Acta Plantarum   
     Home     Galleria     Forumoggi è Domenica 20 agosto 2017


Rosette e pseudorosette fogliari
Famiglia Asteraceae (299 Immagini relative a 297 Specie)
 
Clic sull'anteprima per descrizione e foto
Torna alla pagina index ▲ Up ▲
 
 
 
Achillea barrelieri subsp. oxyloba
Achillea barrelieri subsp. oxyloba (DC.) F. Conti & Soldano
Cinzia Fracasso

Foglie basali lunghe 4-10 cm, con lacinie intere, 2(3)-fide (a 1-3 punte) o 3-forcate (terminanti con 6-11 punte lunghe 3-4 mm).
Achillea barrelieri subsp. oxyloba
Achillea clavennae
Achillea clavennae L.
Aldo De Bastiani

Foglie basali oblunghe lungamente picciolate (rachide di 2-3 mm), pennato-partite, lunghe 6-8 cm, con 3-5 coppie di segmenti lanceolati, all'apice interi arrotondati o 2-3 forcati.
Achillea clavennae
Achillea distans subsp. distans
Achillea distans Waldst. & Kit. ex Willd. subsp. distans
Graziano Propetto

Foglie con rachide intera e divise in 5-7 segmentii per lato, lanceolati, larghi fino a 2-3 mm
Achillea distans subsp. distans
Achillea erba-rotta
Achillea erba-rotta All.
Daniela Longo

Foglie dei getti sterili oblanceolato spatolate larghe 5-7 mm e lunghe 26-30 mm con 4-7 dentelli per lato nella metà apicale e con apice arrotondato e con porzione indivisa almeno 3 volte più larga delle incisioni.
Achillea erba-rotta
Achillea maritima
Achillea maritima (L.) Ehrend. & Y.P. Guo
Franco Rossi

Foglie sessili, semiamplessicauli e patenti, a lamina (4-5 x 9-12 mm) oblanceolata, ottusa all'apice, intera o debolmente crenulata ai margini
Achillea maritima
Achillea millefolium
Achillea millefolium L.
Valerio Lazzeri

Foglie basali bipennatosette con 12-50 segmenti lineari non disposti sullo stesso piano; lacinie molto fitte ± ricoperte, nella pagina inferiore, di peli semplici e molli di 1 - 3 mm, il contorno è lanceolato e misura 1,5-3 x 10-20 cm.
Achillea millefolium
Achillea moschata
Achillea moschata Wulfen
Cristiano Magni

Foglie basali picciolate di colore verde chiaro spiralate, senza stipole, glabre o con peli sparsi, consistenti, lunghe fino a 5 cm e larghe 1 cm, semplicemente pennatosette con la porzione indivisa larga circa quanto le 7-10 lacinie laterali, acute, larghe 1-2 mm.
Achillea moschata
Achillea nana
Achillea nana L.
Giuliano Salvai

Foglie a perimetro lanceolato bipennatosette con segmenti sottili (1 mm) più o meno toccantisi.
Achillea nana
Achillea nobilis
Achillea nobilis L.
Giorgio Faggi

Foglie con rachide dentata divise in 5-7 segmenti per lato sottili (1 mm).
Achillea nobilis
Achillea roseoalba
Achillea roseoalba Ehrend.
Marinella Zepigi

Foglie, aromatiche, bipennatosette a contorno lanceolato, le basali lunghe anche sino a 10 cm, larghe generalmente 1÷2 cm, eccezionalmente sino a 6 cm.
Achillea roseoalba
Achillea rupestris
Achillea rupestris Huter, Porta & Rigo
Fausto Sesto

Foglie dei getti sterili lineari-spatolate di 16-28 x 2-3 mm, intere acute.
Achillea rupestris
Achillea setacea
Achillea setacea Waldst. & Kit.
Viliam Morelli

Foglie basali di 7-9 x 0,4-0,8 cm con i lati ± paralleli e segmenti ravvicinati e densi.
Achillea setacea
Achillea tomentosa
Achillea tomentosa L.
Giuliano Salvai

Foglie lanceolate lineari, 4-5 volte più lunghe che larghe, bipennatosette, divise in 20-40 lacinie lineari a loro volta divise in tre segmenti lineari, grigiastre per l'abbondante lanosità, non vischiose, poi glabrescenti.
Achillea tomentosa
Adenostyles alliariae subsp. alliariae
Adenostyles alliariae (Gouan) A. Kern. subsp. alliariae
Aldo De Bastiani

Foglie inferiori con lamina largamente reniforme di 6-9 x 12-17 cm (talvolta fino a 20-30 x 30-50 cm) con denti irreegolari sul margine, grigio tomentosa di sotto.
Adenostyles alliariae subsp. alliariae
Adenostyles alpina
Adenostyles alpina (L.) Bluff & Fingerh.
Giuliano Salvai

Foglie basali amplessicauli intere, con lamina reniforme-cuoriforme e apice arrotondato, margine con denti profondi, ottusi e subuguali, glabre ma con qualche pubescenza soltano sui nervi principali della pagina abassiale.
Adenostyles alpina
Adenostyles leucophylla
Adenostyles leucophylla (Willd.) Rchb.
Franco Fenaroli

Foglie lungamente picciolate, con pelosità bianca tomentosa spesso su entrambe le pagine, o soltanto su quella inferiore che appare di colore bianco, da cordate-reniformi a più o meno triangolari, con nervartura palmata e reticolata, le inferiori grossolanamente bordate di denti ineguali.
Adenostyles leucophylla
Ambrosia artemisiifolia
Ambrosia artemisiifolia L.
Nicola Ardenghi

Foglie pelose, lunghe 3-10 cm, 2pennatosette con lacinie e porzione indivisa larga 1-5 mm.
Ambrosia artemisiifolia
Anacyclus radiatus
Anacyclus radiatus Loisel.
Giorgio Faggi

Foglie di 2-6 cm, 2pennatosette, divise in lacinie larghe 1-2 mm, le cauline semplicemente pennate.
Anacyclus radiatus
Andryala integrifolia
Andryala integrifolia L.
Nino Messina

Foglie inferiori spatolate di 5-9 x 1-2 cm, intere o sinuate, con 3-5 denti ottusi su ciascun lato.
Andryala integrifolia
Antennaria carpatica
Antennaria carpatica (Wahlenb.) Bluff & Fingerh.
Aldo De Bastiani

Foglie basali lineari-lanceolate o oblanceolate di 25-45 x 5-8 mm, trinervie, acute, le cauline ridotte.
Antennaria carpatica
Antennaria dioica
Antennaria dioica (L.) Gaertn.
Attilio Marzorati

Foglie basali in rosetta all'apice degli stoloni epigei, portare da un breve picciolo, spatolate 2÷4 cm, arrotondate e spesso mucronate all'apice, le cauline lesiniformi.
Antennaria dioica
Anthemis arvensis
Anthemis arvensis L.
Giorgio Faggi

Foglie basali alterne, picciolate, oblunghe, di 15-35 x 8-16 cm, 2pennatosette con segmenti lanceolato-lineari, lanosi di sotto.
Anthemis arvensis
Aposeris foetida
Aposeris foetida (L.) Less.
Villiam Morelli

Foglie tutte in rosetta di un bel colore verde lucente, misurano 6-14 x 3-4 cm, hanno il lembo roncinato-pennatopartito, con 5-11 segmenti laterali irregolarmente rombici, quello terminale a forma triangolare.
Aposeris foetida
Arctium lappa
Arctium lappa L.
Silvano Radivo

Foglie basali con picciolo pieno, lamina ovata o cuoriforme di 25-80 x 20-70, scabra, glabre di sopra, bianco-ragnatelose di sotto, le cauline sessili e lanceolate.
Arctium lappa
Arctium minus
Arctium minus (Hill) Bernh.
Giorgio Faggi

Foglie intere, di 3-6 x 1,5-3,5 dm, dentate e ondulate, le basali con picciolo cavo di 15-50 cm, e lamina ovata o cuoriforme, le cauline sessili e lanceolate.
Arctium minus
Arctium tomentosum
Arctium tomentosum Mill.
Umberto Ferrando

Foglie basali con picciolo ripieno di midollo, ovato-cuoriformi, lamina glabra, verde superiormente, grigio-tomentosa di sotto, con bordi dentati, ondulati e apice arrotondato. Le cauline sessili e lanceolate.
Arctium tomentosum
Arnica montana
Arnica montana L.
Enrico Romani

Foglie basali opposte a croce, spatolate, di colore verde pallido, intere o poco dentate, con la pagina superiore fortemente pubescente e quella inferiore quasi glabra con evidenti nervature longitudinali. Le cauline opposte e ridotte.
Arnica montana
Artemisia genipi
Artemisia genipi Weber
Attilio Marzorati

Foglie basali con picciolo di 10-25 mm, lamina 2-3volte triforcata, lacinie terminali di 1,5 x 5 mm.
Artemisia genipi
Artemisia glacialis
Artemisia glacialis L.
Sandro Maggia

Foglie inferiori picciolate, lunghe circa 5 cm, 2 pennatosette con segmenti linare-lanceolati: le cauline simili ma più piccole.
Artemisia glacialis
Artemisia lanata
Artemisia lanata Willd.
Patrizia Ferrari

Foglie grigio verdi-biancastre, pelose (peli a navetta), quelle basali munite di un picciolo lungo 2-3 cm e lamina 1-3 pennatosetta, con lacinie di circa 1mm x 6-9 mm.; foglie cauline con picciolo lungo 5-9 mm, in alto completamente diviso in lacinie.
Artemisia lanata
Artemisia nitida
Artemisia nitida Bertol.
Graziano Propetto

Foglie basali con picciolo di 1-4 cm, lamina 2-3pennatosetta divisa in lacinie lineari; le cauline simili.
Artemisia nitida
Artemisia umbelliformis subsp. eriantha
Artemisia umbelliformis subsp. eriantha (Ten.) Vallès-Xirau & Oliva Brañas
Paolo Formisiani

Foglie basali 2-3pennatosette con lacinie di 1x6-9 mm e peli a navetta.
Artemisia umbelliformis subsp. eriantha
Artemisia verlotiorum
Artemisia verlotiorum Lamotte
Franco Giordana

Foglie basai pennatosette, strette in lacinie a margine intero, glabre, verde scuro nella pagina superiore, biancastre e leggermente pelose nella pagina inferiore; foglie superiori ridotte
Artemisia verlotiorum
Artemisia vulgaris
Artemisia vulgaris L.
Giorgio Faggi

Foglie subglabre e scure di sopra, bianco-tomentose di sotto, le basali di 8-10 x 9-12 com, con 2-4 lacinie per lato, dentate e semiabbrccianti; le superiori ridotte e lineari.
Artemisia vulgaris
Aster alpinus
Aster alpinus L.
Aldo De Bastiani

Foglie basali oblanceolato-spatolate, di 30-40 x 6-8 mm, con pubescenza appressata.
Aster alpinus
Asteriscus aquaticus
Asteriscus aquaticus (L.) Less.
Severino Costalonga

Foglie intere, oblanceolato-spatolate di 4-6 x 1 cm, le inferiori ristrette in un picciolo.
Asteriscus aquaticus
Atractylis cancellata
Atractylis cancellata L.
Beppe di Gregorio

Foglie basali spatolate di 20-30 x 6-8 mm, sericee di sotto, dentato-aculeate sul bordo.
Atractylis cancellata
Bellidiastrum michelii
Bellidiastrum michelii Cass.
Gianluca Nicolella

Foglie pubescenti tutte basali, oblanceolato-spatolate con picciolo di 3 cm e lamina di 17-25 x 30-50 mm, a margine dentato con 13-19 denti e crenata verso l'apice.
Bellidiastrum michelii
Bellis perennis
Bellis perennis L.
Giuliano Salvai

Foglie spatolate di 35-40 x 14-16 mm, ristrette in un picciolo alato, dentellate o crenulate, raramente intere, con 1(3) nervi.
Bellis perennis
Bellis sylvestris
Bellis sylvestris Cirillo
Pancrazio Campagna

Foglie in rosetta basale con lamina pubescente, oblanceolata di 5-8 c 2-3 cm, ottusa, dentellata con 3-5 nervi, ristretta in un picciolo di 2-4 cm strettamente alato.
Bellis sylvestris
Bellium bellidioides
Bellium bellidioides L.
Daniela Longo

Foglie grassette, spatolate, larghe 3-10 mm, ristrette in un picciolo.
Bellium bellidioides
Bellium minutum
Bellium minutum (L.) L.
Erina Montoleone

Foglie in rosetta radicale, spatolate di 5-8 x 3-5 mm.
Bellium minutum
Berardia subacaulis
Berardia subacaulis Vill.
Renzo Salvo

Foglie in rosetta, le inferiori con picciolo e lamina ovata, subrotonda o cordata di 5-10 cm, bianche cotonose di sotto, romentose di sopra.
Berardia subacaulis
Calendula arvensis
Calendula arvensis (Vaill.) L.
Giuliano Salvai

Foglie inferiori lanceolato-spatolate di 6-15 x 20-50 mm, irregolarmente dentellate al margine.
Calendula arvensis
Calendula officinalis
Calendula officinalis L.
Franco Rossi

Foglie inferiori spatolate e oblunghe con base ristretta a cuneo lunghe circa 2 cm, le superiori obovate e amplessicauli, tutte sessili, alterne, oblunghe, lanceolate, dentate, verde-grigiastre con margine dentato con una ghiandola nera all’apice dei denti (idatoti).
Calendula officinalis
Carduus acanthoides
Carduus acanthoides L.
Giorgio Faggi

Foglie pennatopartite, di 2,5-3(8) x 10-13(25) cm, con 6-8 coppie di segmenti spinosi.
Carduus acanthoides
Carduus acicularis
Carduus acicularis Bertol.
Giorgio Faggi

Foglie decorrenti, le rasdicali e inferiori pennatifide, dentato-spinulose, villose, canescenti e subtomentose nella pagina inferiore, con picciolo ± alato.
Carduus acicularis
Carduus defloratus subsp. defloratus
Carduus defloratus L. subsp. defloratus
Umberto Ferrando

Foglie generalmente glabre e glauche, le inferiori ellittiche di 8-12 x 3-4 cm, con 12-25 denti oer lato sul borso e altrettanti lobi o a almeno 12-15 spine più robuste delle altre.
Carduus defloratus subsp. defloratus
Carduus defloratus subsp. tridentinus
Carduus defloratus subsp. tridentinus (Evers) Ladurner
Bruno Lanzini

Foglie alterne, glabre, di colore verde intenso, le inferiori picciolate, disposte in rosetta basale, con lamina lanceolata e profondamente pennatifida con lobi triangolari, increspati o sinuati, il margine con spine divaricate (3-5 mm) molto pungenti..
Carduus defloratus subsp. tridentinus
Carduus nutans
Carduus nutans L.
Giorgio Faggi

Foglie pennato-partite di 8-30 x 2-8 cm, con 6-8 paia di segmenti laterali di 5x8 mm, spinosi.
Carduus nutans
Carduus pycnocephalus
Carduus pycnocephalus L.
Giorgio Faggi

Foglie di 5-12 x 2-6 cm con 3-5 segmenti per lato, lamina bianco-lanosa di sotto, spine di 3-10 mm sul margine.
Carduus pycnocephalus
Carlina acanthifolia
Carlina acanthifolia All.
Enrico Romani

Foglie in rosetta applicate al suolo, pubescenti e tomentose, biancastre sulle due facce, da ellittico-oblanceolate a ovate di 15-30 x 5-15 cm, allargate superiormente, pennatosette con denti spinosi sul bordo. Le foglie più onterne sono sessili.
Carlina acanthifolia
Carlina acaulis subsp. acaulis
Carlina acaulis L. subsp. acaulis
Vincenzo Volonterio

Le foglie, quasi tutte basali e disposte in rosetta, lunghe sino a 20 cm, sono picciolate, con lamina oblungo-spatolata, pennatosetta, profondamente divise, glabre, coriacee e spinose.
Carlina acaulis subsp. acaulis
Carlina corymbosa
Carlina corymbosa L.
Giorgio Faggi

Foglie inferiori in rosetta, glabre e coriacee, spinose e dentate al margine, oblungo-lanceolate, ristrette in un picciolo, generalmente non più presenti all'antesi. >
Carlina corymbosa
Carlina corymbosa L.
Giuliano Salvai

Carlina gummifera
Carlina gummifera (L.) Less.
Carlo Cibei

Foglie tutte radicali in ampia rosetta, lungamente picciolate (8-14 cm), a contorno lanceolato-spatolato (4-10 x 15-40 cm), bipennatosette con 5-8 paia di segmenti dentati per lato, muniti all'apice di lunghe spine. Nel momento dell' antesi esse sono per lo più già secche.
Carlina gummifera
Carlina lanata
Carlina lanata L.
Giorgio Faggi

Foglie inferiori semiamplessicauli, oblanceolate di 8-12 x 2-3 cm, pennato-lobate con segmenti molli e subspinosi- Le foglie mediane e superiori lanceolate, rigide e spinose.
Carlina lanata
Carlina vulgaris
Carlina vulgaris L.
Giorgio Faggi

Foglie sessili e semiamplessicauli, ±ondulate, coriacee, spinescenti, pubescenti e ragnatelose nella pagina inferiore. Le basali obovato-lanceolate con nervi che proseguono trasformandosi in spine robuste.
Carlina vulgaris
Carthamus lanatus
Carthamus lanatus L.
Giorgio Faggi

Foglie della rosetta basale picciolate, di forma lirato-partite, ghiandoloso-viscose, coriacee con 3 - 8 paia di segmenti profondi, dentato - spinosi, generalmente assenti all'antesi.
Carthamus lanatus
Carthamus pinnatus
Carthamus pinnatus Desf.
Beppe Di Gregorio

Foglie (2-2,5 x 8-10 cm) in rosetta basale appressata al suolo, pennatosette, divise fino alla rachide in segmenti (5 x 10-14 mm) ovali o lanceolati, perpendicolari, acuti e spinulosi e muniti spesso alla base di un'orecchietta.
Carthamus pinnatus
Catananche caerulea
Catananche caerulea L.
Daniela Longo

Foglie basali lineari leggermente spatolate verso l'apice di 20-30 x 0,3 cm, trinervie, acute, intere (raramente con 2-3 lacinie laterali; quelle dei rami fioriferi ridotte a bratteole membranose.
Catananche caerulea
Centaurea acaulis
Centaurea acaulis L.
Severino Costalonga

Foglie tutte basali, pubescenti e setoloso-irsute soprattutto sul lato inferiore, lunghe 12-25 cm, polimorfe: intere, ovale-acuminate, con pochi segmenti alla base della lamina o lirato-pennatosette con 13-17 segmenti (1-4 cm) picciolati e irregolarmente divisi.
Centaurea acaulis
Centaurea busambarensis
Centaurea busambarensis Guss.
Beppe Di Gregorio

Foglie basali lirato-pennatosette con 4-7 segmenti laterali, i basali piccoli, quindi progressivamente più grandi che si ricoprono sui bordi, ovato asimmetrici, interi o dentati, acuti o con punta cartilaginea.
Centaurea busambarensis
Centaurea calcitrapa
Centaurea calcitrapa L.
Giorgio Faggi

Foglie basali si 5-8 cm generalmente pennatosette con lacinie di 18-25 x 1-2 mm, scabre, pungenti, con margine dentellato,
Centaurea calcitrapa
Centaurea cineraria
Centaurea cineraria L.
Gianluca Nicolella

Foglie 1-2pennatosette con segmenti da lineari a ovati, ottusi o arrotondati all'apice.
Centaurea cineraria
Centaurea deusta
Centaurea deusta Ten.
Giorgio Faggi

Foglie basali lunghe 10-15 cm, picciolate e bipennatosette, divise in lacinie lineari di 2-4 x 8-12 mm, intere, dentate o partite.
Centaurea deusta
Centaurea melitensis
Centaurea melitensis L.
Susanne Ahrens

Foglie inferiori pennatosette di 5-8 cm con 4-5 pic cole lacinie per lato, le cauline lineari-spatolate di 2-3 z 20-30 mm, intere, semiamplessicauli, decorrenti.
Centaurea melitensis
Centaurea nigrescens
Centaurea nigrescens Willd.
Giorgio Faggi

Le lunghe foglie inferiori hanno lamina ovata, margine intero, raramente 1÷2 volte inciso e lobato verso la base, portate da un lungo picciolo dilatato alla base.
Centaurea nigrescens
Centaurea scabiosa
Centaurea scabiosa L.
Giorgio Faggi

Foglie basali di 1-3 dm, in rosetta, pcciuolate, pennatosette, con segmenti acuti e mucronati, le culine inferiori simili, le medie simili ma sessili, le superiori pennatolobate.
Centaurea scabiosa
Centaurea solstitialis
Centaurea solstitialis L.
Giorrgio Faggi

Foglie di colore grigio-verde, lanose e ragnatelose; le basali con picciolo cuneato, di forma lirato-pennato lobate (2-3 lobi per lato) e con segmenti oblunghi; le superiori sessili, decorrenti, dentate sul margine o intere e mucronate.
Centaurea solstitialis
Chondrilla chondrilloides
Chondrilla chondrilloides (Ard.) H. Karst.
Silvano Radivo

Boglie basali lineari-spatolate di 4-13 x 50-90 mm, intere o con dentelli distanziati; le cauline lineari, ridotte.
Chondrilla chondrilloides
Chondrilla juncea
Chondrilla juncea L.
Quintino Giovanni Manni

Foglie basali in rosetta di 4-8 cm, oblanceolate, dentate; le cauline lineari spinulose sul bordo.
Chondrilla juncea
Cichorium intybus
Cichorium intybus L.
Giorgio Faggi

Foglie della rosetta basale, picciolate, oblanceolate, irregolarmente pennato-partite con segmenti triangolari acuti a margini ronciniati, raramente intere.
Cichorium intybus
Cirsium acaule
Cirsium acaule Scop.
Gianluca Nicolella

Foglie appressate al suolo riunite inrosetta , lunghe 8÷15 cm, pennatopartite, divise in segmenti lobati con margine spinoso.
Cirsium acaule
Cirsium alsophilum
Cirsium alsophilum (Pollini) Soldano
Roberto Guglielmini

Foglie inferiori di 2-5 x 1-1,5 dm, lobate o pennatopartite; le superiori lanceolate o lanceolato-lineari, dentate o pennatopartite, spine molli di 1-3 mm.
Cirsium alsophilum
Cirsium arvense
Cirsium arvense (L.) Scop.
Attilio Marzorati

Foglie della rosetta basale lanceolate o ellittico-spatolate, divise in lobi triangolari spinosi o quasi intere, subglabre di sopra o glabre, ispide di sotto, ± piane o increspate sul bordo.
Cirsium arvense
Cirsium erisithales
Cirsium erisithales (Jacq.) Scop.
Anja Michelucci

Le foglie basali alterne, opposte, a contorno oblungo-ellittico, pennatopartite con 10÷14 segmenti, sono profondamente divise fino alla nervatura centrale con lobi allungati ciliato-spinulosi, soffici, di colore verde pallido.
Cirsium erisithales
Cirsium pannonicum
Cirsium pannonicum (L. f.) Link
Marinella Zepigi

Foglie di 2-2,5×12-20 cm, addensate nella metà inferiore del fusto, le basali lanceolate o spatolate, a margine denticolato, con setole ispide setolose nella pagina superiore, pagina inferiore grigio-tomentosa.
Cirsium pannonicum
Cirsium scabrum
Cirsium scabrum (Poir.) Bonnet & Barratte
Beppe Di Gregorio

Foglie basali in rosetta, oblunghe di 40-80 cm, leggermente lobate, attenuate in un picciolo corto, coriacee, scabre e spinose nella faccia superiore, tomentose di sotto.
Cirsium scabrum
Cota tinctoria
Cota tinctoria (L.) J. Gay
Giorgio Faggi

Foglie bipennatosette, pubescenti, lunghe 2-3 cm, a lacinie lineari-lanceolate seghettate, con denti brevemente cuspidati terminanti in un mucrone cartilagineo.
Cota tinctoria
Crepis albida
Crepis albida Vill.
Giacomo Bellone

Rosetta di foglie pennatopartite a contorno spatolato che misurano 15-20 x 5-6 cm.
Crepis albida
Crepis aurea
Crepis aurea (L.) Cass.
Aldo De Bastiani

Foglie della rosetta basale lanceolato-spatolate di 4-5 x 1-2 cm, pennatopartite, con 2-4 incisioni profonde e lobi patenti o riflessi.
Crepis aurea
Crepis bellidifolia
Crepis bellidifolia Loisel.
Giuliano Campus

Foglie della rosetta basale, grassette, spatolate di 3-5 x 1-1,5 cm, con 2-3 denti per lato,
Crepis bellidifolia
Crepis bursifolia
Crepis bursifolia L.
Giorgio Faggi

Rosetta con foglie glabre, picciolate, oblanceolate, lirate, divise, pennatopartite con segmenti laterali terminanti in un mucrone acuto.
Crepis bursifolia
Crepis capillaris
Crepis capillaris (L.) Wallr.
Franco Giordana

Foglie della rosetta basale. picciolate di 8-30 x 2-4,5 cm, lanceolato-spatolate con bordi interi o dentati, ma anche pennato-lobate con lobi ronciniati.
Crepis capillaris
Crepis conyzifolia
Crepis conyzifolia (Gouan) A. Kern.
Attilio Marzorati

Foglie basali spatolate di 15-20 x 3-4 mm, acute, con denti acuti in basso e ottusi verso l'apice.
Crepis conyzifolia
Crepis dioscoridis
Crepis dioscoridis L.
Enrico Romani

Foglie della rosetta basale di 4-15 x 1-3 cm, da grossolanamente dentate a pennatosette e sublirate.
Crepis dioscoridis
Crepis foetida
Crepis foetida L.
Franco Giordana

Foglie basali spatolate di 8-15 x 2-3 cm, pennatopartite con segmenti acuti e irregolarmente dentati-
Crepis foetida
Crepis froelichiana
Crepis froelichiana DC.
Franco Fenaroli

Foglie tomentose in rosetta basale, oblanceolato-spatolate di 3-8 x 1-2 cm, dentellate al margine con nervi secondari arcuati.
Crepis froelichiana
Crepis jacquinii subsp. kerneri
Crepis jacquinii subsp. kerneri (Rech. f.) Merxm.
Giancarlo Pasquali

Foglie basali in pseudo-rosetta con lamina nastriforme di 50-120 x 3-5 mm con lacinie patenti o incurvate su entrambi i lati,
Crepis jacquinii subsp. kerneri
Crepis lacera
Crepis lacera Ten.
Franco Rossi

Foglie della rosetta basale pennatosette di 9-20 x 4-8 cm, con lacinie sottili irregolarmente dentate.
Crepis lacera
Crepis leontodontoides
Crepis leontodontoides All.
Giorgio Faggi

Rosetta di foglie basali, picciolate, pennatolobate o pennatosette con lobi laterali triangolari profondi, acuti, spesso riflessi e quello apicale astato.
Crepis leontodontoides
Crepis magellensis
Crepis magellensis F. Conti & Uzunov
Fabio Conti

Foglie in rosetta basale, picciolate di 2-6,5 x 04-1 cm, spatolate, ronciniate, lirato-pennatifide, con segmenti acuti, glabre o con peli ghiandolari sparsi.
Crepis magellensis
Crepis neglecta
Crepis neglecta L.
Giuliano Salvai

Foglie inferiori in rosetta, ispide, spatolate di 4-6 x 1-2 cm, intere, dentate o pennato-lobate.
Crepis neglecta
Crepis pontana
Crepis pontana (L.) Dalla Torre
Renzo Salvo

Folie basali oblanceolato-spatolate di 4-12 x 1,5-3 cm, con margine provvisto da acuti dentelli tra di loro spaziati.
Crepis pontana
Crepis pulchra
Crepis pulchra L.
Attilio Marzorati

Foglie inferiori spatolate di 3-12 x 1-3 cm, dentate o pennatopartite.
Crepis pulchra
Crepis pygmaea
Crepis pygmaea L.
Daniela Longo

Foglie basali grigio-ragnatelose a volte soffuse di rossastro, con lamina ridotta al segmento apicale ovato di 2-3 X 3-4 cm e 1-3 coppie di segmenti laterali di 2-5 mm.
Crepis pygmaea
Crepis rhaetica
Crepis rhaetica Hegetschw.
Fernando Possamai

Foglie in pseudo-rosetta, lineari-spatolate, di 20-50 x 5-10 mm, intere con apice arrotondato.
Crepis rhaetica
Crepis rhoeadifolia
Crepis rhoeadifolia M. Bieb.
Giorgio Faggi

Rosetta di foglie basali pennato-partite, con segmenti acuti, irregolarmente dentati.
Crepis rhoeadifolia
Crepis rubra
Crepis rubra L.
Luigi Rignanese

Rosetta basale di foglie spatolate di 6 x 2 cm, pennatosette con segmento apicale triangolare di 12-15 x 17-22 mm.
Crepis rubra
Crepis sancta
Crepis sancta (L.) Babc.
Nino Messina

Rosetta basale di foglie oblanceolato-spatolate, picciolate, dentellate, di 2-10 x 0,5-2 cm.
Crepis sancta
Crepis setosa
Crepis setosa Haller f.
Giorgio Faggi

Rosetta basale di foglie lineari-spatolate di 8-20 x 2-5 cm, picciolate, con denti acuti o pennatosette col lobo apicale ovato, acute.
Crepis setosa
Crepis slovenica
Crepis slovenica Holub
Aldo De Bastiani

foglie basali in rosetta, lamina lanceolato-spatolata di 3-8 x 1-3 cm, pubsecenti con margine finemente dentellato.
Crepis slovenica
Crepis sprengeli
Crepis sprengeli Nicotra
Beppe Di Gregorio

Foglie basali lineari-spatolate di 0,5-2,5 x 5-15 cm, con margine dentellato e apice arrotondato; le cauline lineari-squamiformi.
Crepis sprengeli
Crepis staticifolia
Crepis staticifolia (All.) Galasso, Banfi & Soldano
Giorgio Faggi

Foglie pressoché tutte basali, lineari lanceolate, spatolate di 50-70 x 4-5 mm, ottusamente dentellate sul bordo.
Crepis staticifolia
Crepis terglouensis
Crepis terglouensis (Hacq.) A. Kern.
Fernando Possamai

Pseudo-rosetta di foglie basali lineari-spatolate di 20.70 x 6-15 mm, lobato-incise con segmenti retrorsi, glabre.
Crepis terglouensis
Crepis vesicaria
Crepis vesicaria L.
Marcello Gianni

Foglie della rosetta basale da lobate a pennatosette di 8-15(26) x 1-3 cm.
Crepis vesicaria
Cyanus montanus
Cyanus montanus (L.) Hill
Pierfranco Arrigoni

Foglie lanceolate con base ristretta decorrente sul fusto le maggiori 8-12 x 3-4 mm.
Cyanus montanus
Cyanus segetum
Cyanus segetum Hill
Franco Rossi

Foglie lineari-lanceolate o lineari acute di 20-70 x 3-8 mm, trinervie.
Cyanus segetum
Cyanus triumfettii
Cyanus triumfettii (All.) Dostál ex Á. & D. Löve
Myriam Traini

Foglie lanceolate di 9-13 x 0.5-3 cm, con base ristretta, lamina generalmente intera: le superiori lineari, acute, non superanti il capolino.
Cyanus triumfettii
Cynara cardunculus
Cynara cardunculus L.
Vito Buono

Foglie basali in ampia rosetta, profondamente incise, 1-2 pennatosette, lunghe fino a 35 cm, con segmenti lanceolati, bianco-tomentosi di sotto, interi o sparsamente dentellati e provvisti ai margini di lunghe spine (1-3 cm) patenti.
Cynara cardunculus
Doronicum clusii
Doronicum clusii (All.) Tausch
Giancarlo Donadelli

Foglie della rosetta basale con picciolo di 3-6 cm, lamina lanceolata di 20-30 x 30-50 mm. e con peli semplici dritti misti a peli molli.
Doronicum clusii
Doronicum columnae
Doronicum columnae Ten.
Giuliano Salvai

Foglie della rosetta basale con picciolo di 3-6 cm, e con lamina cuoriforme o reniforme del Ø di 2 cm, con bordo dentellato.
Doronicum columnae
Doronicum glaciale
Doronicum glaciale (Wulfen) Nyman
Silvano Radivo

Foglie della rosetta basale con picciolo di 3-6 cm e lamina lanceolata di 3-5 x 2-3 cm progressivamente attenuata alla base.
Doronicum glaciale
Doronicum grandiflorum
Doronicum grandiflorum Lam.
Aldo De Bastiani

Foglie della rosetta basale con picciolo di 5-16 cm, lamina ovale o lanceolata ristretta bruscamente alla base o a volte con base ovata, con peli sul margine e sul lembo.
Doronicum grandiflorum
Doronicum orientale
Doronicum orientale Hoffm.
Franco Caldararo

Foglie basali con lungo picciolo di 6-12 cm e lamina cuoriforme con margine intero o irregolarmente crenato.
Doronicum orientale
Doronicum pardalianches
Doronicum pardalianches L.
Alessandro Federici

Foglie della rosetta basale lungamente picciolate (10-30 cm), con lamina intera, pelosa, ovale, rotonda o cordata e bordo intero o dentellato.
Doronicum pardalianches
Echinops sphaerocephalus
Echinops sphaerocephalus L.
Giorgio Faggi

Foglie basali picciolate, oblunghe di 10-40 x 1-3 cm, 1-2pennatifide, con margine dentato e spinoso, con la pagina superiore ruvida, glabra e verde scura e la inferiore bianca cotonosa. Le foglie superiori amplessicauli.
Echinops sphaerocephalus
Erigeron acris
Erigeron acris L.
Attilio Marzorati

Foglie basali in rosetta, oblanceolato-spatolate e picciolate, ottusamente dentate o intere, per lo più scomparse nel momento dell'antesi.
Erigeron acris
Erigeron alpinus
Erigeron alpinus L.
Aldo De Bastiani

Foglie basali, di 3-4(10) x 30-35(120) mm, lineari-spatolate od oblungo-lanceolate, per lo più acute.
Erigeron alpinus
Erigeron annuus
Erigeron annuus (L.) Desf.
Sandro Maggia

Foglie basali lanceolato-spatolate di 5-7 x 1-1,5 cm, con margine grossolanamente dentato (3-4 o 5 denti per lato).
Erigeron annuus
Erigeron atticus
Erigeron atticus Vill.
Daniela Longo

Foglie basali e cauline inferiori spatolato-lanceolate, attenuate in un picciolo alato, che scompaiono all'antesi.
Erigeron atticus
Erigeron bonariensis
Erigeron bonariensis L.
Massimiliano Reggiani

Foglie inferiori alterne, pelose, con una sola nervatura centrale e profilo lanceolato-lineare, con apice aguzzo, ristrette alla base senza un picciolo evidente, margine intero o un poco dentato a volte sinuato.
Erigeron bonariensis
Erigeron epiroticus
Erigeron epiroticus (Vierh.) Halácsy
Maribella Miglio

Foglie basali lineari spatolate larghe da 3,5 mm nelle piante nane, fino a 14 mm nelle piante più sviluppate.
Erigeron epiroticus
Erigeron glabratus
Erigeron glabratus Bluff & Fingerh.
Giancarlo Pasquali

Foglie giallo-verdastre. le basali lanceolato-spatolate di 3-6(12) x 30-80(200) mm, con la larghezza massima nella metà del lembo.
Erigeron glabratus
Erigeron karvinskianus
Erigeron karvinskianus DC.
Giorgio Faggi

Foglie basali in rosetta, sessili o brevemente peduncolate, di forma spatolato-subrotonde o ovato-lanceolate, lunghe fino a 3 cm e larghe 5 mm; intere o trilobate (spinule laterali) e mucronate.
Erigeron karvinskianus
Erigeron philadelphicus
Erigeron philadelphicus L.
Davide Tommasi

Foglie basali da oblanceolate a obovate di (15)30-110(150) x 10-25(40) mm, con margini crenati, sparsamente irsute o villose, senza ghiandole.
Erigeron philadelphicus
Erigeron sumatrensis
Erigeron sumatrensis Retz.
Claudia Ganz

Le foglie basali raccolte in rosette e le foglie cauline inferiori appassiscono, ma persistono all'antesi,hanno il lembo oblanceolato-ellittico che misura fino a 10 x 1,5 cm, apice acuto e base attenuata, margine subintero o poco dentato all'apice o quasi lobate, con nervature laterali evidenti
Erigeron sumatrensis
Evacidium discolor
Evacidium discolor (DC.) Maire
Beppe Di Gregorio

Foglie grigio-lanose, oblanceolato-spatolate di 5-8 x 1-2 mm, arrotondate e spesso acuminate all'apice; le bratteali lanceolate a ovate.
Evacidium discolor
Filago tyrrhenica
Filago tyrrhenica Chrtek & Holub ex Soldano & F. Conti
Marco Iocchi

Goglie arcuto-spatolate di 4-6 x 3-5 mm, retuse o tronche all'apice, che formano una rosetta densa che avvolge l'infiorescenza.
Filago tyrrhenica
Galactites tomentosus
Galactites tomentosus Moench
Vito Buono

Foglie lunghe 10-20 cm, pennatosette, acutamente spinose, variegate di bianco superiormente e bianco tomentose di sotto.
Galactites tomentosus
Gamochaeta pensylvanica
Gamochaeta pensylvanica (Willd.) Cabrera
Franco Giordana

Foglie basali appassite all'antesi, da oblanceolate a spatolate, di 2,5-8 x 04-1,8 cm, intere con apice arrotondato.
Gamochaeta pensylvanica
Glebionis coronaria
Glebionis coronaria (L.) Spach
Giorgio Faggi

Glebionis coronaria
Gnaphalium hoppeanum
Gnaphalium hoppeanum W.D.J. Koch
Federico Mangili

Foglie basali lineari-spatolate, di 15-30 x 2-4 mm, acute. grigio-tomentose, uninervie; le cauline più strette.
Gnaphalium hoppeanum
Hedypnois rhagadioloides
Hedypnois rhagadioloides (L.) F.W. Schmidt
Giorgio Faggi

Foglie basali in rosetta, lanceolato-spatolate (0,5-1 x 3-6 cm), intere o dentellate, talvolta pennatifide, con sparse setole lucide ai margini e sulla lamina.
Hedypnois rhagadioloides
Helianthus annuus
Helianthus annuus L.
Franco Rossi

Le foglie lungamente picciolate, sono alterne, la lamina è ovale-lanceolata percorsa da 3 nervi, il margine è dentato, entrambe le pagine sono ruvide.
Helianthus annuus
Helminthotheca aculeata
Helminthotheca aculeata (Vahl) Lack
Beppe di Gregorio

Foglie pelose e spinulose, le basali in rosetta di 3-10 x 1-3 cm ellittiche o oblanceolate, picciolate e dentate; le cauline minori e amplessicauli.
Helminthotheca aculeata
Helminthotheca echioides
Helminthotheca echioides (L.) Holub
Giorgio Faggi

Foglie basali (1-5 x 5-15 cm) in rosetta, spatolate, sinuato-dentate od intere con picciolo strettamente alato, munite di grosse setole ispide ad ancora o uncinate, alcune delle quali con base verrucosa bianca; le cauline lanceolate (1-3 x 4-7 cm), sessili, semiamplessicauli, auricolate.
Helminthotheca echioides
Hieracium alpinum
Hieracium alpinum L.
Filiberto Fiandri

Foglie tutte in rosetta basale, oblanceolato-spatolate, ghiandolose e villose.
Hieracium alpinum
Hieracium amplexicaule
Hieracium amplexicaule L.
Alessandro Federici

Foglie basali in rosetta persistenti all'antesi, appicicose, verdi che a volte virano al bruno rossastro, da obovato-spatolate a lanceolate 3 o 4 volte più lunghe che larghe, con lamina sinuata ± dentata con denti acuti. brevi e spaziati che si attenua lungamente o brevemente in un picciolo normalmente alato, ma anche sotanto attenuata senza picciolo, spesso mucronata all'apice. Le cauline simili, ma ridotte e con base allargata, cordata e amplessicaule.
Hieracium amplexicaule
Hieracium australe
Hieracium australe Fr.
Giorgio Bardelli

Foglie basali in rosetta, ellittico-lanceolate, rigide, glauche, pelose, con margine dentato; le cauline progressivamente ridotte e sessili.
Hieracium australe
Hieracium bifidum
Hieracium bifidum Kit. ex Hornem.
Attilio Marzorati

Foglie basali in rosetta, da lanceolate a ovate, con lungo picciolo e lamina dentata, da intera a lobata, verde e ± glaucescente o violacea, chiazzata o non. Le cauline nulle o più piccole.
Hieracium bifidum
Hieracium bornetii
Hieracium bornetii Burnat & Gremli
Marinella Zepigi

Foglie basali in rosetta, picciolate, obovoidi, arrotondate o acute all'apice, dentate o crenate, pelose.
Hieracium bornetii
Hieracium bupleuroides
Hieracium bupleuroides C.C. Gmel.
Attilio Marzorati

Foglie basali lanceolato-spatolate, intere, ristrette nella metà inferiore, talora con piccoli dentelli appena accennati nella metà della lamina; le cauline ridotte.
Hieracium bupleuroides
Hieracium dentatum
Hieracium dentatum Hoppe
Frnco Barbadoro

Foglie basali in rosette, picciolate, con lamina lanceolata, acuta, dentata, le cauline ridotte.
Hieracium dentatum
Hieracium froelichianum
Hieracium froelichianum H. Buek
Giacomo Bellone

Rosetta basale poco sviluppata con 3-6 foglie verde-glauche, picciolate, lanceolate, dentate.
Hieracium froelichianum
Hieracium glaucum
Hieracium glaucum All.
Nicolò Parrino

Foglie basali lineari lanceolate, le maggiori di 7-10(15) x 1.1,5 mm, generalmente con denti ben sviluppati sui lati.
Hieracium glaucum
Hieracium grovesianum
Hieracium grovesianum Arv.-Touv. ex Belli
Brunello Pierini

Foglie basali picciolate, con lamina rombico-lanceolata o ± triangolare, acuminata.
Hieracium grovesianum
Hieracium lachenalii
Hieracium lachenalii Suter
Ennio Cassanego

Foglie basali con lamina lanceolata, ± acuta alla base e profondamente dentata; le cauline inferiori simili alle basali.
Hieracium lachenalii
Hieracium portanum
Hieracium portanum Belli
Franco Caldararo

Foglie inferiori in rosetta o pseudorosetta, da oblanceolate a lanceolate, dentate, cartilaginee, ricoperte di fitta peluria setolosa; le superiori ridotte progressivamente.
Hieracium portanum
Hieracium villosum
Hieracium villosum Jacq.
Attilio Marzorati

Foglie basali numerose, raramente assenti, di forma lanceolata o lanceolato-oblunga, generalmente intere, ma sovente ondulate e dentate. Le foglie del caule 3-8 sono progressivamente decrescenti, le superiori trasformate in brattee, le inferiori attenuate, le altre sessili o abbracianti il fusto, ricoperte di fitti peli bianchi fino ad 8 mm.
Hieracium villosum
Homogyne alpina
Homogyne alpina (L.) Cass.
Marinella Zepigi

Foglie quasi tutte basali con piccioli di 2-3 cm, a lamina arrotondato-reniforme (diametro15-22 mm), coriacea, glabra e lucida di sopra, verde chiara e spesso purpurea di sotto con fitti peli ghiandolari; margine crenulato-dentellato; le cauline generalmente due, l'inferiore molto ridotta e guainante, la superiore squamiforme.
Homogyne alpina
Homogyne sylvestris
Homogyne sylvestris Cass.
Graziano Propetto

Foglie basali piciolate con lamina arrotondata, bordo crenato-dentato, con insenatura profonda pari a 1/4 della lamina; le cauline ridotte a lacinie.
Homogyne sylvestris
Hyoseris radiata
Hyoseris radiata L.
Nino Messina

Foglie picciolate, pennatosette e roncinate con 7 - 8 segmenti per lato (fino a metà della lamina), tendenti a sovrapporsi.
Hyoseris radiata
Hyoseris scabra
Hyoseris scabra L.
Gianluca Nicolella

Rosetta basale di foglie pennatosette a contorno oblancolato-lineare, lunghe al massimo 8 cm, scabre, più o meno farinose e con segmenti laterali cigliati o scabri.
Hyoseris scabra
Hyoseris taurina
Hyoseris taurina (Pamp.) Martinoli
Lorenzo Peruzzi

Foglie più lunghe degli scapi, lucide, con segmenti irregolari, ovato-triangolari, ± dentati sul margine.
Hyoseris taurina
Hypochaeris achyrophorus
Hypochaeris achyrophorus L.
Giorgio Faggi

Foglie inferiori in rosette, spatolate con denti ottusi o arrotondati e spesso subnulli.
Hypochaeris achyrophorus
Hypochaeris cretensis
Hypochaeris cretensis (L.) Bory & Chaub.
Montalto Salvatore Luciano

Foglie basali in rosetta, le primordiali spatolate, le successive sentate e quindi pennatosette di5-6 x 1-2 cm, divise in lacinie lineari larghe 2 mm.
Hypochaeris cretensis
Hypochaeris facchiniana
Hypochaeris facchiniana Ambrosi
Aldo De Bastiani

Foglie basali in rosetta, lanceolate, ottusamente dentate.
Hypochaeris facchiniana
Hypochaeris glabra
Hypochaeris glabra L.
Franco Giordana

Foglie tutte basali oblanceolato-spatolate di 2.6 x 0,5-1,5 cm, con denti ottusi ed apice arrotondato.
Hypochaeris glabra
Hypochaeris laevigata
Hypochaeris laevigata (L.) Ces., Pass. & Gibelli
Franco Caldarato

Foglie inferiori in rosette spatolate du 3-6 x 1-2 cm, con 3-4 denti per lato, acuti e cuspidati.
Hypochaeris laevigata
Hypochaeris maculata
Hypochaeris maculata L.
Daniela Longo

Foglie basali in rosette ellittiche o spatolate di 8-13 x 4-6 cm, setolose e generalmente con macchie nere e denti ottusi e profondi.
Hypochaeris maculata
Hypochaeris radicata
Hypochaeris radicata L.
Vito Buono

Foglie tutte in rosetta, spatolate di 5-10 x 1,5-2 cm, pennato-lobate o pennatifide, cigliate.
Hypochaeris radicata
Hypochaeris uniflora
Hypochaeris uniflora Vill.
Daniela Longo

Foglie basali lanceolate di 9.15 x 2.3 cm, ruvide, pubescenti, con denti ottusi.
Hypochaeris uniflora
Inula conyzae
Inula conyzae (Griess.) Meikle
Nino Messina

Foglie oblungo-lanceolate o ellittico-lanceolate, intere o denticolate, con nervature prominenti, verdi e ruvide nella pagina superiore, pelose e grigiastre in quella inferiore; le basali sono portate da un picciolo di 2-4 cm.
Inula conyzae
Inula helenium
Inula helenium L.
Daniele Saiani

Le foglie basali ovato-spatolate grandissime, lunghe anche 70 cm, portate da un lungo picciolo, ed apice acuto, dentellate sui bordi, grigio-tomentose nella pagina inferiore.
Inula helenium
Inula montana
Inula montana L.
Daniela Longo

Foglie alterne, intere, le basali lineari-spatolate larghe 5-10 cm, con larghezza massima vicina all'apice, penninervie, molli.
Inula montana
Inula verbascifolia
Inula verbascifolia (Willd.) Hausskn.
Luigi Rignanese

Foglioe inferiori con picciolo e lamina ovale di 4-5 x 2-3 cm, con nervature sulla pagina inferiore, tomentose.
Inula verbascifolia
Jacobaea ambigua subsp. nebrodensis
Jacobaea ambigua subsp. nebrodensis (Guss.) Peruzzi, N.G. Passal. & C.E. Jarvis
Amedeo Falci

Foglie basali pennatosette on segmenti lineari carenati bidentati o triforcati, acuti.
Jacobaea ambigua subsp. nebrodensis
Jacobaea aquatica
Jacobaea aquatica (Hill) G. Gaertn., B. Mey. & Scherb.
Giorgio Faggi

Foglie inferiori intere o appena crenate, con picciolo di 3-5 cm e lamina ovale o ovato-lanceolata.
Jacobaea aquatica
Jacobaea incana subsp. incana
Jacobaea incana (L.) Veldkamp subsp. incana
Claudio Severini

Foglie basali spatolate di 4 x 1 cm, divise in segmenti sottili, interi, spaziati tra loro quanto la larghezza del segmento stesso.
Jacobaea incana subsp. incana
Jacobaea incana subsp. insubrica
Jacobaea incana subsp. insubrica (Chenevard) B. Nord. & Greuter
Attilio Marzorati

Foglie radicali, bianco-grigio tomentose,spatolate, bruscamente ristrette nel picciolo, variamente incise, a margine generalmente intero.
Jacobaea incana subsp. insubrica
Jacobaea maritima subsp. bicolor
Jacobaea maritima subsp. bicolor (Willd.) B. Nord. & Greuter
Amedeo Falci

Foglie pennatosette divise in segmenti sottili distanziati tra loro, le inferiori un pò lirate, con segmento apicale molto sciluppato, bianco tomentose sotto e verde scuro e subglabre sopra.
Jacobaea maritima subsp. bicolor
Jacobaea maritima subsp. maritima
Jacobaea maritima (L.) Pelser & Meijden subsp. maritima
Gianluca Nicolella

Foglie pennatosette con lamina divisa in segmenti sottili (lineari o lanceolati), distanziati fra loro e parte centrale indivisa larga pochi mm, un po' carnose, bianco-tomentose sotto, cenerine sopra; le inferiori a contorno triangolare con 4-5 paia di lacinie laterali lineari o lanceolate e segmento apicale lobato o partito.
Jacobaea maritima subsp. maritima
Jacobaea persoonii
Jacobaea persoonii (De Not.) Pelser
Bruno Baudino

Foglie spiralate per la maggior parte basali, bianco tomentose; le basali larghe circa 1cm e lunghe 4 cm, spatolate, pennatosette, a contorno oblungo, profondamente divise in segmenti crenati o lobulati; le cauline più piccole lineari-spatolate.
Jacobaea persoonii
Jacobaea uniflora
Jacobaea uniflora (All.) Veldkamp
Michele Juretti

Foglie spiralate senza stipole, per la maggior parte basali, bianco tomentose; foglie basali lanceolato-spatolate, con margini appena lobati, quasi pennatifide; foglie cauline più piccole lineari intere.
Jacobaea uniflora
Jurinea bocconei
Jurinea bocconei (Guss.) Guss.
Beppe di Gregorio

Foglie tutte in rosetta basale, oblanceolato-spatolate di 6-8 x 1-1,5 cm, pennato-lobate o pennatosette, lamina verde lanosa di sopra, niveo tomentosa di sotto.
Jurinea bocconei
Jurinea mollis
Jurinea mollis (L.) Rchb.
Franco Caldararo

Le foglie basali pennatosette, con 5- 6 coppie di segmenti laterali lanceolati, patenti, biancastre nella pagina inferiore mentre in quella superiore verde chiaro con nervatura centrale biancastra. Foglie cauline lineari, ondulate sul margine.
Jurinea mollis
Klasea flavescens
Klasea flavescens (L.) Holub
Beppe di Gregorio

Foglie coriacee, lanceolate, con margine dentato, le inferiori attenuate in un picciolo, le cauline auricolate.
Klasea flavescens
Klasea lycopifolia
Klasea lycopifolia (Vill.) Á. & D. Löve
Enzo De Santis

Foglie basali dentate, glaucescenti, lanceolate, acute, le superiori laciniate.
Klasea lycopifolia
Klasea nudicaulis
Klasea nudicaulis (L.) Fourr.
Enzo De Santis

Foglie glaucescenti, cigliate, le basali con lamina completamente intera o lobata solo alla base, ovato-lanceolata, dentata, acuta e con picciuolo lungo circa altrettanto. Foglie cauline ridotte.
Klasea nudicaulis
Lactuca alpina
Lactuca alpina (L.) A. Gray
Gianni Dose

Foglie basali picciolate, pennatopartite con segmento apicale triangolare, spatolate con rachide alato, irregolarmente dentate.
Lactuca alpina
Lactuca longidentata
Lactuca longidentata DC.
Gallieno Corona

Foglie basali oblungo-lanceolate progressivamente ristgrette alla vase, margine con lobi triangolari acuminati.
Lactuca longidentata
Lactuca muralis
Lactuca muralis (L.) Gaertn.
Giorgio Faggi

Foglie basali verdi a volte con sfumature rossastre, pennatifide a lobi larghi, angolosi e dentati, quello terminale triangolare o pentangolare, più grande dei laterali, le superiori lirate.
Lactuca muralis
Lactuca perennis
Lactuca perennis L.
Giuliano Salvai

Foglie basali in rosetta, pennatosette con divisioni lanceolate o lineari, dentellate o intere, e picciolo alato.
Lactuca perennis
Lactuca saligna
Lactuca saligna L.
Giorgio Faggi

Foglie di color verde glauco, le basali pennatifido-roncinate o sinuato-dentate.
Lactuca saligna
Lactuca serriola
Lactuca serriola L.
Claudia Maggi

Le foglie penninervie, di colore verde glauco lucente, rigide sono glabre, ma pungenti e setolose ai margini e nella nervatura centrale della faccia dorsale. Le basali in rosetta appiattita al suolo, hanno profilo lanceolato, con apice ottuso e margini denticolati, con incisioni più profonde verso la base che si attenua in un picciolo alato.
Lactuca serriola
Lactuca virosa
Lactuca virosa L.
Roberta Alberti

Foglie verde-glauche, glauche, sessili, lanceolate, dentellate e spinulose sui bordi e sotto la nervatura centrale.
Lactuca virosa
Laphangium luteoalbum
Laphangium luteoalbum (L.) Tzvelev
Giuliano Mereu

Foglie basali, spatolato-oblanceolate, di 10-25 x 2-5 cm, uninervie; le cauline lineari acute, semiabbraccianti il fusto.
Laphangium luteoalbum
Lapsana communis
Lapsana communis L.
Attilio Marzorati

Foglie inferiori picciolate lirate, sinuate-dentate acuminate, col lobo terminale più grande. Le foglie del caule sessili, ovate-lanceolate, intere-dentate.
Lapsana communis
Launaea fragilis
Launaea fragilis (Asso) Pau
Bruno Baroni

Foglie lineari, intere, ondulate, dentate o laciniate con apice ottuso, mucronulato e base con orecchiette semiabbraccianti.
Launaea fragilis
Leontodon anomalus
Leontodon anomalus Ball
Giuliano Salvai

Le foglie tutte basali, dispose in rosetta, sono di colore verde scuro, ruvide per i peli con raggi ricurvi che le ricoprono, hanno il lembo lanceolato, con i margini più o meno dentati e sinuosi.
Leontodon anomalus
Leontodon berinii
Leontodon berinii (Bartl.) Roth
Aldo De Bastiani

Foglie basali in tosetta, pelose per peli stellati, intere o sinuato-dentate di 90-12 x 4-15 mm.
Leontodon berinii
Leontodon crispus
Leontodon crispus Vill.
Fìranco Rossi

Foglie basali erette, pennatopartite con segmenti crespo-ondulati, lamina ruvida e isrsuta, ristretta alla base in un lungo picciolo.
Leontodon crispus
Leontodon hispidus
Leontodon hispidus L.
Aldo De Bastiani

Foglie da oblanceolate a lineari_spatolate, da sinuoso_dentate a pennatosette di 4-14 x 1-2,5 cm.
Leontodon hispidus
Leontodon hyoseroides
Leontodon hyoseroides Welw. ex Rchb.
Bruno Lanzini

Foglie basali generalmente in rosetta aderente al suolo, con un lungo picciolo spesso rossastro, pennatopartite con divisioni strette.
Leontodon hyoseroides
Leontodon incanus subsp. tenuiflorus
Leontodon incanus subsp. tenuiflorus (Gaudin) Hegi
Aldo De Bastiani

Foglie basali intere o sinuoso-dentate, acute o arrotondate all'apice, con lembo vellutato, grigiastro per peli stellati.
Leontodon incanus subsp. tenuiflorus
Leontodon rosani
Leontodon rosani (Ten.) DC.
Enrico Romani

Foglie basali da dentato-sinuate a pennatopartite, con segmento apicale breve.
Leontodon rosani
Leontodon saxatilis
Leontodon saxatilis Lam.
Marco Banzato

Foglie basali da quasi intere a sinuato-dentate, con peli forcati e stipitati sulle due facce.
Leontodon saxatilis
Leontodon tuberosus
Leontodon tuberosus L.
V alerio Lazzeri

foglie basali in rosetta, sinuato-dentate con peli forcati, raramente glabre.
Leontodon tuberosus
Leontopodium alpinum
Leontopodium alpinum Cass.
Renzo Salvo

Le foglie basali sublanceolate 2÷4 cm, più allargate verso l'apice, alterne, intere verdastre o grigio-tomentose; le cauline simili ma più strette, quasi lineari.
Leontopodium alpinum
Leontopodium nivale
Leontopodium nivale (Ten.) É. Huet ex Hand.-Mazz.
Paolo Formisani

Foglie basali in rosetta, picciolate, spatolate (4-6 X 10-14 mm), densamente tomentose anche di sopra; le cauline più brevi e sessili.
Leontopodium nivale
Leucanthemopsis alpina
Leucanthemopsis alpina (L.) Heywood
Aldo De Bastiani

Foglie basali riunite in rosetta, picciolate, carnosette, pennatifide, con 5 -7 lacinie brevi, quelle dello scapo poche, intere, sessili e lineari.
Leucanthemopsis alpina
Leucanthemum adustum
Leucanthemum adustum (W.D.J. Koch) Gremli
Daniela Longo

Foglie coriacee, le basali della rosetta e le cauline iferiori spatolate con lamina obovata e dentata, le cauline progressivamente da ovato-oblunghe a lanceolato-lineari.
Leucanthemum adustum
Leucanthemum coronopifolium subsp. ceratophylloides
Leucanthemum coronopifolium subsp. ceratophylloides (All.) Vogt & Greuter
Enrico Romani

Foglie della rosetta e cauline inferiori picciolate, pennatosette con lacinie semplici, bifide o trifide lineari, acuminate, o 2pennatosette, foglie cauline medie e superiori pennatosette con lacinie più lunghe e con la parte centrale indivisa.
Leucanthemum coronopifolium subsp. ceratophylloides
Leucanthemum coronopifolium subsp. coronopifolium
Leucanthemum coronopifolium Vill. subsp. coronopifolium
Giacomo Bellone

Foglie della rosetta basale e cauline inferiori obovate o oblunghe, cuneate, da pennato-lobate e pennatifide, con segmenti acuti, interi o dentellati, pennato-lobate o pennatifide con segmenti apicolati larghi quanto o meno del rachide.
Leucanthemum coronopifolium subsp. coronopifolium
Leucanthemum heterophyllum
Leucanthemum heterophyllum (Willd.) DC.
Attilio Marzorati

Foglie basali in rosetta, picciolate, grandi, bislunghe, a lamina ellittica ed apice acuto, seghettate ai lati o incise, quelle del caule sessili, alterne, senza orecchiette, da strettamente oblungo- cuneate ad oblungo -triangolari verso l'apice o lineari-lanceolate, tutte minutamente dentate, carnosette, talvolta munite di una leggera tomentosità nella pagina inferiore, di un bel verde scuro.
Leucanthemum heterophyllum
Leucanthemum ligusticum
Leucanthemum ligusticum Marchetti, Bernardello, Melai & Peruzzi
Stefano Marsili

Foglie basali picciolate, ovato-spatolate, pennatopartite o raramente 2pennatopartite, con margini dentati; le cauline progressivasmente più piccole fino a lineari e sessili
Leucanthemum ligusticum
Leucanthemum pachyphyllum
Leucanthemum pachyphyllum Marchi & Illum.
Giovanni Gestri

Foglie spesse e verdi-scure: le cauline superiori strettamente lanceolate e ridotte, le medie amplessicauli e dentellate in basso, le inferiori obovate e generalmente abbraccianti (fino a 2 x 20 cm) e le basali spatolate e arrotondate in alto.
Leucanthemum pachyphyllum
Mantisalca duriaei
Mantisalca duriaei (Spach) Briq. & Cavill.
Anja Michelucci

Foglie peloso-pubescenti, soprattutto sulla nervatura centrale inferiore, tutte acutamente inciso-dentate al margine; le basali in rosetta (25 x 6 cm), generalmente marcescenti nel momento dell'antesi, lirato-pennatifide con lobo terminale maggiore; le medie lirato-pennatosette; le cauline superiori indivise, lineari e strette, denticolato-spinulose, glabre, decrescenti.
Mantisalca duriaei
Matricaria discoidea
Matricaria discoidea DC.
Franco Giordana

Le foglie inferiori in rosetta, più tardi 2-3 pinnate, alterne e sessili divise in lacinie sottili, glabre, di colore verde scuro, fortemente aromatiche.
Matricaria discoidea
Nananthea perpusilla
Nananthea perpusilla (Loisel.) DC.
Marco Iocchi

Foglie basali intere, ovate, picciolate, crenate o seghettate; le cauline simili ma progressivamente più piccole fino a sessili e amplessicauli. Margine con grossi denti e talvolta con 2 paia di segmenti alla base sella foglia.
Nananthea perpusilla
Onopordum acanthium
Onopordum acanthium L.
Attilio Marzorati

Le foglie basali sessili pennatopartite a divisione largamente triangolare, dentato spinose, di un colore grigio-azzurro, pubescenti ragnatelose, bianco-tomentose sotto, oblunghe, a margini fortemente spinosi; le cauline a lunga decorrenza fogliacea.
Onopordum acanthium
Onopordum illyricum
Onopordum illyricum L.
Giuliano Campus

Foglie basali con lamina pennato-partita o pennatosetta, bianco-tomentosa su entrambe le pagine, con divisioni inciso-spinose; le cauline decorrenti, di 8-15 cm, con divisioni laterali patenti, spinose, lunghe fino a 2 cm.
Onopordum illyricum
Pallenis maritima
Pallenis maritima (L.) Greuter
Mauro Ottonello

Foglie lanceolato-spatolate di 3 x 1 cm, grassette, tubercolate e villose, grassette, con apice ottuso o arrotondato.
Pallenis maritima
Pallenis spinosa
Pallenis spinosa (L.) Cass.
Giorgio Faggi

Foglie basali spatolate di 50-75 x 12-22 mm, penninervie, intere, brevemente picciolate.
Pallenis spinosa
Petasites albus
Petasites albus (L.) Gaertn.
Giorgio Faggi

Foglie basali arrotondato-cordate con Ø di 10÷20(45) cm, lungamente picciolate, pubescenti ragnatelose e con evidenti nervature sulla pagina inferiore, margine doppiamente dentato. Le cauline sessili e abbraccianti il caule, lanceolate, di dimensioni minori, verso l'infiorescenza divengono pallide brattee verde-giallastre.
Petasites albus
Petasites fragrans
Petasites fragrans (Vill.) C. Presl
Milena Villa

Foglie grandi (5-20 cm), contemporanee ai fiori, cuoriformi o reniformi, coriacee, verdi su ambedue le pagine, con margini regolarmente dentellati, spesso scuri all'apice; le superiori progressivamente ridotte a guaine amplessicauli rigonfie.
Petasites fragrans
Petasites hybridus
Petasites hybridus (L.) G. Gaertn., B. Mey. & Scherb.
Enrico Romani

Foglie con lungo e solido picciolo scanalato di color porporino, reniformi o arrotondate che arrivano a 80 x 40 cm, con il margine leggermente e irregolarmente dentato, pagina inferiore ricoperta da una lanugine biancastra che sparisce con l’età e solo le nervature rimangono ricoperte di peli ghiandolari.
Petasites hybridus
Petasites paradoxus
Petasites paradoxus (Retz.) Baumg.
Franco Fenaroli

Foglie picciolate che si formano dopo l'antesi, con lamina triangolare-cuoriforme, glaba di sopra, bianco tomentosa sotto, base troncata, punta avuta, bordo dentellato.
Petasites paradoxus
Picris hieracioides
Picris hieracioides L.
Giogio Faggi

Foglie basali spatolate di 10-20 x 2-5 cm, dentate o lobate.
Picris hieracioides
Pilosella aurantiaca
Pilosella aurantiaca (L.) F.W. Schultz & Sch. Bip.
Attilio Marzorati

Foglie basali di colore verde da oblanceolate a lineari-spatolate (6x15 cm), generalmente intere, munite di abbondanti lunghi peli chiari di 3-4 mm e piccoli peli stellati, quelle del caule ( 1-2 ) poco dissimili da quelle basali, ma subsessili o lanceolate, alterne e progressivamente più piccole.
Pilosella aurantiaca
Pilosella cymiflora
Pilosella cymiflora (Nägeli & Peter) S. Bräut. & Greuter
Giorgio Faggi

Foglie spatolato-oblanceolate, acute o arrotondate all'apice, con lunghe setole sul lembo.
Pilosella cymiflora
Pilosella cymosa
Pilosella cymosa (L.) F.W. Schultz & Sch. Bip.
Daniela Longo

Foglie basali lineari spatolate di 1.1,5 x 8.15 mm, acute, dentellate sul bordo; le cauline 2-4 progressivamente riunite.
Pilosella cymosa
Pilosella glacialis
Pilosella glacialis (Reyn.) F.W. Schultz & Sch. Bip.
Attilio Marzorati

Foglie tutte basali in piccole rosette, eccetto quella del caule, di un color verde chiaro o glauco,lineari a strettamente lanceolate o spatolate. spesso acute, munite al margine di peli lunghi bianchi setiformi. La pagina inferiore delle foglie presenta anche peli a stella.
Pilosella glacialis
Pilosella guthnikiana
Pilosella guthnikiana (Hegetschw.) Soják
Giacomo Bellone

Foglie basali da oblanceolate a lineari-spatolate, intere, pelose.
Pilosella guthnikiana
Pilosella hoppeana
Pilosella hoppeana (Schult.) F.W. Schultz & Sch. Bip.
Franco Romanelli

Foglie oblanceolato-spatolate di 5-9 x 1-1,5 cm, bianco-tomentose per densi peli stellati nella pagina inferiore e verdi e sparsamente setolose in quella superiore.
Pilosella hoppeana
Pilosella lactucella
Pilosella lactucella (Wallr.) P.D. Sell & C. West
Marco Grandis

Foglie della rosetta da lineari a ellittico-spatolate di 30-45 x 5-8 mm, intere o appena dentellate, verde glauche sulle due facce, foglie cauline lineari e ridotte.
Pilosella lactucella
Pilosella officinarum
Pilosella officinarum Vaill.
Marinella Zepigi

La rosetta basale è formata da foglie ovoidale-lanceolae, intere, completamente coperte di peli ispidi, biancastre per peli stellati, nella pagina inferiore. I germogli hanno piccole foglie, che si assotigliano verso l'apice. Foglie cauline assenti.
Pilosella officinarum
Pilosella piloselloides
Pilosella piloselloides (Vill.) Soják
Enrico Romani

Foglie glaucescenti e spesso ± arrossate, glabre o con setole bianche allungate ai margini e sulla nervatura centrale; le basali lineari-spatolate o oblanceolate (3-6 x 45-120 mm), generalmente intere o sparsamente dentellate, a base cuneata; le cauline (1-5) strettamente lineari, senza orecchiette, con base ristretta o avvolgente solo la metà del fusto.
Pilosella piloselloides
Pilosella soleiroliana
Pilosella soleiroliana (Arv.-Touv. & Briq.) S. Bräut. & Greuter
Giuliano Mereu

Foglie della rosetta basale lineari-spatolate, arrotondate al'apice, bianche lanose alla base e sul bordo e grigio-verdi per peli stellati nella pagina inferiore. Foglie degli stoloni simili, ma minori.
Pilosella soleiroliana
Ptilostemon casabonae
Ptilostemon casabonae (L.) Greuter
Giuliano Campus

Foglie con lamina da lineare-spatolata a lineare-lanceolata con ciuffi di sottili spine giallastre lunghe circa 20 mm inserite sul bordo della lamina; pagina superiore glabra, di colore verde scuro, quella inferiore con tomento bianco-grigiastro.
Ptilostemon casabonae
Ptilostemon greuteri
Ptilostemon greuteri Raimondo & Domina
Beppe Di Gregorio

Foglie lanceolate a margine intero lunghe 20-30 cm e larghe 2-3 cm, erette, piane, intere, con apice acuminato, brevemente picciolate, verdi sopra e bianco-tomentose sotto.
Ptilostemon greuteri
Pulicaria odora
Pulicaria odora (L.) Rchb.
Beppe Di Gregorio

Foglie semplici, intere o un poco denticolate e alterne, le basali in rosetta persistente all'antesi, ovato-oblunghe con corti piccioli, le cauline oblungo-lanceolate sessili, semiamplessicauli, con piccole orecchiette al punto di contatto col fusto, tutte di colore verde, scabre di sopra e lanose nella faccia sottostante.
Pulicaria odora
Reichardia picroides
Reichardia picroides (L.) Roth
Giorgio Faggi

Rosetta di foglie basali più o meno lisce, dalla forma variabile : allungate-obovate, oblanceolate, intere o variamente divise in lobi patenti, frastagliate ed increspate, ristrette alla base in un lungo picciolo alato. Le cauline lanceolate oblunghe, sessili, amplessicauli e intere, le superiori ridotte.
Reichardia picroides
Rhagadiolus stellatus
Rhagadiolus stellatus (L.) Gaertn.
Giorgio Faggi

Foglie basali in rosetta lirate o dentate a lobi ovali da intere o a sinuato-lobate, picciolate, le cauline di forma lanceolata-elittica, più piccole, sessili, intere o dentate, rade, diventano lineari in prossimità dell'apice (la forma delle foglie è inconstante).
Rhagadiolus stellatus
Rhaponticum coniferum
Rhaponticum coniferum (L.) Greuter
Beppe Di Gregorio

Foglie da ovali a lanceolate di colore verde scuro sulla pagina superiore, densamente bianco-lanose su quella inferiore; foglie basali con lamina allargata, pennatopartita o più raramente intera, foglie caulinari sessili, pennatosette, divise in segmenti lineari.
Rhaponticum coniferum
Rhaponticum hemeralpion
Rhaponticum hemeralpion Banfi, Galasso & Soldano
Silvano Radivo

Foglie basali picciolate, da lanceolate a strettamente ellittiche, con lamina intera o lirata, brusamente ristretta alla base, bianco tomentosa di sotto.
Rhaponticum hemeralpion
Rhaponticum scariosum
Rhaponticum scariosum Lam.
Renzo Salvo

Foglie picciolate riunite alla base del fusto, da lanceolate a ovate, con lamina intera, progressivamente ristretta alla base, grigio tomentosa di sotto.
Rhaponticum scariosum
Robertia taraxacoides
Robertia taraxacoides (Loisel.) DC.
Giuliano Salvai

Foglie basali glabre, in rosetta, con lembo spatolato, profondameente pennatosette col segmento terminale ovato e nettamente più grande degli altri che hanno forma acuta, 1 o 2 foglie cauline più corte.
Robertia taraxacoides
Roldana petasitis
Roldana petasitis (Sims) H. Rob. & Brettell
Daniela Longo

Foglie con lungo picciolo e lamina subrotonda del Ø di 5.20 cm, palmato lobata, cordata alla base, pubescente soprattutto di sotto.
Roldana petasitis
Saussurea alpina subsp. alpina
Saussurea alpina (L.) DC. subsp. alpina
Ennio Cassanego

Foglie basali picciolate, da ellittiche a ovato-ellittiche di 8-12 x 0.7-3 cm, tomentose grigio biancastre o grigio verdastre tomentose si sotto, con base cuneata, margine denticolato e apice acuminato. Le superiori sessili, da ellittiche a lineari.
Saussurea alpina subsp. alpina
Saussurea discolor
Saussurea discolor (Willd.) DC.
Angelo Mazzoni

Foglie bianche di sotto e glabrescenti di sopra, le basali picciolate, lanceolate, cpn base troncata o cuoriforme, dentate sul bordo, le cauline ristrette.
Saussurea discolor
Saussurea pygmaea
Saussurea pygmaea (Jacq.) Spreng.
Franco Fenaroli

Foglie lineari o lanceolate, acuminate all'apice e profressivamente ristrette alla base, grigiastre di sotto e verdi di sopra con bordi lievemente dentati.
Saussurea pygmaea
Schlagintweitia intybacea
Schlagintweitia intybacea (All.) Griseb.
Aldo De Bastiani

Foglie sessili di color verde chiaro, ricche di peli ghiandolari, fortemente aromatiche, non formanti una rosetta, pur se inferiormente ravvicinate, lanceolato-lineari, lunghe 8-15 cm, a margine ondulato-dentellato, più lineari verso l'alto, fino ad assumere aspetto bratteiforme
Schlagintweitia intybacea
Scolymus maculatus
Scolymus maculatus L.
Beppe Di Gregorio

Foglie basali oblungo-lanceolate, pennatofide a lobi triangolari con poche spine; le cauline simili, ma sessili con margini e venature largamente bianco-cartilaginei e con lobi più profondi e spine robuste
Scolymus maculatus
Scorzonera aristata
Scorzonera aristata Ramond ex DC.
Attilio Marzorati

Foglie tutte basali, erette, ripiegate a doccia,lineari-lanceolate, intere, lungamente acuminate, a 5 nervi.
Scorzonera aristata
Scorzonera austriaca
Scorzonera austriaca Willd.
Daniela Longo

Foglie basali in rosetta, sono alterne, coriacee, da lineari a strettamente lanceolate o ellittiche o cuspidate, con 3 - 7 venature parallele sulla pagina superiore; lamina con margine ondulato e attenuato alla base; picciolo allungato. Le cauline lineari, semplici e amplessicauli ± ondulate e talvolta, con denti ottusi.
Scorzonera austriaca
Scorzonera callosa
Scorzonera callosa Moris
Giuliano Mereu

Foglie tutte basali o inferiori, lineari di 15-20 x 0,3-1 cm, con lamina irsuta e apice calloso.
Scorzonera callosa
Scorzonera deliciosa
Scorzonera deliciosa Guss. ex DC.
Beppe Di Gregorio

Foglie basali in rosetta, lanceolato-lineari o ± spatolate, acute, ondulate sul bordo; le cauline ridotte, lineari.
Scorzonera deliciosa
Scorzonera hirsuta
Scorzonera hirsuta L.
Beppe di Gregorio

Foglie lineari assai strette 2-3 x 50-80, conduplicate, vellutate per peli contorti.
Scorzonera hirsuta
Scorzonera humilis
Scorzonera humilis L.
Umberto Ferrando

Foglie erbacee, verdi, acuminate, , a lamina intera; foglie basali con picciuolo scanalato lungo fino a 20 cm, lineari, lanceolate o ellittiche con 7-11 nervi paralleli; foglie cauline alterne, lineari, sessili e semiamplessicauli.
Scorzonera humilis
Scorzonera villosa subsp. columnae
Scorzonera villosa subsp. columnae (Guss.) Nyman
Attilio Marzorati

Foglie lineari, erette, ± cerose, carenate, ± irsute nella parte inferiore, lunghe 20-30 cm, larghe ca. 1 cm.
Scorzonera villosa subsp. columnae
Scorzoneroides autumnalis
Scorzoneroides autumnalis (L.) Moench
Pierfranco Arrigoni

Foglie (1-2 x 5-20 cm) in rosetta basale, appressate al suolo, strettamente oblanceolate, polimorfe: intere, sinuoso-dentellate, pennatolobate o ± profondamente pennatopartite con segmenti lineari, generalmente glabre o con pochi peli semplici
Scorzoneroides autumnalis
Scorzoneroides cichoriacea
Scorzoneroides cichoriacea (Ten.) Greuter
Franco Caldararo

Foglie lineari spatolate con picciolo sottile e allungato, lamina con peli semplici pluricellulari, con margine intero nella parte apicale e dentato-sinuoso o pennatopartito nella metà basale.
Scorzoneroides cichoriacea
Scorzoneroides helvetica
Scorzoneroides helvetica (Mérat) Holub
Attilio Marzorati

Foglie in rosetta basale di 5-20 x 1-2 cm, ascendenti, con picciolo sottile generalmente arrossato e lamina lanceolato-spatolata, sinuato-dentata o quasi intera
Scorzoneroides helvetica
Scorzoneroides montana
Scorzoneroides montana (Lam.) Holub
Aldo De Bastiani

Le foglie tutte basali, lanceolate, glabre o con pochi peli sempli nella pagina inferiore, quasi intere o sparsamente dentellate.
Scorzoneroides montana
Senecio doronicum
Senecio doronicum (L.) L.
Cristiano Magni

Foglie basali di colore verde scuro, che formano un piccolo cespo foglioso, picciolate, a lamina lanceolato-spatolata, bislunghe, acuminate all'apice e dentellate ai margini, con la pagina sottostante leggermente bianco-tomentosa e con nervatura centrale evidente. Le cauline sessili, lineari, gradualmente diradte e ridotte.
Senecio doronicum
Senecio fontanicola
Senecio fontanicola Grulich & Hodálová
Nicolò Parrino

Foglie spesse e carnose, semipersistenti, verdi scure superiormente, più chiare di sotto, le radicali subacute in rosetta (lar. 2-4 x 15-30 cm), lungamente attenuate, spatolato-oblunghe o ellittico-oblunghe; le cauline sessili semiamplessicauli, lanceolato-oblunghe, larghe al massimo 2 cm e progressivamente più corte, acute. Margine ±revoluto leggermente dentato o liscio.
Senecio fontanicola
Senecio leucanthemifolius
Senecio leucanthemifolius Poir.
Beppe di Gregorio

Foglie alterne lunghe 2-5 cm, le inferiori da obovate a spatolate, leggermente dentate, le superiori spesso pennate, tutte estremamente polimorfe: carnose o mambranose, intere o dentate, incise o pennatosette, pelose o glauche.
Senecio leucanthemifolius
Senecio lividus
Senecio lividus L.
Brunello Pierini

Foglie annerenti con la dissecazione, le inferiori picciolate, con lembo obovato o pennatopartite, lacinie poco profonde ± uguali tra loro, ottuse, dentate o intere; le superiori lobate o dentate, sessili, abbraccianti.
Senecio lividus
Senecio provincialis
Senecio provincialis (L.) Druce
Umberto Ferrando

Foglie basali cenerino-tomentose, vellutate e carnosette, lanceolate, larghe, a lamina arrotondata provviste di un lungo picciolo, alternate, da dentate a sinuato- dentate sul bordo, quelle del caule sessili, rade e progressivamente ridotte.
Senecio provincialis
Senecio squalidus subsp. aethnensis
Senecio squalidus subsp. aethnensis (DC.) Greuter
Franco Barbadoro

Foglie verdi, erbaceo-membranose, ± bianco- ragnatelose, irregolarmente pennato-partite, munite alla base di piccoli lobi dentati, quelle del caule abbraccianti il fusto.
Senecio squalidus subsp. aethnensis
Senecio vulgaris
Senecio vulgaris L.
Giuliano Salvai

Foglie alterne, un poco spaziate, più o meno glabre, pennatifide o pennato-partite, con lobi ottusi, distanziati, allungati e dentati; quelle cauline auricolate-amplessicauli, le inferiori sono allungato-spatolate (più larghe verso l’apice), dentate e brevemente picciolate.
Senecio vulgaris
Senecio vulgaris L.
Antonino Messina

Silybum marianum
Silybum marianum (L.) Gaertn.
Vito Buono

Foglie basali picciolate, coriacee, pennatifide, lunghe sino a 40 cm, con margine è ondulato e sinuato-lobato i lobi triangolari terminano con spine robuste; la lamina è brillante, verde scuro variegata di bianco lungo la nervatura, glabra. Le cauline inferiori sono alterne, sessili, le superiori dentate, ovali o oblunghe, orlate di spine gialle.
Silybum marianum
Solidago litoralis
Solidago litoralis Savi
Giuliano Salvai

Foglie spesse, carnosette, glauche, tomentose, con lamina ovato-ellittica e margine con brevi dentelli
Solidago litoralis
Solidago virgaurea
Solidago virgaurea L.
Giorgio Faggi

Foglie di scarso spessore e consistenza membranosa, verdi, mai tormentose, con bordo dentato: le inferiori oblunghe, più larghe nel loro terzo superiore, lungamente picciolate
Solidago virgaurea
Sonchus asper
Sonchus asper (L.) Hill
Evelina Zanella

Foglie basali tenere, riunite in rosetta nei primi mesi di crescita, da intere a pennatofide, poi rigide, ± coriacee, glabre, di un color verde lucente sulla pagina superiore, quelle del caule rade ed amplessicauli con orecchiette che si avvolgono a forma di chiocciola, con margine munito di piccole spine.
Sonchus asper
Sonchus bulbosus
Sonchus bulbosus (L.) N. Kilian & Greuter
Pancrazio Campagna

Foglie tutte basali lineari-spatolate, intere, dentellate o raramente con grossi denti acuti.
Sonchus bulbosus
Sonchus maritimus
Sonchus maritimus L.
Attilio Marzorati

Foglie a contorno spatolato, quadi intere appena dentate o leggermente sinuose, le basali picciolate, le cauline semiamplessicauli, auricolate.
Sonchus maritimus
Sonchus oleraceus
Sonchus oleraceus L.
Attilio Marzorati

Foglie basali picciolate, riunite dapprima in rosetta, molli, opache, di forma molto variabile da lanceolate a roncinate, a triangolari, lamina a contorno ± spatolato grossolanamente lobate o incise; le cauline ridotte, sessili, amplessicauli con orecchiette talvolta acute alla sommità e spesso con nervatura rossastra.
Sonchus oleraceus
Tanacetum balsamita
Tanacetum balsamita L.
Roberta Alberti

Foglie coriacee, le basli intere, ovate, picciolate, lunghe fino a 20 cm, con margine crenato o seghettato; le cauline simili, ma progressivamente più piccole, sessili e ± amplessicauli.
Tanacetum balsamita
Taraxacum aestivum
Taraxacum aestivum Soest
Lorenzo Peruzzi

Rosette basali con foglie verde chiare e picciolo dello stesso colore, spatoleto-oblanceolate intere o con grossi lobi irregolarmente triangolari.
Taraxacum aestivum
Taraxacum fontanum
Taraxacum fontanum (group)
Ennio Cassanego

Foglie in rosette verde-erba, spatolato-lanceolate, da pennatifide a pennatosette, col nervo principale verde o purpureo, lobi 2-5 in ogni lato, deltoidi col lobo terminale triangolare o sagittato, picciolo verde alato.
Taraxacum fontanum
Taraxacum fulvum
Taraxacum fulvum (group)
Ennio Cassanego

Foglie basali aderenti e raggruppate al suolo, non più lunghe di 10 cm., con lamina roncinata profondamente inciso-sfrangiata, di un color verde bluastro chiaro, spesso alcune un poco grigio-pruinose (da cui forse il nome ceroso) e margine di color marrone-rossastro.
Taraxacum fulvum
Taraxacum garbarianum
Taraxacum garbarianum Peruzzi, Aquaro, Caparelli & Raimondo
Lorenzo Peruzzi

Foglie in rosetta appressate al suolo, verde chiare, di 3-5 x 0,8-1,5 cm, lobate con 5-7 lobi laterali da triangolari a deltoidi e il terminale triangolare-ottuso, picciolo verde o purpureo lungo il rachide, alato, lungo 0,6-1,2 cm.
Taraxacum garbarianum
Taraxacum glaciale
Taraxacum glaciale É. & A. Huet ex Hand.-Mazz.
Gianluca Nicolella

Foglie in rosetta appressate al suolo, glabre, margine intero o con grossi lobi irregolarmente triangolari.
Taraxacum glaciale
Taraxacum megalorrhizon
Taraxacum megalorrhizon (Forssk.) Hand.-Mazz.
Pancrazio Campagna

Foglie spatolate, da dentate a pennatosette, glabre o glabrescenti, con nervo principale da verde a purpureo; e-7 lobi laterali per lato, deltoidi, ricurvi, acuti o mucronati, lobo apicale triangolare-sagittato o 3lobulato; picciolo verde a volte purpureo e alato alla base.
Taraxacum megalorrhizon
Taraxacum officinale
Taraxacum officinale (group)
Attilio Marzorati

Foglie verde erba ± scure, con nervature reticolate, grossamente dentate o lobate, intere o profondamente incise, picciolo evidente e talora largamente alato.
Taraxacum officinale
Taraxacum olivaceum
Taraxacum olivaceum Soest
Giovanni Gestri

Foglie della rosetta verdi o appena verde-grigiastre, strettamente lineari-oblanceolate, intere o raramente con pochi, remoti denti ottusi.
Taraxacum olivaceum
Taraxacum palustre
Taraxacum palustre (group)
Nicolò Parrino

Foglie di colore verde carico, lucide. lanceolate, progressivamente assottigliate in un picciolo allungato.
Taraxacum palustre
Tephroseris integrifolia subsp. capitata
Tephroseris integrifolia subsp. capitata (Wahlenb.) B. Nord.
Umberto Ferrando

Foglie radicali con lamina ovale o lanceolata, irregolarmente dentata, densamente peloso-tomentosa, picciolo più breve della lamina.
Tephroseris integrifolia subsp. capitata
Tephroseris italica
Tephroseris italica Holub
Giorgio Faggi

Foglie radicali erette, dentate e ottuse all base, con picciolo più lungo della lamina.
Tephroseris italica
Tephroseris longifolia subsp. pseudocrispa
Tephroseris longifolia subsp. pseudocrispa (Fiori) Greuter
Graziano Propetto

Foglie subglabre, le basali erette con lamina ovata, cordata alla base, con bordo irregolarmente seghettato, con picciolo pù lungo della lamina. Le cauline con lamina con base ristretta nel picciolo più corto o decorrente e amplessicaule.
Tephroseris longifolia subsp. pseudocrispa
Tolpis umbellata
Tolpis umbellata Bertol.
Franco Caldararo

Foglie inferiori lanceolato-lineari, acute, intere ma seghettate o dentate, quelle superiori lineari.
Tolpis umbellata
Tolpis virgata
Tolpis virgata (Desf.) Bertol.
Brunello Pierini

Foglie radicali da lanceolate a ovali-lanceolate, con lembo dentellato, le cauline lineari.
Tolpis virgata
Tragopogon dubius
Tragopogon dubius Scop.
Davide Tommasi

Foglie inferiori lineari conduplicate, lrghe 5 mm e lunghe 2-3 dm, amplessicauli, le superiori lunghe fino a 1 dm e larghe fino a 15 mm, con base rigonfia.
Tragopogon dubius
Tragopogon porrifolius
Tragopogon porrifolius L.
Nino Messina

Foglie basali lineari, alterne, intere, parallelinervie con margine ondulato larghe 5 mm e lunghe 10 - 15 cm; le caulinari più piccole (4-10 cm) con guaina amplessicaule e a lamina canalicolata a base allargata.
Tragopogon porrifolius
Tragopogon pratensis
Tragopogon pratensis L.
Marinella Zepigi

Le foglie hanno lamina canalicolata e base allargata, amplessicaule, nervatura centrale prominente nella faccia inferiore, sono lineari lanceolate, gradatamente assottigliate fino all'apice acuto, il margine è intero, ondulato.
Tragopogon pratensis
Tripolium pannonicum subsp. pannonicum
Tripolium pannonicum (Jacq.) Dobrocz. subsp. pannonicum
Franco Caldararo

Le foglie sono alterne scabre o lisce, carnose per l'assorbimento dell'acqua, quelle basali riunite in rosetta sono da oblanceolate-spatolate a lineari con picciolo, lunghe 12-25 cm, larghe 4-5 cm, mentre quelle superiori sono più strette e sessili.
Tripolium pannonicum subsp. pannonicum
Tussilago farfara
Tussilago farfara L.
Franco Rossi

Le foglie basali compaiono dopo la fioritura con l’appassimento del fusto e la morte dei fiori, sono di taglia variabile ed in estate continuano il loro accrescimento, sono ben sviluppate e raggruppate in dense rosette, sono portate da piccioli lunghi quanto o molto di più della lamina, che è ovale, o più o meno esagonale con base cuoriforme, margine sinuato-angoloso, irregolarmente dentato (denti a punta nera), verdi, lisce e glabrescenti nel lembo superiore e bianco-cotonose in quello sottostante.
Tussilago farfara
Tyrimnus leucographus
Tyrimnus leucographus (L.) Cass.
Vito Buono

Foglie pennatopartite, lungamente decorrenti sul fusto, molli, sinuato-dentate, con bordi spinescenti, munite di caratteristiche chiazze biancastre, tomentose nella pagina inferiore.
Tyrimnus leucographus
Urospermum dalechampii
Urospermum dalechampii (L.) F.W. Schmidt
Vito Buono

Foglie basali pennatifide-roncinate con picciolo allargato alla base e semiabbracciante, lunghe 5-6 cm; le superiori subintere e auricolate, amplessicauli e più piccole verso l'alto e si presentano opposte e verticillate a tre.
Urospermum dalechampii
Urospermum picroides
Urospermum picroides (L.) Scop. ex F.W. Schmidt
Giorgio Faggi

Foglie di un verde lucido, spiralate, senza stipole, spatolate o pennatosette o dentate, ispide e setolose almeno lungo le nervature, in rosetta basale e cauline; foglie inferiori a contorno obovato- oblungo, con picciolo alato, larghe fino a 5 cm e lunghe 5-15 cm; foglie superiori progressivamente ridotte, di forma variabile da quasi intere a irregolarmente divise, acute, amplessicauli, auricolate.
Urospermum picroides
Xanthium orientale subsp. italicum
Xanthium orientale subsp. italicum (Moretti) Greuter
Eugenia Bugni

Foglie alterne, ruvide e lungamente picciolate, hanno lamina in basso palmato-triloba, in alto romboidali, dentato-crenata sul margine e cuneata alla base, brevi peli su entrambe le pagine che sono percorse da 3 nervature principali.
Xanthium orientale subsp. italicum
Xeranthemum cylindraceum
Xeranthemum cylindraceum Sm.
Giorgio Faggi

Foglie inferiori lineari-spatolate di 25-55 x 2-5 mm, le cauline, lanceolate-lineari. acute, intere.
Xeranthemum cylindraceum
 
Xeranthemum inapertum
Xeranthemum inapertum (L.) Mill.
Enxo De Santis

Foglie (4-7 x 20-65 mm) tutte intere, alterne, sessili o brevemente picciolate, bianco-tomentose; le inferiori lineari-spatolate, le cauline lanceolato-lineari, acute, generalmente revolute ai margini.
Xeranthemum inapertum
Xerolekia speciosissima
Xerolekia speciosissima (L.) Anderb.
Daniela Longo

Foglie sessili, coriacee, alternate lungo il caule, glabre nella pagina superiore, lamina con il margine dentato, 5-8 x 10-18 cm e man mano più piccola verso la parte apicale e di forma bislunga con base più ampia; le inferiori ristrette alla base, semiamplessicauli, acuminate, di forma cordata e con auricole alle basali abbraccianti; la pagina inferiore è percorsa da nervature rossastre ben marcate e pelosette.
Xerolekia speciosissima
 
 
Clic sull'anteprima per descrizione e foto
Torna alla pagina index ▲ Up ▲
 

Acta Plantarum - Flora delle regioni italiane - Un progetto "open source"
 Licenza Creative Commons
Acta Plantarum è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale. Tutti i diritti di Copyright © riservati agli autori se citati a cui va richiesta autorizzazione scritta per copia ed uso.    Acta Plantarum is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License. All Copyright © rights reserved by mentioned authors; written authorization to be required for copy and use.

Come citare questa pagina: Acta Plantarum, 2007 in avanti - "Rosette e pseudorosette fogliari". Disponibile on line (data di consultazione: 20/08/2017): http://www.actaplantarum.org/rosette_gal/dettaglio_specie.php?id=324&n=1
How to cite this page: Acta Plantarum, from 2007 on - "Rosette e pseudorosette fogliari". Available on line (access date: 20/08/2017): http://www.actaplantarum.org/rosette_gal/dettaglio_specie.php?id=324&n=1