Lycopodiella inundata (L.) Holub - Licopodio inondato

Moderatori: Anja, Marinella Zepigi, Moderatori Botanici

Lycopodiella inundata (L.) Holub - Licopodio inondato

Messaggioda Marinella Zepigi » 18 feb 2009, 21:39

Lycopodiella inundata (L.) Holub
Preslia. 36: 21 (1964)

Basionimo: Lycopodium inundatum L. - Sp. Pl.: 1102 (1753)
Altri sinonimi: Lepidotis inundata (L.) P. Beauv.
Riferimento in "Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982:
Lepidotis inundata (L.) Beauv. - Vol. 1 pg. 38
Riferimento in "Flora Alpina", D.Aeschimann & al., 2004
Lycopodiella inundata (L.) Holub - Vol. 1 pg. 48

Lycopodiaceae

Licopodio inondato, Clubmoss, Marsh Clubmoss, Lycopode inondé, Lycopode des tourbières, Strandlummer, Konnanlieko.

Forma Biologica: Ch rept - Camefite reptanti. Piante con gemme perennanti poste a non più di 20 cm dal suolo e con portamento strisciante.

Descrizione: Pianta perenne, sempreverde, con fusti erbacei reptanti, steli semplici eretti e gracili; generalmente 1÷2 steli sono fertili ed eretti, privi di ramificazioni e portano le spore; gli steli sterili portano solo foglie e si ramificano orizzontalmente strisciando sul terreno, hanno una lunghezza di 5÷25 cm.
Le foglie, dette microfilli, sono aghiformi con apice ± curvato e margine intero, di colore verde chiaro, spiralate, lunghe 3 ÷8 mm sottili, non più di 1 mm di spessore.
All'apice degli steli fertili, gli sporofilli sono riuniti in una struttura fusiforme detta strobilo, che è più larga del ramo sottostante e contiene le spore; gli sporofilli sono simili ai microfilli, ma con base allargata e bordo lievemente dentellato.

Tipo corologico: Circumbor. - Zone fredde e temperato-fredde dell'Europa, Asia e Nordamerica.

Antesi: Sporificazione: maggio÷settembre

Habitat: Torbiere, acquitrini e boschi umidi, pascoli dove il calpestio degli zoccoli degli animali, rompendo il terreno ne favorisce il radicamento, in quanto le radici non sopportano la competizione con le graminacee circostanti. 200÷2.000 m s.l.m.

Immagine


Tassonomia filogenetica

Pteridophyta
Lycopodiidae
OrdineLycopodiales
FamigliaLycopodiaceae
Tribù
GenereLycopodiella Holub


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome del genere dal greco "lýkos"= lupo e "pus, podós"= piede, del piede; quindi significa "piede di lupo" nel nostro caso piccolo piede di lupo; il nome specifico dal latino "inundo" = inondare, allagare ne indica l'habitat acquitrinoso.

Curiosità: Tutte le specie oggi appartenenti alla famiglia delle Lycopodiaceae, sono piccole piante erbacee, ma alcuni Licopodi del Carbonifero (345-280 milioni di anni fa), che costituivano allora il tipo di vegetazione dominante, potevano raggiungere un'altezza di 30÷40 metri.
Le spore dei Licopodi formano una polvere finissima “polvere di licopodio”, usata una volta come assorbente e detersivo.

Attenzione: Status VU Vulnerabile
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
D MARCHETTI, 2003. Le Pteridofite d'Italia. Osiride, Rovereto
F. CONTI, A. MANZI, F.PEDROTTI, 1992. Libro Rosso delle piante d’Italia, Roma, Ministero dell’Ambiente, Ass. ital. per il W.W.F., S.B.I.
AESCHIMANN D., LAUBER K., MOSER D., THEURILLAT J.P., 2004. Flora alpina. Ediz. italiana: Bologna, Zanichelli.
MARCONI G., 2007. Piante minacciate di estinzione inItalia. Gruppo Perdisa, Bologna.
BONA E., MARTINI F., NIKLFELD H. & Prosser F., 2005. Atlante Corologico delle Pteriadofite nell'Italia nordorientale. Museo Civico di Rovereto.
F. Camargi e O.C. Kugler notula 1447 dell'Informatore Botanico luglio 2008
Index Plantarum Flora Italicae - Indice dei nomi delle specie botaniche presenti in Italia


Scheda realizzata da Marinella Zepigi

Per altre immagini e informazioni vedi anche la scheda IPFI

Ringrazio l'amico Enzo Bona
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15286
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Lycopodiella inundata (L.) Holub - Licopodio inondato

Messaggioda Marinella Zepigi » 19 feb 2009, 00:25

Lycopodiella inundata (L.) Holub
Torbiera del Gaver Breno (BS), ago 2008
Foto di Marinella Zepigi
Allegati
Lycopodiella inundata 5.jpg
Lycopodiella inundata 5.jpg (218.75 KiB) Osservato 603 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15286
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Lycopodiella inundata (L.) Holub - Licopodio inondato

Messaggioda Marinella Zepigi » 19 feb 2009, 00:26

Lycopodiella inundata (L.) Holub
Torbiera del Gaver Breno (BS), ago 2008
Foto di Marinella Zepigi
Allegati
Lycopodiella%2520inundata%25207.jpg
Lycopodiella%2520inundata%25207.jpg (164.66 KiB) Osservato 603 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15286
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Lycopodiella inundata (L.) Holub - Licopodio inondato

Messaggioda Marinella Zepigi » 19 feb 2009, 00:29

Lycopodiella inundata (L.) Holub
Madonna di Campiglio (TN), 1750 m giu 2008
Foto di Patrizia Ferrari
Allegati
Lycopodiella_inundata_01.jpg
Lycopodiella_inundata_01.jpg (150.76 KiB) Osservato 603 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15286
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Lycopodiella inundata (L.) Holub - Licopodio inondato

Messaggioda Marinella Zepigi » 19 feb 2009, 00:31

Lycopodiella inundata (L.) Holub
Madonna di Campiglio (TN), 1750 m giu 2008
Foto di Patrizia Ferrari
Allegati
Lycopodiella_inundata_03.jpg
Lycopodiella_inundata_03.jpg (153.81 KiB) Osservato 603 volte
Lycopodiella_inundata_02.jpg
Lycopodiella_inundata_02.jpg (170.33 KiB) Osservato 603 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15286
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)

Re: Lycopodiella inundata (L.) Holub - Licopodio inondato

Messaggioda Marinella Zepigi » 19 feb 2009, 00:35

Lycopodiella inundata (L.) Holub
Torbiera del Gaver Breno (BS), ago 2008
Foto di Marinella Zepigi
Allegati
Lycopodiella%2520inundata%252016.jpg
Lycopodiella%2520inundata%252016.jpg (191.51 KiB) Osservato 602 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
 
Messaggi: 15286
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Località: Endine Gaiano (BG)


Torna a Schede Botaniche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti