Ruscus aculeatus L. - Pungitopo

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

Ruscus aculeatus L. - Pungitopo

Messaggioda Marinella Zepigi » 18 mar 2008, 22:18

Ruscus aculeatus L.
Sp. Pl.: 1041 (1753)

Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Ruscus aculeatus L. - Vol. 3 pg. 400
Riferimento in "Flora Alpina", D.Aeschimann & al., 2004
Ruscus aculeatus L. - Vol. 2 pg. 1076

Asparagaceae

Pungi topo, Ruscolo pungitopo, Pungitopo, Rusco, Rusculo pungitopo, Bruscolo, Piccasorci, Asparago pazzo, Linguetta, Scacciaragni, Piscialetto, Brusco, Frascina. Butcher's broom. Petit houx.

Forma Biologica: Ch frut - Camefite fruticose. Piante perenni con fusti legnosi, ma di modeste dimensioni.
G rhiz - Geofite rizomatose. Piante con un particolare fusto sotterraneo, detto rizoma, che ogni anno emette radici e fusti avventizi.

Descrizione: Piccolo arbusto suffruticoso sempeverde, dal robusto rizoma ramificato e strisciante; fusti eretti, striati, parzialmente lignificati, semplici alla base ma ramificati verso l'alto.
I rami sono inseriti sulla parte mediana e basale dei fusti aerei, con disposizione sparsa, più volte ramificati; i rametti dell'ultimo ordine sono distici e trasformati in fillocladi rigidi, di colore verde scuro, di forma da lanceolata ad ovato-acuminata con una spina apicale pungente. Altezza 20-90 cm.
Le foglie vere sono estremamente ridotte e caduche, ridotte a squame biancastre, inserite sul fusto aereo; la loro funzione è svolta da particolari rami appiattiti che prendono il nome di cladodi.
I fiori, poco appariscenti, difficilmente visibili, unisessuali su individui diversi (specie dioica), subsessili, isolati o in piccoli gruppi, senza peduncolo si formano sulla pagina inferiore dei cladodi.
Il perigonio è composto da 6 tepali disposti in 2 verticilli di colore bruno verdastro, lunghi 2÷2,5 mm; gli stami uniti in un tubo carnoso di circa 2 mm di lunghezza di colore violetto.
I turioni compaiono da fine marzo ad aprile, con rapido accrescimento in primavera, la consistenza definitiva del fogliame si ha ad inizio estate.
I frutti sono bacche, globose,di colore rosso vivo, contenenti 1÷2 semi durissimi di colore bianco-giallastro. La maturazione delle bacche avviene nell'inverno successivo alla fioritura e permangono sulla pianta per 2÷3 mesi dopo la maturazione.

Tipo corologico: Euri-Medit. - Entità con areale centrato sulle coste mediterranee, ma con prolungamenti verso nord e verso est (area della Vite).

Antesi: novembre÷aprile

Habitat: Predilige le zone calde e soleggiate e i terreni calcarei, lo si trova facilmente nei luoghi aridi e sassosi, nei boschi, soprattutto nelle leccete e nei querceti, sensibile al freddo intenso, per cui solo nelle zone meridionali la si può trovare oltre i 1.200, nel resto d'Italia difficilmente vegeta sopra i 600 m s.l.m.

Entità protetta a livello nazionale
Entità protetta a livello regionale (LOM, FVG, LIG, TOS, UMB, ABR, MOL)


Immagine


Note, possibili confusioni: Specie simile è Ruscus hypoglossum L. - Ruscolo maggiore, che si distingue tra l'altro per i cladodi più lunghi (5÷10 cm) e non pungenti.

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Monocotiledoni
OrdineAsparagales Link
FamigliaAsparagaceae Juss.
TribùRusceae
GenereRuscus L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome del genere dal latino a sua volta derivante dal greco “rugchos”= becco, rostro, indica i cladodi dall'apice aguzzo, proprio come un becco d'uccello, è il nome con cui gli antichi Romani chiamavano la pianta.; l'epiteto specifico “aculeatus”= dotato di aculei , a indicare i mucroni pungenti di cui sono dotati i cladodi.
Il nome volgare di pungitopo deriva dall'usanza contadina di proteggere dai topi, con mazzetti di questa pianta, i generi alimentari conservati in cantina o in dispensa, ma anche dalla pratica agricola di disporre corone di rami secchi di R. aculeatus, ai piedi degli alberi da frutta evitando così che su di essi salgano i topi.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie commestibile officinale

Costituenti principali: saponine steroidee, glucosidi (ruscosidi), agliconi (ruscogenine), flavonoidi (rutina), cumarine, sparteina, tiramina, tannini, olio essenziale e resine.

Erba aromatica, diuretica leggermente lassativa, vasocostrittrice, ad azione antifiammatoria, sudorifera e depurativa.
Il pungitopo è un potente tonico venoso vegetale e per questo rientra nella composizione di molti farmaci antiemorroidali e antivaricosi.
Indicato nella cura di flebiti, pesantezza delle gambe, edemi, facilita l'eliminazione dell'acido urico e aumenta la sudorazione.
Uso esterno: trattamento topico nei disturbi e infiammazioni vasali, in particolare le emorroidi; eritema da agenti chimico fisici, eritema solare, fragilità capillare.
Il Pungitopo è particolarmente popolare in Francia per prevenire i coaguli di sangue post-operatorio, trombosi e flebiti ed è stato utilizzato da migliaia di pazienti prima di subire un intervento chirurgico.

Per quanto riguarda l'impiego cosmetologico, grazie alla presenza di di bioflavonoidi, la pianta si caratterizza per le proprietà lenitive, protettive, rinfrescanti e disarrossanti: è indicata in caso di couperose, di eritema solare, nella fragilità del microcircolo sottoepidermico, per il trattamento delle pelli delicate e sensibili e facili agli arrossamenti.
In caso di cellulite, applicando sulla pelle impacchi o lozioni si ha un effetto tonificante e riducente. E' anche un buon rimedio contro i geloni, le emorroidi e contro la caduta dei capelli, ottimo anche come dopobarba.
Studi recenti, compiuti presso il Dipartimento di Ingegneria dell'Innovazione dell' Università di Lecce, in merito all' identificazione di antociani nei frutti di R.aculeatus, hanno messo in evidenza che Il colore attraente e la grande abbondanza di questa specie nel sud d'Italia, rendono queste bacche una fonte nuova e promettente di coloranti naturali.
Questa pianta è stata molto ultilzzata dalla medicina popolare in passato, già Plinio il vecchio e Galeno ne descrivevano le proprietà diuretiche e la capacità di favorire il flusso mestruale, ma pochi di questi usi sopravvivono oggi.

Nella campagne, il Pungitopo veniva usato per proteggere le pannocchie di granoturco esposte ad essicare, si legavao mazzetti della pianta a testa in giù, alla base dei pali di sostegno; nelle cantine veniva posto intorno al formaggio e vicino ai salami e le spine aguzze tenevano lontani i roditori; metodo in uso ancor oggi, almeno nella bergamasca dove viene comunemente chiamato Spinasorèch o Spisorèch. La pianta secca legata ad una pertica, era inoltre impiegata, per pulire e spazzare i camini; un sistema veramente efficace che utilizzo personalmente ogni anno alla fine della stagione fredda.
I giovani germogli, possono essere utilizzati cotti, come gli asparagi, il sapore è lievemente più amaro. Attenzione però, la raccolta in alcune zone è proibita, la pianta è protetta, probabilmente ciò è dovuto al saccheggio che ne veniva fatto durante il periodo invernale, in quanto usato per gli addobbi natalizi.
In passato i semi della pianta erano utilizzati come succedaneo del caffè.
Gli inlgesi chiamano questa pianta "butcher's broom" = "scopa del macellaio", si riferisce al fatto che un tempo i rami riuniti in fasci, venivano impiegati per per pulire il pavimento delle macellerie.
I principali fitofagi di questa pianta sono le cocciniglie: Aspidiotus nerii, Pinnaspis aspidistrae, Ceroplastes rusci.
Coltivato come pianta ornamentale, è un prodotto di grande importanza per la floricoltura, soprattutto in Liguria.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.

Specie protetta a livello nazionale: in alcune regioni la protezione è totale in altre parziale, quindi prima di raccogliere informatevi.

______________________________________________________________________________

Principali Fonti
PIGNATTI S., Flora d'Italia.Edagricole, Bologna. 1982
CONTI F., ABBATE G., ALESSANDRINI A., BLASI C., Checklist of the Italian Vascular Flora. Palombi, Roma. 2005
AESCHIMANN D., LAUBER K., MOSER D., THEURILLAT J.P., Flora alpina. Ediz. italiana: Bologna, Zanichelli. 2004
BOWN. D., Encyclopaedia of Herbs and their Uses. Dorling Kindersley, London. 1995.
CHESSI E., Erbe e piante medicinali. Libri Net.
Index Plantarum Flora Italicae - Indice dei nomi delle specie botaniche presenti in Italia
Acta Plantarum - Semi ed altre unità primarie di dispersione


Scheda realizzata da Marinella Zepigi

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
Allegati
Ruscus_aculeatus0.jpg
Ruscus aculeatus L.
Ruscus_aculeatus0.jpg (208.85 KiB) Osservato 12905 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15282
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Ruscus aculeatus L. - Ruscolo - Pungitopo

Messaggioda Marinella Zepigi » 18 mar 2008, 22:25

Ruscus aculeatus L.
Endine Gaiano - mar 2008
Foto di Marinella Zepigi
Allegati
Ruscus aculeatus cladodi.jpg
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15282
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Ruscus aculeatus L. - Ruscolo - Pungitopo

Messaggioda Marinella Zepigi » 18 mar 2008, 22:27

Ruscus aculeatus L.
Endine Gaiano - mar 2008
Foto di Marinella Zepigi
Allegati
Ruscus aculeatus fiori.jpg
Ruscus aculeatus fiori.jpg (153.31 KiB) Osservato 13963 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15282
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Ruscus aculeatus L. - Ruscolo - Pungitopo

Messaggioda Marinella Zepigi » 18 mar 2008, 22:43

Ruscus aculeatus L.
Endine Gaiano - mar 2008
Foto di Marinella Zepigi
Allegati
Ruscus aculeatus turione.jpg
Ruscus aculeatus turione.jpg (122.28 KiB) Osservato 13922 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15282
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Ruscus aculeatus L. - Ruscolo - Pungitopo

Messaggioda gianluca » 18 mar 2008, 23:28

Ruscus aculeatus L.
Gole del Melfa (FR) - feb 2008
Foto di Gianluca Nicolella
Allegati
ruscus-aculeatus-fiore1.jpg
ruscus-aculeatus-fiore1.jpg (140.76 KiB) Osservato 13903 volte
Scegliete l'Abruzzo per una vacanza
Avatar utente
gianluca
Amministratore
 
Messaggi: 9911
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:10
Località: Roma (RM)

Re: Ruscus aculeatus L. - Ruscolo - Pungitopo

Messaggioda gianluca » 18 mar 2008, 23:28

Ruscus aculeatus L.
Gole del Melfa (FR) - feb 2008
Foto di Gianluca Nicolella


Fiore maschile
Allegati
ruscus-aculeatus-fiore2.jpg
Ruscus aculeatus L.
ruscus-aculeatus-fiore2.jpg (144.12 KiB) Osservato 13892 volte
Scegliete l'Abruzzo per una vacanza
Avatar utente
gianluca
Amministratore
 
Messaggi: 9911
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:10
Località: Roma (RM)

Re: Ruscus aculeatus L. - Ruscolo - Pungitopo

Messaggioda patty » 21 mar 2008, 20:13

Ruscus aculeatus L.
S.Michele(MO), , feb 2008
Foto di Patrizia Ferrari

Bratteola alla cui ascella si inseriscono i fiori.
Allegati
Ruscus_aculeatus.jpg
Ruscus aculeatus L.
Ruscus_aculeatus.jpg (141.32 KiB) Osservato 13851 volte
Anche i fiori piangono, e ci sono stupidi che pensano sia rugiada. (Jim Morrison)
Avatar utente
patty
Moderatore
 
Messaggi: 2610
Iscritto il: 03 dic 2007, 22:21
Località: modena

Re: Ruscus aculeatus L. - Ruscolo - Pungitopo

Messaggioda patty » 21 mar 2008, 20:15

Ruscus aculeatus L.
S.Michele(MO), , feb 2008
Foto di Patrizia Ferrari

Fiore femminile
Allegati
Ruscus_aculeatus_1.jpg
Ruscus_aculeatus_1.jpg (141.23 KiB) Osservato 13837 volte
Anche i fiori piangono, e ci sono stupidi che pensano sia rugiada. (Jim Morrison)
Avatar utente
patty
Moderatore
 
Messaggi: 2610
Iscritto il: 03 dic 2007, 22:21
Località: modena

Re: Ruscus aculeatus L. - Ruscolo - Pungitopo

Messaggioda Marinella Zepigi » 27 mar 2008, 01:38

Ruscus aculeatus L.
Endine Gaiano mar 2008
Foto di Marinella Zepigi
Allegati
Ruscus aculeatus turione 1.jpg
Ruscus aculeatus L.
Ruscus aculeatus turione 1.jpg (145.68 KiB) Osservato 13793 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15282
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Ruscus aculeatus L. - Ruscolo - Pungitopo

Messaggioda Marinella Zepigi » 27 mar 2008, 01:39

Ruscus aculeatus L.
Endine Gaiano mar 2008
Foto di Marinella Zepigi
Allegati
Ruscus aculeatus turione 2.jpg
Ruscus aculeatus L.
Ruscus aculeatus turione 2.jpg (136.67 KiB) Osservato 13790 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15282
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Ruscus aculeatus L. - Pungitopo

Messaggioda Marinella Zepigi » 24 gen 2010, 19:51

Ruscus aculeatus L.
Endine Gaiano (BG), 450 m, gen 2009
Foto di Marinella Zepigi
Allegati
Ruscus_aculeatus3.jpg
Ruscus aculeatus L.
Ruscus_aculeatus3.jpg (126.38 KiB) Osservato 12892 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15282
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Ruscus aculeatus L. - Pungitopo

Messaggioda Marinella Zepigi » 24 gen 2010, 19:53

Ruscus aculeatus L.
Endine Gaiano (BG), 450 m, gen 2009
Foto di Marinella Zepigi
Allegati
Ruscus_aculeatus6.jpg
Ruscus aculeatus L.
Ruscus_aculeatus6.jpg (125.81 KiB) Osservato 12889 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15282
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Ruscus aculeatus L. - Pungitopo

Messaggioda Marinella Zepigi » 24 gen 2010, 19:55

Ruscus aculeatus L.
Endine Gaiano (BG), 450 m, gen 2009
Foto di Marinella Zepigi
Allegati
Ruscus_aculeatus2.jpg
Ruscus aculeatus L.
Ruscus_aculeatus2.jpg (123.13 KiB) Osservato 12891 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15282
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Ruscus aculeatus L. - Pungitopo

Messaggioda Marinella Zepigi » 24 gen 2010, 19:59

Ruscus aculeatus L.
Endine Gaiano (BG), 450 m, gen 2009
Foto di Marinella Zepigi
Allegati
Ruscus_aculeatus1.jpg
Ruscus aculeatus L.
Ruscus_aculeatus1.jpg (134.94 KiB) Osservato 12890 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15282
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Ruscus aculeatus L. - Pungitopo

Messaggioda Marinella Zepigi » 24 gen 2010, 20:04

Ruscus aculeatus L.
Endine Gaiano (BG), 450 m, gen 2009
Foto di Marinella Zepigi
Allegati
Ruscus_aculeatus4.jpg
Ruscus aculeatus L.
Ruscus_aculeatus4.jpg (192.5 KiB) Osservato 12889 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15282
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Ruscus aculeatus L. - Pungitopo

Messaggioda Marinella Zepigi » 28 ott 2010, 20:42

Ruscus aculeatus L.
Endine Gaiano (BG), 400 m
Foto di marinella Zepigi
Allegati
Ruscus_aculeatus.jpg
Ruscus_aculeatus.jpg (119.02 KiB) Osservato 12412 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15282
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Ruscus aculeatus L. - Pungitopo

Messaggioda Anja » 02 feb 2011, 15:42

Ruscus aculeatus L.

San Cataldo (Lecce), 3 m, nov 2010
Foto di Pancrazio Campagna

Ruscus_%20aculeatus_%20L_%20-%20Ruscaceae%20-%20Pungitopo%20(7).jpg
Ruscus_%20aculeatus_%20L_%20-%20Ruscaceae%20-%20Pungitopo%20(7).jpg (130.32 KiB) Osservato 12233 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10903
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Ruscus aculeatus L. - Pungitopo

Messaggioda Marinella Zepigi » 17 dic 2012, 14:21

Ruscus aculeatus L.
Asparagaceae: Pungitopo
Bari (BA), 50 m, dic 2012
Foto di Vito Buono
Allegati
Ruscus-aculeatus.jpg
Ruscus-aculeatus.jpg (197.3 KiB) Osservato 10250 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15282
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Ivanorock e 4 ospiti