Hesperocyparis glabra (Sudw.) Bartel - Cipresso d'Arizona liscio

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

Hesperocyparis glabra (Sudw.) Bartel - Cipresso d'Arizona liscio

Messaggioda dazos » 18 gen 2012, 01:51

Hesperocyparis glabra (Sudw.) Bartel
Syst. Bot. 31(3): 473 (2006)

Basionimo: Cupressus glabra Sudw. - Amer. Forest. 16: 88, fig. (1910)
Altri sinonimi: Callitropsis glabra (Sudw.) D.P. Little

Cupressaceae

Cipresso glabro, English: Smooth bark Arizona cypress
Deutsch: Glatt Zypresse
Español: Cedro blanco
Français: Cyprès lisse


Forma Biologica: P scap - Fanerofite arboree. Piante legnose con portamento arboreo.

Descrizione: Albero ad alto fusto che può raggiungere i 15 - 20 (25) m di altezza, con portamento arbustivo nei territori soggetti a frequenti incendi.
Ha chioma fitta, di forma tipicamente conica (caratteri, questi particolarmente evidenti negli esemplari molto giovani) che diviene più lassa, con portamento largamente conico o a colonna dovuto ai rami patenti, talora fastigiato-ascendenti di lunghezza diversa, che si dipartono dal tronco ben sviluppato che, seppure in esemplari molto vecchi, può raggiungere i 1,5 - 2 m di diametro. La corteccia, dapprima liscia e di colore grigio, fissurandosi si distacca in placche irregolari che arricciandosi cadono lasciando scoperta la parte più interna di colore bruno rossastro.
Dalle ramificazioni secondarie originano i ramoscelli decussati di forma circolare (quando ancora immaturi) in sezione ovvero quadrangolare (quando pienamente sviluppati), del diametro di 1 – 1,5 mm, che ospitano le foglie ridotte a squame pruinose, appressate, embricate, decussate, della lunghezza di circa 2 mm, a margine libero, scarioso, con apice acuto; in posizione abassiale è presente un sorta di pozzetto che ospita una ghiandola resinifera generalmente molto attiva che spesso caratterizza le foglie per la tipica macchia bianca. Tali macchie sono responsabili dell’aspetto glaucescente o grigio-blu, più o meno marcato, di questo Cipresso del Nuovo Mondo, nonché del caratteristico e forte odore resinoso che i ramoscelli emanano a semplice sfregamento.
H. glabra è pianta monoica con fiori sia maschili che femminili. I primi, detti coni, situati all’apice dei ramoscelli, si sviluppano in autunno e giungono a maturazione nel tardo inverno quando ha inizio la fioritura che in genere si protrae per alcuni mesi. I coni maschili hanno forma ellissoidale, oblunga, della lunghezza di circa 2 – 5 mm. Ogni cono si articola in circa 6 paia di placche polliniche, ognuna contenente un certo numero variabile di sacche polliniche (da 3 a 6).
I coni femminili, legnosi, detti galbule, sono sostenuti da un corto picciolo ed hanno forma sferica o leggermente globosa, con dimensioni che vanno da 1,5 a 2 (3) cm. Ogni cono si compone si di 6 – 8 (12) placche poligonali di colore grigio o bruno, la cui superficie è occupata da un umbone (apofisi) molto sviluppato (soprattutto quelli delle placche apicali), uncinato, lungo fino a 4 mm. In qualche caso le placche possono essere lisce o rugose. Ogni placca può ospitare fino a 20 semi.
I semi sono liberati dai coni grazie all’apertura e alla separazione delle placche mature; lunghi fino a 8 mm, sono dotati di sottili ali membranose che in un certo qual modo facilitano la disseminazione. Sono in genere di colore bruno scuro, talora più chiari per la presenza di una sottile patina cerosa.

Tipo corologico: N-Americ. - America del Nord.

Antesi: Fiorisce dalla fine dell'inverno all'inizio della primavera.

Distribuzione in Italia: Originaria del sud-ovest degli Stati Uniti d'America, H. glabra, grazie alla sua capacità di resistere a forti escursioni termiche e di svilupparsi su terreni poveri, nella fascia altitudinale che va dai 1200 a 1700 m, è oggi particolarmente apprezzata dai vivaisti di tutto il mondo e dunque largamente impiegata nell'allestimento di giardini privati e in pratiche di rimboschimento.
In Italia sono stati osservati esemplari naturalizzati in FVG e PUG e ciò testimonia la grande versatilità di quest'albero che è in grado di superare tanto i rigidi inverni montani quanto le calde stagioni estive proprie dell'area mediterranea dell'olivo.

Habitat: H. glabra è una pianta xerofila, ben adattata ai poveri terreni silicei degli ambienti subdesertici nordamericani ove la si incontra in associazione con Pinus sp. e Juniperus sp. (pino-juniperetum).
In Italia è stata per la prima volta introdotta agli inizi del XX sec. e per le sue caratteristiche di rusticità è stata impiegata nel rimboschimento e nelle opere di consolidamento dei terreni e dei versanti collinari e montani.
Non è infrequente incontrarlo dunque in tipi vegetazionali eterogenei: in associazione con caducifolie nell'Italia settentrionale o in boschi di conifere insieme a Pinus sp. o Cupressus sempervirens L. nelle regioni dell'Italia meridionale.

Immagine


Note di Sistematica: Specie indicata in passato con la combinazione Callitropsis glabra ed inclusa pertanto nel genere Callitropsis che negli ultimi anni è stato estesamente interessato da numerosi studi filogenetici (Terry & Adams, 2015) che hanno permesso di chiarire come i cipressi americani siano da assegnarsi al genere Hesperocyparis distinguendoli da Callitropsis nootkatensis specie a lungo considerata capostipite nomenclaturale dei cipressi americani (Banfi, in verbis).
Non v'è unanimità tra gli studiosi del genere Cupressus nell'assegnare a H. glabra lo status di specie a sé stante, scegliendo piuttosto di ridurla al rango minore sottospecifico di H. arizonica (Little, 1996).
La presenza di caratteri morfologici stabili in tutte le popolazioni di H. glabra unitamente a studi del pattern fitochimico delle resine, nonchè la descrizione delle galbule ed ancor più la particolare morfologia della corteccia, danno però ragione a chi sostiene di dover trattare H. glabra come entità specifica indipendente.
Un tempo incluse nel genus Cupressus, oggi i cipressi del nuovo mondo sono stati raggruppati nel genere Hesperocyparis.

Note, possibili confusioni: Hesperocyparis arizonica (Greene) Bartel
H. glabra può essere facilmente confusa con H. arizonica la quale differisce dalla prima per avere foglie di colore verde più scuro a causa della scarsa attività delle ghiandole resinifere fogliari; possiede corteccia grigio-marrone tendente al nero, solcata, rugosa, talvolta suddivisa in placche più piccole, regolari.

Hesperocyparis macrocarpa (Hartw. ex Gordon) Bartel
In Italia è presente anche H. macrocarpa che, a differenza di H. glabra, presenta corteccia rugosa, fibrosa; le foglie presentano ghiandole resinifere poco sviluppate e a affatto produttive. Le galbule, di colore grigio-bruno, hanno placche lisce con umboni appena abbozzati alla fine del ciclo di sviluppo dei coni femminili.

Tassonomia filogenetica

Pinophyta
Pinidae
OrdinePinales Dumortier
FamigliaCupressaceae
Tribù
GenereHesperocyparis Bartel & R.A. Price


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome del genere, Hesperocyparis, deriva dal greco ἑσπερίς, ''occidentale'', e da κυπάρισσος ovvero "cipresso" - Cipresso dell'Emisfero occidentale .
L'attributo specifico, ''glabra'' (lat.: nudo) fa invece espresso riferimento alla morfologia della corteccia, uno dei principali caratteri mediante il quale è possibile distiguere H. glabra dalle altre Hesperocyparis.

Curiosità: E' diffusa e molto coltivata dai vivaisti di tutta Europa a scopo ornamentale grazie alle sue capacità adattative e alla sua resistenza al noto parassita
E' utilizzato, nelle diverse varietà - ''Golden'', ''Caroline Sapphire'', ''Blue Ice'', sia come tale, lasciandola crescere liberamente , che come siepe potendo ben sopportare gli interventi cesorii.

Principali Fonti
Flora of North America
Flora Iberica - Plantas vasculares del la Peninsula Iberica e Islas Baleares
The Gymnosperm Database
Index Plantarum Flora Italicae - Indice dei nomi delle specie botaniche presenti in Italia
Terry R.G. & Adams R.P., 2015 - A molecular re-examination of phylogenetic relationships among Juniperus, Cupressus, and the
Hesperocyparis-Callitropsis-Xanthocyparis clades of Cupressaceae
. Phytologia 97(1): 67-75


Scheda realizzata da Quintino Giovanni Manni

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
Nessuno guarda a cosa c'è davanti ai suoi piedi: tutti guardano alle stelle.
Quinto Ennio
Avatar utente
dazos
 
Messaggi: 2825
Iscritto il: 01 gen 2011, 21:45

Re: Hesperocyparis glabra (Sudw.) Bartel - Cipresso d'Arizona liscio

Messaggioda dazos » 19 gen 2012, 10:59

Hesperocyparis glabra (Sudw.) Bartel
Cupressaceae: Cipresso d'Arizona liscio
Maniago (PN), 490 m, mar 2010
Foto di Adriano Bruna


***

Versante del M.te Jouf
Allegati
Callitropsis_glabra_(Sudw.)_Carrière.JPG
Callitropsis_glabra_(Sudw.)_Carrière.JPG (166.05 KiB) Osservato 3099 volte
Nessuno guarda a cosa c'è davanti ai suoi piedi: tutti guardano alle stelle.
Quinto Ennio
Avatar utente
dazos
 
Messaggi: 2825
Iscritto il: 01 gen 2011, 21:45

Re: Hesperocyparis glabra (Sudw.) Bartel - Cipresso d'Arizona liscio

Messaggioda dazos » 20 gen 2012, 00:05

Hesperocyparis glabra (Sudw.) Bartel
Cupressaceae: Cipresso d'Arizona liscio
Maniago (PN), 490 m, mar 2010
Foto di Adriano Bruna


***

Versante del M.te Jouf
Allegati
Callitropsis_glabra_(Sudw.)_Carrière.JPG
Callitropsis_glabra_(Sudw.)_Carrière.JPG (244.78 KiB) Osservato 3085 volte
Nessuno guarda a cosa c'è davanti ai suoi piedi: tutti guardano alle stelle.
Quinto Ennio
Avatar utente
dazos
 
Messaggi: 2825
Iscritto il: 01 gen 2011, 21:45

Re: Hesperocyparis glabra (Sudw.) Bartel - Cipresso d'Arizona liscio

Messaggioda dazos » 20 gen 2012, 00:13

Hesperocyparis glabra (Sudw.) Bartel
Cupressaceae: Cipresso d'Arizona liscio
Cassano Murge (BA), 450 m, lug 2011
Foto di Vito Buono
Allegati
Callitropsis_glabra_(Sudw.)_Carrière (2).jpg
Callitropsis_glabra_(Sudw.)_Carrière (2).jpg (194.65 KiB) Osservato 3084 volte
Nessuno guarda a cosa c'è davanti ai suoi piedi: tutti guardano alle stelle.
Quinto Ennio
Avatar utente
dazos
 
Messaggi: 2825
Iscritto il: 01 gen 2011, 21:45

Re: Hesperocyparis glabra (Sudw.) Bartel - Cipresso d'Arizona liscio

Messaggioda dazos » 20 gen 2012, 00:17

Hesperocyparis glabra (Sudw.) Bartel
Cupressaceae: Cipresso d'Arizona liscio
Cassano Murge (BA), 450 m, lug 2011
Foto di Vito Buono
Allegati
Callitropsis_glabra_(Sudw.)_Carrière  (2).jpg
Callitropsis_glabra_(Sudw.)_Carrière (2).jpg (196.98 KiB) Osservato 3083 volte
Nessuno guarda a cosa c'è davanti ai suoi piedi: tutti guardano alle stelle.
Quinto Ennio
Avatar utente
dazos
 
Messaggi: 2825
Iscritto il: 01 gen 2011, 21:45

Re: Hesperocyparis glabra (Sudw.) Bartel - Cipresso d'Arizona liscio

Messaggioda dazos » 20 gen 2012, 00:19

Hesperocyparis glabra (Sudw.) Bartel
Cupressaceae: Cipresso d'Arizona liscio
Salento delle Serre (LE), 80 m, gen 2012
Foto di Quintino Giovanni Manni
Allegati
Callitropsis glabra (Sudw.) Carrière (5).JPG
Callitropsis glabra (Sudw.) Carrière (5).JPG (310.63 KiB) Osservato 3083 volte
Nessuno guarda a cosa c'è davanti ai suoi piedi: tutti guardano alle stelle.
Quinto Ennio
Avatar utente
dazos
 
Messaggi: 2825
Iscritto il: 01 gen 2011, 21:45

Re: Hesperocyparis glabra (Sudw.) Bartel - Cipresso d'Arizona liscio

Messaggioda dazos » 20 gen 2012, 00:21

Hesperocyparis glabra (Sudw.) Bartel
Cupressaceae: Cipresso d'Arizona liscio
Salento delle Serre (LE), 80 m, gen 2012
Foto di Quintino Giovanni Manni
Allegati
Callitropsis glabra (Sudw.) Carrière.JPG
Callitropsis glabra (Sudw.) Carrière.JPG (87.31 KiB) Osservato 3082 volte
Nessuno guarda a cosa c'è davanti ai suoi piedi: tutti guardano alle stelle.
Quinto Ennio
Avatar utente
dazos
 
Messaggi: 2825
Iscritto il: 01 gen 2011, 21:45

Re: Hesperocyparis glabra (Sudw.) Bartel - Cipresso d'Arizona liscio

Messaggioda dazos » 20 gen 2012, 00:26

Hesperocyparis glabra (Sudw.) Bartel
Cupressaceae: Cipresso d'Arizona liscio
Salento delle Serre (LE), 80 m, gen 2012
Foto di Quintino Giovanni Manni
Allegati
Callitropsis glabra (Sudw.) Carrière (6).JPG
Callitropsis glabra (Sudw.) Carrière (6).JPG (201.11 KiB) Osservato 3082 volte
Nessuno guarda a cosa c'è davanti ai suoi piedi: tutti guardano alle stelle.
Quinto Ennio
Avatar utente
dazos
 
Messaggi: 2825
Iscritto il: 01 gen 2011, 21:45

Re: Hesperocyparis glabra (Sudw.) Bartel - Cipresso d'Arizona liscio

Messaggioda Marinella Zepigi » 19 mar 2014, 12:12

Hesperocyparis glabra (Sudw.) Bartel

Foto di Vito Buono e Quintino Giovanni Manni
Allegati
Callitropsis_glabra4_Vito_Buono_Quintino_Giovanni_Manni.jpg
Callitropsis_glabra4_Vito_Buono_Quintino_Giovanni_Manni.jpg (143.72 KiB) Osservato 1967 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15290
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti