Astragalus hamosus L. - Astragalo falciforme

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

Astragalus hamosus L. - Astragalo falciforme

Messaggioda Anja » 10 nov 2008, 20:21

Astragalus hamosus L.
Sp. Pl.: 758 (1753)

Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Astragalus hamosus L. - Vol. 1 pg. 654
Riferimento in "Flora Alpina", D.Aeschimann & al., 2004
Astragalus hamosus L. - Vol. 1 pg. 838

Fabaceae

Astragalo falciforme, Deutsch: Haken-Tragant
English: Dwarf yellow milkvetch
Español: Securidaca menor, Astràgal hamós
Français: Astragale à gousse en hameçon


Forma Biologica: T scap - Terofite scapose. Piante annue con asse fiorale allungato, spesso privo di foglie.

Descrizione: Pianta erbacea annuale, alta 10-40 cm, con fusti prostrato-ascendenti, multicauli, scanalati e pubescenti per peli medifissi simmetrici o asimmetrici, fissati al centro con 2 punte disuguali (=peli a navetta).
Foglie (6-12 cm) alterne, imparipennate, picciolate con 7-13(15) paia di segmenti obcuneati, smarginati, i maggiori di 5 x 12 mm, argentei di sotto; stipole (3,5)5-9 mm, acuminate, connate e abbraccianti il fusto.
Fiori riuniti in racemi pauciflori ovoidi, lunghi 1-2 cm su peduncoli ascellari di 4-8 cm, allungati nella fruttificazione; brattee (1-3 mm) cigliate.
Calice di 4-7 mm, tubuloso, densamente pubescente con peli bianchi e scuri; denti 2-4 mm, uguali.
Corolla papilionacea zigomorfa, giallo-bianchiccia, spesso velata di viola; vessillo di 6/7-11 mm, più lungo delle ali e della carena.
Androceo con 10 stami diadelfi.
Il frutto è un legume (15-55 x 1,5-3,5 mm) lineare-cilindrico a pedicello riflesso, deiscente in due valve, ricurvo fino a formare un semicerchio, lateralmente compresso e appena solcato sul dorso, minutamente peloso, alla fine glabrescente, terminante in punta diritta; contiene 20-25 semi subcubici.
Numero cromosomico: 2n=32 a 48

Tipo corologico: Medit.-Turan. - Zone desertiche e subdesertiche dal bacino mediterraneo all'Asia centrale.

Antesi: marzo÷maggio

Habitat: Pascoli, incolti e prati aridi, da 0 a 1000 m s.l.m.
Specie xerofila.

Immagine


Note di Sistematica: Genere difficile a causa dei caratteri differenziali poco evidenti. Particolare attenzione va dedicata alla pelosità, che può esser data da peli semplici o da peli medifissi. Gli astragali più primitivi sono relitti di una fascia di vegetazione subtropicale-montana ad arbusti pulvinati e spinosi ancora ben sviluppata in Asia, ma da noi distrutta dalle glaciazioni; più abbondanti le specie erbacee degli ambienti desertici e steppici, che da noi sono l'assoluta maggioranza. Tutte le specie italiane hanno ecologia analoga e possono dirsi xerofile e condizionate al clima steppico (non necessariamento caldo: molte specie vivono in alta montagna!). (estratto da S. Pignatti, Flora d'Italia, vol. I, p. 650).
Il genere comprende nella flora italiana una quarantina di specie con numerose sottospecie, fra cui molti endemismi soprattutto in Sicilia e Sardegna.

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Eudicotiledoni
Rosidi
OrdineFabales Bromhead
FamigliaFabaceae Lindl.
TribùAstragaleae
GenereAstragalus L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome del genere deriva dal greco 'astrágalos', osso del tarso o vertebra del collo, in allusione probabilmente alla forma subcubica dei semi.
L'epiteto specifico dal lat. 'hamosus, -a , -um' (<'hamus', amo, uncino), in allusione alla forma incurvata del legume.

Principali Fonti
Conti, F.; Abbate, G.; Alessandrini, A.; Blasi, C. -An Annotated Checklist of the Italian Vascular Flora, Palombi Editori, Roma, 2005
Jauzein, Ph.- Flore des champs cultivés, INRA Editions, Paris, 1995
Pignatti, S. -Flora d'Italia (vol. I), Edagricole, Bologna, 1982
Flora Iberica
Zangheri, P. -flora italica I-II, CEDAM, Padova, 1976
IPFI - Index Plantarum Florae Italicae


Scheda realizzata da Anja Michelucci

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10929
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Astragalus hamosus L.

Messaggioda Anja » 10 nov 2008, 22:20

Astragalus hamosus L.

Vincigliata (FI), mag 2008
scan di Anja Michelucci

astragalus hamosus.jpg
Astragalus hamosus L.
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10929
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Astragalus hamosus L.

Messaggioda luirig » 11 nov 2008, 09:27

Astragalus hamosus L.

Manfredonia, 15/4/2006

Foto di Luigi Rignanese

Aggiungo alcune Foto di questa specie molto comune qui in Puglia.
Allegati
astragalus_hamosus_8.jpg
Astragalus hamosus L.
astragalus_hamosus_8.jpg (92.05 KiB) Osservato 4480 volte
Avatar utente
luirig
 
Messaggi: 5918
Iscritto il: 08 dic 2007, 19:33
Località: Manfredonia (FG)

Re: Astragalus hamosus L.

Messaggioda luirig » 11 nov 2008, 09:28

Astragalus hamosus L.

Manfredonia, 15/4/2006

Foto di Luigi Rignanese
Allegati
astragalus_hamosus_12.jpg
Astragalus hamosus L.
astragalus_hamosus_12.jpg (86.35 KiB) Osservato 4478 volte
Avatar utente
luirig
 
Messaggi: 5918
Iscritto il: 08 dic 2007, 19:33
Località: Manfredonia (FG)

Re: Astragalus hamosus L. - Astragalo falciforme

Messaggioda Anja » 01 ott 2011, 16:15

Astragalus hamosus L.

Bagnoli del Trigno (IS), giu 2011
Foto di Franco Rossi

Astragalus_hamosus_29049_136974.jpg
Astragalus_hamosus_29049_136974.jpg (176.78 KiB) Osservato 3485 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10929
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Astragalus hamosus L. - Astragalo falciforme

Messaggioda Anja » 01 ott 2011, 16:16

Astragalus hamosus L.

Bagnoli del Trigno (IS), giu 2011
Foto di Franco Rossi

Astragalus_hamosus_29049_136976.jpg
Astragalus_hamosus_29049_136976.jpg (167.87 KiB) Osservato 3485 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10929
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Astragalus hamosus L. - Astragalo falciforme

Messaggioda Anja » 01 ott 2011, 16:18

Astragalus hamosus L.

Bagnoli del Trigno (IS), giu 2011
Foto di Franco Rossi

Astragalus_hamosus_29049_136983.jpg
Astragalus_hamosus_29049_136983.jpg (198.56 KiB) Osservato 3485 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10929
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Astragalus hamosus L. - Astragalo falciforme

Messaggioda Anja » 01 ott 2011, 16:19

Astragalus hamosus L.

Bagnoli del Trigno (IS), giu 2011
Foto di Franco Rossi

Semi
Astragalus_hamosus_29049_136988.jpg
Astragalus_hamosus_29049_136988.jpg (182.5 KiB) Osservato 3485 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10929
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti