ipremote 3.236.52.68
ip 3.236.52.68 user_id 1 user_group 1
     Etimologia dei nomi botanici e micologici   e corretta accentazione 
     Home      Galleria      Forum oggi è Lunedi 03 ottobre 2022


    Lista dei lemmi etimologici (111 di 26461)                     Trova:     
   Campo trova
nessun carattere: estrae tutti i lemmi (divisi in più pagine); da 1 a molti caratteri: ricerca i caratteri a partire da inizio lemma;
 
per ricercare uno o più caratteri ovunque nel lemma utilizzare il carattere '%' seguito dai caratteri
 
prima pagina    pagina precedente   Pagina 2     
ID Lemma Descrizione     (Legenda)
9955 visianicus, a, um (Crocus, Loncomelos, Ornithogalum – Bacidia, Caloplaca, Lecidea, Stigmella) specie dedicata a R. de Visiani (1800-1878) di Sebenico, professore a Padova e autore di una Flora della Dalmazia
6162 visitátus, a, um (Cortinarius, Gomphos, Phlegmacium) da visito ispezionare, esaminare: esaminato approfonditamente
8082 visnaga
  • (Ammi, Apium, Carum, Daucus, Selinum) dallo spagnolo biznaga, prezzemolo, che risale, attraverso l'arabo andaluso bis(s)inaqa, al latino pastinaca: nome quindi riferibile genericamente a piante della famiglia delle Apiaceae
  • (Echinocactus) da definire
21704 Visnaga [Apiaceae] dallo spagnolo biznaga, prezzemolo, che risale, attraverso l'arabo andaluso bis(s)inaqa, al latino pastinaca: nome quindi riferibile genericamente a piante della famiglia delle Apiaceae
13382 Visnea [Theaceae] in ricordo del botanico portoghese Giraldo Visne, di cui non si hanno ulteriori notizie
10431 vitaceus, a, um da vitis vite:
  • (Parthenocissus, Piper, Psedera, Vitis) simile alla vite, in senso lato pianta rampicante
  • (Phyllerium) probabilmente perché il fungo alligna nei vigneti
6339 vitalba (Anemone, Bignonia, Clematis, Mikaniopsis, Pithecoctenium, Senecio) da vitis vite (e in senso lato pianta rampicante) e da albus bianco: per il portamento e il colore biancastro dei fiori o altri elementi
10416 vitalbae genitivo di vitalba (vedi), per antonomasia la specie Clematis vitalba:
  • (Orobanche – Broomella, Hydnum, Orbilia, Phoma, Sphaerella) riferimeto alla pianta ospite di questa pianta e funghi parassiti
  • (Eupatorium) da definire
6163 Vitaliana [Primulaceae] genere dedicato a Vitaliano Donati (1717-1763), naturalista e botanico padovano
6164 vitalianus, a, um (Androsace, Aretia, Douglasia, Gregoria, Primula) specie dedicate al naturalista e botanico italiano Vitaliano Donati (1717-1762)
21705 Vitellaria [Sapotaceae] da vitéllus tuorlo dell'uovo e dal suffisso -aria indicante una connessione: per il colore giallastro dei fiori
21706 Vitellariopsis [Sapotaceae] dal genere Vitellaria (vedi) e dal greco ὄψις ópsis aspetto, somiglianza: simile a quel genere
14277 vitelliniflorus, a, um (Aegiphila, Christensonella, Maxillaria, Opuntia, Platyopuntia) da vitéllus tuorlo d'uovo e da flos, floris fiore: con fiori di colore giallastro come quello del tuorlo d'uovo
14276 vitellinopes (Agaricus, Cortinarius, Phlegmacium) da vitéllus tuorlo dell'uovo e da pes piede, gambo: con il gambo color giallo come il tuorlo d'uovo
6165 vitellínus, a, um da vitéllus tuorlo dell'uovo, riferimento al colore giallastro
  • (Achras, Arctotis, Berberis, Dendrobium, Elleanthus, Hoya, Prosthechea) riferito ai fiori
  • (Salix) riferito al colore dei rami giovani
  • (Bolbitius, Cortinarius) riferito al carpoforo
  • (Alpinia, Bulbophyllum, Crataegus, Crotalaria, Euphorbia, Hieracium, Orobanche, Taraxacum) riferimento a qualche particolare della pianta caratterizzato dal colore giallo-uovo
8083 Vitex [Lamiaceae] da vitex, -icis vetrice (altro nome del salice, derivato dal verbo vieo intrecciare): allusione ai rami flessibili utilizzabili come quelli del salice nella fabbricazione di panieri
21707 Viticella [Hydrophyllaceae] da viticula, diminutivo di vitis vite e in senso lato pianta rampicante: simile a una piccola pianta rampicante
6340 viticellus, a, um (Anemone, Bouvardia, Cissus, Clematis, Martensianthus, Sieboldia, Viticella) da viticula, diminutivo di vitis vite e in senso lato pianta rampicante: pianta rampicante di modeste dimensioni
21709 viticis (Cuscuta) genitivo del genere Vítex (vedi) agnocasto: dell'agnocasto, riferimento alla pianta ospite di questa pianta parassita
21708 viticoides (Aistopetalum, Dicoryphe, Neosepicaea, Psychotria, Ricinodendron) dal genere Vítex (vedi) agnocasto e dal greco εἷδος eídos aspetto, sembianza: simile all'agnocasto
6166 vitícola (Erianthemum – Agaricus, Asterina, Peziza, Phoma, Septoria) da vítis vite e da cólo abitare: che cresce nei vigneti o che parassita le viti
6167 viticósus, a, um (???) dal genere Vítex (vedi) agnocasto: attinente l'agnocasto
21710 vitiensis, e (Adenostemma, Agapetes, Alpinia, Alsophila, Asplenium, Carex, Cupania, Grammitis, Paphia, Passiflora, Rhamnus, Schefflera, Vitex) letteralmente dell'isola Viti Levu nelle isole Fiji (Oceania), ma viene utilizzato anche per specie di altre isole delle Fiji tavolta chiamate Viti
21711 vitifolius, a, um (Abutilon, Aconitum, Anemone, Clematis, Convolvulus, Geranium, Jatropha, Malva, Mikania, Morus, Ranunculus, Senecio, Veronica ) dal genere Vitis (vedi) vite e da folium foglia: con foglie simili a quelle della vite
6168 vítilis, e
  • (Hieracium, Pilosella – Agaricus, Mycena, Stereum) da vitis tralcio di vite, sarmento: per il fusto o gambo lungo e sottile come un sarmento
  • (Carex) da víeo legare, intrecciare: adatto per legacci o lavori d'intreccio
8085 Vitis [Vitaceae] da vitis tralcio di vite, sarmento, nome usato pure per indicare la vite, ma anche altre piante rampicanti
8042 vitis-idaea (Adnaria, Agapetes, Baccharis, Eugenia, Ilex, Paphia, Rhamnus, Rhododendron, Tricerma, Vaccinium, Vitis-idaea) vite del Monte Ida, ritenuto sacro nell'isola di Creta, dove fu allevato Zeus (Giove, per i latini)
6169 vitisálba errata grafia per vitalba (vedi)
10071 Vitmannia [Simaroubaceae] genere dedicato al botanico italiano Fulgenzio Vitman (1728-1806)
21858 vitosanus, a, um (Aconitum) del Monte Vitoša (Bulgaria)
21712 vitreus, a, um vitreo, ialino, da vĭtrum vetro:
  • (Corybas) per il labello trasparente
  • (Poria/ Physisporinus/ Boletus/ Rigidoporus) per la consistenza quasi ialina di questi funghi
  • (Bulbine, Bunochilus, Carex, Cryptantha, Eucalyptus, Malus, Mikania, Prunus, Pterostylis, Ribes) per l'aspetto vitreo o ialino di qualche elemento
21713 vitrivir (Attalea) in onore del botanico americano Sidney Frederick Glassman (1919-2008), specialista del genere Palmae: esistendo già la specie Attalea glassmanii fu latinizzato il suo cognome Glassman (uomo di vetro in inglese) traducendolo con vitri di vetro, genitivo di vitrum e vir uomo
11060 vittadinii
  • (Amanita) specie dedicata al botanico italiano Carlo Vittadini (1800-1865) di cui si ricordano soprattutto gli studi di micologia
  • (Agaricus, Armillaria, Bovista, Lepiota) da definire
6170 vittaefórmis, e (Asplenium, Callipteris, Eremopodium, Gymnogramma, Hemionitis, Micropodium, Oxygonium, Syngramma, Trichiogramme) da vítta benda, fascia e da fórma figura, aspetto: per la forma allungata delle fronde
13108 Vittaria [Pteridaceae (Vittariaceae)] da vitta banda, fascia, nastro: riferimento alle fronde strettamente lineari, nastriformi
6171 vittátus, a, um bendato o fasciato, da vítta benda, fascia:
  • (Alpinia, Billbergia) per le foglie variegate a strisce
  • (Acinodendron, Aloë, Argentina, Arm, Aster, Bryonia, Carduus, Cirsium, Cypripedium, Euphorbia, Epipactis, Pteris, Viola) da definire
6172 vittifórmis
    da vítta benda, fascia e da fórma figura, aspetto:
  • (Lysimachia) per le foglie di forma allungata
  • (Agaricus, Galera, Galerina, Stereum) da definire
23493 vitulimontis (Hieracium ssp.) genitivo di vituli mons, latinizzazione della località Kälberberg (Monte dei Vitelli) che si trova in Val Venosta in provincia di Bolzano (TAA): riferimento alla zona dei primi ritrovamenti
6173 vitulínus, a, um (Agaricus, Cuphophyllus var., Gymnopus var., Hygrocybe var.) aggettivo derivato da vítulus vitello: attinente i vitelli, oscuro il riferimento ai funghi
21715 vivanti, ii
  • (Hieracium cerinthoides ssp.) in onore del botanico francese Jean Vivant (1923-2010)
  • (Anemone ×, Cirsium ×, Lathyrus, Reseda) da definire
6174 vivariensis, e (Arabis, Boechera, Carduus, Centaurea, Dianthus, Dynamidium, Erophila, Hieracium, Muscaria, Polium, Potentilla, Thymus, Viola) del Vivarais, regione della Francia Meridionale
12128 vivax (Adenoncos, Danaea, Indigofera, Phyllostachys, Pirus, Reynoutria ×, Scolymus, Wiomingia – Polyporus) da vivo vivere, durare: vivagno, vivace, vigoroso
21716 vivesi, ii
  • (Dictyota/ Gracilaria) in onore dell'algologo messicano Gastón J. Vives (1859-1939)
  • (Adiantum) da definire
10100 viviani, ii (Amoria, Arnebia, Helianthemum, Nepeta, Nonea, Salvia, Scilla, Silene – Agaricus/ Armillaria) in onore del naturalista (botanico, micologo, pteridologo, ittiologo) italiano Domenico Viviani (1772-1840) autore de I funghi d'Italia e di Florae Corsicae Specierum novarum
19227 Viviania [Francoaceae] genere dedicato al naturalista (botanico, micologo, pteridologo, ittiologo) italiano Domenico Viviani (1772-1840) autore de I funghi d'Italia e di Florae Corsicae Specierum novarum
19228 vivianianus, a, um (Malva) in onore del naturalista (botanico, micologo, pteridologo, ittiologo) italiano Domenico Viviani (1772-1840) autore de I funghi d'Italia e di Florae Corsicae Specierum novarum
6175 vivíparus, a, um (Aconitum, Acrostichum, Agave, Allium, Aspidium, Bistorta, Crinum, Escobaria, Festuca, Mammillaria, Opuntia, Polygonum, Sedum, Scirpus, Tectaria) da vívus vivo e da pário generare: che produce direttamente sulla pianta nuovi propaguli costituiti da bulbilli o nuove piantine oltre ai fiori o invece di quelli
6176 vizzavonae (Festuca, Hieracium) di Vizzavona, zona forestale della Corsica
21719 Voacanga [Apocynaceae] dal nome vernacolare malgascio di una specie appartenente a questo genere
8404 vochinensis, e (Arabis, Centaurea, Primula ×) di Wochein, nome tedesco per Bohinj, valle e lago della Slovenia: della Val Bohinj
10721 Vogelia [Burmanniaceae] genere dedicato al botanico tedesco Benedict Christian Vogel (1745-1825)
9437 vogesiacus, a, um (Anacampseros, Asplenium, Epilobium, Galium, Hieracium, Rubus, Sedum, Senecio, Succisa, Thlaspi – Clavaria, Lecanora, Lecidea, Uredo) del massiccio dei Vosgi, tra l'Alsazia e la Lorena, ai nostri giorni territorio Francese
23250 vogesorum (Hieracium ssp.) del massiccio dei Vosgi, tra l'Alsazia e la Lorena, ai nostri giorni territorio francese
21720 Voharanga [Asclepiadaceae] dal nome vernacolare malgascio di questa pianta utilizzata per la produzione di caucciù
9111 volaiensis, e (Hieracium) del Monte o Lago Volaia, che si trovano in Friuli (UD) al confine con l'Austria
21721 volcki, ii (Beilschmiedia) specie dedicata da Hyland a Mr. H.E. Volck del Queensland Dept. of Forestry
6177 volémus, a, um (Agaricus, Galorrheus, Lactarius, Lactifluus)) da pirum volemum, varietà di grossa pera che riempie il cavo della mano (vola): di grossa taglia come quel tipo di pera
9070 volgensis, e (Adonanthe, Adonis, Avena, Dianthus, Euphorbia, Galium, Gypsophila, Hedysarum, Linaria, Lythrum, Onosma, Salix, Tragopogon, Triticum) del Fiume Volga, il più lungo d'Europa che percorre la Russia sfociando nel Mar Caspio
21722 Volkameria (Lamiaceae) secondo l'Oxford English Dictionary il genere sarebbe stato dedicato da Linneo al botanico tedesco Johann Georg Volckamer (1619-1693)(), per altri al di lui figlio Johann Georg Volckamer il giovane (1662-1744) oppure all'altro botanico tedesco Johann Christoph Volkamer (1644-1720)
18708 volkensi, ii (Agrostis, Alchemilla, Aloë, Aspidium, Asplenium, Barleria, Bidens, Euphorbia, Linum, Luzula, Lysimachia, Pimpinella, Polygala, Sedum, Selaginella, Valeriana, Vicia) in onore del botanico tedesco Georg Ludwig August Volkens (1855-1917) che erborizzò in Africa (Congo, Kenya, Tanzania, Egitto, Arabia, Mozambico, Sudafrica), nelle Isole Caroline e a Yap
21723 volkensianus, a, um (Bonatea, Habenaria, Ilex, Peristylus, Platanthera, Plectranthus, Rabdosia, Rubus, Salacia) in onore del botanico tedesco Georg Ludwig August Volkens (1855-1917) che erborizzò in Africa (Congo, Kenya, Tanzania, Egitto, Arabia, Mozambico, Sudafrica), nelle Isole Caroline e a Yap
21724 Volkensinia [Amaranthaceae] genere dedicato al botanico tedesco Georg Ludwig August Volkens (1855-1917) che erborizzò in Africa (Congo, Kenya, Tanzania, Egitto, Arabia, Mozambico, Sudafrica), nelle Isole Caroline e a Yap
21725 volki, ii
  • (Euphorbia) in onore del botanico tedesco Otto Heinrich Volk (1903-2000) specializzato in piante succulente, che erborizzò in Afghanistan e altri paesi
  • (Acacia, Anthericum, Astragalus, Chesneya, Cousinia, Gnaphalium, Hedysarum, Linaria, Oxytropis, Scrophularia, Searsia) da definire
21726 volkmanniae
  • (Euphorbia) in onore di Miss Margareta Volkmann, titolare dell'azienda agricola Auros nei pressi di Otavi (Namibia) dove fu raccolto l'olotipo di questa specie
  • (Eriospermum, Habenaria, Hypoxis) da definire
8719 vollmanni, ii (Chenopodium, ×Dactylodenia, Dactylogymnadenia ×, Euphrasia, ×Orchigymnadenia, Rhinanthus, Rubus, Salix, Taraxacum, Verbascum, Veronica) taxa dedicati al botanico tedesco Franz Vollmann (1858-1917)
21727 vollmannianus, a, um (Euphrasia) specie dedicata al botanico tedesco Franz Vollmann (1858-1917)
16488 volubilis, e (Petrea, Acacia, Acanthus, Aconitum, Actinidia, Asparagus, Biscutella) da volvo girare attorno: che si avvolge facilmente, tipicamente di piante rampicanti volventi come fagioli e glicine
8299 Volutaria [Asteraceae] da voluta forma a spirale: per la disposizione spiralata dei flosculi
6178 volváceus, a, um (Agaricus, Clathrus, Cortinarius elegantissimus fo., Cortinarius parelegantior var., Volvariella/ Volvaria, Boletus luteus var.) da volva guaina, involucro: che presenta alla base del gambo una specie di volva
6180 Volvária [Pluteaceae] da volva guaina, involucro (variante di vúlva vulva): per la presenza della volva che avvolge il piede del gambo
6179 Volvariélla [Pluteaceae] diminutivo del genere Volvaria (vedi)
17881 volvatus, a, um (Amanita, Amanitopsis, Conocybe, Inocybe, Psalliota, Ungulina, Phlegmacium, Agaricus, Boletus, Fomes, Polyporus) da volva vagina, involucro: dotato di volva
7835 vomeraceus, a, um (Orchis, Serapias/ Serapiastrum) da vomer, -eris vomere dell'aratro: per la forma del labello che lo ricorda
21729 vomeriformis, e da vomer, -eris vomere dell'aratro e da forma forma, aspetto:
  • (Homalopetalum) per la forma del labello
  • (Anthurium) per la forma della spata
  • (Asclepias, Asplenium) per la forma delle foglie
  • (Acacia) per la forma dei fillodi
  • (Brassavola, Epidendrum) da definire
21730 vomeris (Masdevallia/ Alauticalia) genitivo di vomer, -eris vomere dell'aratro: per la forma del labello
21731 vomitorius, a, um (Asclepias, Cynanchum, Diplolepis, Ilex, Marsdenia, Periploca, Rauvolfia, Sonninia, Tylophora – Massaria, Sphaeria) da vomitus vomito: che provoca il vomito, emetico
21732 Vonitra [Arecaceae] dal nome vernacolare malgascio di queste palme
6181 vopíscus, a, um (Asterophora, Nyctalis) detto del secondo gemello che viene alla luce quando il primo è morto
23251 vorarlbergensis, e (Hieracium, Viola) del Vorarlberg, il più occidentale degli stati federati dell'Austria dov'è ubicata la zona dei primi ritrovamenti di queste entità
13293 voronovi, ii (Aethionema, Amblyopogon, Hesperis, Miconia, Taraxacum) in onore del botanico russo Georg Jurii Nikolaewitch Voronov (o Woronow, 1874-1931)
13294 voronovianus, a, um (Astracantha, Astragalus, Tragacantha) in onore del botanico russo Georg Jurii Nikolaewitch Voronov (o Woronow, 1874-1931)
21733 vorwerki, ii (Coryphantha, Gymnocalycium, Huperzia, Mammillaria, Neowerdermannia, Sulcorebutia, Urostachys, Weingartia) in onore del botanico tedesco Wilhelm Vorwerk (1873-1936) che fu orticultore, ispettore e poi direttore tecnico del Giardino Botanico di Berlino
10574 vosagiacus, a, um (Dactylorhiza, Rosa) da Vosagus, antico nome latino dei Vosgi, catena montuosa dell'Europa centro-occidentale in territorio francese
21734 vreelandi, ii (Anogra, Bouvardia, Castilleja, Corallorhiza striata var, Erigeron, Hydatica, Potentilla, Quercus, Saxifraga ferruginea var., Spatularia, Townsendia) in onore del botanico americano Frederick King Vreeland (1874-1964), che raccolse piante nel Colorado sudorientale per conto di Per Axel Rydberg
11895 Vriesea [Bromeliaceae] genere dedicato al botanico olandese Willem Hendrik de Vriese (1806-1862)
6182 Vuillemínia [Corticiaceae] genere dedicato al micologo francese Jean Paul Vuillemin (1861-1932)
14205 vulcanicola (Abutilon, Aniba, Brugmansia, Callitriche, Carex, Celastrus, Datura, Epidendrum, Geranium, Ilex, Oxalis, Ranunculus, Rubus, Stevia, Styrax) da Vulcanus, isola delle Lipari e per estensione vulcano in genere, e da colo abitare, risiedere: che vive in ambiente vulcanico
7759 vulcanicus, a, um (Acinodendron, Allium, Asplenium, Astragalus, Ericameria/ Chrysothamnus ssp., Polygonum, Saxifraga, Scleranthus perennis ssp., Senecio, Verbascum, Veronica) da Vulcanus, isola delle Lipari e per estensione vulcano in genere, e da colo abitare, risiedere: che vive in ambiente vulcanico
6183 vulgáris, e (Aquilegia, Arisarum, Artemisia, Barbarea, Berberis, Beta, Calluna, Carlina, Cirsium, Clinopodium, Crupina, Cryptocarya, Dracunculus, Echium, Falcaria, Filago, Filipendula, Foeniculum, Hippuris, Hordeum, Hydrocotyle, Leucanthemum, Ligustrum, Linaria, Lysimachia, Marrubium, Odontites, Origanum, Phaseolus, Pinguicula, Polygala, Polypodium, Primula, Prunella, Pulicaria, Senecio, Silene, Syringa, Tanacetum, Thelymitra, Tilia ×, Thymus, UtriculariaMorchella, Mycena) da vúlgus volgo: molto comune, ordinario per la grande diffusione, banale
23491 vulgatiflorus, a, um (Hieracium) da vulgatus (vedi) volgare, banale e da flos, floris fiore: con fiori banali, senza caratteri particolari
22783 vulgatifolius, a, um (Hieracium) da vulgatus (vedi) volgare, banale e da folium foglia: con foglie banali, senza caratteri particolari
7387 vulgatus, a, um (Bidens, Cerastium, Hieracium, Ophioglossum, Prunus, Ranunculastrum, Ranunculus, Rubus, Seseli, Solanum, Stellaria, Thalictrum, Thlaspi) da vúlgus volgo: molto comune, ordinario per la grande diffusione, banale
21736 Vulneraria [Fabaceae] da vúlnus, -neris ferita: medicamentoso, che si ritiene in grado di guarire le ferite
21735 vulnerariae genitivo del genere Vulneraria (vedi):
  • (Astragalus, Saccocalix, Tragacantha) simile alle piante di quel genere
  • (Ascochyta, Mycosphaerella, Sphaerella) per l'appartenenza a quel genere delle piante ospiti
6495 vulnerarioides
  • (Anthyllis) da vulneraria (vedi), epiteto di una specie congenere, e dal greco εἷδος eídos aspetto, sembianza: simile alla specie vulneraria
  • (Astragalus) da vulnerariae (vedi), epiteto di una specie congenere, e dal greco εἷδος eídos aspetto, sembianza: simile alla specie vulnerariae
  • (Circinnus) dal genere Vulneraria (vedi), epiteto di una specie congenere, e dal greco εἷδος eídos aspetto, sembianza: simile alle piante di quel genere
6184 vulnerárius, a, um (Acalypha, Anthyllis, Cineraria, Dalea, Lysimachia, Lythrum, Parameria, Parosela, Senecio, Solidago, Stenorrynchos- Usnea) da vúlnus, -neris ferita: medicamentoso, che si ritiene in grado di guarire le ferite
6185 vulnerátus, a, um (Argyrocome, Lychnis – Agaricus, Caloplaca, Lecanora, Polyporus) da vúlnus, -neris ferita: che sembra essere stato ferito
6186 vulpárius, a, um (Aconitum) da vúlpis volpe: che ricorda la volpe, richiamo all'uso che anticamente si faceva di questa pianta per avvelenare esche a base di carne contro i lupi e le volpi (vedi anche luparia)
6187 vulpéculus, a, um (Stelis – Agaricus, Clitocybe, Leucopaxillus) diminutivo da vúlpes volpe: volpacchiotto
6188 Vulpia [Poaceae] genere dedicato a J.S. Vulpius (1760-1846), farmacista a Pforzheim e ottimo florista
23172 Vulpiella [Poaceae] diminutivo del genere Vulpia (vedi)
23601 vulpii (Hieracium, Pedicularis ×, Serratula) in onore del farmacista e botanico tedesco Friedrich Wilhelm Vulpius (1801-1892) che erborizzò in Svizzera dove era emigrato come rifugiato politico
6189 vulpinéllus, a, um (Inocybe) diminutivo di vúlpinus (vedi), epiteto di una specie congenere: simile a quella specie, ma di taglia minore
6190 vulpinoideus, a, um
  • (Carex) da vúlpinus (vedi), epiteto di una specie congenere, e dal greco εἶδος eídos aspetto: simile a alla specie vulpina
  • (Vignea, Vriesea) da definire
6191 vulpínus, a, um tipico della volpe, da vulpes:
  • (Boletus, Cortinarius, Inocybe, Lecidea, Lentinellus, Letharia, Lopadium, Parmelia) solitamente per il colore simile a quello del mantello della volpe
  • (Opegrapha) in onore del lichenologo ceco Jiří Liška (fl.2008), il cui cognome significa volpe (da una relazione dell'Autore)
  • (Astragalus, Cactus, Calceolaria, Carex, Chenopodium, Hieracium, Opuntia, Salix, Panicum, Polypodium, Rubus, Taraxacum, Vitis) per l'aspetto dell'infiorescenza folta e pelosa come la coda di volpe oppure che vegeta in luoghi frequentati dalle volpi o altri caratteri da valutare caso per caso
23363 vulsus, a, um (Crataegus, Cyrtandra, Hieracium, Ipomoea) participio di vello strappare, depilare: senza peli, glabro
8573 vulturius, a, um (Dianthus) del Vulture, vulcano spento della Basilicata
6332 vulvarius, a, um (Atriplex, Chenopodium, Mesembryanthemum, Ruschia – Arcangeliella, Chlathrogaster) da vulva organo sessuale femminile: riferimento al cattivo odore emanato dalla pianta
21737 Vvedenskya [Apiaceae] genere dedicato al botanico russo Aleksei Ivanovich Vvedensky (1898-1972) che erborizzò in Russia, Turchia, Uzbekistan e Cina
21738 Vvedenskyella [Brassicaceae] genere dedicato al botanico russo Aleksei Ivanovich Vvedensky (1898-1972) che erborizzò in Russia, Turchia, Uzbekistan e Cina
21739 vvedenskyi (Asparagus, Aster, Astragalus, Frankenia, Gentiana, Poa, Polygonum, Potentilla, Rosa, Saxifraga, Scrophularia, Silene, Valerianella) in onore del botanico russo Aleksei Ivanovich Vvedensky (1898-1972) che erborizzò in Russia, Turchia, Uzbekistan e Cina
 
prima pagina    pagina precedente   Pagina 2     

Acta Plantarum - Flora delle regioni italiane - Un progetto "open source"
  Licenza Creative Commons
Acta Plantarum è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale . Tutti i diritti di Copyright © riservati agli autori se citati a cui va richiesta autorizzazione scritta per copia ed uso.    Acta Plantarum is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License . All Copyright © rights reserved by mentioned authors; written authorization to be required for copy and use.

Come citare questa pagina: Acta Plantarum, 2007 in avanti - "Etimologia dei nomi botanici e micologici". Disponibile on line (data di consultazione: 03/10/2022): https://www.actaplantarum.org/etimologia/etimologia.php?n=v&o=1,0,0,0,0,0,1,2,3,4,5&p=2
How to cite this page: Acta Plantarum, from 2007 on - "Etimologia dei nomi botanici e micologici". Available on line (access date: 03/10/2022): https://www.actaplantarum.org/etimologia/etimologia.php?n=v&o=1,0,0,0,0,0,1,2,3,4,5&p=2