Phillyrea angustifolia L. - Ilatro a foglie strette

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

Phillyrea angustifolia L. - Ilatro a foglie strette

Messaggioda Daniela Longo » 10 apr 2008, 18:26

Phillyrea angustifolia L.
Sp. Pl.: 7 (1753)

Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Phillyrea angustifolia L. - Vol. 2 pg. 325
Riferimento in "Flora Alpina", D.Aeschimann & al., 2004
Phillyrea angustifolia L. - Vol. 2 pg. 184

Oleaceae

Ilatro sottile, Ilatro a foglie strette, Fillirea a foglie strette

Forma Biologica: P caesp - Fanerofite cespugliose. Piante legnose con portamento cespuglioso.

Descrizione: Pianta legnosa arbustiva sempreverde, alta da 1 a 3 metri con corteccia grigiastra e rami giovani glabri o finemente pelosi, numerosi e con internodi molto raccorciati.
Foglie foglie opposte, color verde scuro, coriacee, tutte uguali di forma, da lineari a lanceolate larghe 3-15 mm e lunghe 20-80 mm, con 4-6 nervi secondari per lato, poco evidenti, inseriti ad angolo acuto, distanziati ed indivisi; margine generalmente intero; picciolo lungo 3-8 mm.
Fiori raccolti in brevi grappoli ben più corti delle foglie, posti all' ascella delle foglie e composti da 5-7 fiori, profumati, piccoli, bianchi o rosei, con 4 sepali e 4 petali riuniti parzialmente in un breve tubo, calice con lobi arrotondati, stimma bifido.
Frutto : drupe carnose, dapprima blu e infine nere a maturazione, piccole, rotonde, appuntite all'apice e riunite in grappoli.

Tipo corologico: Steno-Medit. - Entità mediterranea in senso stretto (con areale limitato alle coste mediterranee: area dell'Olivo).
Steno-Medit.-Occid. - Bacino occidentale del Mediterraneo, dalla Liguria alla Spagna ed Algeria.

Antesi: marzo-maggio

Habitat: Macchie e garighe in ambiente aridissimo e caldo, dal livello del mare fino a 600 metri. Colonizza spesso terreni difficili e siccitosi.
Comune lungo tutta la costa tirrenica.

Immagine


Note di Sistematica: Il genere Phillyrea è presente in Italia con due specie: Phillyrea angustifolia L. e Phillyrea latifolia L.; le due specie sono spesso confuse e si distinguono essenzialmente per i seguenti elementi:
Foglie in genere più allungate con 4-6 paia di nervi secondari poco evidenti inseriti ad angolo acuto, calice con lobi arrotondati; frutto appuntito all'apice: Phillyrea angustifolia L.
Foglie più larghe con 6-12 paia di nervi secondari evidenti inseriti quasi ad angolo retto, spesso arcuati e forcati all'apice, calice con lobi triangolari; frutto arrotondato o compresso all'apice: Phillyrea latifolia L.
La prima, inoltre si presenta solo in forma arbustiva, mentre la seconda può raggiungere anche i 15 metri di altezza e può presentarsi come un piccolo alberello.
La prima, infine, è specie più termofila.
La classificazione del genere Phillyrea è resa complessa dalla presenza di numerosi sinonimi. Le due specie presenti in Italia sono state, nel tempo, attribuite a 3 o 4 specie diverse o, al contrario, riunite in un'unica specie. Molte specie di origine asiatica, attribuite nell'Ottocento a questo genere sono poi state spostate in altri generi, in particolare nei generi Ligustrum e Olea.
Phillyrea angustifolia L. è diffusa nel Bacino Mediterraneo occidentale e centrale (fino all' ex Jugoslavia e all' Albania).

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Eudicotiledoni
Asteridi
OrdineLamiales Bromhead
FamigliaOleaceae Hoffmanns. & Link
Tribù
GenerePhillyrea L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome del genere deriva dal greco “philyra” forse composta da “philos”, amico e “hyron”, lo sciame delle api e anche l'alveare. Il termine “philyra” venne usato da Dioscoride per designare piante del genere Tilia. Successivamente Teofrasto utilizzò il termine “philyrea” per designare una specie del genere Phillyrea.
Il nome specifico deriva da latino “angustus”, stretto e “folium”, foglia, perché è quella, delle due specie del genere,a foglie più strette.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie officinale

Phillyrea angustifolia L. era utilizzata in passato per le sue proprietà astringenti, diuretiche ed emmenagoghe.
Attualmente viene spesso utilizzata nella realizzazione di giardini con vegetazione di tipo mediterraneo e, nelle zone mediterranee marine, per consolidare terreni franosi e scarpate.
Il legno di Phillyrea angustifolia L., essendo duro e compatto, è adatto per lavori al tornio. Fornisce anche buona legna da ardere.
Phillyrea angustifolia L. è infine una buona pianta mellifera.
Come molte altre specie mediterranee Phillyrea angustifolia L. si rinnova facilmente per via vegetativa dopo il paesaggio del fuoco.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
Pignatti - Flora d'Italia - Edagricole
Nicolini, Moreschi - Fiori di Liguria - SIAG Genova
Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di), 2005 - An annotated checklist of the Italian vascular flora - Palombi Editori
Claudio Cervelli, a cura di, 2005 - Le specie arbustive della macchia mediterranea - un patrimonio da valorizzare


Scheda realizzata da Daniela Longo

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)
Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
 
Messaggi: 9868
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57

Re: Phillyrea angustifolia L.

Messaggioda Daniela Longo » 10 apr 2008, 18:29


Phillyrea angustifolia L.
Pianta intera
Bevera (IM), 100 m, apr 2008
Foto di Daniela Longo
Allegati
phillyrea-angustifolia0 bevera aprile 2008.jpg
phillyrea-angustifolia0 bevera aprile 2008.jpg (149.37 KiB) Osservato 11532 volte
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)
Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
 
Messaggi: 9868
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57

Re: Phillyrea angustifolia L.

Messaggioda Daniela Longo » 10 apr 2008, 18:30


Phillyrea angustifolia L.
Rami
Bevera (IM), 100 m, apr 2008
Foto di Daniela Longo
Allegati
phillyrea-angustifolia1 bevera aprile 2008.jpg
phillyrea-angustifolia1 bevera aprile 2008.jpg (143.3 KiB) Osservato 11531 volte
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)
Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
 
Messaggi: 9868
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57

Re: Phillyrea angustifolia L.

Messaggioda Daniela Longo » 10 apr 2008, 18:31


Phillyrea angustifolia L.
Ramo fiorito
Bevera (IM), 100 m, apr 2008
Foto di Daniela Longo
Allegati
phillyrea-angustifolia2 bevera aprile 2008.jpg
phillyrea-angustifolia2 bevera aprile 2008.jpg (126.69 KiB) Osservato 11514 volte
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)
Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
 
Messaggi: 9868
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57

Re: Phillyrea angustifolia L.

Messaggioda Daniela Longo » 10 apr 2008, 18:32


Phillyrea angustifolia L.
Racemo
Bevera (IM), 100 m, apr 2008
Foto di Daniela Longo
Allegati
phillyrea-angustifolia3 bevera aprile 2008.jpg
phillyrea-angustifolia3 bevera aprile 2008.jpg (146.84 KiB) Osservato 11506 volte
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)
Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
 
Messaggi: 9868
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57

Re: Phillyrea angustifolia L.

Messaggioda Daniela Longo » 10 apr 2008, 18:33


Phillyrea angustifolia L.
Racemo e foglia
Bevera (IM), 100 m, apr 2008
Foto di Daniela Longo
Allegati
phillyrea-angustifolia4 bevera aprile 2008.jpg
phillyrea-angustifolia4 bevera aprile 2008.jpg (139.9 KiB) Osservato 11493 volte
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)
Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
 
Messaggi: 9868
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57

Re: Phillyrea angustifolia L.

Messaggioda Daniela Longo » 10 apr 2008, 18:35


Phillyrea angustifolia L.
Drupe
Castell’Ermo (SV), 400 m, feb 2006
Foto di Daniela Longo
Allegati
phillyrea-angustifolia5 castell'Ermo febbraio 2006.jpg
phillyrea-angustifolia5 castell'Ermo febbraio 2006.jpg (146.81 KiB) Osservato 11487 volte
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)
Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
 
Messaggi: 9868
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57

Re: Phillyrea angustifolia L.

Messaggioda Renzo Salvo » 10 apr 2008, 21:55

Phillyrea angustifolia L.
Drupe
Borghetto Santo Spirito (SV), 50m, 11 set 2005
Foto di Renzo Salvo

Phillyrea angustifolia L.  Borghetto S.Spirito  (SV) 11-9-05.jpg
Phillyrea angustifolia L. Borghetto S.Spirito (SV) 11-9-05.jpg (182.72 KiB) Osservato 11458 volte
Avatar utente
Renzo Salvo
 
Messaggi: 2276
Iscritto il: 22 nov 2007, 23:52
Località: Boves CN

Re: Phillyrea angustifolia L. - Ilatro a foglie strette

Messaggioda Anja » 16 mag 2014, 01:03

Phillyrea angustifolia L.

Bari (BA), 5 m, ott 2011
Foto di Vito Buono

Phillyrea_angustifolia_32908_155428.jpg
Phillyrea_angustifolia_32908_155428.jpg (198.87 KiB) Osservato 6103 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10969
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Phillyrea angustifolia L. - Ilatro a foglie strette

Messaggioda Anja » 16 mag 2014, 01:04

Phillyrea angustifolia L.

Bari (BA), 5 m, ott 2011
Foto di Vito Buono

Phillyrea_angustifolia_32908_155431.jpg
Phillyrea_angustifolia_32908_155431.jpg (190.55 KiB) Osservato 6103 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10969
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Phillyrea angustifolia L. - Ilatro a foglie strette

Messaggioda Anja » 16 mag 2014, 01:05

Phillyrea angustifolia L.

Bari (BA), 5 m, ott 2011
Foto di Vito Buono

Phillyrea_angustifolia_32908_155427.jpg
Phillyrea_angustifolia_32908_155427.jpg (186.16 KiB) Osservato 6103 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10969
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti