubero) ovoidale (diametro massimo compreso tra 10 e 20 mm), talvolta un po' compresso ai poli, avvolto da tuniche di colore bruno-giallastro, intere e di consistenza cartacea, alla base distaccantisi in anelli; foglie inferiori ridotte alle sole spate (in genere 3), foglie superiori (3-7) strettamente lineari, sottili (larghezza 1-2 mm) lunghe fino a 20-22 cm (solitamente superanti i fiori), di colore verde scuro con una linea longitudinale bianca che percorre l'intera lamina; fiori (in genere 2-4) con tubo perigoniale lungo 10-18 cm e lacinie ellittiche, di dimensioni piuttosto variabili (10-14 x 20-35 mm) e di colore violaceo chiaro all'esterno, più scuro all'interno (ma sono noti esemplari con lacinie completamente bianco-giallastre) e con 3 (5) strie longitudinali di colore violetto scuro, fauce perigoniale sempre gialla, filamenti pelosi lunghi circa la metà delle antere (queste ultime sono lunghe 8-10 mm), stimmi rosso-aranciati e ± lobati.

Tipo corologico: Medit.-Turan. - Zone desertiche e subdesertiche dal bacino mediterraneo all'Asia centrale.

Antesi: gennaio-aprile

Distribuzione in Italia: Presente in quasi tutte le regioni italiane. Relativamente frequente lungo i versanti occidentali della Penisola, dalla Sicilia alla Toscana (assai sporadico però a Nord dell'Arno), piuttosto comune anche lungo le coste ioniche e basso adriatiche (fino al Gargano), raro lungo il medio e alto versante adriatico (dal Molise alla Romagna), sui colli emiliani, in Veneto e in Lombardia (però relativamente comune nel Bresciano e Bergamasco), rarissimo in Liguria e Piemonte, regioni dove raggiunge il limite nord-occidentale del suo ampio areale (che verso Est comprende la Turchia, la Georgia e l'Iran nord-occidentale)

Habitat: Boschi chiari e orli boschivi, pascoli, anche in ambienti antropici come vigne e oliveti (0-1200 m)

Immagine


Note di Sistematica: Specie dall'aspetto e dalle dimensioni piuttosto variabili, nelle regioni meridionali è facile imbattersi in piante di dimensioni maggiori con perigonio grande (fino a 5 cm di diametro), i fiori possono essere lievementi odorosi o del tutto inodori. Può essere confuso con:

Crocus reticulatus Steven ex Adams subsp. reticulatus, assai simile a C. biflorus, ma generalmente unifloro, ha foglie non superanti i fiori, stimmi denticolati e soprattutto tuniche del cormo non intere, ma completamente dissolte in fibre spesse (0,3-0,5 mm) e formanti un reticolo a maglie poligonali chiuse e ben evidenti. Specie originaria della Balcania e Anatolia.

Crocus imperati Ten., si distingue per il perigonio minore, per gli stimmi allargati a imbuto e per le tuniche del cormo, che sono dissolte in fibre sottili.

Crocus suaveolens Bertol., che ha spata in genere unica e cormo con tuniche dissolte in fibre sottili e per gli stimmi interi, endemita delle regioni centro-meridionali tirreniche.

Crocus weldenii Hoppe & Fürnr., morfologicamente assai simile a C. biflorus (alcuni autori lo considerano una subspecie di quest'ultimo), si distingue per le lacinie perigoniali di colore bianco all'interno e violaceo all'esterno, con bordo spesso decolorato e per i filamenti staminali non pelosi; in Italia questa specie, a distribuzione illirico-balcanica, è conosciuta per una ristretta area del Carso triestino.

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Monocotiledoni
OrdineAsparagales Link
FamigliaIridaceae Juss.
TribùCroceae
GenereCrocus L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome del genere Crocus L. (1753) è ricavato dalla parola greca "Krokos", che significa filamento e si riferisce agli stimmi sfrangiati tipici di alcune specie, il nome della specie "biflorus" è dovuto al fatto che questa specie spesso reca due fiori.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie officinale tossica

ha proprietà emmenagogiche, ipnotico-sedative, stimolanti e toniche (sono utilizzati gli stimmi). La pianta contiene alcuni alcaloidi (crocina, pierocrocina, ecc.) che la rendono leggermente tossica e ne sconsigliano l'uso domestico, nonostante in passato i suoi cormi siano stati utilizzati nell'alimentazione umana, perché ricchi d'amido e di sapore gradevole.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
Pignatti, S. - Flora d'Italia (3: 419-20), Edagricole, Bologna, 1982;
Conti, F., Abbate, G., Alessandrini A., Blasi, C. - An Annotated Checklist of the Italian Vascular Flora, Palombi Editori, Roma, 2005.
Index Plantarum Flora Italicae - Indice dei nomi delle specie botaniche presenti in Italia


Scheda realizzata da Umberto Ferrando

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
Umberto Ferrando
 
Messaggi: 5299
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28

Re: Crocus biflorus Mill.

Messaggioda Umberto Ferrando » 17 feb 2008, 15:32

Crocus biflorus Mill.
Foto di Umberto Ferrando
Allegati
Crocus_biflorus 1.jpg
Crocus_biflorus 1.jpg (185.37 KiB) Osservato 7322 volte
Umberto Ferrando
 
Messaggi: 5299
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28

Re: Crocus biflorus Mill.

Messaggioda Umberto Ferrando » 17 feb 2008, 15:35

Crocus biflorus Mill.
Foto di Brunello Pierini
Allegati
Crocus_biflorus 5.jpg
Crocus_biflorus 5.jpg (164.48 KiB) Osservato 7310 volte
Umberto Ferrando
 
Messaggi: 5299
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28

Re: Crocus biflorus Mill.

Messaggioda Umberto Ferrando » 17 feb 2008, 15:36

Crocus biflorus Mill.
Foto di Umberto Ferrando
Allegati
Crocus_biflorus 3.jpg
Crocus_biflorus 3.jpg (167.68 KiB) Osservato 7306 volte
Umberto Ferrando
 
Messaggi: 5299
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28

Re: Crocus biflorus Mill.

Messaggioda Umberto Ferrando » 17 feb 2008, 15:37

Crocus biflorus Mill.
Foto di Arturo Baglivo.
Allegati
Crocus_biflorus 6.jpg
Crocus_biflorus 6.jpg (181.23 KiB) Osservato 7301 volte
Umberto Ferrando
 
Messaggi: 5299
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28

Re: Crocus biflorus Mill.

Messaggioda Umberto Ferrando » 17 feb 2008, 18:03

Crocus biflorus Mill.
Preparato di Umberto Ferrando
Allegati
Crocus_biflorus 8.jpg
Crocus_biflorus 8.jpg (139.53 KiB) Osservato 7255 volte
Umberto Ferrando
 
Messaggi: 5299
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28

Re: Crocus biflorus Mill.

Messaggioda Umberto Ferrando » 17 feb 2008, 18:32

Crocus biflorus Mill.
Preparato di Brunello Pierini
Allegati
Crocus_biflorus 7.jpg
Crocus_biflorus 7.jpg (176.23 KiB) Osservato 7256 volte
Umberto Ferrando
 
Messaggi: 5299
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28

Re: Crocus biflorus Mill. - Zafferano selvatico

Messaggioda Marinella Zepigi » 03 dic 2009, 16:31

Crocus biflorus Mill.
Camaiore (LU), gen 2009
Foto di Giuseppe Trombetti
Allegati
Crocus_biflorus_8.jpg
Crocus biflorus Mill. - Fotografia di Giuseppe Tombetti
Crocus_biflorus_8.jpg (195.05 KiB) Osservato 6781 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15301
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Crocus biflorus Mill. - Zafferano selvatico

Messaggioda Marinella Zepigi » 10 dic 2009, 00:42

Crocus biflorus Mill.
Camaiore (LU), gen 2009
Foto di Giuseppe Trombetti
Allegati
Crocus_biflorus_8.jpg
Crocus_biflorus_8.jpg (193.07 KiB) Osservato 6735 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15301
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Crocus biflorus Mill. - Zafferano selvatico

Messaggioda Anja » 09 feb 2011, 18:05

Crocus biflorus Mill.

Campomorone (GE), m 155 circa m, feb 2011
Foto di Umberto Ferrando

Crocus%20biflorus%202.jpg
Crocus%20biflorus%202.jpg (152.44 KiB) Osservato 6337 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10971
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Crocus biflorus Mill. - Zafferano selvatico

Messaggioda Anja » 09 feb 2011, 18:07

Crocus biflorus Mill.

Campomorone (GE), m 155 circa m, feb 2011
Foto di Umberto Ferrando

Crocus%20biflorus%201.jpg
Crocus%20biflorus%201.jpg (187.59 KiB) Osservato 6337 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10971
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Crocus biflorus Mill. - Zafferano selvatico

Messaggioda Anja » 10 mar 2014, 00:01

Crocus biflorus Mill.

Camaiore (LU), gen 2009
Foto di Giuseppe Trombetti

Crocus_biflorus_8982_40865.jpg
Crocus_biflorus_8982_40865.jpg (193.98 KiB) Osservato 4279 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10971
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti