Stipa eriocaulis Borbás - Lino delle fate

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

Stipa eriocaulis Borbás - Lino delle fate

Messaggioda Silvano Radivo » 09 giu 2012, 18:22

Stipa eriocaulis Borbás
Oesterr. Bot. Z. 33: 401 (1883)

Sinonimi: Stipa pennata subsp. eriocaulis (Borbás) Martinovský & Skalický
Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Stipa pennata subsp. eriocaulis (Borbás) Martinovsky et Skalicky - Vol. 3 pg. 593

Poaceae

Lino delle fate

Forma Biologica: H caesp - Emicriptofite cespitose. Piante perennanti per mezzo di gemme poste a livello del terreno e con aspetto di ciuffi serrati.

Descrizione: Pianta perenne densamente cespitosa, con culmi eretti, subglabri o villosi sotto i nodi alla base dell'infiorescenza, alti 30-60(80) cm, rigidi, spesso incurvati in alto, avvolti alla base da fibre biancastre.
Foglie rigide glauche, glabre e lisce, con lamina conduplicata a sezione tonda scanalata (diam. 0,5-0,7 mm) e ligula in genere lungamente ciliata; in sezione microscopica trasversale mostrano nella pagina superiore 2-3 costole interne per lato, quasi quadrate, pelose soltanto sui lati; foglie superiori con lamina piana e larga 2-3 mm.
Pannocchia stretta poco ramosa, pauciflora, lungamente sormontata dalle reste dei lemmi (lun. 20-30 cm), ritorte e glabre fino al ginocchio (colonna, circa 1/4-1/3 della lungh. totale), poi (seta) flessuose e ricurve, piumose (con peli lunghi 4-6 mm), color bianco niveo; spighette verdi-giallastre uniflore, con glume subeguali glabre lunghe 4-5 cm, lineari-lanceolate a lunga cuspide; lemma, a maturità strettamente avvolgente la cariosside, lungo da 13 a 20 mm, provvisto di 7 linee di peli (1 dorsale mediana, 2 subdorsali, 2 laterali, 2 marginali), con la linea dorsale nulla od appena accennata e comunque più breve delle linee subdorsali.
Frutto a cariosside fusiforme.

Tipo corologico: Euri-Medit. - Entità con areale centrato sulle coste mediterranee, ma con prolungamenti verso nord e verso est (area della Vite).
Subatl. - Europa occidentale e anche piu' ad oriente nelle zone a clima suboceanico.

Antesi: Maggio-giugno.

Habitat: Prati aridi steppici, pendii erbosi assolati e sassosi, preferibilmente su substrati carbonatici o (subordinatamente) serpentinosi. Da 0 a 800(1200) m.

Immagine


Note di Sistematica: Genere piuttosto complesso, che richiede di regola accurate analisi di alcuni caratteri morfologici, anche tramite osservazioni microscopiche (pelosità del culmo, linee di peli sul lemma e sezioni fogliari).
Stipa pennata L. è stata descritta come gruppo polimorfo costituito da numerose specie; in seguito S. pennata L. s.s. emend. Steven è stata sinonimizzata con S. eriocaulis Borbás, a sua volta suddivisa in sottospecie da (Beck) Martinovský & Skalicky ed infine accuratamente e lungamente studiata da Moraldo et al., che hanno scoperto e classificato ulteriori taxa e subspecie.
Ricordiamo, oltre alla subsp. nominale, con culmo subglabro sotto i nodi o villoso per peli non >0,3 mm:

S. eriocaulis subsp. austriaca (Beck) Moraldo & Ricceri, con culmo villoso sotto i nodi per peli di 0,3-0,6 mm, ligule dei getti sterili provviste di ciglia di 0,4-1 mm, costole non cigliate sul dorso, lemma lun. 13-18 mm con linea dorsale più breve delle subdorsali (o subnulla), senza appendici alla base della resta e con linee marginali raggiungenti l'apice del lemma stesso.

S. eriocaulis subsp. dvorakyi (Martinovský & Moraldo) Moraldo & Ricceri

Note, possibili confusioni: Per notevole similitudine nell'aspetto generale e soprattutto nella pannocchia, merita menzionare:
Stipa austroitalica Martinovský (con fitta pelosità all'interno della lamina fogliare, sia sui lati che sulle coste), con le subsp. frentana Moraldo & Ricceri (terreni gessosi), appendiculata (Čelak.) Moraldo e theresiae Martinovský & Moraldo (di dimensioni ridotte), oltre alla subsp. nominale.

Stipa dasyvaginata subsp. apenninicola Martinovský & Moraldo

Stipa epilosa Martinovský, con subsp. nominale e montana Moraldo

Stipa pulcherrima Koch, alta da 70 fino a 120 cm.

Stipa pennata L. subsp. pennata, con linee marginali interrotte sotto l'apice del lemma, dotato di brevi appendici alla base della resta e lungo 17-20 mm.

Infine alcune specie recentemente identificate, endemiche:
Stipa veneta Moraldo, tipica del litorale di Iesolo (VE) e Lignano (UD);
Stipa sicula Moraldo, Caputo, La Valva & Ricciardi, endemica delle Madonie;
Stipa etrusca Moraldo, endemica dei serpentini della Toscana, alto Lazio ed Emilia;
Stipa oligotricha Moraldo subsp. oligotricha (tipica di PUG e BAS) e subsp. kiemii (Martinovský) Moraldo, endemica delle rupi calcaree della Puglia.

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Monocotiledoni
Commelinidi
OrdinePoales Small
FamigliaPoaceae Barnhart
TribùStipeae
GenereStipa L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Stipa: assonante con il greco "stypé" = massa di fibre soffici;
eriocaulis: dal greco "érion" = lana e "kaulós" = gambo: dal gambo lanoso.

Curiosità: Pur trattandosi di una poacea, famiglia di piante solitamente trascurata dalla maggioranza delle persone, questa specie, molto appariscente in primavera-estate per l'eleganza del portamento e, soprattutto, per la delicata bellezza dei pennacchi, spesso ondeggianti al vento (si pensi al poetico nome comune "lino delle fate"), viene fin troppo notata ed anche indisciplinatamente raccolta o addirittura divelta per farne decorazioni di fiori e piante secche. Per tale ragione, specialmente laddove queste piante rappresentano endemismi, ne è stata disposta in alcune regioni, attraverso apposita normativa (liste rosse), la protezione; sarebbe auspicabile che in tutte le regioni italiane e per l'intero genere botanico si introducessero idonei analoghi provvedimenti legislativi.

Principali Fonti
PIGNATTI S., 1982. Flora d'Italia, Edagricole, Bologna
CONTI F., ABBATE G., ALESSANDRINI A., BLASI C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore
MAINARDIS G., 2005. Flora del Parco delle Prealpi giulie, Regione autonoma Friuli Venezia Giulia
ZENARI S., 1956. Flora escursionistica, Zannoni Editore, Padova
MORALDO B., 1986. Il genere Stipa L. in Italia. Webbia, 40(2): 203-278
MORALDO B., & RICCERI C., 2003. Alcune novità tassonomico-nomenclaturali sul genere Stipa L. (Poaceae) in Italia. Webbia, 58(1): 103-111
Index Plantarum Flora Italicae - Indice dei nomi delle specie botaniche presenti in Italia
The International Plant Names Index (IPNI)


Scheda realizzata da Silvano Radivo

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
Avatar utente
Silvano Radivo
Moderatore
 
Messaggi: 3458
Iscritto il: 27 nov 2007, 20:24
Località: Udine

Re: Stipa eriocaulis Borbás - Lino delle fate

Messaggioda Silvano Radivo » 09 giu 2012, 18:37

S. eriocaulis subsp. austriaca (Beck) Moraldo & Ricceri
Poaceae: Lino delle fate
Vivaro (PN), 200 m, mag 2012
Foto di Silvano Radivo


cespo di culmi
Allegati
1Stipa_erioc.jpg
1Stipa_erioc.jpg (197.59 KiB) Osservato 3059 volte
Avatar utente
Silvano Radivo
Moderatore
 
Messaggi: 3458
Iscritto il: 27 nov 2007, 20:24
Località: Udine

Re: Stipa eriocaulis Borbás - Lino delle fate

Messaggioda Silvano Radivo » 09 giu 2012, 18:39

S. eriocaulis subsp. austriaca (Beck) Moraldo & Ricceri
Poaceae: Lino delle fate
Vivaro (PN), 200 m, mag 2012
Foto di Silvano Radivo


piante in habitat
Allegati
2Stipa_erioc.jpg
2Stipa_erioc.jpg (174.01 KiB) Osservato 3059 volte
Avatar utente
Silvano Radivo
Moderatore
 
Messaggi: 3458
Iscritto il: 27 nov 2007, 20:24
Località: Udine

Re: Stipa eriocaulis Borbás - Lino delle fate

Messaggioda Silvano Radivo » 09 giu 2012, 18:41

S. eriocaulis subsp. austriaca (Beck) Moraldo & Ricceri
Poaceae: Lino delle fate
Vivaro (PN), 200 m, mag 2012
Foto di Silvano Radivo


piante in habitat
Allegati
3aStipa_erioc.jpg
3aStipa_erioc.jpg (181.06 KiB) Osservato 3059 volte
Avatar utente
Silvano Radivo
Moderatore
 
Messaggi: 3458
Iscritto il: 27 nov 2007, 20:24
Località: Udine

Re: Stipa eriocaulis Borbás - Lino delle fate

Messaggioda Silvano Radivo » 09 giu 2012, 18:43

S. eriocaulis subsp. austriaca (Beck) Moraldo & Ricceri
Poaceae: Lino delle fate
Vivaro (PN), 200 m, mag 2012
Foto di Silvano Radivo


reste piumose dei lemmi
Allegati
3Stipa_erioc.jpg
3Stipa_erioc.jpg (198.21 KiB) Osservato 3059 volte
Avatar utente
Silvano Radivo
Moderatore
 
Messaggi: 3458
Iscritto il: 27 nov 2007, 20:24
Località: Udine

Re: Stipa eriocaulis Borbás - Lino delle fate

Messaggioda Silvano Radivo » 09 giu 2012, 18:44

S. eriocaulis subsp. austriaca (Beck) Moraldo & Ricceri
Poaceae: Lino delle fate
Vivaro (PN), 200 m, mag 2012
Foto di Silvano Radivo
Allegati
4Stipa_erioc.jpg
4Stipa_erioc.jpg (198.31 KiB) Osservato 3059 volte
Avatar utente
Silvano Radivo
Moderatore
 
Messaggi: 3458
Iscritto il: 27 nov 2007, 20:24
Località: Udine

Re: Stipa eriocaulis Borbás - Lino delle fate

Messaggioda Silvano Radivo » 09 giu 2012, 18:46

S. eriocaulis subsp. austriaca (Beck) Moraldo & Ricceri
Poaceae: Lino delle fate
Vivaro (PN), 200 m, mag 2012
Foto di Silvano Radivo


base dei culmi avvolta da fibre biancastre
Allegati
5Stipa_erioc.jpg
5Stipa_erioc.jpg (143.57 KiB) Osservato 3059 volte
Avatar utente
Silvano Radivo
Moderatore
 
Messaggi: 3458
Iscritto il: 27 nov 2007, 20:24
Località: Udine

Re: Stipa eriocaulis Borbás - Lino delle fate

Messaggioda Silvano Radivo » 09 giu 2012, 18:48

S. eriocaulis subsp. austriaca (Beck) Moraldo & Ricceri
Poaceae: Lino delle fate
Vivaro (PN), 200 m, mag 2012
Foto di Silvano Radivo


pannocchia pauciflora
Allegati
6Stipa_erioc.jpg
6Stipa_erioc.jpg (105.47 KiB) Osservato 3059 volte
Avatar utente
Silvano Radivo
Moderatore
 
Messaggi: 3458
Iscritto il: 27 nov 2007, 20:24
Località: Udine

Re: Stipa eriocaulis Borbás - Lino delle fate

Messaggioda Silvano Radivo » 09 giu 2012, 18:50

S. eriocaulis subsp. austriaca (Beck) Moraldo & Ricceri
Poaceae: Lino delle fate
Vivaro (PN), 200 m, mag 2012
Foto di Silvano Radivo


dettaglio dei lemmi pelosi con le glume
Allegati
7Stipa_erioc.jpg
7Stipa_erioc.jpg (141.13 KiB) Osservato 3059 volte
Avatar utente
Silvano Radivo
Moderatore
 
Messaggi: 3458
Iscritto il: 27 nov 2007, 20:24
Località: Udine

Re: Stipa eriocaulis Borbás - Lino delle fate

Messaggioda Silvano Radivo » 09 giu 2012, 18:52

S. eriocaulis subsp. austriaca (Beck) Moraldo & Ricceri
Poaceae: Lino delle fate
Vivaro (PN), 200 m, mag 2012
Foto di Silvano Radivo


lemma con linee di peli
Allegati
8Stipa_erioc.jpg
8Stipa_erioc.jpg (159.05 KiB) Osservato 3059 volte
Avatar utente
Silvano Radivo
Moderatore
 
Messaggi: 3458
Iscritto il: 27 nov 2007, 20:24
Località: Udine

Re: Stipa eriocaulis Borbás - Lino delle fate

Messaggioda Anja » 17 apr 2014, 01:27

Stipa eriocaulis Borbás subsp. eriocaulis

Monte del Frate (BO), 450 m, mag 2011
Foto di Alessandro Alessandrini

Stipa_eriocaulis_27649_130261.jpg
Stipa_eriocaulis_27649_130261.jpg (246.18 KiB) Osservato 2156 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10890
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Stipa eriocaulis Borbás - Lino delle fate

Messaggioda Anja » 17 apr 2014, 01:29

Stipa eriocaulis Borbás subsp. eriocaulis

S. Donato colli Berici (VI), 250 m, mag 2010
Foto di Ennio Cassanego

Stipa_eriocaulis_17229_83062.jpg
Stipa_eriocaulis_17229_83062.jpg (95.63 KiB) Osservato 2156 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10890
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Stipa eriocaulis Borbás - Lino delle fate

Messaggioda Anja » 17 apr 2014, 01:30

Stipa eriocaulis Borbás subsp. eriocaulis

S. Donato colli Berici (VI), 250 m, mag 2010
Foto di Ennio Cassanego

Stipa_eriocaulis_17229_83065.jpg
Stipa_eriocaulis_17229_83065.jpg (114.33 KiB) Osservato 2156 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10890
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti