IPFI - Etimologia

ID 
1110 
 
Lemma 
cervinus, a, um
   
Descrizione 
di cervo, cervino, inerente ai cervi, da cervus cervo:
(Acrosticum/ Dorcapteris/ Olfersia/ Osmunda/ Polybotria) Linneo adotta il nome Osmunda cervina per la felce americana che Charles Plumier (1646-1704) aveva chiamato Osmunda Linguae Cervinae foliis (Osmunda a foglie di Lingua di Cervo) per le pinne simili alle foglie semplici della scolopendria (Asplenium scolopendrium), comunemente nota da secoli come Lingua Cervina
(Allocarya) per le setole sulle nocule irregolarmente ramificate come le corna di cervo
(Apocynum) latinizzazione del nome della zona di origine, Deer (cervo) Run, Gunnison County (Colorado, U.S.A.)
(Aragallus/ Oxytropis campestris var.) latinizzazione del nome della zona di origine, Deer (cervo) Park, nella Columbia Britannica, Canada, dove è stato raccolto il tipo
(Castilleja) per il colore cervino dell’infiorescenza
(Erigeron) latinizzazione del nome della zona di origine: le Deer (cervo) Creek Mountains nella Josephine County (Oregon, U.S.A.) dove è stato raccolto l’olotipo
(Ficus) per la pubescenza bruno giallastra che ricopre varie parti della pianta
(Hakea) per le foglie pinnatifide e bipinnatifide che ricordano le corna di cervo
(Haplopappus/ Haplopappus nanus var./ Ericameria) latinizzazione del nome della zona di origine, Antelope Canyon, Utah, U.S.A. dove è stato raccolto il tipo
(Liabum/ Liabellum/ Sinclairia, Odontotrichum/ Psacalium) per i segmenti delle foglie che nelle loro biforcazioni somigliano a corna di cervo
(Louichea) per i fusti molto ramificati
(Lupinus) per il colore cervino della pubescenza che ricopre tutta la pianta
(Mentha/ Preslia/ Pulegium) Linneo adotta il nome Mentha cervina per la pianta descritta da Jacques Daléchamps (1513-1588) che gli abitanti di Montpellier chiamano, come riferisce l’autore, Pulegium cervinum
(Phaseolus compressus var./ Phaseolus vulgaris var.) per il colore cervino della corolla
(Triticum vulgare var.) per il colore rossiccio della spiga

(Agaricus/ Hyporrhodius/ Pluteus/ Rhodosporus, Antrodia/ Boletus/ Coriolellus/ Davidia/ Diplomitoporus/ Funalia/ Microporus/ Polyporus/ Polysticus/ Trametes/ Trametopsis, Cortinarius/ Thaxterogaster, Entoloma/ Inocephalus, Ganoderma) per il colore del cappello
(Ascobolus, Ascophanus) perché rinvenuto su deiezioni di cervi
(Hypolyssus/ Hypomices/ Mycogone/ Puccinia/ Sepedonium) per il colore delle clamidospore

Acta Plantarum - Un progetto "open source"
Licenza Creative Commons
Acta Plantarum è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale . Tutti i diritti di Copyright © riservati agli autori se citati.  Acta Plantarum is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License . All Copyright © rights reserved by mentioned authors.