Melia azedarach L. - Albero da rosari

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

Melia azedarach L. - Albero da rosari

Messaggioda Anja » 04 apr 2011, 19:16

Melia azedarach L.
Sp. Pl.: 384 (1753)

Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Melia azedarach L. - Vol. 2 pg. 56

Meliaceae

Albero da rosari, Sicomoro falso

Deutsch: Indischer Zedrachbaum
English:Chinaberry, Bead Tree
Español: Cinamomo, Árbol del paraíso
Français: Lilas des Indes, Arbre à chalelets, Margousier


Forma Biologica: P scap - Fanerofite arboree. Piante legnose con portamento arboreo.

Descrizione: Albero deciduo di media grandezza, a chioma espansa, alto fino a 10 (15) m, di rapida crescita e che produce facilmente rigetti basali. Rami flessibili e molto fragili, pubescenti da giovani, con evidenti cicatrici fogliari. Gemme piccole, arrotondate. Corteccia bruno-grigiastra, solcata sfaldata longitudinalmente con l'età. Il legno è tenero con alburno bianco-giallastro e il durame di color mogano.
Foglie spiralate, glabre, verde scure, lunghe 20-40 cm, molto variabili nella forma, generalmente bipennate, con segmenti opposti a numero impari, ovali o lanceolati, acuminati all'apice con margine dentellato-crenulato od intero.
Infiorescenza raccolta in ampia pannocchia ascellare, eretta, su un lungo peduncolo (fino a 17 cm) tomentoso, con numerosi piccoli fiori ermafroditi, attinomorfi, molto fragranti.
Calice gamosepalo con 5 denti ovati, pubescenti all'esterno, acuminati all'apice.
Corolla di colore lilla, con 5 petali obovato-spatolati e patenti, di 0,9-1,3 cm
Stami saldati in un lungo tubo purpureo-scuro di 7-8 mm a 10-12 coste, circondante lo stilo, pubescente in basso e provvisto di 10 antere gialle.
Ovario supero, globoso, provvisto di 4-8 logge; stimma capitato.
Il frutto è una piccola drupa subglobosa di 0,8-2,5 cm, gialla a maturità, contenente un nocciolo legnoso, forato all'apice, con 4-8 coste longitudinali e con 4-8 loculi ciascuno dei quali contiene un seme fusiforme di circa 6 mm. I frutti persistono sull'albero per tutto l'inverno.
Impollinazione: entomogama
Numero cromosomico: 2n=28

Tipo corologico: Asiatica - Pianta del continente asiatico.

Antesi: maggio÷giugno

Distribuzione in Italia: Neofita talvolta invasiva, originaria dell'India, della Cina occidentale e dell'Himalaya, coltivata e naturalizzata nell'Europa mediterranea fino ai Balcani e la Turchia.

Habitat: Terreni ben drenati e ricchi di elementi nutritivi con PH da basico al neutro, da 0 a ca 200-300 m s.l.m.
Specie termofila ed eliofila.

Immagine


Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Eudicotiledoni
Rosidi
OrdineSapindales Juss. ex Bercht. & J.Presl
FamigliaMeliaceae Juss.
TribùMelieae
GenereMelia L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome del genere deriva dal gr. 'melia', frassino, in allusione per la somiglianza delle foglie con quelle del frassino. Il nome fu adottato da Linneo (1737) in sostituzione di Azedarach di Tournefort.
L'epiteto specifico 'azedarach' è probabilmente un nome dato dai medici arabi nel Medioevo per le proprietà medicinali della pianta e che originariamente significherebbe 'albero che libera'.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie officinale tossica

La corteccia e le foglie hanno proprietà toniche, stimolanti, astringenti, febbrifughe, antiscorbutiche, vermifughe e detersive, ma data la loro tossicità, l'uso ne viene assolutamente sconsigliato. Contengono infatti neurotossine del tipo tetranortriterpene, inoltre tutta la pianta esercita un'azione insettifuga per il contenuto di azadiractina.
La polpa dei frutti alla maturazione è maleodorante e tossica per l'uomo con effetti purgativi e narcotici.
Anche se molti legni pregiati provengono da questa famiglia, per es. il mogano (genere Swietenia Jacq.), il legno di Melia azedarach ha scarso interesse economico.
I noccioli legnosi prima dell'avvento della plastica venivano utilizzati per la fabbricazione dei rosari (da cui il nome comune) e delle collane e forniscono un olio combustibile.

Curiosità: I frutti non sono tossici per gli uccelli che se ne cibano e così contribuiscono alla disseminazione dei semi che una volta transitati tramite il loro apparato digerente germogliano facilmente.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
Conti, F.; Abbate, G.; Alessandrini, A.; Blasi, C. -An Annotated Checklist of the Italian Vascular Flora, Palombi Editori, Roma, 2005
Pignatti, S. -Flora d'Italia (vol. III), Edagricole, Bologna, 1982
J.-C. Rameau; D. Mansion; G. Dumé; C. Gauberville -Flore forestière française (vol. 3), Institut pour le développement forestier, AgroParis Tech-ENGREF, 2008
Flora Iberica
Zangheri, P. -flora italica I-II, CEDAM, Padova, 1976
Flora of Cina
IPFI - Index Plantarum Florae Italicae


Scheda realizzata da Anja Michelucci

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10887
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Melia azedarach L. - Albero da rosari

Messaggioda Anja » 09 apr 2011, 17:14

Melia azedarach L.

Bagnoli del Trigno (IS), ago 2008
Foto di Franco Rossi

Melia_azedarach_6649_29761.jpg
Melia_azedarach_6649_29761.jpg (195.19 KiB) Osservato 8734 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10887
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Melia azedarach L. - Albero da rosari

Messaggioda Anja » 09 apr 2011, 17:15

Melia azedarach L.

Bagnoli del Trigno (IS), ago 2008
Foto di Franco Rossi

Melia_azedarach_6649_29762.jpg
Melia_azedarach_6649_29762.jpg (164.43 KiB) Osservato 8734 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10887
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Melia azedarach L. - Albero da rosari

Messaggioda Anja » 09 apr 2011, 17:16

Melia azedarach L.

Bagnoli del Trigno (IS), ago 2008
Foto di Franco Rossi

Melia_azedarach_6649_29764.jpg
Melia_azedarach_6649_29764.jpg (161.52 KiB) Osservato 8734 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10887
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Melia azedarach L. - Albero da rosari

Messaggioda Anja » 09 apr 2011, 17:18

Melia azedarach L.

Isola d'Elba (LI), 0 m, set 2010
Foto di Giuliano Frangini

Melia_azedarach_21335_101226.jpg
Melia_azedarach_21335_101226.jpg (185.12 KiB) Osservato 8734 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10887
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Melia azedarach L. - Albero da rosari

Messaggioda Anja » 09 apr 2011, 17:20

Melia azedarach L.

Bari (BA), set 2010
Foto di Vito Buono

1-MeliaAzedarach-50.jpg
1-MeliaAzedarach-50.jpg (193.14 KiB) Osservato 8734 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10887
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Melia azedarach L. - Albero da rosari

Messaggioda Anja » 09 apr 2011, 17:22

Melia azedarach L.

Bari (BA), set 2010
Foto di Vito Buono

Melia_azedarach_22130_105066.jpg
Melia_azedarach_22130_105066.jpg (191 KiB) Osservato 8734 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10887
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Melia azedarach L. - Albero da rosari

Messaggioda Anja » 09 apr 2011, 17:24

Melia azedarach L.

Bagnoli del Trigno (IS), ago 2008
Foto di Franco Rossi

Drupe immature
Melia_azedarach_6649_29766.jpg
Melia_azedarach_6649_29766.jpg (161.36 KiB) Osservato 8734 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10887
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Melia azedarach L. - Albero da rosari

Messaggioda Anja » 09 apr 2011, 17:26

Melia azedarach L.

Palermo (PA), 100 m, nov 2010
Foto di Beppe Di Gregorio

Melia_azedarach_22411_106272.jpg
Melia_azedarach_22411_106272.jpg (144.45 KiB) Osservato 8734 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10887
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Melia azedarach L. - Albero da rosari

Messaggioda Anja » 09 apr 2011, 17:27

Melia azedarach L.

Bari (BA), set 2010
Foto di Vito Buono

Melia_azedarach_22130_105067.jpg
Melia_azedarach_22130_105067.jpg (188.51 KiB) Osservato 8733 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10887
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Melia azedarach L. - Albero da rosari

Messaggioda Anja » 09 apr 2011, 17:42

Melia azedarach L.

Bari (BA), set 2010
Foto di Vito Buono

4-MeliaAzedarach-82.jpg
4-MeliaAzedarach-82.jpg (189.79 KiB) Osservato 8731 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10887
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Melia azedarach L. - Albero da rosari

Messaggioda Anja » 02 ott 2012, 22:36

Melia azedarach L.

Bari (BA), 30 m, set 2012
Foto di Vito Buono

Melia-azedarach4712-(1).jpg
Melia-azedarach4712-(1).jpg (196.63 KiB) Osservato 7596 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10887
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Melia azedarach L. - Albero da rosari

Messaggioda Anja » 02 ott 2012, 22:37

Melia azedarach L.

Bari (BA), 30 m, set 2012
Foto di Vito Buono

Semi
Melia-azedarach4742-(1).jpg
Melia-azedarach4742-(1).jpg (194.27 KiB) Osservato 7596 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10887
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite