Hesperis inodora L. - Violaciocca inodora

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

Hesperis inodora L. - Violaciocca inodora

Messaggioda Daniela Longo » 05 giu 2008, 21:36

Hesperis inodora L.
Sp. Pl., ed. 2, 2: 927 (1763)

Sinonimi: Hesperis subsinuata Borbás
Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Hesperis inodora L. - Vol. 1 pg. 390
Riferimento in "Flora Alpina", D.Aeschimann & al., 2004
Hesperis inodora L. - Vol. 1 pg. 500

Brassicaceae

Violaciocca inodora

Forma Biologica: H scap - Emicriptofite scapose. Piante perennanti per mezzo di gemme poste a livello del terreno e con asse fiorale allungato, spesso privo di foglie.

Descrizione: Pianta erbacea perenne, densamente villosa, con fusto eretto, ramoso, cilindrico con diametro di 2-5 mm.
Foglie inferiori lirate o grossamente dentate; foglie cauline lanceolate, con base allargata, sessili, semiamplessicauli, a margine seghettato.
Fiori in racemi subcorimbosi, poi allungati con peduncoli fiorali di 5-17 mm; fiore tetrametro, dialipetalo, attinomorfo; calice con sepali eretti di 6 mm, saccati alla base; petali bianchi spatolati di 15-18 mm, con unghia lunga; 6 stami, ovario supero bicarpellare, stilo breve, stimma profondamente bilobo con lobi divergenti.
Frutto : siliqua con valve provviste di una distinta venatura mediana e di vene laterali; semi disposti in una sola fila per ciascun loculo.

Tipo corologico: Endem. W-Alpica - Endemica alpica delle Alpi occidentali.

Antesi: Maggio - Luglio

Distribuzione in Italia: Alpi Marittime presso il Colle di Tenda (incerta)
E' presente anche sul versante francese.

Habitat: Siepi e rupi della regione montana intorno ai 1000-1500 metri.

Immagine


Note di Sistematica: Specie aggiunta in Natura Vicentina, 10 (Tabella 4): 30-32., Conti F. et al., 2006
In NV nuova specie

Note, possibili confusioni: Hesperis inodora L. è molto simile ad Hesperis matronalis L., che è però presente con la sottospecie candida, a petali bianchi, solo nel lembo orientale dell'Italia settentrionale. Le due specie si distinguono per le foglie cauline che Hesperis matronalis L. ha ristrette alla base e brevemente picciolate e per la pelosità meno densa. Inoltre, Hesperis matronalis L. subsp. matronalis, presente nell'areale di Hesperis inodora L., ha petali violetti.

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Eudicotiledoni
Rosidi
OrdineBrassicales Bromhead
FamigliaBrassicaceae Burnett
TribùHesperideae
GenereHesperis Pomel


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il genere deriva il suo nome dal greco “hesperìs”, vespertino, serotino, occidentale per la proprietà di Hesperis matronalis L. di emettere il suo profumo alla sera. Il nome specifico precisa che la nostra specie non emette alcun odore.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie commestibile officinale

Hesperis inodora L. ha, probabilmente, le stesse proprietà farmacologiche di Hesperis matronalis L..L'infuso delle foglie ha proprietà stimolanti, antiscorbutiche, diuretiche, sudorifere ed espettoranti. Allo stato fresco le foglie stesse schiacciate ed applicate direttamente sulla parte, hanno proprietà cicatrizzanti e possono ridurre ematomi e arrossamenti cutanei.
Le foglie giovani potrebbero essere impiegate per la preparazione di insalate, ma data la rarità della specie e l’areale ridotto non è consigliabile la sua raccolta.

Curiosità: Non è specie protetta perché solo recentemente è entrata a far parte della flora italiana.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
Pignatti - Flora d'Italia - Edagricole
Nicolini, Moreschi - Fiori di Liguria - SIAG Genova
Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di), 2005 - An annotated checklist of the Italian vascular flora - Palombi Editori


Scheda realizzata da: Daniela Longo

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)
Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
 
Messaggi: 9569
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57

Re: Hesperis inodora L. - +PIE

Messaggioda Daniela Longo » 05 giu 2008, 21:38


Hesperis inodora L.
Vall’Ellero (CN), 1400 m, giu 2003
Foto di Daniela Longo
Allegati
hesperis inodora2 saline giugno 2003.jpg
hesperis inodora2 saline giugno 2003.jpg (144.2 KiB) Osservato 2538 volte
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)
Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
 
Messaggi: 9569
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57

Re: Hesperis inodora L.

Messaggioda Daniela Longo » 05 giu 2008, 21:39


Hesperis inodora L.
Vall’Ellero (CN), 1400 m, giu 2003
Foto di Daniela Longo
Allegati
hesperis inodora3 saline giugno 2003.jpg
hesperis inodora3 saline giugno 2003.jpg (127.66 KiB) Osservato 2535 volte
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)
Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
 
Messaggi: 9569
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57

Re: Hesperis inodora L.

Messaggioda Daniela Longo » 05 giu 2008, 21:40


Hesperis inodora L.
Valle di Pesio (CN), 1200 m, giu 2006
Foto di Daniela Longo
Allegati
hesperis inodora4 carsene giugno 2006.jpg
hesperis inodora4 carsene giugno 2006.jpg (143.52 KiB) Osservato 2528 volte
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)
Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
 
Messaggi: 9569
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57

Re: Hesperis inodora L.

Messaggioda Daniela Longo » 05 giu 2008, 21:40


Hesperis inodora L.
Valle di Pesio (CN), 1200 m, giu 2006
Foto di Daniela Longo
Allegati
hesperis inodora5 carsene giugno 2006.jpg
hesperis inodora5 carsene giugno 2006.jpg (113.12 KiB) Osservato 2525 volte
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)
Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
 
Messaggi: 9569
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57

Re: Hesperis inodora L. - Violaciocca inodora

Messaggioda Anja » 23 ott 2015, 15:38

Hesperis inodora L.

Limone P.te (CN), 1500 m, lug 2006
Foto di Giacomo Bellone

101516.JPG
101516.JPG (195.88 KiB) Osservato 1181 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 11006
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Hesperis inodora L. - Violaciocca inodora

Messaggioda Anja » 23 ott 2015, 15:39

Hesperis inodora L.

Limone P.te (CN), 1520 m, ago 2015
Foto di Giacomo Bellone

Hesperis_inodora1_Giacomo_Bellone.jpg
Hesperis_inodora1_Giacomo_Bellone.jpg (145.41 KiB) Osservato 1180 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 11006
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti