Dianthus pavonius Tausch - Garofano pavonio/alpino

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

Dianthus pavonius Tausch - Garofano pavonio/alpino

Messaggioda Daniela Longo » 30 mag 2008, 18:35

Dianthus pavonius Tausch
Flora 22: 145 (1839)

Sinonimi: Dianthus neglectus Loisel.
Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Dianthus neglectus Loisel. - Vol. 1 pg. 271
Riferimento in "Flora Alpina", D.Aeschimann & al., 2004
Dianthus pavonius Tausch - Vol. 1 pg. 360

Caryophyllaceae

Garofano pavonio

Forma Biologica: H scap - Emicriptofite scapose. Piante perennanti per mezzo di gemme poste a livello del terreno e con asse fiorale allungato, spesso privo di foglie.

Descrizione: Pianta erbacea perenne alta 2-25 cm. Fusti eretti uniflori, talora subnulli, glabri, angolosi e nodosi.
Foglie strettamente lineari, larghe 1-2,5 mm, opposte, piane, rigide e canalicolate, acute all'apice.
Fiori isolati, 5ciclici, eteroclamidati, con calice e corolla ben differenziati, 5meri; calice cilindrico svasato in alto, lungo 12-14 mm, con 5 nervi mediani dei sepali e sepali concresciuti a tubo, circondato alla base da squame erbacee formanti un calicetto, lunghe quanto il tubo calicino o più; petali con lamina intera, barbati alla fauce, dentellati sul bordo, lunghi 10-12 mm, rossi, rosa carico o a volte sbiancati di sopra e giallastri di sotto; 10 stami, 2 stili, ovario supero.
Frutto: capsula uniloculare portante numerosissimi semi.

Tipo corologico: Endem. W-Alpica - Endemica alpica delle Alpi occidentali.

Antesi: Luglio - Agosto

Habitat: Forma estese fioriture a tappeto, su rupi e pendii sassosi da 1200 a 2500 metri.

Immagine


Note di Sistematica: La famiglia delle Caryophyllaceae è suddivisa in 3 sottofamiglie: le primitive Paronychioideae, le Alsinoideae con calice dialisepalo e le Silenoideae con calice gamosepalo di cui fa parte il genere Dianthus, originario delle zone temperate del Globo e che comprende oltre 300 specie di piante erbacee o sublegnose.
Dianthus pavonius Tausch condivide l'habitat con Dianthus furcatus Balb. e con questo può essere confuso. Dianthus furcatus Balb. ha però le squame del epicalice molto più brevi del calice, i petali non barbati alla fauce e senza il caratteristico colore giallastro nella pagina inferiore.

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Eudicotiledoni
OrdineCaryophyllales Juss. ex Bercht. & J.Presl
FamigliaCaryophyllaceae Juss.
TribùDiantheae
GenereDianthus L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome del genere deriva dal greco “diòs”, di Zeus e “ànthos”, fiore, cioè 'fiore di Zeus'.
Il nome specifico deriva dal latino “pàvo - pavònis”, pavone - del pavone.

Proprietà ed utilizzi:
E' molto dubbio che specie del genere Dianthus venissero coltivate o fossero conosciute dai greci. Il nome, infatti è stato attribuito al genere da Linneo; prima di allora le specie del genere erano conosciute come “Caroyphylli”.
Risulta invece documentato l'utilizzo di esse da parte dei romani che li utilizzavano per serti commemorativi, nelle cerimonie nuziali e mortuarie e da parte degli arabi che li usavano sia a scopo ornamentale che per profumare cosmetici, liquori e per ricavarne medicamenti. Furono quindi i Crociati ad importare in Europa la specie da cui gli arabi ottenevano l'essenza per distillazione.
Per lungo tempo ai garofani furono attribuite proprietà medicinali. Ancora nel 1700 si sosteneva “La decoctione de' fiori di Garofano è un potente rimedio nelle febbri maligne”.
Solo da poco è stato riconosciuta l'infondatezza di tali utilizzi.
In Inghilterra i garofani erano talvolta aggiunti al vino e alla birra per conferire loro un carattere speziato.

Oggi molte specie vengono invece utilizzate a scopo ornamentale.
Dianthus pavonius Tausch è una pianta molto rustica, che viene utilizzata come pianta ornamentale perenne nei giardini rocciosi o come bordura.

Curiosità: Molti sono i significati simbolici legati ai fiori di garofano.
Nell'arte medioevale i garofani indicavano i fidanzamenti.
Il garofano rappresentò per lungo tempo il fiore della nobiltà; fu scelto da Napoleone per decorare i nastrini della Legion d'Onore e divenne quindi simbolo dei bonapartisti.
Il garofano simboleggia l'amore sincero e di lunga durata, ma anche l'astuzia e il sotterfugio.

Attenzione: Entità protetta a livello regionale (LOM)
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
Pignatti - Flora d'Italia - Edagricole
Nicolini, Moreschi - Fiori di Liguria - SIAG Genova
Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di), 2005 - An annotated checklist of the Italian vascular flora - Palombi Editori


Scheda realizzata da Daniela Longo

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)
Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
 
Messaggi: 9495
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57

Re: Dianthus pavonius Tausch

Messaggioda Daniela Longo » 30 mag 2008, 18:37


Dianthus pavonius Tausch
M.Aguillette, Val Varaita, 2500 m, lug 2003
Foto di Daniela Longo
Allegati
dianthus pavonius1 varaita luglio 2003.jpg
dianthus pavonius1 varaita luglio 2003.jpg (198.57 KiB) Osservato 3029 volte
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)
Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
 
Messaggi: 9495
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57

Re: Dianthus pavonius Tausch

Messaggioda Daniela Longo » 30 mag 2008, 18:38


Dianthus pavonius Tausch
M.Aguillette, Val Varaita, 2500 m, lug 2003
Foto di Daniela Longo
Allegati
dianthus pavonius3 varaita luglio2003.jpg
dianthus pavonius3 varaita luglio2003.jpg (159.24 KiB) Osservato 3019 volte
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)
Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
 
Messaggi: 9495
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57

Re: Dianthus pavonius Tausch

Messaggioda Daniela Longo » 30 mag 2008, 18:39


Dianthus pavonius Tausch
M.Aguillette, Val Varaita, 2500 m, lug 2003
Foto di Daniela Longo
Allegati
dianthus pavonius4 varaita luglio2003.jpg
dianthus pavonius4 varaita luglio2003.jpg (154.4 KiB) Osservato 3012 volte
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)
Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
 
Messaggi: 9495
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57

Re: Dianthus pavonius Tausch

Messaggioda Daniela Longo » 30 mag 2008, 18:41


Dianthus pavonius Tausch
M.Aguillette, Val Varaita, 2500 m, lug 2003
Foto di Daniela Longo
Allegati
dianthus pavonius5 varaita luglio2003.jpg
dianthus pavonius5 varaita luglio2003.jpg (158.73 KiB) Osservato 3005 volte
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)
Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
 
Messaggi: 9495
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti