Salix caprea L. - Salicone

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

Salix caprea L. - Salicone

Messaggioda Silvano Radivo » 11 dic 2007, 20:15

Salix caprea L.
Sp. Pl.: 1020 (1753)

Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Salix caprea L. - Vol. 1 pg. 102
Riferimento in "Flora Alpina", D.Aeschimann & al., 2004
Salix caprea L. - Vol. 1 pg. 470

Salicaceae

Salice delle capre, Salica, Salicone, Salice di montagna

Forma Biologica: P caesp - Fanerofite cespugliose. Piante legnose con portamento cespuglioso.
P scap - Fanerofite arboree. Piante legnose con portamento arboreo.

Descrizione: Arbusto policormico (2-6 m) o piccolo albero (anche oltre 12 m), con corteccia abbastanza liscia da giovane, di colore grigio verdastro, in età avanzata grigia, grossolanamente fessurata longitudinalmente in placche romboidali;gemme con una sola perula, ad apice ricurvo verso l'esterno, di forma ogivale od ellittica e di color bruno rossastro.
Foglie alterne, con picciolo di 1-2 cm, ovali od ellittiche, acute, talora brevemente acuminate, a margine intero o, più frequentemente, irregolarmente dentellato, lunghe mediamente 5-8 cm, con pagina superiore verde opaca, glabra e un po' rugosa e pagina inferiore persistentemente tomentosa e vellutata, di color verde salvia o, più spesso, biancastra, con nervature ben evidenti ed in rilievo; stipole per lo più presenti, non grandi e dentate. Le foglie spuntano di regola successivamente alla fioritura.
Fiori maschili numerosi in amenti di circa 2-4 cm densi, eretti, ovoidali, provvisti ciascuno di due stami, con antere giallo-oro ricche di polline; fiori femminili in lunghi amenti (3-8 cm) di forma cilindrica, dapprima eretti, poi riflessi, con pistillo a ovario verde, a forma di ampollina. Come tutti i salici, il salicone è specie dioica, cioè porta fiori maschili e femminili su piante separate.
Frutti in piccole capsule allungate, di colore grigio-verde; seme piccolo e provvisto di pappo piumoso bianco.

Tipo corologico: Eurasiat. - Eurasiatiche in senso stretto, dall'Europa al Giappone.

Antesi: L'antesi è precoce: da fine febbraio ad aprile.

Distribuzione in Italia: Specie a larga distribuzione euroasiatica; manca nelle zone costiere mediterranee. In Italia è frequente in tutta l'area alpina ed appenninica, più raro in pianura padana, in Puglia e in Sicilia, assente in Sardegna.

Habitat: E' una specie pioniera molto rustica, che vegeta dalla pianura fino all'alta montagna (1600 m), costituente sia di formazioni riparie che di aree forestali (bordi e chiarie). Quando viene riscontrata all'interno di boschi, è sicuro indice di una pregressa attività antropica (stalle, fienili, baite). Preferisce suoli freschi, solitamente argillosi, pur adattandosi anche a condizioni di moderata aridità.

Immagine


Note di Sistematica: Skvortsov, 1968, include corologicamente in S. caprea anche Salix caprea subsp. sphacelata (Sm.) Macreight (= S. coaetanea (Hartman) B. Flod.), che è un arbusto alto fino a 5 m, differenziantesi da S. caprea L. per i rami giovani grigio-tomentosi; foglie pelose anche superiormente, cuneate alla base, a 5-8 paia di nervature; filamenti pelosi; fioritura contemporanea alla fogliazione. E' presente dalla Scozia alla Siberia occidentale, compresa la Scandinavia.

Note, possibili confusioni: Simile si presenta Salix appendiculata Vill. (= S. grandifolia Ser., S. cinerascens Willd.), diffuso soltanto nell'Italia settentrionale (LIG esclusa) ed in TOS su suoli sempre umidi e in ambiente montano-subalpino, che ha corteccia debolmente striata (non fessurata), foglie obovato-oblunghe di solito di maggior lunghezza, ma meno larghe, provviste di vistose stipole reniformi e dentate, a lembo superiore glabro e lembo inferiore pubescente, ma non vellutato-tomentoso né biancastro;
affine è anche Salix cinerea L. (= S. acuminata Mill.), presente in quasi tutta Italia, con rametti di 1-2 anni persistentemente tomentosi, legno provvisto sotto scorza di evidenti salienze lunghe ed affilate, foglie da obovate ad ellittiche acute a margine revoluto ondulato-dentato, lembo inferiore biancastro o grigio-tomentoso; prevalentemente diffuso in zone pianeggianti su suoli molto umidi e, talora, paludosi.

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Eudicotiledoni
Rosidi
OrdineMalpighiales Juss. ex Bercht. & J.Presl
FamigliaSalicaceae Mirb.
TribùSaliceae
GenereSalix L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Forse dal celtico "sal lis" = presso l'acqua; il nome specifico è evidentemente connesso all'appetibilità della pianta per le capre.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie officinale

Come per le altre specie del genere Salix , la corteccia del salicone fornisce, oltre a tannino, anche la salicina, da cui si ricava acido salicilico, ad azione tonica, antireumatica, febbrifuga, antifermentativa ed astringente. Dai giovani rami si usava, e ancora si usa, ricavare i vimini, da utilizzare come legacci in agricoltura o per confezionare ceste e stuoie. Occorre anche ricordare che i salici sono specie mellifere.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
Pignatti S. - Flora d'Italia - 1982 Edagricole
Paiero P., Martini F. - I salici d'Italia - 1988 Lint
Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di) - An annotated checklist of the Italian vascular flora - 2005 Palombi Editori


Scheda realizzata da Silvano Radivo

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
Allegati
fusto policormico.JPG
Salix caprea L.
Fusto policormico
M. Amariana (UD)
Foto di Silvano Radivo
fusto policormico.JPG (80.35 KiB) Osservato 11208 volte
rametto.jpg
Salix caprea L.
Foglie
Comune di Moruzzo (UD)
Foto di Silvano Radivo
rametto.jpg (234.59 KiB) Osservato 11208 volte
pagina inferiore foglie.JPG
Salix caprea L.
Pagina inferiore foglie
M. Amariana (UD)
Foto di Silvano Radivo
pagina inferiore foglie.JPG (37.51 KiB) Osservato 11189 volte
amenti maschili.JPG
Salix caprea L.
Amenti maschili
Valle del T. Torre (UD)
Foto di Silvano Radivo
amenti maschili.JPG (38.91 KiB) Osservato 11186 volte
det antere.jpg
Salix caprea L.
Dettaglio antere
Valle del T. Torre (UD)
Foto di Silvano Radivo
det antere.jpg (101.8 KiB) Osservato 11183 volte
amenti femminili.JPG
Salix caprea L.
Amenti femminili
Valle del T. Torre (UD)
Foto di Silvano Radivo
amenti femminili.JPG (33.66 KiB) Osservato 11179 volte
fruttificazione.JPG
Salix caprea L.
Fruttificazione
Valle del T. Torre (UD)
Foto di Silvano Radivo
fruttificazione.JPG (38.42 KiB) Osservato 11172 volte
Avatar utente
Silvano Radivo
Moderatore
 
Messaggi: 3460
Iscritto il: 27 nov 2007, 20:24
Località: Udine

Re: Salix caprea L. - Salicone

Messaggioda Anja » 20 mar 2011, 01:41

Salix caprea L.

Colli Euganei (PD), 500 m, feb 2011
Foto di Marco Banzato

Salix_caprea_23882_112508.jpg
Salix_caprea_23882_112508.jpg (129.12 KiB) Osservato 9615 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10903
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Salix caprea L. - Salicone

Messaggioda Anja » 24 mar 2014, 15:13

Salix caprea L.

Montevecchia (LC), 310 m, mar 2011
Foto di Milena Villa

Infruttescenza
Salix_caprea_25013_118263.jpg
Salix_caprea_25013_118263.jpg (170.03 KiB) Osservato 5647 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10903
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti