Hemerocallis fulva (L.) L. - Giglio di San Giuseppe

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

Hemerocallis fulva (L.) L. - Giglio di San Giuseppe

Messaggioda nino » 28 set 2010, 12:24

Hemerocallis fulva (L.) L.
Sp. Pl., ed. 2, 1: 462 (1762)

Basionimo: Hemerocallis lilioasphodelus var. fulva L. - Sp. Pl.: 324 (1753)
Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Hemerocallis fulva L. - Vol. 3 pg. 349
Riferimento in "Flora Alpina", D.Aeschimann & al., 2004
Hemerocallis fulva (L.) L. - Vol. 2 pg. 1030

Asphodelaceae

Giglio di San Giuseppe, Emerocallide fulva, Giglio turco

Forma Biologica: G bulb - Geofite bulbose. Piante il cui organo perennante è un bulbo da cui, ogni anno, nascono fiori e foglie.
G rhiz - Geofite rizomatose. Piante con un particolare fusto sotterraneo, detto rizoma, che ogni anno emette radici e fusti avventizi.

Descrizione: Pianta erbacea perene, glabra con apparato radicale rizomatoso su cui si sviluppano bulbilli fusiformi (1-2 cm)e biancastri.
Fusto eretto e senza foglie (50 - 120 cm), ramoso solo nella parte superiore
Foglie tutte basali, ensiformi, larghe 2-3 cm e lunghe 30-50 cm, carinate in parte radicali e in parte poste alla base del fusto.
Fiori inodori, posti in infiorescenza terminale e sostenuti da un peduncolo di 1 cm, divisi in 2 ramificazioni subeguali portanti 5-8 fiori di colore fulvo-aranciato.
Perigonio formato da un breve tubo composto da 6 segmenti avvolgenti l'ovario (10 cm) saldati alla base e più lunghi del tubo corollino; gli esterni oblungo-lanceolati larghi 2 cm, gli interni obovato-spatolati e larghi 3 cm con marcate venature reticolate.
Antere poste su 6 stami in filamenti sottili.
Ovario triloculato che a maturazione si trasforma in una capsula a 3 valve loculicide.
Semi neri di forma subsferica (rare volte giungono a maturazione per sterilità).

Tipo corologico: S-Europ. - Europa meridionale.

Antesi: Maggio - Giugno

Habitat: Inselvatichita in fossi e ripe e a margine di boschi in semiombra; dal piano sino a 600 m s.l.m.

Immagine


Note di Sistematica: Il corredo cromosomico triploide e la conseguente sterilità fanno pensare che essa sia frutto di ibridazioni di due specie a noi sconosciute. (cfr. E. Banfi - G. Galasso- Flora esotica Lombarda).
In Italia è presente un'altra specie di emerocallide - Hemerocallis lilio-asphodelus L.

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Monocotiledoni
OrdineAsparagales Link
FamigliaAsphodelaceae Dumort.
TribùHemerocallideae
GenereHemerocallis L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Genere istituito da Linneo che usò l'antico termine greco che indicava il giglio giallo. Il significato tradotto è "un solo giorno" e " bellezza effimera" forse legato alla breve fioritura. L'epiteto della specie ricorda il colore del fiore.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie commestibile

I fiori secchi sono utilizzati per condimento dei cibi.

Curiosità: Questa pianta, proveniente dalla Cina, viene usata in prevalenza come ornamento di giardini in grado, con le verdi foglie e l'abbondante fioritura, di creare angoli suggestivi. I floricultori italiani e olandesi attraverso incroci sono riusciti a produrre tante nuove varietà di colore vario.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
S. Pignatti- Flora d'Italia- Ediagricole - 1982
Enc. - Il mondo delle piante- Ed. Motta - 1979
E. Banfi - G. Galasso- La Flora Esotica Lombarda-2010
Conti et ali - Checklist Italian Vascular Flora - Palombi editore 2005


Scheda realizzata da: Nino Messina

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
Avatar utente
nino
Moderatore
 
Messaggi: 6394
Iscritto il: 23 dic 2007, 15:24

Re: Hemerocallis fulva (L.) L.

Messaggioda nino » 28 set 2010, 12:30

Hemerocallis fulva (L.) L.
Sedico (BL), 300m, lug 2009
Foto di Aldo De Bastiani
Allegati
HemerocallisFulva.jpg
HemerocallisFulva.jpg (125.53 KiB) Osservato 4968 volte
Avatar utente
nino
Moderatore
 
Messaggi: 6394
Iscritto il: 23 dic 2007, 15:24

Re: Hemerocallis fulva (L.) L.

Messaggioda nino » 28 set 2010, 12:33

Hemerocallis fulva (L.) L.
Sedico (BL), 300m, lug 2009
Foto di Aldo De Bastiani
Allegati
Hemerocallis_fulva_11715_55603[1].jpg
Hemerocallis_fulva_11715_55603[1].jpg (115.58 KiB) Osservato 4968 volte
Avatar utente
nino
Moderatore
 
Messaggi: 6394
Iscritto il: 23 dic 2007, 15:24

Re: Hemerocallis fulva (L.) L.

Messaggioda nino » 28 set 2010, 12:36

Hemerocallis fulva (L.) L.
Luviano (S.Giorgio PC), 120m, 05.07.08
Foto di Enrico Romani
Allegati
Hemerocallis fulva.jpg
Hemerocallis fulva.jpg (144.1 KiB) Osservato 4968 volte
Avatar utente
nino
Moderatore
 
Messaggi: 6394
Iscritto il: 23 dic 2007, 15:24

Re: Hemerocallis fulva (L.) L.

Messaggioda nino » 28 set 2010, 12:38

Hemerocallis fulva (L.) L.
Sedico (BL), 300m, lug 2009
Foto di Aldo De Bastiani
Allegati
Hemerocallis_fulva_11715_55600[1].jpg
Hemerocallis_fulva_11715_55600[1].jpg (199.61 KiB) Osservato 4968 volte
Avatar utente
nino
Moderatore
 
Messaggi: 6394
Iscritto il: 23 dic 2007, 15:24

Re: Hemerocallis fulva (L.) L.

Messaggioda nino » 28 set 2010, 12:42

Hemerocallis fulva (L.) L.
Sedico (BL), 300m, lug 2009
Foto di Aldo De Bastiani
Allegati
Hemerocallis fulva 1.jpg
Hemerocallis fulva 1.jpg (191.99 KiB) Osservato 4968 volte
Avatar utente
nino
Moderatore
 
Messaggi: 6394
Iscritto il: 23 dic 2007, 15:24

Re: Hemerocallis fulva (L.) L. - Giglio di San Giuseppe

Messaggioda nino » 11 dic 2011, 15:40

Hemerocallis fulva (L.) L.
Xanthorrhoeaceae: Giglio di San Giuseppe
Abbadia Cerreto (LO), giu 2008
Foto di Franco Giordana
Allegati
Hemerocallis fulva.jpg
Hemerocallis fulva.jpg (130.92 KiB) Osservato 4649 volte
Avatar utente
nino
Moderatore
 
Messaggi: 6394
Iscritto il: 23 dic 2007, 15:24


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Blama e 4 ospiti