Stellaria nemorum L. subsp. nemorum - Stellaria dei boschi

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

Stellaria nemorum L. subsp. nemorum - Stellaria dei boschi

Messaggioda Daniela Longo » 12 mar 2011, 17:02

Stellaria nemorum L. subsp. nemorum
Sp. Pl.: 421 (1753)

Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Stellaria nemorum L. subsp. nemorum - Vol. 1 pg. 208
Riferimento in "Flora Alpina", D.Aeschimann & al., 2004
Stellaria nemorum L. subsp. nemorum - Vol. 1 pg. 286

Caryophyllaceae

Centocchio dei boschi

Forma Biologica: H scap - Emicriptofite scapose. Piante perennanti per mezzo di gemme poste a livello del terreno e con asse fiorale allungato, spesso privo di foglie.

Descrizione: Pianta erbacea perenne, stolonifera, pubescente per peli semplici e ghiandolosi, alta 30-60 cm, con fusti cilindrici, prostrati che emettono radici alla base, poi eretti, verdi e rossicci ai nodi, ramificati soltanto nell'infiorescenza, pelosi tutto attorno (olotrichi).
Foglie opposte, intere, le inferiori e quelle dei rami sterili, ovato-cordate, acute lungamente, picciolate, le cauline ovato triangolari, due volte più lunghe che larghe, acuminate, patenti, cigliate ai margini; foglie cauline superiori sessili.
Fiori in infiorescenze in cime terminali, lasse e multiflore con brattee inferiori grandi e fogliacee e progressivamente ridotte, quelle del secondo paio lunghe almeno 1/3 di quelle del primo paio, quelle alla terza dicotomia sempre più lunghe di 1-2 mm;
fiori ermafroditi, 5ciclici, eteroclamidati, portati da pedicelli pubescenti ghiandolosi di 2-3 cm, patenti, ma deflessi dopo l'antesi, hanno il calice con 5 sepali lanceolati, glabri o pelosi soltanto alla base, con margini un poco scariosi e con al centro una nervatura longitudinale evidente e la corolla con 5 petali più lunghi più del doppio del calice, divisi fin quasi alla base in 2 lacinie bianche patenti, ottuse e ricurve in fuori;
stami 10 poco più lunghi del calice disposti in due verticilli di 5, col verticillo esterno opposto ai petali (obdiplostemoni); filamenti bianchi eretti con antere rotonde, dorsifisse, introrse, bianche;
ovario supero, sincarpico, con 3 stili filiformi, eretti, glabri e stimmi ottusi bianchi.
Frutto capsula valvicida, oblunga, con apice acuto, lunga 1,5 volte il calice, con semi brunastri, provvisti di papille emisferiche.

Tipo corologico: Europ.-Caucas. - Europa e Caucaso.

Antesi: Giugno÷Settembre

Habitat: Suoli umidi, ombrosi e ricchi di materie organiche, concimaie; megaforbieti del piano montano e subalpino inferiore, schiarite boschive in boschi di latifoglie e conifere preferibilmente tra 600m a 2100m.

Immagine


Note, possibili confusioni: Oltre alla subspecie nominale è presente in Italia la Stellaria nemorum subsp. montana (Pierrat) Berher, che si distingue per le foglie cauline superiori picciolate, le brattee fiorali più bruscamente ridotte, diventando il secondo paio lunghe meno di 1/3 delle prime e quindi assai più piccole delle foglie e quelle della terza dicotomia lunghe pochi mm e per i semi maturi ricoperti da file di corti tubercoli cilindrici uncinati.

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Eudicotiledoni
OrdineCaryophyllales Juss. ex Bercht. & J.Presl
FamigliaCaryophyllaceae Juss.
TribùStellarieae
GenereStellaria L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome generico Stellaria deriva dal latino col significato di simile ad una stella, per la forma della corolla all'antesi. Il nome specifico allude al suo habitat prevalente.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie commestibile officinale

Usata in omeopatia, viene indicata dalla tradizione popolare per gli stessi utilizzi curativi della Stellaria media (L.) Vill. ( per uso esterno come lenitiva e rinfrescante contro eczemi, pruriti, ulcere) e come quest'ultima viene anche consumata entrando le giovani pianticelle insieme ad altre erbe commestibili nella preparazione di minestre e contorni. Come nel caso di molte altre specie della famiglia Caryophylaceae, occorre fare attenzione ed utilizzare a scopo alimentare solo esemplari giovani per la presenza di saponine.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
CONTI F., ABBATE G., ALESSANDRINI A., BLASI C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore
PIGNATTI S., 1982. Flora d'Italia, Edagricole, Bologna
FIORI A., 1923-1929. Nuova flora analitica d'Italia, Firenze, Tipografia M.Ricci
PARLATORE F., 1858. Flora Italiana, Le Monnier, Firenze
TUTIN T.G. et al., 1964-1980. Flora Europaea, Cambridge University Press
Flora Iberica
The International Plant Names Index (IPNI)
Index Plantarum Flora Italicae - Indice dei nomi delle specie botaniche presenti in Italia
Galleria della Flora delle Regioni Italiane


Scheda realizzata da Daniela Longo e Giuliano Salvai

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)
Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
 
Messaggi: 9868
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57

Re: Stellaria nemorum L. subsp. nemorum - Stellaria dei boschi

Messaggioda Daniela Longo » 12 mar 2011, 17:03

Stellaria nemorum L.
Caryophyllaceae: Stellaria dei boschi, Centocchio dei boschi, Centocchio senza petali
Schwartzhorn (BZ), 2000 m, lug 2010
Foto di Daniela Longo
Allegati
Stellaria nemorum nemorum74 varena luglio 2010.jpg
Stellaria nemorum nemorum74 varena luglio 2010.jpg (183.8 KiB) Osservato 1866 volte
Stellaria nemorum nemorum75 varena luglio 2010.jpg
Stellaria nemorum nemorum75 varena luglio 2010.jpg (182.86 KiB) Osservato 1866 volte
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)
Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
 
Messaggi: 9868
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57

Re: Stellaria nemorum L. subsp. nemorum - Stellaria dei boschi

Messaggioda Daniela Longo » 12 mar 2011, 17:04

Stellaria nemorum L.
Caryophyllaceae: Stellaria dei boschi, Centocchio dei boschi, Centocchio senza petali
Schwartzhorn (BZ), 2000 m, lug 2010
Foto di Daniela Longo
Allegati
Stellaria nemorum nemorum77 varena luglio 2010.jpg
Stellaria nemorum nemorum77 varena luglio 2010.jpg (144.87 KiB) Osservato 1866 volte
Stellaria nemorum nemorum87 varena luglio 2010.jpg
Stellaria nemorum nemorum87 varena luglio 2010.jpg (190.8 KiB) Osservato 1866 volte
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)
Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
 
Messaggi: 9868
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57

Re: Stellaria nemorum L. subsp. nemorum - Stellaria dei boschi

Messaggioda Daniela Longo » 12 mar 2011, 17:05

Stellaria nemorum L.
Caryophyllaceae: Stellaria dei boschi, Centocchio dei boschi, Centocchio senza petali
Val Cellina (PN), mag 2009
Foto di Daniela Longo
Allegati
Stellaria nemorum nemorum2640 friuli maggio 2009.jpg
Stellaria nemorum nemorum2640 friuli maggio 2009.jpg (140.07 KiB) Osservato 1866 volte
Stellaria nemorum nemorum2641 friuli maggio 2009.jpg
Stellaria nemorum nemorum2641 friuli maggio 2009.jpg (133.61 KiB) Osservato 1866 volte
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)
Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
 
Messaggi: 9868
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti