Convallaria majalis L. - Mughetto

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

Convallaria majalis L. - Mughetto

Messaggioda Daniela Longo » 19 apr 2008, 23:17

Convallaria majalis L.
Sp. Pl.: 314 (-315) (1753)

Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Convallaria majalis L. - Vol. 3 pg. 395
Riferimento in "Flora Alpina", D.Aeschimann & al., 2004
Convallaria majalis L. - Vol. 2 pg. 1072

Asparagaceae

Mughetto, Giglio delle convalli, Mugherino, Convallaria, Giglio delle con valli

Nome tedesco: Maiglöckchen
Nome inglese: Lily of the valley
Nome francese: Muguet
Nome russo: Landysc'


Forma Biologica: G rhiz - Geofite rizomatose. Piante con un particolare fusto sotterraneo, detto rizoma, che ogni anno emette radici e fusti avventizi.

Descrizione: Pianta erbacea perenne, alta 10-30 cm con un rizoma biancastro lungamente strisciante nel terreno, in alto avvolto da guaine arrossate; fusto eretto, semplice, semicilindrico, bitagliente.
Foglie due, radicali, di forma ellettico-acuta larghe 5-6 cm e lunghe 13-15 cm, circondate da guaine membranose, amplessicauli, con apice acuto e base che si restringe molto gradualmente a cuneo e passa senza interruzione nel picciolo lievemente alato; superficie glabra, liscia, di colore verde-chiaro, con numerose nervature parallele.
Fiori in racemo 6-12 floro, unilaterale, inclinato con piccoli fiori bianchi, campanulati, profumati, penduli su peduncolo arcuato di 1 cm con brattee ialine di 4-7 mm; perigonio subgloboso-campanulato, candido, formato da 6 tepali saldati, con brevi punte libere, ripiegate all'indietro.
Frutto: bacca subsferica, pendula, rossa a maturità, contenente 3-6 semi brunastri.

Tipo corologico: Circumbor. - Zone fredde e temperato-fredde dell'Europa, Asia e Nordamerica.
Eurasiat. - Eurasiatiche in senso stretto, dall'Europa al Giappone.

Antesi: Maggio - giugno

Habitat: frequente nei luoghi boscoso-cespugliosi e sassosi, specialmente su suoli calcarei, dal livello del mare fino a 1200 metri. Preferisce i luoghi ombrosi e freschi.

Immagine


Note di Sistematica: Il genere Convallaria include numerose specie originarie di Europa e Asia; in Italia è presente solo Convallaria majalis L., diffusa anche nel resto dell'Europa, in Nord America e ed in Asia.

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Monocotiledoni
OrdineAsparagales Link
FamigliaAsparagaceae Juss.
TribùConvallarieae
GenereConvallaria L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome del genere deriva dalla vecchia denominazione latina “lilium convallium” giglio dei pendii. Il nome specifico significa in latino "di maggio" ad indicarne il periodo di fioritura.
Il nome Mughetto deriva dal francese Muguet e significa "profumato di muschio".

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie officinale tossica

Forse si tratta della pianta di cui più si è scritto riguardo alle sue proprietà medicinali.
Viene utilizzata per le proprietà medicinali di alcuni glicosidi come la convallatossina, convallamarina, convallarina e acido convallarico.
Ha proprietà cardiotoniche, diuretiche, sedative del sistema nervoso.
L' industria farmaceutica estrae dai rizomi e foglie una sostanza cardiotonica basata sul principio attivo del glucoside puro.
Lo sciroppo, l'infuso unito a sostanze sciroppose o la polvere impastata con il miele, della pianta intera raccolta in piena fioritura, in maggio-giugno, e fatta essiccare all'aria in luogo ombreggiato, vanta proprietà diuretiche, emetiche, cardiotoniche.
Per uso topico l'infuso serve per lavaggi auricolari.
Il solo rizoma essiccato e ridotto in polvere ha un effetto starnutatorio.
Ma la pianta è velenosa e va utilizzata in erboristeria sotto lo stretto controllo di un medico.
I sintomi di avvelenamento sono: nausea, vomito, diarrea, dolori addominali, vertigini, spasmi muscolari, depressione cardiocircolatoria, aritmie, fino all'infarto. Può provocare anche irritazioni locali per contatto.

Viene anche coltivato per i suoi fiori profumati ed ornamentali nei luoghi ombrosi di parchi e giardini per decorare aiuole, sottobosco, per la produzione industriale del fiore reciso o forzato in serra per la commercializzazione invernale di piante fiorite in vaso.
L'aroma di mughetto è molto usato in profumeria, anche se viene utilizzato prevalentemente quello di sintesi.

Curiosità: Un fiore così delicato e profumato, ma anche così velenoso, non poteva passare inosservato.
Molte sono le leggende che si narrano intorno a questo fiore.
I Lapponi lo dedicarono alla dea dell'aurora, Ostara e attualmente è il fiore nazionale della Finlandia.
I romani lo dedicarono a Mercurio, pensando che il suo profumo poiché il suo profumo inebriante potesse avere il potere di rinforzare il cervello e acuire la memoria.
Secondo una leggenda cristiana i primi mughetti sarebbero nati dalle lacrime della Madonna sparse ai piedi della croce, per questa ragione , con il loro colore verginale simboleggiano la purezza.
Secondo un'altra leggenda invece San Leonardo dovette combattere contro il demonio e vinse, ma durante il combattimento perse un po' di sangue che cadendo sul terreno si trasformò in bianche campanelline di mughetto.
Pur essendo un fiore che sboccia a maggio il mughetto simboleggia la primavera che annuncia la fine dell' inverno e dunque di ogni pena con il ritorno della serenità; si dice che l' usignolo a primavera a primavera aspetti le fioriture del primo mughetto per nel bosco a celebrare i suoi amori, i monaci, invece, usavano adornare l' altare con il mughetto che chiamavano scala per il paradiso per la particolare forma delle sue campanelle disposte come gradini lungo le scale.
In alcuni paesi europei è considerato un portafortuna; in Francia si festeggia la primavera portandolo all'occhiello della giacca.
Il suo fiore bianco, sempre in Francia, è sinonimo di un vero uomo che ostenta troppo la sua raffinatezza, simile all'inteso effluvio che esso emana.
Nell'animo russo il Mughetto però rappresentava tantissime cose che popolavano sia il mondo magico dei bimbi che quello degli adulti. Ai bimbi veniva raccontato che nel Mughetto abitavano gli gnomi della foresta, mentre per gli adulti i Mughetti erano nati dalle lacrime della bellissima Ljubava, la regina del fiume Volhov, innamorata tradita.
Nel linguaggio dei fiori può alludere alla verginità, all'innocenza, alla felicità che ritorna, alla buona fortuna ma anche alla civetteria.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
Pignatti - Flora d'Italia - Edagricole
Nicolini, Moreschi - Fiori di Liguria - SIAG Genova
Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di), 2005 - An annotated checklist of the Italian vascular flora - Palombi Editori
Index Plantarum Flora Italicae - Indice dei nomi delle specie botaniche presenti in Italia


Scheda di Daniela Longo

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)
Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
 
Messaggi: 9868
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57

Re: Convallaria majalis L.

Messaggioda Daniela Longo » 19 apr 2008, 23:19


Convallaria majalis L.
Trodena (BZ), 1000 m, mag 2005
Foto di Daniela Longo
Allegati
convallaria majalis4 trodena maggio 2005.jpg
convallaria majalis4 trodena maggio 2005.jpg (147.16 KiB) Osservato 8033 volte
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)
Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
 
Messaggi: 9868
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57

Re: Convallaria majalis L.

Messaggioda Daniela Longo » 19 apr 2008, 23:20


Convallaria majalis L.
Trodena (BZ), 1000 m, mag 2005
Foto di Daniela Longo
Allegati
convallaria majalis5 trodena maggio 2005.jpg
convallaria majalis5 trodena maggio 2005.jpg (140.7 KiB) Osservato 8017 volte
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)
Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
 
Messaggi: 9868
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57

Re: Convallaria majalis L.

Messaggioda Daniela Longo » 19 apr 2008, 23:21


Convallaria majalis L.
Alpe Sisa (GE), 700 m, mag 2006
Foto di Daniela Longo
Allegati
convallaria majalis6 alpesisa maggio 2006.jpg
convallaria majalis6 alpesisa maggio 2006.jpg (143.44 KiB) Osservato 8010 volte
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)
Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
 
Messaggi: 9868
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57

Re: Convallaria majalis L.

Messaggioda Daniela Longo » 19 apr 2008, 23:21


Convallaria majalis L.
Alpe Sisa (GE), 700 m, mag 2006
Foto di Daniela Longo
Allegati
convallaria majalis7 alpesisa maggio 2006.jpg
convallaria majalis7 alpesisa maggio 2006.jpg (132.93 KiB) Osservato 7999 volte
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)
Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
 
Messaggi: 9868
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57

Re: Convallaria majalis L.

Messaggioda Daniela Longo » 19 apr 2008, 23:22


Convallaria majalis L.
M. Toraggio (IM), 1200 m, giu 2005
Foto di Daniela Longo
Allegati
convallaria majalis8 toraggio giugno 2005.jpg
convallaria majalis8 toraggio giugno 2005.jpg (127.44 KiB) Osservato 7980 volte
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)
Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
 
Messaggi: 9868
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57

Re: Convallaria majalis L. - Mughetto

Messaggioda Anja » 25 gen 2011, 20:20

Convallaria majalis L.

Cameri (NO), 132 m, mag 2011
Foto di Pancrazio Campagna

Convallaria_majalis_29756_140194.jpg
Convallaria_majalis_29756_140194.jpg (104.38 KiB) Osservato 4010 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10971
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Convallaria majalis L. - Mughetto

Messaggioda Anja » 05 nov 2016, 18:00

Convallaria majalis L.

Cernusco Lombardone (LC), 170 m, ago 2014
Foto di Emma Silviana Mauri

Convallaria_majalis_frutti%20(1).jpg
Convallaria_majalis_frutti%20(1).jpg (144.95 KiB) Osservato 1218 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10971
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Convallaria majalis L. - Mughetto

Messaggioda Anja » 05 nov 2016, 18:01

Convallaria majalis L.

Cernusco Lombardone (LC), 170 m, ago 2014
Foto di Emma Silviana Mauri

Convallaria_majalis_frutto_semi.jpg
Convallaria_majalis_frutto_semi.jpg (129.48 KiB) Osservato 1218 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10971
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti