IPFI - Etimologia

ID 
17408 
 
Lemma 
wilsoni, ii
   
Descrizione 
(Abies, Acer, Aconitum, Adenophora, Aesculus, Amesia/ Arthrochilium/Epipactis/ Helleborine, Anemone, Angelica, Aralia/ Pentapanax, Arisaema, Astragalus nome illeg., Begonia, Berchemiella/ Berchemia/ Chaydaiam Betula, Calyptranthes/ Myrcia, Campylotropis, Castanopsis, Cerastium, Cheilanthes, Cinnamomum, Citrus x, Cladrastis, Clematoclethra, Coniogramme, Corydalis, Corylopsis, Cotoneaster/ Pyrus, Crataegus, Cymbidium/ Cyperorchis, Cypripedium, Daphne, Delphinium, Dendrobium, Deparia/ Athyrium/ Lunathyrium, Deutzia x, Elaeagnus, Eleutherococcus/ Acanthopanax, Ensete/ Musa, Euonymus, Fatsia/ Boninofatsia, Gentiana, Geranium, Glochidion, Hydrocotyle, Hymenidium/ Pleurospermum, Hypericum, Ilex, Impatiens, Incarvillea, Indigofera, Iris/ Limniris, Juniperus squamata subsp., Lathyrus, Leontopodium, Leptodermis, Litsea, Lysimachia, Lysionotus, Maddenia, Maesa, Magnolia/ Oyama, Mazus, Meconopsis/ Papaver, Merremia/ Ipomoea nome illeg., Michelia, Mussaenda, Neocinnamomum, Nepeta/ Dracocephalum, Osmanthus, Paraprenanthes/ Notoseris/ Prenanthes, Pasania/ Quercus/ Synaedrys, Passiflora, Pedicularis, Phalaenopsis/ Doritis/ Kingidium/ Polychilos, Phellodendron, Philadelphus, Picea, Pinus nom illeg., Polypodium, Polystichum, Populus, Primula/ Aleuritia, Prunus/ Padus, Pygeum, Ravenochloa/ Arundinaria/ Indocalamus/ Sinarundinaria, Rhamnella, Rhamnus, Rhus, Rubus, Salix, Schizopepon, Scrophularia, Sedum, Sinowilsonia, Sophora, Spiraea, Strobilanthes, Styrax, Symplocos, Syringa, Veratrum, Viburnum, Viola, Whytockia, Yinshania acutangula subsp., Youngia/ Crepis) in onore dell’esploratore e botanico inglese poi naturalizzato statunitense Henry Wilson (1876-1930), noto come "Chinese Wilson", che lavorò dapprima per i Kew Gardens, quindi per il vivaio Veitch, infine per l’Arnold arboretum; celebri le sue spedizioni in Cina; raccolse anche in Australia, India, Giappone, Corea, Sri Lanka, Taiwan e Sudafrica, introducendo in coltivazione non meno di 2000 piante
(Acacia/ Racosperma, Calandrinia/ Rumicastrum, Chenopodium, Cryptandra, Drummondita, Lythrum, Nematolepis/ Phebalium, Podotheca, Ptilotus, Sclerolaena/ Bassia) in onore del botanico australiano Paul Graham Wilson (1928-vivente), prolifico collaboratore di Nuytsia con contributi sulla tassonomia soprattutto delle famiglie delle Rutaceae, Asteraceae e Chenopodiaceae
(Acarospora, Calicium, Caloplaca, Cladonia, Lecanora, Lecidea, Leptogium, Pannoparmelia/ Anzia/ Menegazzia, Parmelia, Patellaria, Pertusaria, Phaeographina/ Phaeographis, Phlyctella, Phlyctis) in onore del ministro presbiteriano Francis Robert Muter Wilson (1832 - 1903), pioniere degli studi sui licheni australiani, cui tra il 1887 e il 1900 dedicò oltre 20 autorevoli lavori
(Acihera/ Hantumboltia/ Pleurothallis, Adiantum/ Hewardia, Croton/ Oxydectes, Cyathea/ × Cyathidaria/ Hemitelia, Diplazium/ Asplenium, Ficus, Forsteronia/ Thyrsanthus, Gymnogramma, Pilea, Salvia, Staphidium) in onore di Nathaniel Wilson (1809-1874), giardiniere scozzese che emigrò in Giamaica, dove fece rivivere i Bath Botanic Gardens e sovrintese il nuovo orto botanico di Castleton, introducendo molte piante di interesse economico; inviò diverse specie giamaicane a Hooker
(Aloe, Leucas, Orbea/ Angolluma/ Caralluma/ Ceropegia/ Pachycymbium) in onore dell’esperto agricolo ed ecologo di origine britannica Jhon G. Wilson (1927-vivente) che lavorò per il Dipartimento agricolo dell’Uganda, fece importanti raccolte in questo paese e vi fondò il Treasures of Africa Museum di Kitale
(Anastraphia/ Gochnatia, Borreria, Bulbostylis, Chamaecrista/ Cassia, Dondia, Euphorbia/ Chamaesyce, Huperzia/ Lycopodium/ Phlegmariurus/ Urostachys, Ipomoea, Macropsychanthus / Dioclea, Miconia, Ossaea, Piper, Polygala, Selaginella, Stenophyllus, Syngonanthus - Favolus/ Hexagonia, Inonotus/ Polyporus, Marasmius, Phyllachoran Porina/ Dichoporis/ Strigula, Uredo) in onore del botanico e micologo statunitense Percy Wilson (1879-1944) che lavorò all’orto botanico di New York dapprima come assistente di Britton e poi come curatore associato ed erborizzò in Honduras, Cuba, Bahamas
(Antennaria) in onore di Guy Wilson che la raccolse in Indiana nel 1892
(Arnica) in onore di W. J. Wilson che raccolse l’olotipo in Ontario nel 1902
(Aspidium/ Dryopteris/ Nephrodium, Eulophia/ Lissochilus) in onore del missionario C. T. Wilson che raccolse gli olotipi in Uganda nel 1878
(Aster) in onore di E. Wilson che raccolse il tipo in British Columbia nel 1904
(Astragalus/ Tium) in onore di Norman C. Wilson che raccolse il tipo in Arizona nel 1893
(Boronia) presumibilmente in onore del primo raccoglitore, il geologo James Spottiswoode Wilson (1813 - 1903) che partecipò come Mueller alla spedizione di Augustus Charles Gregory nell’Australia settentrionale (1855-1856)
(Byssogene, Janetia, Ramichloridiopsis) dal nome specifico di Dimorphandra wilsonii, pianta ospite di questi funghi
(Ceratocystis) in onore del botanico e micologo scozzese Malcolm Wilson (1882–1960), esperto di disseccamento radicale e dei suoi rimedi
(Chrysophyllum) in onore el raccoglitore dell’olotipo, l’ecologo brasiliano Wilson Spironello, ricercatore dell’Istituto di ricerca dell’Amazzonia
(Claviceps) in onore dell’ingegnere civile scozzese Alexander Stephen Wilson (1827-1893)
(Coccocarpia) onore di J. Wilson che nel 1960 raccolse l’olotipi presso Mbuku (Uganda)
(Costus, Episcia ×, Heliconia) in onore del vivaista e botanico statunitense Robert Wilson (†1998) che creò insieme alla moglie Catherine (†1984) Las Cruces Botanical Garden (ora Wilson Botanical Garden) nei pressi di San Vito, Costa Rica
(Cryptocarya, Oncodostigma) in onore di J. P. Wilson che nel 1929 fece raccolte nelle Vanuatu
(Dalea) in memoria di Wilson Piñeros, padre della prima autrice, Liseth Paola Piñeros-Urrego
(Dicrastylis exsuccosa subsp.) in onore del raccoglitore dell’olotipo H. M. Wilson
(Dimorphandra) in onore del competente boscaiolo Wilson Nacimiento che segnalò questa specie all’autore, dichiarandola distinta da D. mollis
(Epilobium, Euphrasia) in onore del Maggiore Robert A. Wilson (1875-1964) che assisté a B.C. Aston nella sua esplorazione botanica della Clarence Valley (Nuova Zelanda)
(Eugenia/ Syzygium) in onore del giornalista e filantropo australiano di origine inglese Edward Wilson (1813–1878), fondatore dell’Acclimatisation Society, che fu di grande aiuto a Ferdinand von Mueller
(Euphorbia) nom. illeg. dedicato a Charles Wilson, un appassionato di piante succulente di Pretoria (Sudafrica) che nel 1997 raccolse questa specie
(Geonoma) in onore dello studente di biologia Wilson Mario Malagón, le cui ricerche sulle palme delle pendici andine nei pressi di Florencia hanno portato alla scoperta di nuove specie
(Gladiolus/ Tritonia, Ornthogalum) in onore del botanico scozzese John Hardie Wilson (1858-1920), fondatore del St. Andrews University Botanic Garden e presumibilmente del fratello Alexander che viveva in Sudafrica e gli inviò questi bulbi
(Grevillea/ Hakea) in onore del medico ed esploratore australiano Thomas Braidwood Wilson (1792 –1843) che come chirurgo della Royal Navy partecipò a diverse spedizioni nel corso della quale raccolse semi ed esemplari per conto dell’amico Allan Cunningham
(Hibiscus) in onore del botanico e genetista statunitense F. Douglas Wilson (1923-?) autore di importanti studi su questo genere
(Hoffmannia, Mimosa, Solenophora) in onore di C. L. Wilson che negli anni ’30 del Novecento fece raccolte a Panama e in Guatemala per il Field Museum of Natural History di New York
(Hymenophyllum, Leptobryum, Rhododendron, Rosa) in onore del botanico inglese William M. Wilson (1799–1871), corrispondente di J.E. Smith e di W.J. Hooker, specialista di briofite
(Lilium) in onore di G. F. Wilson del Gishurt Cottage di Weybridge che lo coltivò per primo, avendo ottenuto i bulbi da un lotto proveniente dal Giappone
(Limnophila) in onore di David Wilson che scoprì questa specie nel Moyle river (Northern Territory, Australia)
(Lophogyne) in onore dell’ittiologo Wilson J.E. Moreira da Costa, marito della prima autrice Claudia P. Bove
(Macroplodia, Septoria, Sphaeropsis e forse Rhabdospora) presumibilmente in onore di Miss Mary L. Wilson, che raccolse licheni e collaborò con George Clinton, sebbene le denominazioni siano scorrette secondo le regole del latino botanico
(Melaleuca/ Cajuputi/ Myrtoleucodendron) in onore del "chiarissimo Charles Wilson cui dobbiamo la scoperta di questa splendida pianta"; si trattava di un amico di Mueller sul quale non abbiamo altre notizie. Errato il riferimento a Thomas Braidwood Wilson.
(Melanogaster/ Rhizopogon) in onore del rev. James Wilson, australiano, corrispondente di C.G. Lloyd
(Plasoparma) in onore del micologo statunitense Guy West Wilson (1877-1956), specialista in funghi parassiti
(Tillandsia) in onore del dr. W. P. Wilson dell’Università della Pennsylvania che scoprì questa specie in Florida
(Aeschynanthus, Diospyros, Pinus) senza indicazioni nel protologo
(Auliza, Banara, Cydonia, Peperomia, Tacca - Blastenia, Echinoplaca) da definire

Acta Plantarum - Un progetto "open source"
Acta Plantarum è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale . Tutti i diritti di Copyright © riservati agli autori se citati.  Acta Plantarum is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License . All Copyright © rights reserved by mentioned authors.