Satureja hortensis L. - Santoreggia domestica

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

Satureja hortensis L. - Santoreggia domestica

Messaggioda gio_bucco » 20 mag 2012, 07:45

Satureja hortensis L.
Sp. Pl.: 568 (1753)

Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Satureja hortensis L. - Vol. 2 pg. 478
Riferimento in "Flora Alpina", D.Aeschimann & al., 2004
Satureja hortensis L. - Vol. 2 pg. 138

Lamiaceae

Santoreggia domestica, Savoreggia, Erba cerea

Forma Biologica: T scap - Terofite scapose. Piante annue con asse fiorale allungato, spesso privo di foglie.

Descrizione: Pianta erbacea annuale con forte odore aromatico, con fusti eretti di 10-30 cm, ampiamente ramificati alla base tanto da formare piccoli cespugli con numerosi rami (sottili, a sezione quadrangolare), pubescenti e di colore spesso rossastro. Radice esile.
Foglie opposte, molli, intere, lanceolato-lineari (2-4 x 10-25 mm), alla base si restringono gradualmente in un picciolo molto corto; sono rivestite, specie nella pagina inferiore, da una tomentosità fitta e ispida, con ghiandole che danno alla superficie un aspetto punteggiato.
Fiori ermafroditi, riuniti in gruppi di due-sei portati da peduncoli corti in verticillastri all'ascella delle foglie superiori; calice bilabiato (zigomorfo), gamosepalo, con tubo più lungo del diametro e con 10 (13) nervi, termina in cinque denti più o meno uguali; corolla zigomorfa, di colore bianco o bianco-rosato, tubulosa, sporge appena dal calice e si divide all'apice in due labbra ben sviluppate: quella superiore con due petali quasi completamente fusi diritti all’insù, l'inferiore con tre pezzi corollini, il lobo mediano più grande dei laterali. Quattro stami fertili, stilo bifido.
Frutto composto da quattro nucule ovoidali di colore bruno (tetrachenio), ben evidenti nel fondo del calice, con la superficie punteggiata da minuscole granulosità.

Tipo corologico: Euri-Medit. - Entità con areale centrato sulle coste mediterranee, ma con prolungamenti verso nord e verso est (area della Vite).
W-Asiatica - Asia occidentale.

Antesi: Giugno - Settembre.

Distribuzione in Italia: Archeofita spontaneizzata in buona parte delle regioni centro-settentrionali.

Habitat: Coltivata, cresce spontanea in terreni calcarei asciutti, su pendii rocciosi, lungo le strade sino a 1300 m d'altitudine.

Immagine


Note di Sistematica: Recentemente ci sono stati numerosi aggiornamenti nomenclaturali tra i generi Satureia, Clinopodium, Micromeria e Calamintha.

Note, possibili confusioni: Satureja hortensis si può confondere con S. montana, quest’ultima è perenne (legnosa alla base) ed ha il tubo corollino più lungo del calice.

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Eudicotiledoni
Asteridi
OrdineLamiales Bromhead
FamigliaLamiaceae Martinov
TribùSaturejeae
GenereSatureja L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Etimologia incerta: forse da "séro, sátum" io semino, seminato, o dal greco "sátyros" satiro (in riferimento alle sue proprietà afrodisiache che le venivano attribuite) o ancora dall'arabo "s'átar" nome di molte piante. Il nome specifico deriva dal fatto che fu presto considerata un'erba da orto e da giardino e coltivata già dal IX sec. in Italia.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie commestibile officinale

Principi attivi: olio essenziale (sino all'1,5%) ricco di carvacrolo, timolo, linalolo, carvone, borneolo; sostanze fenoliche, resine, tannini, mucillagine.

si usano le foglie fresche o essiccate, le cime fiorite essiccate. Azione antisettica, espettorante, carminativa, stomachica, stimolante, vermifuga, diuretica. Usata contro i disturbi gastrici, come stimolante dell'appetito e digestivo. Ha una benefica azione antielmintica e può essere usata come colluttorio antisettico.
L'olio è usato in commercio come insaporente.
Uso esterno: bagni e pediluvi a base di santoreggia tolgono la stanchezza, purificano e deodorano, viene usata come cicatrizzante e nella pratica domestica per favorire la regressione di piccole ulcere della bocca e della gola. L’infuso o la tintura diluita frizionati sul cuoio capelluto migliora le condizioni del bulbo pilifero.
Uso interno: per aiutare la digestione, in infuso al 3-5%: due o tre tazze al dì o alcune gocce (mezzo cucchiaino) di tintura alcolica. Vino macerato al 4-5%: due o tre bicchierini.
Uso alimentare: le foglie essiccate si usano come condimento, si armonizza bene con le carni alla griglia, cereali, legumi, insaccati, salse e formaggi.
Viene anche usata in liquoreria e profumeria.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
AA.VV., 1980 - Enciclopedia delle erbe. Istituto Georafico De Agostini, Novara.
Boni U., Patri G., 1997 – Scoprire riconoscere e usare Le Erbe. GulliverFabbri editore, Milano.
Bruni A., 1999 - Farmacognosia generale e applicata. Piccin Nuova Libraria S.p.A, Padova.
Pignatti S., 1982. Flora d'Italia, Edagricole, Bologna.


Scheda realizzata da Chiara Fedele & Giovanni Buccomino (maggio 2012)

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
gio_bucco
Moderatore
 
Messaggi: 48
Iscritto il: 07 giu 2010, 12:55

 

Re: Satureja hortensis L. - Santoreggia domestica

Messaggioda Marinella Zepigi » 22 mag 2012, 08:50

Satureja hortensis L.
Lamiaceae: Santoreggia domestica
S.Damiano-S.Giorgio (PC), 140 m, set 2007
Foto di Enrico Romani
Allegati
Satureja_hortensis_1.jpg
Satureja_hortensis_1.jpg (169.36 KiB) Osservato 3050 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15355
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

 

Re: Satureja hortensis L. - Santoreggia domestica

Messaggioda Marinella Zepigi » 22 mag 2012, 08:50

Satureja hortensis L.
Lamiaceae: Santoreggia domestica
S.Damiano-S.Giorgio (PC), 140 m, set 2007
Foto di Enrico Romani
Allegati
Satureja_hortensis_2.jpg
Satureja_hortensis_2.jpg (66.6 KiB) Osservato 3050 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15355
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

 

Re: Satureja hortensis L. - Santoreggia domestica

Messaggioda Marinella Zepigi » 22 mag 2012, 08:51

Satureja hortensis L.
Lamiaceae: Santoreggia domestica
S.Damiano-S.Giorgio (PC), 140 m, set 2007
Foto di Enrico Romani
Allegati
Satureja_hortensis_3.jpg
Satureja_hortensis_3.jpg (73.4 KiB) Osservato 3050 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15355
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

 

Re: Satureja hortensis L. - Santoreggia domestica

Messaggioda Anja » 29 apr 2014, 01:24

Satureja hortensis L.

S. Damiano - S. Giorgio (PC), 140 m, set 2007
Foto di Enrico Romani

Satureja_hortensis_6a4e6da7.jpg
Satureja_hortensis_6a4e6da7.jpg (149.25 KiB) Osservato 1828 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 11012
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

 

Re: Satureja hortensis L. - Santoreggia domestica

Messaggioda Anja » 29 apr 2014, 01:25

Satureja hortensis L.

Cesena (FC), 20 m, set 2013
Foto di Giorgio Faggi

Satureja_hortensis_55262_254041.jpg
Satureja_hortensis_55262_254041.jpg (180.39 KiB) Osservato 1828 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 11012
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

 

Re: Satureja hortensis L. - Santoreggia domestica

Messaggioda Anja » 29 apr 2014, 01:27

Satureja hortensis L.

Foto di Giorgio Faggi

Satureja-hortensis2_Giorgio_Faggi.jpg
Satureja-hortensis2_Giorgio_Faggi.jpg (99.6 KiB) Osservato 1828 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 11012
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Anja e 5 ospiti