Levisticum officinale W.D.J. Koch - Levistico

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

Levisticum officinale W.D.J. Koch - Levistico

Messaggioda gio_bucco » 30 apr 2012, 16:03

Levisticum officinale W.D.J. Koch
Nova Acta Phys.-Med. Acad. Caes. Leop.-Carol. Nat. Cur. 12(1): 101, f. 41 (1824)

Sinonimi: Hipposelinum levisticum (L.) Britton & Rose, Levisticum levisticum (L.) H. Karst., Ligusticum levisticum L., Selinum levisticum (L.) E.H.L. Krause
Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Levisticum officinale Koch - Vol. 2 pg. 228
Riferimento in "Flora Alpina", D.Aeschimann & al., 2004
Levisticum officinale W.D.J. Koch - Vol. 1 pg. 1130

Apiaceae

Levistico, Sedano di montagna, Appio montano

Forma Biologica: H scap - Emicriptofite scapose. Piante perennanti per mezzo di gemme poste a livello del terreno e con asse fiorale allungato, spesso privo di foglie.

Descrizione: Pianta erbacea perenne con fusto eretto cavo (tubuloso), striato, glabro, alto fino a 2 metri, con odore di sedano, caratterizzata da un grosso rizoma e radici che contengono un succo giallastro.
Foglie: quelle basali lunghe da 30 a 70 cm, glabre con lungo picciolo, 2-3 pennatosette divise in segmenti obovato-romboidali profondamente dentati nella metà apicale; quelle superiori sono sessili con una lunga guaina amplessicaule.
Fiori: ermafroditi, riuniti in numerose ombrelle con 12-20 raggi, a 5 petali giallo-verdastri di 1-2 mm; brattee e bratteole lanceolate ripiegate verso il basso.
Frutti: due acheni ellittici di 5-7 mm muniti di costole laterali, a maturità diventano aromatici.

Tipo corologico: SW-Asiat. - Asia occidentale e meridionale

Antesi: da luglio ad agosto

Distribuzione in Italia: Esotica naturalizzata (casuale) in alcune regioni.

Habitat: Orti e coltivi umidi dove può spontaneizzarsi dai 500 m ai 1800 m s.l.m.

Immagine


Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Eudicotiledoni
Asteridi
OrdineApiales Nakai
FamigliaApiaceae Lindl.
Tribù
GenereLevisticum Hill


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome Levistico si pensa che derivi dal termine latino “levare”, nel significato di liberare, alleviare, in quanto fin dall'antichità erano attribuite, a questa pianta, proprietà di togliere o alleviare un’infinità di piccoli mali.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie commestibile officinale

Costituenti principali: essenza a base di terpineolo, cumarine, beta-sitosterolo, acido angelico.
Si utilizza la radice (con polpa bianca e aromatica) che manifesta attività diuretica, in particolare determina una diuresi con eliminazione di acqua e non di sali minerali. L’azione sarebbe dovuta all’olio essenziale: occorre pero ricordare, che si può manifestare una azione irritante sul parenchima renale. La pianta viene utilizzata anche per trattare rigonfiamenti di tipo edematoso come ad esempio l’edema dei piedi, la renella e la ritenzione idrica. Risulta ovvio che il suo utilizzo è contro indicato in presenza di edemi da ridotta funzionalità renale o cardiaca (Estratto Commissione E, 1990). Rientra nella formulazione di numerose miscele diuretiche officinali.
La droga (radice, foglie e frutti) presenta anche proprietà carminative ed aperitive. Viene utilizzata, infatti, nella fabbricazione industriale dei liquori. La medicina popolare usa la radice di Levisticum officinale anche come sudorifica, antispasmodica, emmenagoga e come tonico nervoso (Campanini, 2008).

Curiosità: Sembra che il levistico sia stato introdotto in Europa dai monaci Benedettini e che fosse apprezzato alla corte di Carlo Magno, è una delle 73 erbe de “Il Capitulare de villis” emesso nel 795 circa.
In cucina vengono utilizzate le foglie fresche e i getti giovani per insaporire insalate e frittate (odore di sedano), minestre, formaggi morbidi, pesci bolliti o alla griglia, nella preparazione di dadi per brodo, come succedaneo del pepe (radice grattugiata) e aggiunto ai digestivi (Luzzi, 1992). In alcuni paesi, le radici fresche raccolte in autunno da piante di 3 anni sono cotte e tagliate a fette e poi consumate in insalata o pinzimonio (Valnet, 1976).

Attenzione: Avvertenze: se la radice, le foglie e i frutti trovano una applicazione come “Sostanze e preparati vegetali ammessi”, il latice di questa pianta rientra nella lista del Ministero della Salute “Estratti vegetali non ammessi negli integratori alimentari”

Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.

______________________________________________________________________________

Principali Fonti
Boni U., Patri G., 1997 – Scoprire riconoscere e usare Le Erbe. GulliverFabbri editore, Milano.
Campanini E., 2008 - Dizionario di fisioterapia e piante medicinali. Tecniche Nuove, Milano.
Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C., (Eds.) 2005 – An annotated checklist of Italian vascular flora. Palombi Editori, Roma.
Luzzi P., 1992 – Guida alle piante medicinali del Giardino dei semplici di Firenze. Orto Botanico di Firenze.
Pignatti S., 1982 - Flora d'Italia. Edagricole, Bologna.
Valnet J., 1976 – Fitoterapia, cura delle malattie con le piante. Giunti, Firenze.
Index Plantarum Flora Italicae - Indice dei nomi delle specie botaniche presenti in Italia


Scheda realizzata da Rachele Frieri & Giovanni Buccomino (aprile 2012)

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
gio_bucco
Moderatore
 
Messaggi: 48
Iscritto il: 07 giu 2010, 12:55

Re: Levisticum officinale W.D.J. Koch

Messaggioda Marinella Zepigi » 11 mag 2012, 10:44

Levisticum officinale W.D.J Koch
Autore Franz Eugen Köhler,1897, Köhler's Medizinal-Pflanzen
Fonte: List of Koehler Images
Questa immagine è nel pubblico dominio perché il relativo copyright è scaduto.
Allegati
Levisticum_officinale.jpg
Levisticum_officinale.jpg (117.42 KiB) Osservato 2642 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15292
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

 

Re: Levisticum officinale W.D.J. Koch - Levistico

Messaggioda Anja » 30 ago 2012, 23:13

Levisticum officinale W.D.J. Koch

Åbo, Finlandia (EE), lug 2012
Foto di Arja Palm

esemplare coltivato
levisticum_officinale.jpg
levisticum_officinale.jpg (178.85 KiB) Osservato 2222 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10935
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

 

Re: Levisticum officinale W.D.J. Koch - Levistico

Messaggioda Anja » 30 ago 2012, 23:15

Levisticum officinale W.D.J. Koch

Åbo, Finlandia (EE), lug 2012
Foto di Arja Palm

Esemplare coltivato
levisticum_officinale1.jpg
levisticum_officinale1.jpg (197.41 KiB) Osservato 2222 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10935
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

 

Re: Levisticum officinale W.D.J. Koch - Levistico

Messaggioda Anja » 30 ago 2012, 23:16

Levisticum officinale W.D.J. Koch

Åbo, Finlandia (EE), lug 2012
Foto di Arja Palm

esemplare coltivato
levisticum_officinale2.jpg
levisticum_officinale2.jpg (191.97 KiB) Osservato 2222 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10935
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

 

Re: Levisticum officinale W.D.J. Koch - Levistico

Messaggioda Anja » 30 ago 2012, 23:18

Levisticum officinale W.D.J. Koch

Firenze (FI), lug 2012
Foto di Anja Michelucci

levisticum_officinale4.jpg
levisticum_officinale4.jpg (185.23 KiB) Osservato 2222 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10935
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: ROMANO ANTONELLI e 1 ospite