Gentiana ligustica R. Vilm. & Chopinet - Genziana ligure

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

Gentiana ligustica R. Vilm. & Chopinet - Genziana ligure

Messaggioda Umberto Ferrando » 03 gen 2009, 19:10

Gentiana ligustica R. Vilm. & Chopinet
-in VIII Congrès Internat. Bot., Paris 1954, Sect. 21–27 166 (1956)

Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Gentiana ligustica Vilm. et Chop. - Vol. 2 pg. 336
Riferimento in "Flora Alpina", D.Aeschimann & al., 2004
Gentiana ligustica R. Vilm. & Chop. - Vol. 2 pg. 16

Gentianaceae

Genziana ligure

Forma Biologica: H ros - Emicriptofite rosulate. Piante perennanti per mezzo di gemme poste a livello del terreno e con foglie disposte in rosetta basale.

Descrizione: Pianta erbacea perenne con radice fusiforme, legnosetta, spesso fittonante; foglie un po' coriacee, tutte basali e riunite in rosetta, lamina a contorno ovato-ellittico, lunga 4-8 cm e larga 15-25 mm, progressivamente ristretta verso la base, trinervia ma con nervo centrale più evidente (a un’osservazione superficiale la foglia può sembrare uninervia), margine fogliare sempre intero e liscio; fiori grandi e solitari, portati da un peduncolo a sezione quadrangolare, inserito all’ascella delle foglie basali e quindi centrale rispetto alla rosetta; tale peduncolo è provvisto di un paio (raramente 2 paia) di brattee opposte, di forma ovale e di aspetto fogliaceo, evidentemente carenate e con apice acuto; calice campanulato relativamente breve (12-13 mm) in rapporto alla lunghezza della corolla (40-55 mm), provvisto all’apice di 5 denti ovato-ottusi, circa lunghi quanto larghi, ristretti alla base e lunghi meno della metà del tubo stesso, i denti calicini sono inoltre separati da un'insenatura tronca e uniti, uno a uno, da una membrana bianco-verdastra triangolare; corolla gamopetala a sua volta campanulata; tubo corollino lungo 35-45 mm, con 5 lobi acuminati, riflessi e cuspidati di colore blu-violetto, tubo dello stesso colore ma internamente spesso chiazzato di verde oliva, specialmente verso la fauce (che è larga 11-12 mm); stami in numero di 5, inseriti direttamente sul calice, antere di colore giallo paglierino; ovario supero, sormontato da uno stimma lobato e papilloso; frutto a capsula fusiforme di 5 mm circa, biloculare e bivalve, contenente numerosi piccoli semi, di colore brunastro.

Tipo corologico: Endem. W-Alpica - Endemica alpica delle Alpi occidentali.

Antesi: Da aprile a luglio.

Distribuzione in Italia: Endemismo delle Alpi sud-occidentali, presente in un’area compresa tra il Moncenisio e il Monte Carmo di Loano, nelle Alpi Liguri sostituisce Gentiana acaulis L. su ampi tratti, specialmente laddove prevalgono i substrati carbonatici. Pur non essendo una specie particolarmente rara è soggetta a potenziale rischio di estinzione (categoria IUCN: LR, “Lower risk”), soprattutto perché le radici sono tutt’ora raccolte per essere utilizzate in erboristeria, un altro importante fattore di rischio è legato alla compromissione di alcuni habitat da parte delle attività umane, danni considerevoli ad alcune popolazioni di questa specie sono stati arrecati dall’apertura di piste di sci e dalla costruzione di impianti di risalita.
Specie protetta dalla legislazione regionale ligure e piemontese, dalla legislazione nazionale francese è inoltre inclusa nell'Allegato II della Direttiva CEE 92/43, 21 maggio 1992 (Direttiva “Habitat”)

Habitat: Praterie e pascoli montani, subalpini e alpini su substrati basici (calcari, flysch, calcari marnosi), anche in radure e chiarìe all’interno di boschi e perfino lungo bordi stradali, presente già a quote modeste (600-700 m) si spinge fino a circa 2500 m di altitudine, specialmente nelle Alpi Cozie meridionali e nelle Alpi di Alta Provenza.

Immagine


Note di Sistematica: La Gentiana ligustica R. Vilm. & Chopinet appartiene al gruppo di Gentiana acaulis L., le altre specie del gruppo presenti in Italia sono: Gentiana acaulis L, Gentiana alpina Vill., Gentiana clusii E.P. Perrier & Songeon e Gentiana dinarica Beck.
Gentiana ligustica R. Vilm. & Chopinet può essere quindi facilmente confusa con

Gentiana acaulis L., che si distingue per il calice più lungo in rapporto alla lunghezza della corolla e per i denti calicini che sono decisamente più lunghi che larghi, è specie distribuita in tutte le principali aree dell’arco alpino, nell’Appennino Settentrionale e sul versante laziale dei Monti della Laga (Appennino abruzzese settentrionale), predilige substrati silicei e comunque poveri di calcio, tuttavia G. ligustica R. Vilm. & Chopinet e G. acaulis L. possono coabitare su di uno stesso versante montano, localizzandosi rispettivamente nelle praterie calcifile (seslerieti) e nelle formazioni nitrofile, tipiche dei suoli lisciviati e podsolizzati, come le praterie a Nardus stricta L. o a Festuca halleri L. s.l.

Gentiana clusii E.P. Perrier & Songeon, che tuttavia presenta denti calicini lesiniformi, lunghi circa quanto il calice, l’insenatura tra un dente e l’altro è in genere assai stretta e acuta, i denti non sono divergenti rispetto al tubo corollino e la loro superficie si presenta ruvida e papillosa al tatto, la corolla di questa specie è inoltre di un azzurro più intenso ed è screziata di blu scuro alla fauce, priva quindi delle chiazze verdi che si osservano in G. acaulus L. e G. ligustica R. Vilm. & Chopinet.
Come Gentiana ligustica R. Vilm. & Chopinet anche G. clusii E.P. Perrier & Songeon è una specie calcifica, tuttavia nelle Alpi occidentali è presente solo sui versanti esterni (Delfinato e Alta Savoia), per cui gli areali delle due specie non si sovrappongono mai.

Gentiana dinarica Beck, specie illirico-appenninica, completamente assente nella catena alpina è presente invece nell’Appennino centrale ed è segnalata dubitativamente nell’Appennino Ligure, ha calice più stretto (larghezza alla fauce 7-8 mm) e angoloso-subalato, i denti calicini sono provvisti inoltre di un breve mucrone apicale e sono decisamente più lunghi che larghi, la corolla ha una colorazione simile a quella di G. clusii E.P. Perrier & Songeon ed è generalmente priva di macchie verdastre alla fauce. Predilige substrati basici.

Gentiana alpina Vill., specie ossifila delle alte quote alpine (solo eccezionalmente scende al di sotto dei 2000 m) si distingue facilmente dalle altre specie del gruppo, perché stolonifera e pressoché del tutto acaule (il peduncolo fiorale non supera mai i 25 mm di lunghezza, neppure alla fruttificazione), inoltre ha foglie a contorno nettamente ellittico e molto piccole (5-8 x 12-18 mm), in territorio italiano è presente solo sul versante lombardo delle Alpi Lepontine, tuttavia sfiora il nostro confine nazionale in Delfinato e Alta Provenza.

Va infine citata anche Gentiana angustifolia Vill., specie endemica delle Alpi occidentali, presente solo lungo i versanti esterni della catena alpina, al di fuori dai confini italiani, il suo areale si sviluppa partendo dall’estremo settore nord-occidentale delle Alpi Marittime francesi e giunge fino all’Alta Savoia, questa specie è caratterizzata da foglie oblanceolato-lineari (5-9 x 25-60 mm), presenta inoltre un calice con denti maggiormente ravvicinati e separati da una insenatura triangolare, non o poco tronca (calice e relativi seni hanno un aspetto circa intermedio tra quelli di G. acaulis L. e quelli di G. clusii E.P. Perrier & Songeon); in territorio francese, l’areale di questa specie, si sovrappone a quello di Gentiana ligustica R. Vilm. & Chopinet.

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Eudicotiledoni
Asteridi
OrdineGentianales Juss. ex Bercht. & J.Presl
FamigliaGentianaceae Juss.
TribùGentianeae
GenereGentiana L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome del genere deriva da Genthios, l'ultimo re degli Illiri (II sec. a. C.), che secondo Plinio per primo scoprì le proprietà medicinali delle genziane, e il nome specifico ne indica la distribuzione, che comprende tutte le Alpi sud-occidentali, ossia aree che in tempi preistorici e protostorici furono popolate da tribù liguri.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie officinale

Le genziane sono da secoli sfruttate nella fitoterapia per le loro virtù terapeutiche. Tutte le parti vegetali contengono glucosidi amari che stimolano la digestione, sono antipiretiche e febbrifughe. Inoltre gli apparati radicali di queste piante vengono diffusamente impiegati nella preparazioni di liquori ed amari digestivi.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
Sandro Pignatti - Flora d'Italia. Bologna. Edagricole.
Conti F., Manzi A., Pedotti F., 1992 Libro rosso delle piante d'Italia. TIPAR Poligrafica Editrice, Roma.
D. Aeschimann, K. Lauber, D. Martin Moser, J.-P. Theurillat – Flora alpina. Bologna. Zanichelli.
F. Conti, G. Abbate, A. Alessandrini, C. Blasi - An Annotated Checklist of the Italian Vascular Flora. Roma, Palombi Editori.


Scheda realizzata da Umberto Ferrando

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI
Umberto Ferrando
 
Messaggi: 5286
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28

Re: Gentiana ligustica R. Vilm. & Chopinet - Genziana ligure

Messaggioda Umberto Ferrando » 03 gen 2009, 19:28

Gentiana ligustica R. Vilm. & Chopinet

Castelvecchio di Rocca Barbena (SV), - apr 2008
Foto di Daniela Longo.
Allegati
Gentiana ligustica 2.jpg
Gentiana ligustica 2.jpg (232.92 KiB) Osservato 3094 volte
Umberto Ferrando
 
Messaggi: 5286
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28

Re: Gentiana ligustica R. Vilm. & Chopinet - Genziana ligure

Messaggioda Umberto Ferrando » 03 gen 2009, 19:29

Gentiana ligustica R. Vilm. & Chopinet
Castelvecchio di Rocca Barbena (SV), - apr 2008
Foto di Daniela Longo.
Allegati
Gentiana ligustica 1.jpg
Gentiana ligustica 1.jpg (257.33 KiB) Osservato 3091 volte
Umberto Ferrando
 
Messaggi: 5286
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28

Re: Gentiana ligustica R. Vilm. & Chopinet - Genziana ligure

Messaggioda Umberto Ferrando » 06 gen 2009, 21:42

Gentiana ligustica R. Vilm. & Chopinet

Castelvecchio di Rocca Barbena (SV), - apr 2008
Foto di Gianluca Nicolella.
Allegati
Gentiana ligustica 1.jpg
Gentiana ligustica 1.jpg (203.76 KiB) Osservato 3027 volte
Umberto Ferrando
 
Messaggi: 5286
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28

Re: Gentiana ligustica R. Vilm. & Chopinet - Genziana ligure

Messaggioda Umberto Ferrando » 06 gen 2009, 21:44

Gentiana ligustica R. Vilm. & Chopinet

Castelvecchio di Rocca Barbena (SV), - apr 2008
Foto di Gianluca Nicolella.
Allegati
Gentiana ligustica 0.jpg
Gentiana ligustica 0.jpg (213.76 KiB) Osservato 3023 volte
Umberto Ferrando
 
Messaggi: 5286
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28

Re: Gentiana ligustica R. Vilm. & Chopinet - Genziana ligure

Messaggioda Umberto Ferrando » 06 gen 2009, 21:46

Gentiana ligustica R. Vilm. & Chopinet
Castelvecchio di Rocca Barbena (SV), - apr 2008
Foto di Gianluca Nicolella.
Allegati
Gentiana ligustica 2.jpg
Gentiana ligustica 2.jpg (210.45 KiB) Osservato 3024 volte
Umberto Ferrando
 
Messaggi: 5286
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28

Re: Gentiana ligustica R. Vilm. & Chopinet - Genziana ligure

Messaggioda Anja » 13 mar 2014, 02:24

Gentiana ligustica R. Vilm. & Chopinet

Vallè des Merveilles (EE), 2000 m, lug 2013
Foto di Claudio Severini

Gentiana_ligustica_56704_260757.jpg
Gentiana_ligustica_56704_260757.jpg (176.62 KiB) Osservato 1727 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10903
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Gentiana ligustica R. Vilm. & Chopinet - Genziana ligure

Messaggioda Anja » 13 mar 2014, 02:26

Gentiana ligustica R. Vilm. & Chopinet

Parco della Val Pesio (CN), giu 2009
Foto di Renzo Salvo

Gentiana_ligustica_11237_52624.jpg
Gentiana_ligustica_11237_52624.jpg (90.76 KiB) Osservato 1727 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10903
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze

Re: Gentiana ligustica R. Vilm. & Chopinet - Genziana ligure

Messaggioda Anja » 07 dic 2015, 22:16

Gentiana ligustica R. Vilm. & Chopinet

Limone P.te (CN), 1700 m, set 2015
Foto di Giacomo Bellone

Gentiana_ligustica_Giacomo_Bellone.jpg
Gentiana_ligustica_Giacomo_Bellone.jpg (173.4 KiB) Osservato 991 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Gli uomini discutono, la natura agisce (Voltaire)
Avatar utente
Anja
Moderatore
 
Messaggi: 10903
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Località: Firenze


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti