Iris foetidissima L. - Iris fetidissima

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

Iris foetidissima L. - Iris fetidissima

Messaggioda Marinella Zepigi » 23 gen 2009, 20:34

Iris foetidissima L.
Sp. Pl.: 39 (1753)

Sinonimi: Xiphion foetidissimum (L.) Parl.
Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Iris foetidissima L. - Vol. 3 pg. 417
Riferimento in "Flora Alpina", D.Aeschimann & al., 2004
Iris foetidissima L. - Vol. 2 pg. 1086

Iridaceae

Giaggiolo puzzolente, Iris puzzolente, Iris fetidissima, Iride puzzolente, Stinking gladwin, Iris fétide

Forma Biologica: G rhiz - Geofite rizomatose. Piante con un particolare fusto sotterraneo, detto rizoma, che ogni anno emette radici e fusti avventizi.

Descrizione: Pianta perenne, erbacea, rizomatosa, glabra, fusti eretti semplici, diritti o arcuati, con una costa angolosa. Altezza 50÷100 cm.
Le foglie tutte basali, sono dritte, lanceolate, rigide, lucide, sono sempreverdi e portate in rametti piatti, hanno numerose nervature parallele; emanano un odore fetido allo sfregamento o se spezzate.
I fiori profumati, peduncolati alla sommità del fusto 3÷5. Perigonio con tubo verdastro, petaloide, formato da 6 tepali in 2 serie, le lacinie esterne 4÷5 cm, giallastre alla base e sfumate di viola verso il bordo, quelle interne giallo chiaro sfumate grigio-viola; lo stilo è diviso in 3 grandi lobi divergenti, piatti, giallastri simili a tepali; ovario infero.
I frutti sono capsule di 2÷4 cm, prima verdi e carnose, poi a maturazione divengono brune e si fendono in 3 parti, contengono molti semi rosso brillante, gialli, raramente bianchi che rimangono attaccati per lungo tempo nella capsula aperta.
Il colore rosso vivo dei semi, che persistono sino a inverno avanzato, li rende molto visibili e sono un richiamo per gli uccelli, che in realtà non li mangiano, ma li trasportano, permettendone così la disseminazione.

Tipo corologico: Euri-Medit. - Entità con areale centrato sulle coste mediterranee, ma con prolungamenti verso nord e verso est (area della Vite).

Antesi: maggio÷agosto.

Habitat: Luoghi ombrosi, boschi, siepi, cespuglieti da 0÷1.400 m s.l.m.

Immagine


Note di Sistematica: Specie simile è Iris pseudacorus L. - Giaggiolo acquatico, diffuso nei luoghi umidi, vicino ai corsi d'acqua, che si distingue per perigonio interamente giallo vivo, lacinie esterne e stili a lobi convergenti.

Tassonomia filogenetica

Magnoliophyta
Monocotiledoni
OrdineAsparagales Link
FamigliaIridaceae Juss.
TribùIrideae
GenereIris L.


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome del genere deriva dal greco "íris"= iride, arcobaleno, per le sfumature di colore dei fiori, tante quante i colori dell'arcobaleno; il nome specifico fa riferimento all'odore particolare della pianta, un odore simile a quello della carne, gli anglosassoni lo chiamano per questo motivo:"roast beef plant".

Curiosità: Curiosità in merito al genere Iris:

Sono piante conosciute e coltivate fin dall'antichità sono raffiurate nel blasone dei re di Francia e in quello di molte altre case regnanti e di nobili famiglie, nello stemma di città e di castelli, sempre come simbolico segno di gentilezza. La presenza dell'Iris nel blasone dei re di Francia, merita a mio parere, una nota, perchè in araldica Giglio e Iris sono spesso stati confusi.
Nel blasone della monarchia francese, inizialmente era rappresentata un'arma offensiva, costituita nella parte centrale da un ferro aguzzo e dritto, dove si innestavano ai lati 2 pezzi di ferro a forma di mezzaluna: il tutto collegato da una chiavetta che formava il cosidetto piede di giglio, praticamente un'alabarda. La leggenda vuole che fu Luigi VII ad adottare questo simbolo e che all'inizio si trattasse di un Iris e non di un giglio. La stessa leggenda vuole che il re, che stava per essere catturato da vassali infedeli, quando ormai accerchiato a semicerchio, pensava fosse tutto perduto, vide guardando il fiume che gli stava davanti, un punto della riva fiorito di Iris che spuntavamo anche in mezzo all'acqua. Intuendo che il guado in quel punto era possibile, si lanciò nel fiume, rompendo l'accerchiamento e mettendo in salvo se stesso le sue truppe. In ricordo di questo episodio l'Iris divenne l'emblema del suo regno. Inizialmente il fiore venne chiamato “fleur de Louis” fiore di Luigi, trasformandosi poi in “fleur de lys” fiore di giglio, metamorfosi favorita dall'assonanza fonetica e dalla somiglianza strutturale fra le 2 specie, sicchè nel medioevo, si cominciò a considerare come fiore della monarchia francese non l'Iris, ma il Giglio.
Anche Firenze inzialmente aveva adottato come simbolo l'Iris, era infatti questa una specie comune nella campagna fiorentina, trasformandolo poi nel forse più “nobile” giglio. Che l'Iris sia l'autentico simbolo della città Medicea lo attesta anche il suo nome botanico: Iris pallida prima e Iris florentina in seguito; il simbolo di Firenze era infatti un fiore bianco in campo rosso. L'inversione di colore avvenne nel 1251, quando i Guelfi subentrarono ai Ghibellini, cacciandoli dalla città.
Il fiore ha dato nome anche al colore turchino e alla polvere usata in profumeria e derivata dal bianco Iris di Firenze, detto anche "giglio celeste".
Esiste a Firenze, sotto il piazzale Michelangelo, il giardino dell'Iris che accoglie circa 2500 varietà di questo fiore.
Iris si chiamava la messaggera degli dei, figlia di Taumante ed Elettra, che scendeva dal cielo lungo l'arcobaleno e, come Ermes faceva per gli uomini, Iris guidava le anime delle donne nel regno dei defunti, leggera ed alata, lasciando dietro di sé la traccia del suo volo: l'arcobaleno.
Per questo motivo i greci piantavano fiori di Iris sulle tombe e da questa usanza potrebbe derivare il nome volgare di Giglio dei morti.

Attenzione: Entità protetta a livello regionale (VEN, MOL)
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
PIGNATTI S., Flora d'Italia.Edagricole, Bologna. 1982
CONTI F., ABBATE G., ALESSANDRINI A., BLASI C., Checklist of the Italian Vascular Flora. Palombi, Roma. 2005
AESCHIMANN D., LAUBER K., MOSER D., THEURILLAT J.P., Flora alpina. Ediz. italiana: Bologna, Zanichelli. 2004
CATTABIANI A. Florario. Arnoldo Mondadori Editore, Milano. 1996.
BATINI G. Le radici delle piante. Edizioni Polistampa. Firenze. 2003


Scheda realizzata da Marinella Zepigi

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI

Iris foetidissima L.
loc. Sa Corti (Ca) - Giu 2007
foto di Giuliano Campus
Allegati
Iris_foetidissima_2.jpg
Iris_foetidissima_2.jpg (143.5 KiB) Osservato 4219 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15290
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Iris foetidissima L. - Iris fetidissima

Messaggioda Marinella Zepigi » 02 feb 2009, 11:04

Iris foetidissima L.
Endine Gaiano (BG), giu 2008
Foto di Marinella Zepigi
Allegati
Iris foetidissima L.jpg
Iris foetidissima L.jpg (154.17 KiB) Osservato 1818 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15290
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Iris foetidissima L. - Iris fetidissima

Messaggioda Marinella Zepigi » 02 feb 2009, 11:15

Iris foetidissima L.
Endine Gaiano (BG), giugno
Foto di Marinella Zepigi
Allegati
Iris foetidissima 2.jpg
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15290
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Iris foetidissima L. - Iris fetidissima

Messaggioda Marinella Zepigi » 02 feb 2009, 11:18

Iris foetidissima L.
Endine Gaiano (BG), giugno
Foto di Marinella Zepigi
Allegati
Iris foetidissima 3.jpg
Iris foetidissima 3.jpg (164.23 KiB) Osservato 4853 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15290
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Iris foetidissima L. - Iris fetidissima

Messaggioda attilio e mirna » 03 feb 2009, 09:52

Iris foetidissima L. - Iris fetidissima

Castiglione di Cervia (RA) giu 2005
Foto di Attilio Marzorati
Allegati
Iris-foetidissima-L.6302.jpg
Iris-foetidissima-L.6302.jpg (102.39 KiB) Osservato 4842 volte
La tua vacanza in Romagna a Pinarella di Cervia
Avatar utente
attilio e mirna
Moderatore
 
Messaggi: 4498
Iscritto il: 22 nov 2007, 17:46
Località: Ravenna

Re: Iris foetidissima L. - Iris fetidissima

Messaggioda attilio e mirna » 03 feb 2009, 09:54

Iris foetidissima L. - Iris fetidissima

Castiglione di Cervia (RA) lug 2005 Frutti
Foto di Attilio Marzorati
Allegati
-Iris-foetidissima-6655.jpg
-Iris-foetidissima-6655.jpg (139.06 KiB) Osservato 4840 volte
La tua vacanza in Romagna a Pinarella di Cervia
Avatar utente
attilio e mirna
Moderatore
 
Messaggi: 4498
Iscritto il: 22 nov 2007, 17:46
Località: Ravenna

Re: Iris foetidissima L. - Iris fetidissima

Messaggioda Marinella Zepigi » 03 feb 2009, 10:20

Iris foetidissima L.
Endine Gaiano (BG), marzo
Foto di Marinella Zepigi
Allegati
Iris foetidissima 4.jpg
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15290
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Iris foetidissima L. - Iris fetidissima

Messaggioda attilio e mirna » 04 feb 2009, 14:32

Iris foetidissima L. - Iris fetidissima

Castiglione di Cervia (RA) 4 feb 2009 I frutti
Foto di Attilio Marzorati
Allegati
Iris-09063.jpg
Iris-09063.jpg (122.25 KiB) Osservato 4809 volte
La tua vacanza in Romagna a Pinarella di Cervia
Avatar utente
attilio e mirna
Moderatore
 
Messaggi: 4498
Iscritto il: 22 nov 2007, 17:46
Località: Ravenna

Re: Iris foetidissima L. - Iris fetidissima

Messaggioda attilio e mirna » 04 feb 2009, 14:34

Iris foetidissima L. - Iris fetidissima

Castiglione di Cervia (RA) 4 feb 2009 I frutti
Foto di Attilio Marzorati
Allegati
Iris-09075.jpg
Iris-09075.jpg (118.05 KiB) Osservato 4806 volte
La tua vacanza in Romagna a Pinarella di Cervia
Avatar utente
attilio e mirna
Moderatore
 
Messaggi: 4498
Iscritto il: 22 nov 2007, 17:46
Località: Ravenna

Re: Iris foetidissima L. - Iris fetidissima

Messaggioda attilio e mirna » 04 feb 2009, 14:36

Iris foetidissima L. - Iris fetidissima

Castiglione di Cervia (RA) 4 feb 2009 I frutti
Foto di Attilio Marzorati
Allegati
Iris-09087.jpg
Iris-09087.jpg (158.64 KiB) Osservato 4803 volte
La tua vacanza in Romagna a Pinarella di Cervia
Avatar utente
attilio e mirna
Moderatore
 
Messaggi: 4498
Iscritto il: 22 nov 2007, 17:46
Località: Ravenna

Re: Iris foetidissima L. - Iris fetidissima

Messaggioda attilio e mirna » 06 feb 2009, 16:03

Iris foetidissima L. - Iris fetidissima

Castiglione di Cervia (RA) 4 feb 2009 I frutti
Foto di Attilio Marzorati
Allegati
Iris-09113.jpg
Iris-09113.jpg (178.33 KiB) Osservato 4749 volte
La tua vacanza in Romagna a Pinarella di Cervia
Avatar utente
attilio e mirna
Moderatore
 
Messaggi: 4498
Iscritto il: 22 nov 2007, 17:46
Località: Ravenna

Re: Iris foetidissima L. - Iris fetidissima

Messaggioda nino » 08 mar 2010, 01:37

Iris foetidissima L.
Iris fetidissima
Località Citerna Montemurlo (PO), 1 mag 2009
Foto di Nino Messina
Allegati
Iris foetidissima L..jpg
Iris foetidissima L..jpg (184.76 KiB) Osservato 4085 volte
Avatar utente
nino
Moderatore
 
Messaggi: 6395
Iscritto il: 23 dic 2007, 15:24


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti