Tragopogon pratensis L. - Barba di becco

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

 

Tragopogon pratensis L. - Barba di becco

Messaggioda Marinella Zepigi » 17 apr 2008, 20:28

Tragopogon pratensis L.
Sp. Pl.: 789 (1753)

Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Tragopogon pratensis L. - Vol. 3 pg. 230
Tragopogon pratensis L. subsp. pratensis - Vol. 3 pg. 230
Riferimento in "Flora Alpina", D.Aeschimann & al., 2004
Tragopogon pratensis L. subsp. pratensis - Vol. 2 pg. 646

Asteraceae

Barba di becco comune, Salsefica, Sassefrica, Baciapreti, Tragopogono, Scorzabianca, Latte d'uccello, Barba di prete. Goat's Beard

Forma Biologica: H scap - Emicriptofite scapose. Piante perennanti per mezzo di gemme poste a livello del terreno e con asse fiorale allungato, spesso privo di foglie.

Descrizione: Pianta perenne, erbacea, con linfa lattiginosa, lievemente pelosa, fusti poco ramosi, striati, arrossati, cavi, ingrossati ai nodi, radice a fittone verticale. Ha ciclo bienne: il primo anno sviluppa le foglie basali, il secondo anno lo scapo fiorale;
altezza 30÷80 cm.
Le foglie hanno lamina canalicolata e base allargata, amplessicaule, nervatura centrale prominente nella faccia inferiore, sono lineari lanceolate, gradatamente assottigliate fino all'apice acuto, il margine è intero, ondulato.
I fiori ermafroditi, tutti ligulati di colore giallo intenso, in capolini apicali, presentano involucri cilindrici di squame lanceolate che dopo la fioritura si piegano verso il basso; corolla raggiunge con l'apice della ligula circa l'apice delle squame. I fiori si chiudono entro mezzogiorno o con tempo coperto, da chiusi hanno forma conica.
I frutti sono cipsele (acheni) fusiformi, di 15-20 mm, leggermente arcuate, con superficie rugosa, sormontate da un lungo becco con pappo piumoso a barbe intrecciate ad ombrello.

Tipo corologico: Eurasiat. - Eurasiatiche in senso stretto, dall'Europa al Giappone.
Eurosiber. - Zone fredde e temperato-fredde dell'Eurasia.

Antesi: marzo÷agosto

Habitat: Comune negli incolti nei prati e nei pascoli pingui; 0÷2.100 m s.l.m.

Immagine


Note, possibili confusioni: Specie simili sono:

  • Tragopogon minor Mill. - che si distingue per la corolla raggiungente la metà delle squame, presente non oltre i 1.800 m s.l.m.
  • Tragopogon orientalis L. - che si distingue per corolla alla fioritura sporgente di 2-5 mm o più oltre l'apice delle squame.

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Eudicotiledoni
Asteridi
OrdineAsterales Link
FamigliaAsteraceae Bercht. & J.Presl
TribùTragopogoneae
GenereTragopogon L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome del genere deriva dal greco “trágos” = caprone e “pogón”= barba con riferimento alle setole del pappo, che fanno pensare alla barba di un caprone; il nome specifico indica l'habitat.
Il nome volgare “barba di becco” sembra derivi dal longobardo “bikk” = becco cioè caprone

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie commestibile officinale

La pianta ha proprietà depurative, diuretiche, espettoranti, sudorifere e astringenti.
Nella medicina popolare, la radice trova diverse applicazioni, viene impiegata come calmante per la tosse e come coadiuvante in tutte le affezioni dell'apparato respiratorio.
Le radici contengono inulina, un polisaccaride che sostituisce lo zucchero e quindi sono indicate nell'alimentazione dei diabetici.
Le foglie più tenere si possono usare per insaporire insalate, le radici e i giovani getti si possono consumare in minestra in frittata, oppure lessi.Il Tragopogon è un vero e proprio culto gastronomico in molte valli del Piemonte, dove la pianta è conosciuta con il nome di “barbabucco” e viene saltata in padella con burro e toma di montagna.
L'infuso dei petali è utilizzato per schiarire la pelle e le efelidi.
Acqua distillata dalla pianta, può essere impiegata per la pulizia a secco delle pelli.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
PIGNATTI S., 1982. Flora d'Italia, Edagricole, Bologna
AESCHIMANN D., LAUBER K., MOSER D.M., THEURILLAT J.P., 2004. Flora alpina, Zanichelli editore, Bologna
CONTI F., ABBATE G., ALESSANDRINI A., BLASI C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore
CONTI F., ABBATE G., ALESSANDRINI A., BLASI C. (a cura di), 2006. Integrazioni alla checklist della flora vascolare italiana, Museo Naturalistico Archeologico Natura vicentina di Vicenza, Quaderno n. 10.
Index Plantarum Flora Italicae - Indice dei nomi delle specie botaniche presenti in Italia


Scheda realizzata da: Marinella Zepigi

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
Allegati
Tragopogon pratensis 0.jpg
Tragopogon pratensis L.
Tragopogon pratensis 0.jpg (179.64 KiB) Osservato 4298 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15295
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

 

Re: Tragopogon pratensis L. subsp. pratensis - Barba di becco

Messaggioda Marinella Zepigi » 17 apr 2008, 20:34

Tragopogon pratensis L. subsp. pratensis
Endine Gaiano apr 2008
Foto di Marinella Zepigi
Allegati
Tragopogon pratensis subsp.pratensis 1.jpg
Tragopogon pratensis subsp.pratensis 1.jpg (156.91 KiB) Osservato 4291 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15295
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

 

Re: Tragopogon pratensis L. subsp. pratensis - Barba di becco

Messaggioda Marinella Zepigi » 17 apr 2008, 20:37

Tragopogon pratensis L. subsp. pratensis
Endine Gaiano apr 2008
Foto di Marinella Zepigi
Allegati
Tragopogon pratensis subsp.pratensis 2.jpg
Tragopogon pratensis subsp.pratensis 2.jpg (169.26 KiB) Osservato 4288 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15295
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

 

Re: Tragopogon pratensis L. subsp. pratensis - Barba di becco

Messaggioda Marinella Zepigi » 17 apr 2008, 20:39

Tragopogon pratensis L. subsp. pratensis
Endine Gaiano mar 2007
Foto di Marinella Zepigi
Allegati
Tragopogon pratensis subsp.pratensis 3.jpg
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15295
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

 

Re: Tragopogon pratensis L. subsp. pratensis - Barba di becco

Messaggioda Marinella Zepigi » 17 apr 2008, 20:41

Tragopogon pratensis L. subsp. pratensis
Endine Gaiano mar 2007
Foto di Marinella Zepigi
Allegati
Tragopogon pratensis subsp. pratensis 5.jpg
Tragopogon pratensis subsp. pratensis 5.jpg (154.07 KiB) Osservato 4277 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15295
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

 

Re: Tragopogon pratensis L. subsp. pratensis - Barba di becco

Messaggioda Marinella Zepigi » 17 apr 2008, 20:49

Tragopogon pratensis L. subsp. pratensis
Endine Gaiano mar 2007
Foto di Marinella Zepigi
Allegati
Tragopogon pratensis subsp. ptratensis 6.jpg
Tragopogon pratensis subsp. ptratensis 6.jpg (121.07 KiB) Osservato 4270 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15295
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

 

Re: Tragopogon pratensis L. subsp. pratensis - Barba di becco

Messaggioda Marinella Zepigi » 10 feb 2010, 20:48

Tragopogon pratensis L. subsp. pratensis
Este (PD), nov 2009
Foto di Lorenzo Vitalba
Allegati
Tragopogon_pratensis_1.jpg
Tragopogon pratensis L.
Tragopogon_pratensis_1.jpg (43.84 KiB) Osservato 3745 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15295
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

 

Re: Tragopogon pratensis L. subsp. pratensis - Barba di becco

Messaggioda Marinella Zepigi » 10 feb 2010, 20:49

Tragopogon pratensis L. subsp. pratensis
Endine Gaiano (BG), mar 2007
Foto di Marinella Zepigi
Allegati
Tragopogon_pratensis_2.jpg
Tragopogon pratensis L.
Tragopogon_pratensis_2.jpg (124.36 KiB) Osservato 3744 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15295
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti