Oxytropis neglecta Ten. - Astragalo dei Pirenei

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

Oxytropis neglecta Ten. - Astragalo dei Pirenei

Messaggioda Silvano Radivo » 09 set 2010, 12:32

Oxytropis neglecta Ten.
Syll. Fl. Neap. 368 (1831)

Sinonimi: Oxytropis carniolica A. Kern., Oxytropis generosa Brügger, Oxytropis huteri Rchb. f., Oxytropis pyrenaica Gren. & Godr., Oxytropis samnitica (Arcang.) Vierh.
Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Oxytropis pyrenaica G. et G. - Vol. 1 pg. 664
Riferimento in "Flora Alpina", D.Aeschimann & al., 2004
Oxytropis neglecta Ten. - Vol. 1 pg. 854

Fabaceae

Astragalo dei Pirenei

Forma Biologica: H scap - Emicriptofite scapose. Piante perennanti per mezzo di gemme poste a livello del terreno e con asse fiorale allungato, spesso privo di foglie.

Descrizione: Pianta perenne acaule o quasi, con scapi robusti (5-30 cm) fogliosi alla base, densamente pelosa per peli patenti ±lunghi ed anche stellati.
Foglie imparipennate composte da (17)21-41 foglioline >7 mm, con peli diritti setosi per lo più sparsi, stipole brevemente concresciute alla base col picciolo.
Infiorescenza in racemi globosi o poco allungati con (6)8-10(20) fiori brevemente pedicellati; calice con denti irsuti sottili, lunghi da metà alla stessa lunghezza del tubo; corolla purpurea o blu-violetta, vessillo di 10-13 mm e carena con dente acuto all'apice.
Legume di 5-7 x 15-20 mm, non diviso in logge e con lunghi peli patenti; carpoforo 1/2 del tubo calicino.

Tipo corologico: Orof. S-Europ. - Orofita sud-europea (catene dell'Europa meridionale, dalla Penisola Iberica, Alpi, ai Balcani ed eventualmente Caucaso o Anatolia).

Antesi: Da giugno ad agosto.

Habitat: Prati e pascoli, per lo più aridi, subalpini ed alpini, generalmente su calcare; da (800)1500 a 2400 m.

Immagine


Note di Sistematica: Il genere Oxytropis è simile ad Astragalus, dal quale si differenzia per avere corolla con carena provvista di un mucrone apicale.

Note, possibili confusioni: Molto simili, con fiori bluastri, purpurei o blu-violetti, sono le congeneri:
Oxytropis jacquinii Bunge (= O. montana Auct. Fl. Ital.), che differisce per il fusto ben sviluppato, la pelosità appressata, le foglie sparsamente pelose, ma anche glabre, il calice a denti triangolari brevi (<1/3 del tubo), il legume più grande, glabrescente, con carpoforo >=tubo calicino;
Oxytropis helvetica Scheele (= O. gaudinii Bunge, O parvopassuae Parl., O. cyanea Auct., O. neglecta Auct. p.p.) è acaule, ha scapi fiorali molto sottili con pubescenza appressata grigio-setosa, racemi ovali, calice con denti lunghi 1/2 del tubo, corolla latteo-bluastra-lillacina, legume patente o pendulo con peli allungati chiari; presente solo in PIE, VDA e LIG su calcescisti;
Oxytropis lapponica (Wahlenb.) J. Gay, è alta 5-10 cm, ha scapi gracili, pelosità appressata, stipole saldate tra loro almeno fino a metà, racemi pauciflori (4-7), fiori penduli dopo l'antesi, legume sottile con breve pelosità appressata;
Oxytropis halleri W.D.J. Koch ed Oxytropis campestris (L.) DC. (quest'ultima presente anche in zona appenninica) sono piante acauli, con legume quasi completamente diviso in 2 logge da un setto, senza carpoforo.
Nella zona alpina orientale di contatto tra O. jacquinii ed O. neglecta, si trova un'entità con caratteri morfologici intermedi, interpretata come ibrido tra le due e denominata O. x carinthiaca Fisch.-Oost.

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Eudicotiledoni
Rosidi
OrdineFabales Bromhead
FamigliaFabaceae Lindl.
Tribù
GenereOxytropis Fabr.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome generico è composto da due parole greche "ocsùs" = "acuto" e "tròpis" = "carena" per la forma acuta di questa parte della corolla; l'attributo specifico, in latino, significa "trascurata, dimenticata", indicando che si tratta di una piantina umile e non molto appariscente.

Curiosità: Si è scoperto che alcune specie del genere, indigene dell'America settentrionale, sono risultate tossiche, dopo prolungata ingestione, per gli animali al pascolo, in particolare pecore e cavalli (ma anche cervi, caprioli e daini), agendo soprattutto sul sistema circolatorio e nervoso e causando allucinazioni, alterazioni nel comportamento, dimagrimento e stress, fino anche ad esiti letali.

Principali Fonti
Pignatti S. - Flora d'Italia - 1982 Edagricole
Mainardis G. - Flora del Parco delle Prealpi giulie - 2005 Regione autonoma Friuli Venezia Giulia
Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di) - An annotated checklist of the Italian vascular flora - 2005 Palombi Editori
Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di) - Integrazioni alla checklist della flora vascolare italiana - 2006 Quaderno n. 10 del Museo Naturalistico Archeologico Natura vicentina di Vicenza


Scheda realizzata da Silvano Radivo

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
Avatar utente
Silvano Radivo
Moderatore
 
Messaggi: 3507
Iscritto il: 27 nov 2007, 20:24
Località: Udine

Re: Oxytropis neglecta Ten. - Astragalo dei Pirenei

Messaggioda Silvano Radivo » 09 set 2010, 12:41

Oxytropis neglecta Ten.
Fabaceae: Astragalo dei Pirenei
Tarvisio (UD), 2280m, lug 2010
Foto di Silvano Radivo
Allegati
Oxytropis_neglecta_1.jpg
Oxytropis_neglecta_1.jpg (188.05 KiB) Osservato 2479 volte
Avatar utente
Silvano Radivo
Moderatore
 
Messaggi: 3507
Iscritto il: 27 nov 2007, 20:24
Località: Udine

Re: Oxytropis neglecta Ten. - Astragalo dei Pirenei

Messaggioda Silvano Radivo » 09 set 2010, 12:44

Oxytropis neglecta Ten.
Fabaceae: Astragalo dei Pirenei
Chiusaforte (UD), 1640m, lug 2009
Foto di Silvano Radivo

foglie pelose
Allegati
Oxytropis_neglecta_2.jpg
Oxytropis_neglecta_2.jpg (145.21 KiB) Osservato 2479 volte
Avatar utente
Silvano Radivo
Moderatore
 
Messaggi: 3507
Iscritto il: 27 nov 2007, 20:24
Località: Udine

Re: Oxytropis neglecta Ten. - Astragalo dei Pirenei

Messaggioda Silvano Radivo » 09 set 2010, 12:47

Oxytropis neglecta Ten.
Fabaceae: Astragalo dei Pirenei
Chiusaforte (UD), 1640m, lug 2009
Foto di Silvano Radivo

fiori, visibile a destra la carena appuntita all'apice
Allegati
Oxytropis_neglecta_3.jpg
Oxytropis_neglecta_3.jpg (122.49 KiB) Osservato 2480 volte
Avatar utente
Silvano Radivo
Moderatore
 
Messaggi: 3507
Iscritto il: 27 nov 2007, 20:24
Località: Udine

Re: Oxytropis neglecta Ten. - Astragalo dei Pirenei

Messaggioda Silvano Radivo » 09 set 2010, 12:50

Oxytropis neglecta Ten.
Fabaceae: Astragalo dei Pirenei
Tarvisio (UD), 2280m, lug 2010
Foto di Silvano Radivo
Allegati
Oxytropis_neglecta_4.jpg
Oxytropis_neglecta_4.jpg (145.36 KiB) Osservato 2480 volte
Avatar utente
Silvano Radivo
Moderatore
 
Messaggi: 3507
Iscritto il: 27 nov 2007, 20:24
Località: Udine

Re: Oxytropis neglecta Ten. - Astragalo dei Pirenei

Messaggioda Silvano Radivo » 09 set 2010, 12:53

Oxytropis neglecta Ten.
Fabaceae: Astragalo dei Pirenei
Chiusaforte (UD), 1720m, lug 2010
Foto di Silvano Radivo

fioriture in appassimento, scapi e calici densamente pelosi
Allegati
Oxytropis_neglecta_4.jpg
Oxytropis_neglecta_4.jpg (138.88 KiB) Osservato 2481 volte
Avatar utente
Silvano Radivo
Moderatore
 
Messaggi: 3507
Iscritto il: 27 nov 2007, 20:24
Località: Udine

Re: Oxytropis neglecta Ten. - Astragalo dei Pirenei

Messaggioda Marinella Zepigi » 09 set 2010, 13:35

Oxytropis neglecta Ten.
Latemar (BZ), 2300m, lug 2010
Foto di Daniela Longo
Allegati
Oxytropis_neglecta_1.jpg
Oxytropis_neglecta_1.jpg (107.17 KiB) Osservato 2481 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15303
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Oxytropis neglecta Ten. - Astragalo dei Pirenei

Messaggioda Marinella Zepigi » 09 set 2010, 13:35

Oxytropis neglecta Ten.
Latemar (BZ), 2300m, lug 2010
Foto di Daniela Longo
Allegati
Oxytropis_neglecta_2.jpg
Oxytropis_neglecta_2.jpg (161.58 KiB) Osservato 2481 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15303
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Oxytropis neglecta Ten. - Astragalo dei Pirenei

Messaggioda Marinella Zepigi » 09 set 2010, 13:36

Oxytropis neglecta Ten.
Latemar (BZ), 2300m, lug 2010
Foto di Daniela Longo
Allegati
Oxytropis_neglecta_3.jpg
Oxytropis_neglecta_3.jpg (135.46 KiB) Osservato 2481 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15303
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Oxytropis neglecta Ten. - Astragalo dei Pirenei

Messaggioda Marinella Zepigi » 09 set 2010, 13:36

Oxytropis neglecta Ten.
Latemar (BZ), 2300m, lug 2010
Foto di Daniela Longo
Allegati
Oxytropis_neglecta_4.jpg
Oxytropis_neglecta_4.jpg (185.95 KiB) Osservato 2481 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15303
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Oxytropis neglecta Ten. - Astragalo dei Pirenei

Messaggioda marmi » 11 set 2010, 23:01

Oxytropis neglecta Ten.
Monte Velino (AQ), 2230m, ago 2009
Foto di Marinella Miglio


Frutti
Allegati
Oxytropis  neglecta.jpg
Oxytropis neglecta.jpg (197.68 KiB) Osservato 2468 volte
Avatar utente
marmi
Moderatore
 
Messaggi: 2136
Iscritto il: 14 ago 2009, 18:56

Re: Oxytropis neglecta Ten. - Astragalo dei Pirenei

Messaggioda marmi » 11 set 2010, 23:02

Oxytropis neglecta Ten.
Monte Velino (AQ), 2230m, ago 2009
Foto di Marinella Miglio
Allegati
Oxytropis  neglecta (1).jpg
Oxytropis neglecta (1).jpg (194.06 KiB) Osservato 2468 volte
Avatar utente
marmi
Moderatore
 
Messaggi: 2136
Iscritto il: 14 ago 2009, 18:56


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti