Senecio vulgaris L. - Senecione comune

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

Senecio vulgaris L. - Senecione comune

Messaggioda Giuliano » 16 feb 2011, 13:55

Senecio vulgaris L.
Sp. Pl.: 867 (1753)

Sinonimi: Senecio pygmaeus sensu Strobl non DC., Senecio siculus Guss.
Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Senecio vulgaris L. - Vol. 3 pg. 135
Riferimento in "Flora Alpina", D.Aeschimann & al., 2004
Senecio vulgaris L. - Vol. 2 pg. 550

Asteraceae

Calderaja, Calderina, Calderugia, Cardillo, Mangia lebbra, Solleciola, Verzellina, Senecione comune, Gemeines Greiskraut, Hierba cana, Cardo-morto, Séneçon commun, Common groundse

Forma Biologica: T scap - Terofite scapose. Piante annue con asse fiorale allungato, spesso privo di foglie.

Descrizione: Pianta erbacea annuale, con consistenza carnosa, con piccolo rizoma che ha radici fibrose secondarie poco evidenti.
Fusto fragile, eretto o ascendente, semplice o ramoso-corimboso soltanto in alto.
Foglie alterne, un poco spaziate, più o meno glabre, pennatifide o pennatopartite, con lobi ottusi, distanziati, allungati e dentati; quelle cauline auricolate-amplessicauli, le inferiori sono allungate-spatolate (più larghe verso l’apice), dentate e brevemente picciolate.
Fiori ermafroditi, riuniti in numerosi, piccoli capolini, pendenti prima dell'antesi, lunghi 10 mm e larghi 5 mm, che formano una infiorescenza terminale subcorimbosa all'antesi. Involucro cilindrico con due serie di brattee punteggiate di nero all’apice, le esterne corte e triangolari sono 4 o 5 volte più corte delle interne che hanno forma lineare. I fiori tutti tubolosi, sono gialli e molto piccoli con corolla tubolare terminata da 5 denti (corolla pentadentata) che sporge appena dalle squame dell’involucro.
Il frutto è una cipsela con un piccolo achenio cilindrico (2 ÷ 5 mm) ricoperto di una minuta corta peluria e il pappo composto da numerose setole semplici e bianche.

Tipo corologico: Cosmop. - In tutte le zone del mondo, senza lacune importanti.
Euri-Medit. - Entità con areale centrato sulle coste mediterranee, ma con prolungamenti verso nord e verso est (area della Vite).
Subcosmop. - In quasi tutte le zone del mondo, ma con lacune importanti: un continente, una zona climatica,...

Antesi: Gennaio÷Dicembre. Il suo breve ciclo riproduttivo, (dal seme alla fioritura impiega soltanto 2 o 3 mesi) gli consente numerose fioriture durante l'anno.
Maturazione: proterandra - Impollinazione: anemogama o autogama - Disseminazione: anemocora

Distribuzione in Italia: Originaria dell'Africa Settentrionale, delle zone temperate dell'Asia e dell'Europa mediterranea, è pianta cosmopolita e naturalizzata in tutto il mondo, in Italia è presente in tutte le regioni.

Habitat: Vegeta su terreni coltivati (specie commensale delle colture), incolti, dune, pascoli, bordi stradali dal livello del mare fino a 1800 m di altitudine. Preferisce suoli ricchi di azoto e sali minerali.

Immagine


Note di Sistematica: Specie estremamente variabile che a volte da luogo a possibili confusioni, così
nell'altezza del fusto che può presentarsi a volte soltanto di pochi cm, e senza ramificazioni (confusione con S. pigmaeus DC.),
nei fiori che anche se raramente possono presentarsi con alcune ligule appena visibili (confusione con S. sylvaticus L.),
nella pelosità più o meno densa (var. tyrrhenus Fiori),
nel numero delle squame involucrali esterne (var. siculus Guss.),
nella glabrescenza e carnosità delle foglie.

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Eudicotiledoni
Asteridi
OrdineAsterales Link
FamigliaAsteraceae Bercht. & J.Presl
TribùSenecioneae
GenereSenecio L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: dal latino senex = vecchio per i peli bianchi del suo pappo, che ricordano i capelli di una persona anziana.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie officinale tossica

Pianta antiscorbutica, antielmintica, diaforetica, emmenagoga, omeopatica, purgante, diuretica che da tempo era impiegata nella medicina popolare quale lassativo ed emetico, e per promuovere mestruazioni difficili e dolorose.
Per uso esterno quale emolliente e antinfiammatorio della pelle, della bocca e delle emorroidi.
Tuttavia la presenza di alcaloidi tossici tra i suoi principi attivi, quali la Senecionina, senecifillina, retrorsina e alcaloidi pirrolizidinici provoca una azione epatossica – genotossica e carcinogenica e procura lesioni al fegato simili a quelle della cirrosi epatica.
In conseguenza della sua alta tossicità il suo uso deve essere bandito.

Curiosità: a causa del suo veloce ciclo riproduttivo, anche tre volte in un anno, è la prima pianta ad essere immunizzata riguardo gli erbicidi impiegati nelle coltivazioni, quindi l’unico vero nemico dei questa erba considerata infestante è la Puccinia lagenofora, un fungo che riesce aggredendola a provorne la morte.
Ma poiché questo fungo, che si sviluppa esclusivamente su tessuti vivi , non riesce a sopravvivere alle gelate dell’ inverno, lascia immuni le nuove generazioni del Senecio, che al contrario è molto resistente sia al caldo intenso che al gran freddo e può sopportare escursioni termiche di 50°, anche grazie alle sue foglie spaziate e carnosette.
Per quanto sopra viene considerata specie pioniera, ma anche erba infestante che mal sopporta la concorrenza di altre erbe e quindi nociva per le colture.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
PIGNATTI S., 1982. Flora d'Italia, Edagricole, Bologna
CONTI F., ABBATE G., ALESSANDRINI A., BLASI C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore
TUTIN T.G. et al., 1964-1980. Flora Europaea, Cambridge University Press
FIORI A., 1923-1929. Nuova flora analitica d'Italia, Firenze, Tipografia M.Ricci
DELLA BEFFA M.T., Fiori di Campo, Istituto Geografico De Agostini S.p.A. , Novara, 1999
The International Plant Names Index (IPNI)
Index Plantarum Flora Italicae - Indice dei nomi delle specie botaniche presenti in Italia
Galleria della Flora delle Regioni Italiane


Scheda realizzata da Giuliano Salvai

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
Aiutate i moderatori: fotografate anche i frutti e i semi,
ciò oltre ad agevolare le determinazioni, contribuisce ad implementare la galleria dei "semi e altre unità primarie di dispersione”.
Avatar utente
Giuliano
Amministratore
 
Messaggi: 3017
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:11

Re: Senecio vulgaris L. - Senecione comune

Messaggioda Giuliano » 16 feb 2011, 20:43

Senecio vulgaris L. - Senecione comune
Disegno originale del Prof. Dr. Otto Wilhelm Thomé del 1885 da Flora von Deutschland, Österreich und der Schweiz 1885, Gera, Germania, attualmente in pubblico dominio nel sito http://www.biolib.de, ritoccato nei colori dello sfondo, nelle misure e nelle didascalie da Giuliano Salvai.
E' permesso ricopiare o modificare questo documento in base ai termini della GNU Free Documentation License , Versione 1.2 o successiva
Allegati
Senecio_vulgaris_xw.jpg
Senecio_vulgaris_xw.jpg (169.68 KiB) Osservato 5520 volte
Aiutate i moderatori: fotografate anche i frutti e i semi,
ciò oltre ad agevolare le determinazioni, contribuisce ad implementare la galleria dei "semi e altre unità primarie di dispersione”.
Avatar utente
Giuliano
Amministratore
 
Messaggi: 3017
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:11

Re: Senecio vulgaris L. - Senecione comune

Messaggioda Giuliano » 17 feb 2011, 01:27

Senecio vulgaris L. - Senecione comune
Dune di Forte dei Marmi (LU) - Mar2004
Foto di Giuliano Salvai
Allegati
senecio vulgaris xw.jpg
senecio vulgaris xw.jpg (111.57 KiB) Osservato 5517 volte
Aiutate i moderatori: fotografate anche i frutti e i semi,
ciò oltre ad agevolare le determinazioni, contribuisce ad implementare la galleria dei "semi e altre unità primarie di dispersione”.
Avatar utente
Giuliano
Amministratore
 
Messaggi: 3017
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:11

Re: Senecio vulgaris L. - Senecione comune

Messaggioda Giuliano » 17 feb 2011, 01:53

Senecio vulgaris L. - Senecione comune
Dune di Forte dei Marmi (LU) - Mar2004
Foto di Giuliano Salvai
Allegati
Senecio-vulgarisN8708.jpg
Senecio-vulgarisN8708.jpg (159.95 KiB) Osservato 5517 volte
Aiutate i moderatori: fotografate anche i frutti e i semi,
ciò oltre ad agevolare le determinazioni, contribuisce ad implementare la galleria dei "semi e altre unità primarie di dispersione”.
Avatar utente
Giuliano
Amministratore
 
Messaggi: 3017
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:11

Re: Senecio vulgaris L. - Senecione comune

Messaggioda Giuliano » 17 feb 2011, 02:13

Senecio vulgaris L. - Senecione comune
Posta Fibreno (FR), gen 2008
Foto di Gianluca Nicolella
Allegati
Senecio_vulgaris_Gianluca2.jpg
Senecio_vulgaris_Gianluca2.jpg (140.23 KiB) Osservato 5517 volte
Aiutate i moderatori: fotografate anche i frutti e i semi,
ciò oltre ad agevolare le determinazioni, contribuisce ad implementare la galleria dei "semi e altre unità primarie di dispersione”.
Avatar utente
Giuliano
Amministratore
 
Messaggi: 3017
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:11

Re: Senecio vulgaris L. - Senecione comune

Messaggioda Giuliano » 17 feb 2011, 02:21

Senecio vulgaris L. - Senecione comune
Montemarcello (SP), m150, Feb2008
Foto di Giuliano Salvai
Allegati
Senecio-vulgaris_08_9546.jpg
Senecio-vulgaris_08_9546.jpg (169.92 KiB) Osservato 5517 volte
Aiutate i moderatori: fotografate anche i frutti e i semi,
ciò oltre ad agevolare le determinazioni, contribuisce ad implementare la galleria dei "semi e altre unità primarie di dispersione”.
Avatar utente
Giuliano
Amministratore
 
Messaggi: 3017
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:11

Re: Senecio vulgaris L. - Senecione comune

Messaggioda Giuliano » 17 feb 2011, 02:23

Senecio vulgaris L. - Senecione comune
Montemarcello (SP), m150, Feb2008
Foto di Giuliano Salvai
Allegati
Senecio-vulgaris_pappo.jpg
Senecio-vulgaris_pappo.jpg (179.17 KiB) Osservato 5517 volte
Aiutate i moderatori: fotografate anche i frutti e i semi,
ciò oltre ad agevolare le determinazioni, contribuisce ad implementare la galleria dei "semi e altre unità primarie di dispersione”.
Avatar utente
Giuliano
Amministratore
 
Messaggi: 3017
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:11

Re: Senecio vulgaris L. - Senecione comune

Messaggioda Giuliano » 17 feb 2011, 02:25

Senecio vulgaris L. - Senecione comune

Foto Carlo Galliani
Allegati
Senecio vulgaris_Carlo Galliani_DSC_5674.jpg
Senecio vulgaris_Carlo Galliani_DSC_5674.jpg (147.31 KiB) Osservato 5517 volte
Aiutate i moderatori: fotografate anche i frutti e i semi,
ciò oltre ad agevolare le determinazioni, contribuisce ad implementare la galleria dei "semi e altre unità primarie di dispersione”.
Avatar utente
Giuliano
Amministratore
 
Messaggi: 3017
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:11

Re: Senecio vulgaris L. - Senecione comune

Messaggioda Giuliano » 17 feb 2011, 02:39

Senecio vulgaris L. - Senecione comune
Montemarcello (SP), m150, Feb2008
Foto di Giuliano Salvai
Allegati
Senecio-vulgaris_9545.jpg
Senecio-vulgaris_9545.jpg (177.28 KiB) Osservato 5516 volte
Aiutate i moderatori: fotografate anche i frutti e i semi,
ciò oltre ad agevolare le determinazioni, contribuisce ad implementare la galleria dei "semi e altre unità primarie di dispersione”.
Avatar utente
Giuliano
Amministratore
 
Messaggi: 3017
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:11


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti