Clematis recta L. - Clematide eretta

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

Clematis recta L. - Clematide eretta

Messaggioda gio_bucco » 14 mag 2012, 16:08

Clematis recta L.
Sp. Pl.: 544 (1753)

Sinonimi: Clematis erecta All.
Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Clematis recta L. - Vol. 1 pg. 299
Riferimento in "Flora Alpina", D.Aeschimann & al., 2004
Clematis recta L. - Vol. 1 pg. 152

Ranunculaceae

Clematide eretta

Forma Biologica: H scap - Emicriptofite scapose. Piante perennanti per mezzo di gemme poste a livello del terreno e con asse fiorale allungato, spesso privo di foglie.

Descrizione: Pianta erbacea perenne, con fusti cilindrici, eretti o ascendenti alti da 50 a 150 cm, leggermente pubescenti, alla base un rizoma nodoso.
Foglie basali semplici ed ovate, superiori opposte, glauche (soprattutto al di sotto), glabre, divise in 5-7 segmenti pennati, triangolari e ovati (3-4 x 6-9 cm) a margine intero.
Fiori ermafroditi su peduncoli di 2-3 cm, calice corollino attinomorfo con 4 sepali bianco-latteo, persistenti e di aspetto petaloide, lanceolati di 3,5 x 10 mm, acuti e trinervi, riuniti in un racemo corimbiforme (i veri petali sono assenti), leggermente profumati di vaniglia. Numerosi stami glabri o al massimo debolmente pubescenti all'altezza delle antere. Gineceo con molti carpelli monospermi.
Frutto poliachenio, ognuno ha un aspetto fusiforme con stilo piumoso lungo e persistente, disseminazione anemocora.
Impollinazione: entomogama
Numero cromosomico: 2n=16

Tipo corologico: Eurosiber. - Zone fredde e temperato-fredde dell'Eurasia.

Antesi: Maggio - Luglio

Habitat: cespuglieti e boschi meso-termofili, querceti e ostrieti termofili sub-mediterranei. Predilige una moderata aridità del substrato, anche se può essere presente in ambienti a umidità più elevata. Vegeta su terreni a pH basico, prevalentemente calcarei dal livello del mare fino a 800 m di altitudine.

Immagine


Note di Sistematica: Il genere Clematis comprende circa 200 specie, distribuite nell’emisfero boreale ed australe (solo 8 sono spontanee in Italia). Questa specie fa parte del genere Euclematis, caratterizzata dal non avere petali, mentre il calice si compone di 4-8 sepali bianchi o violacei che assumono una funzione vessillare.

Note, possibili confusioni: individui sterili si distinguono difficilmente da forme latifoglie di Clematis flammula L., frequenti come ecotipi nemorali.

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Eudicotiledoni
OrdineRanunculales Juss. ex Bercht. & J.Presl
FamigliaRanunculaceae Juss.
TribùClematideae
GenereClematis L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: il nome del genere Clematis deriva dalla radice greca Klema (tralcio di vite, pianta volubile, legno flessibile), quello della specie è derivato dal suo portamento eretto.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie officinale tossica

Principi attivi: anemonina, protoanemonina, saponine triterpenoidi.

Si utilizzano, per uso esterno, le foglie raccolte in settembre che hanno un sapore acre e brucia, ma questo si può ridurre con l’essiccazione e il calore. Ha proprietà diaforetiche (abbassa la febbre), diuretica e rubefacenti (richiama il sangue in superficie facendo abbassare la pressione), utilizzata anche nel trattamento di reumatismi ed eruzioni cutanee. Un rimedio omeopatico è costituito dalla pianta.

Specie officinale tossica/velenosa, contiene ranunculina (un glucoside lattone). In alcune persone sensibili, il semplice contatto irrita gli occhi e la pelle, fino a produrre arrossamenti e vescicole.

Curiosità: in floricoltura viene prodotta una varietà “Purpurea” con fogliame rossastro.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
Ballelli S., Bellomaria B., 2005 - La flora officinale della Marche. L’uomo e l’ambiente, Camerino.
Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di), 2005. An annotated Checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore.
Pignatti S., 1982. Flora d'Italia, Edagricole, Bologna.
Index Plantarum Flora Italicae - Indice dei nomi delle specie botaniche presenti in Italia


Scheda realizzata da Fabiana Massarone & Giovanni Buccomino (maggio 2012)

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
gio_bucco
Moderatore
 
Messaggi: 48
Iscritto il: 07 giu 2010, 12:55

Re: Clematis recta L.

Messaggioda Marinella Zepigi » 16 mag 2012, 08:34

Clematis recta L.
Ranunculaceae: Clematide eretta
Passo Pura (UD), 1600 m, lug 2009
Foto di Aldo De Bastiani
Allegati
Clematis_recta_1.jpg
Clematis_recta_1.jpg (134.45 KiB) Osservato 3648 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15279
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Clematis recta L.

Messaggioda Marinella Zepigi » 16 mag 2012, 08:35

Clematis recta L.
Ranunculaceae: Clematide eretta
Torbiera di Lazzacco (UD), giu 2008
Foto di Gianni Dose
Allegati
Clematis_recta_2.jpg
Clematis_recta_2.jpg (179.14 KiB) Osservato 3648 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15279
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Clematis recta L.

Messaggioda Marinella Zepigi » 16 mag 2012, 08:35

Clematis recta L.
Ranunculaceae: Clematide eretta
Torbiera di Lazzacco (UD), giu 2008
Foto di Gianni Dose
Allegati
Clematis_recta_3.jpg
Clematis_recta_3.jpg (128.24 KiB) Osservato 3648 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15279
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Clematis recta L.

Messaggioda Marinella Zepigi » 16 mag 2012, 08:36

Clematis recta L.
Ranunculaceae: Clematide eretta
Passo Pura (UD), 1600 m, lug 2009
Foto di Aldo De Bastiani
Allegati
Clematis_recta_4.jpg
Clematis_recta_4.jpg (139.24 KiB) Osservato 3647 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15279
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Clematis recta L.

Messaggioda Marinella Zepigi » 16 mag 2012, 08:38

Clematis recta L.
Ranunculaceae: Clematide eretta
Torbiera di Lazzacco (UD), giu 2008
Foto di Graziano Propetto
Allegati
Clematis_recta_5.jpg
Clematis_recta_5.jpg (185.04 KiB) Osservato 3647 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15279
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Clematis recta L.

Messaggioda Marinella Zepigi » 16 mag 2012, 08:40

Clematis recta L.
Ranunculaceae: Clematide eretta
Gegheni-Vallarsa (TN), 1200 m, ago 2009
Foto di Lorenzo Vitalba
Allegati
Clematis_recta_6.jpg
Clematis_recta_6.jpg (76.11 KiB) Osservato 3647 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15279
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Clematis recta L.

Messaggioda Marinella Zepigi » 16 mag 2012, 08:41

Clematis recta L.
Ranunculaceae: Clematide eretta
Torbiera di Lazzacco (UD), giu 2008
Foto di Gianni Dose
Allegati
Clematis_recta_7.jpg
Clematis_recta_7.jpg (159.31 KiB) Osservato 3647 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15279
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti