Etimologia dei nomi botanici e micologici   e corretta accentazione 
     Home      Galleria      Forum oggi è Domenica 25 settembre 2022


    Lista dei lemmi etimologici (359 di 26458)                     Trova:     
   Campo trova
nessun carattere: estrae tutti i lemmi (divisi in più pagine); da 1 a molti caratteri: ricerca i caratteri a partire da inizio lemma;
 
per ricercare uno o più caratteri ovunque nel lemma utilizzare il carattere '%' seguito dai caratteri
 
ID Lemma Descrizione     (Legenda)
21978 wyomingensis, e (Artemisia tridentata subsp./ Seriphidium tridentatum subsp., Calamagrstis, Castilleja, Chrysothamnus, Cicuta occidentalis f., Corallorhiza, Corydalis, Cryptantha, Epilobium, Erigeron, Hieracium, Ischnosiphon, Lepidium montanum var., Plantago, Poa, Potentilla, Salix x, Streptanthus/ Thelypodiopsis, Valeriana, Veronica/ Besseya/ Synthyris/ Wulfenia) del Wyoming, uno Stato degli Stati Uniti
21977 wynneae (Entoloma/ Agaricus/ Leptonia, Leucocoprinus/ Hiatula, Loweomyces/ Abortiporus/ Antrodiella/ Fibroporia/ Fibuloporia/ Heteroporus/ Leptoporus/ Polyporus/ Polystictus, Hygrophorus/ Microporus/ Omphalia/ Omphalina/ Tyromyces, Marasmius/ Chamaeceras, Microporus, Syncephalis) in onore della naturalista gallese Anne Frances Lloyd Wynn nata Haggitt (1804-1895), micologa dilettante
26792 Wyethia [Asteraceae] genere dedicato all’esploratore, inventore e uomo d’affari statunitense Nathaniel Jarvis Wyeth (1802-1856); in gioventù esplorò il Nordovest degli Stati Uniti, dove stabilì alcune basi commerciali; quindi tornato a Boston accumulò una notevole fortuna nell’industria del ghiaccio
21976 Wydleria [Apiaceae] genere dedicato all’insegnante e botanico svizzero Heinrich Wydler (1800-1883) che erborizzò nelle Indie occidentali, quindi lavorò nell’orto botanico di San Pietroburgo e fu poi curatore delle collezioni botaniche di de Candolle presso l'Università di Ginevra
21975 wurmbi, ii (Echium/ Lobostemon) in onore dell’ufficiale e missionario tedesco Theobald von Wurmb (1800-1834), membro della Società missionaria renana, che si trasferì in Sudafrica, dove fu tra i fondatori della fattoria di Wupperthal e fece raccolte di piante
11645 Wurmbea [Colchicaceae] genere dedicato da C. P. Thunberg al botanico e collezionista tedesco Christoph Carl Friedrich von Wurmb (1742-1781) che lasciò la patria, cedendo la donna di cui erano entrambi innamorati al fratello (atto celebrato da Schiller), emigrò a Batavia (oggi Giacarta) in Indonesia al servizio della Compagnia olandese delle Indie (VOC), fu tra i fondatori della Società di arte e scienze di Batavia e pubblicò una monografia sulla tassonomia delle palme
21974 Wurdackia [Eriocaulaceae]genere dedicato al botanico statunitense John Julius Wurdack (1921-1998), che iniziò le sue raccolte durante il servizio militare in Brasile e in Giappone, quindi per un decennio fu associato all’orto botanico di New York, prese parte alle spedizioni di Maguire nel Venezuela amazzonico e lungo il confine tra Venezuela e Brasile, quindi come curatore associato dello Smithsonian si occupò della classificazione dell’erbario nazionale statunitense
21973 wurdacki, ii (Ageratina, Amboroa, Andesanthus/ Tibouchina, Anthurium, Aphelandra/ Odontophyllum, Ascidiogyne, Axinaea, Barnadesia, Begonia, Besleria, Bombacopsis/ Pochota, Bonnetia, Bronwenia/ Banisteriopsis, Byrsonima, Calycorectes/ Eugenia, Cambessedesia, Campyloneurum, Canavalia, Capirona, Chaetochlamys, Chionanthus, Chrysactinium, Chrysophyllum/ Neoxythece, Coccoloba, Connarus, Cybianthus, Dendrosipanea, Dendrothrix, Dieffenbachia, Diplostephium, Draba, Echeveria, Elaphoglossum, Eremoluma, Espeletia x/ Carramboa x/ Libanothamnus x, Fuchsia, Gouania, Grammitis/ Cochlidium, Hillia, Hippotis, Humiria, Hypericum, Ilex neblinensis var., Jamesonia/ Eriosorus, Justicia, Leptobalanus/ Licania, Lindmania/ Cottendorfia, Lysipomia, Macrocarpaea, Macrolobium, Masdevallia, Matisia/ Quararibea, Meliosma, Merremia, Miconia, Mikania, Monactis, Monnina, Mutisia, Micropholis, Myriocladus, Nassella/ Stipa, Navia, Nectandra, Neogleasonia, Neoregelia/ Hylaeaicum, Olyra, Orthaea, Oxalis, Oyedaea, Paepalanthus, Palicourea/ Psychotria, Panicum, Paranephelius/ Liabum, Paullinia, Pentacalia/ Senecio, Pentagonia, Peperomia, Pepinia/ Pitcairnia, Perama, Philodendron, Phoradendron, Piper, Pouteria, Prieurella, Prunus, Psittacanthus, Puya, Qualea, Quiina, Remijia, Renealmia, Rudgea, Ruellia, Sanchezia, Sarcaulus, Scyphostelma/ Cynanchum, Selaginella, Senna, Simira, Sipaneopsis, Siphanthera, Sloanea, Spermacoce/ Borreria, Stegolepis, Swartzia, Tillandsia, Urospatha/ Cyrtosperma/ Urospathella, Viburnum, Vriesea, Weinmannia, Xanthosoma, Xyris) in onore del botanico statunitense John Julius Wurdack (1921-1998), che iniziò le sue raccolte durante il servizio militare in Brasile e in Giappone, quindi per un decennio fu associato all’orto botanico di New York, prese parte alle spedizioni di Maguire nel Venezuela amazzonico e lungo il confine tra Venezuela e Brasile, quindi come curatore associato dello Smithsonian si occupò della classificazione dell’erbario nazionale statunitense, pubblicando oltre 900 nuovi taxa
21972 Wurdackanthus [Gentianaceae] nome composto da Wurdack, dedica al botanico statunitense John Julius Wurdack (1921-1998), che iniziò le sue raccolte durante il servizio militare in Brasile e in Giappone, quindi per un decennio fu associato all’orto botanico di New York, prese parte alle spedizioni di Maguire nel Venezuela amazzonico e lungo il confine tra Venezuela e Brasile, quindi come curatore associato dello Smithsonian si occupò della classificazione dell’erbario nazionale statunitense, pubblicando oltre 900 nuovi taxa; e dal greco ἄνϑοϛ ánthos fiore: fiore in onore di Wurdack
21971 Wullschlaegelia [Orchidaceae] genere dedicato al missionario della chiesa morava e botanico di lingua tedesca Heinrich Rudolf Wullschlägel (1805-1864); nato nella colonia morava di Sarepta in Russia, fu missionario ad Antiga, Giamaica e Suriname, dove fece estese raccolte botaniche, quindi vescovo in Slesia
21970 wullschlaegeli, ii (Anthurium, Lepanthes/ Paspalum, Odontocarya/ Somphoxylon, Philodendron, Pilea, Psychotria, Tabernaemontana) in onore del missionario della chiesa morava e botanico di lingua tedesca Heinrich Rudolf Wullschlägel (1805-1864); nato nella colonia morava di Sarepta in Russia, fu missionario ad Antiga, Giamaica e Suriname, dove fece estese raccolte botaniche, quindi vescovo in Slesia
6208 wulfenianus, a, um (Aconitum, Alyssum/ Adyseton, Androsace/ Aretia, Carpesium, Doronicum/ Arnica, Nasturtium, Nigritella ×, Primula/ Auricula-ursi, Salix/ Vimen, Saxifraga, Scabiosa ) in onore del gesuita botanico, geologo, mineralogista e alpinista austriaco barone Franz Xavier von Wulfen (1728-1805), studioso della flora delle Alpi orientali, autore di Plantae rariorum Carinthica e Flora Norica phanerogama
6207 Wulfenia [Plantaginaceae] genere dedicato al gesuita botanico, geologo, mineralogista e alpinista austriaco barone Franz Xavier von Wulfen (1728-1805), studioso della flora delle Alpi orientali, autore di Plantae rariorum Carinthica e Flora Norica phanerogama
6209 wulfeni, ii (Arenaria, Artemisia, Asterocephalus/ Scabiosa/ Trochocephalus argenteus subsp., Astragalus/ Tragacantha, Conyza, Dianthus, Euphorbia/ Tithymalus, Frangula/ Rhamnus, Juncus, Plantago, Rosa, Sempervivuum) specie dedicate al gesuita botanico, geologo, mineralogista e alpinista austriaco barone Franz Xavier von Wulfen (1728-1805), studioso della flora delle Alpi orientali, autore di Plantae rariorum Carinthica e Flora Norica phanerogama
21979 Wrightoporia [Bondarzewiaceae] nome composto da Wright e dal genere di funghi Poria (vedi): genere simile a quello, dedicato al micologo argentino Jorge Eduardo Wright (1922-2005)
11996 Wrightiella [Ascomycota] genere di funghi dedicato al botanico, esploratore e raccoglitore statunitense Charles (Carlos) Wright (1811-1885) che partecipò a diverse ricognizioni negli USA, con collezioni pubblicate da Gray in Plantae Wrightianae (1852–53), quindi come membro della spedizione Rodgers-Ringgold fece raccolte a Madera, Capo Verde, Cape Town, Sydney, Hong Kong, Isole Bonin e Giappone; erborizzò anche a Cuba, Nicaragua, Santo Domingo. Le sue raccolte di Hong Kong furono pubblicate da Bentham in Flora Hongkongensis (1861)
[Rhodomelaceae] genere di alghe dedicato al chirurgo, botanico e zoologo irlandese Edward Percival (Perceval) Wright (1834-1910), professore prima di zoologia poi di botanica al Trinity College di Dublino e curatore dell’erbario di questa istituzione; specialista di biologia marina, fece raccolte in Irlanda, Portogallo, Sicilia; trascorse sei mesi alle Seychelles, facendo importanti raccolte della flora e della fauna
11952 wrightianus, a, um (Anthodon, Begonia, Byrsonima, Cestrum, Cynanchum, Dichanthelium/ Panicum, Eleocharis, Forestiera, Guilandina/ Caesalpinia, Hemionitis/ Cheilanthes mucronata var./ Pellaea, Cissus, Lagetta, Malpighia, Mandevilla/ Rhabdadenia, Manilkara/ Mimusops, Miconia/ Calycogonium, Mirabilis, Najas, Odontosoria, Peperomia, Photinia/ Pyrus, Physurus, Pilea/ Adicea, Plantago, Pristimera/ Romualdea, Ptelea, Rhynchospora, Rhytidophyllum, Scleria, Scolosanthus/ Randia, Tapura cubensis var., Wissadula periplocifolia var./ W. rostrata var./ W. zeylanica var.) in onore del botanico, esploratore e raccoglitore statunitense Charles (Carlos) Wright (1811-1885) che partecipò a diverse ricognizioni negli USA, con collezioni pubblicate da Gray in Plantae Wrightianae (1852–53), quindi come membro della spedizione Rodgers-Ringgold fece raccolte a Madera, Capo Verde, Cape Town, Sydney, Hong Kong, Isole Bonin e Giappone; erborizzò anche a Cuba, Nicaragua, Santo Domingo. Le sue raccolte di Hong Kong furono pubblicate da Bentham in Flora Hongkongensis (1861)
(Crassula, Dimorphanthera/ Agapetes, Hedysarum, Helichrysum, Hymenidium/ Pleurospermum, Millettia, Oncocalamus, Rhododendron) in onore del botanico britannico Charles Henry Wright (1864-1941) dell’Erbario dei Kew Gardens, che studiò soprattutto piante africane
(Echinopsis backebergii subsp./ Corynopuntia stanlyi var./ Lobivia/ Neolobivia, Grusonia/ Opuntia) in onore della botanica, collezionista e cactofila cubana naturalizzata statunitense Ysabel Galbán Wright (1885 –1960) che insieme al marito John Dutton Wrigth a Montecito (California) possedeva un giardino con una collezione di cactus di fama internazionale
(Viola) senza indicazioni nel protologo
11995 Wrightia [Apocynaceae] genere dedicato al medico e botanico scozzese William Wright (1735-1819), che visse a lungo in Giamaica dove divenne medico capo della colonia; partecipò all’esplorazione dei Caraibi con Sir Ralph Abercromby; tornato in patria, fu membro della Linnean Society, socio fondatore della Wernerian Natural History Society e presidente del Regio collegio dei Medici di Edimburgo
6206 wrighti, ii (Abutilon, Acanthochiton, Acleisanthes/ Pentacrophys, Acmispon/ Anisolotus/ Hosackia/ Lotus/ Ottleya, Acoelorrhaphe/ Copernicia/ Paurotis, Acourtia/ Perezia, Adenophyllum/ Schlechtendalia/ Trichaetolepis, Aechmea, Agastache/ Brittonastrum/ Cedronella, Agathosma, Agave, Ageratina/ Eupatorium, Aloysia/ Lippia, Alsophila, Amaranthus, Ammannia, Anemia/ Ornithopteris, Anisacanthus/ Drejera, Anoda, Antidaphne/ Eremolepis/ Ixidium, Apocopis, Aristida, Aristolochia, Artemisia, Asclepias, Asparagus, Asplenium, Astragalus/ Hamosa/ Tragacantha, Atriplex/ Obione, Aulacocarpus, Ayenia, Baccharis/ Neomolinia, Balaneikon/ Balanophora, Beschorneria, Bidens aurea var./ B. heterophylla var./ B. schaffneri var., Bigelowia, Bletia/ Basiphyllaea, Blutaparon/ Philoxerus, Benthamantha, Boerhavia, Bothriochloa/ Amphilophis/ Andropogon/ Sorghum, Bourreria, Brachystigma/ Agalinis/ Dasistoma/ Gerardia, Brickellia/ Coleosanthus, Buddleja, Buxus, Calamagrostis neglecta var., Callicarpa, Calophyllum brasiliense subsp., Calycoseris, Camphora, Carex, Cathartolinum/ Linum, Chamaecrista/ Cassia, Chrysopogon/ Andropogon nome ill., Chrysopsis, Chrysosplenium, Cinnamomum, Cirsium/ Carduus/ Cnicus, Cleome/ Mitostylis procumbens subsp./ Physostemon procumbens subsp., Clidemia/ Maieta/ Sagraea, Coccoloba/ Uvifera, Cochlospermum/ Amoreuxia, Cochemiea/ Cactus/ Chilita/ Ebnerella/ Mammillaria/ Neomammillaria, Colpothrinax/ Pritchardia, Cordylanthus/ Adenostegia, Corepsis, Coronopus, Crusea, Cuphea/ Parsonsia, Cyperus/ Mariscus, Dalea/ Parosela, Danaea, Datura, Deinandra/ Hemizonia, Dendrophthora, Desmodium/ Meibomia, Dioscorea, Duranta, Echinopepon/ Echinocystis/ Elaterium/ Micrampelis, Elaphoglossum/ Acrostichum, Eleocharis, Elytraria tridentata var., Enneapogon/ Pappophorum, Epidendrum/ Amphiglottis, Eriogonum, Eryngium, Euphorbia/ Alectoroctonum/ Tithymalopsis/ Tithymalus, Evolvulus, Exogonium/ Ipomoea nome ill./ Turbina, Fendlera/ Edwinia, Ferocactus uncinatus var./ Ancistrocactus uncinatus subsp./ Echinocactus/ Echinomastus uncinatus var./ Glandulicactus/ Hamatocactus/Pediocactus uncinatus var./ Sclerocactus uncinatus subsp./ Thelocactus uncinatus var., Ficus, Galactia/ Odonia, Galium, Garrya, Geissorhiza, Gentianella/ Amarella/ Gentiana, Gerbera, Gesneria, Glochidion/ Diasperus/ Phyllanthus, Gnaphalium, Gordonia/ Haemocharis/ Laplacea/ Wikstroemia, Gutierrezia/ Xanthocephalum, Guzmania/ Vriesea, Halodule/ Diplanthera, Hemionitis/ Allosorus/ Cheilanthes/ Myriopteris, Hieracium, Houstonia/ Hedyotis, Hymenophyllum/ Mecodium, Hymenothrix/ Hymenopappus/ Trichymenia, Hypoxis, Ichnanthus, Ilex, Ipomopsis/ Gilia/ Navarretia, Ipomoea, Iresine, Isocarpha atriplicifolia subsp., Isocoma/ Linosyris, Justicia/ Ecbolium, Krigia/ Apogon/ Serinia, Lachenalia, Lebeckia/ Lotononis, Lepanthes, Lepidaploa/ Vernonia, Lepidium/ Nasturtium, Leptocereus, Leptochilus/ Colysis/ Gymnogramma/ Selliguea, Leucocroton/ Croton, Liabum, Limonium/ Statice, Lomariopsis/ Stenochlaena, Lycium andersonii var./ L. berlandieri subvar./ L. torreyi var., Lygodium, Macrosiphonia, Malvastrum, Marcgravia, Maxillaria/ Camaridium/ Ornithidium/ Viracocha, Mayaca, Mentzelia/ Bartonia/ Nuttallia/ Touterea, Mesosetum, Miconia/ Acinodendron/ Pachyanthus/ Tamonea, Mimosa, Monnina/ Polygala/ Pteromonnina, Mosiera/ Psidium nome ill., Muhlenbergia, Ocotea/ Acrodiclidium, Oenothera/ Lavauxia/ Megapterium brachycarpum var., Opuntia, Ossaea, Ouratea/ Stenouratea, Oxalis/ Acetosella/ Xanthoxalis, Oxybaphus, Paspalum, Pavonia/ Malache, Penstemon, Phaseolus, Philodendron, Physalis, Pinus, Piper, Platanus, Polystichum/ Nephrodium/ Polypodium, Pombalia/ Hybanthus, Potamogeton, Pseudocarpidium, Pseudogoodyera/ Goodyera/ Spiranthes, Puccinellia/ Colpodium/ Phippsia/ Poa, Podocarpus angustifolius var., Quercus, Rajania, Reynosia, Rubus, Ruellia occidentalis var., Sageretia, Salacia, Salix ×, Salpichroa, Scaevola, Schkuhria/ Tetracarpum, Schoenolirion, Scolosanthus, Scutellaria, Sedum, Selaginella/ Bryodesma, Senecio, Senegalia/ Acacia, Sieglingia, Silene/ Melandrium, Silphium simpsonii var./ S. integrifolium var., Smilax bona-nox subsp., Solanum, Solenandra ixoroides subsp./ Exostema, Solidago, Spathelia, Specklinia/ Pleurothallis, Sphaeralcea/ Sphaeroma, Sporobolus, Stenandrium, Stephanomeria/ Lygodesmia/ Ptiloria, Tabebuia, Thalictrum, Thelypodium/ Stanleyella, Thelypteris/ Aspidium/ Cyclosorus/ Dryopteris/ Nephrodium/ Steiropteris, Thymophylla/ Dyssodia/ Hymenatherum, Thymopsis, Tradescantia, Trichocoronis/ Ageratum, Trixis, Vaccinium, Vanilla, Verbena/ Glandularia, Verbesina/ Actinomeris/ Ancistrophora/ Hamulium, Viburnum, Vincetoxicum/ Gonolobus biflorus var., Xylorhiza/ Aster/ Machaeranthera/ Townsendia, Zamia pygmaea var., Zephyranthes/ Hippeastrum - Anaptychia/ Physcia, Arthonia, Asterina, Auricularia/ Auricula/ Hirneola, Lamprospora/ Barlaea/ Barlaeina/ Humaria/ Octospora/ Peziza, Biscogniauxia/ Hypoxylon, Blastenia ferruginea subsp./ Caloplaca/ Placodium ferrugineum f./ Huneckia, Lecanora/ Biatora, Cantharellus, Ceratocarpia/ Irenina/ Irenopsis/ Meliola/ Perisporiopsis/ Perisporium/ Stevensea, Cladonia, Coenogonium/ Dimerella, Coprinus, Cortinarius/ Gomphos, Cyathus/ Cyathia/ Cyathodes, Cystotheca/ Sphaerotheca, Dendriscosticta/ Ricasolia/ Sticta, Dicaeoma/ Puccinia/ Uredo, Diplocystis, Erioderma, Fluviostroma, Lentinus/ Panus/ Pocillaria, Lycoperdon, Melanotheca/ Pyrenula, Merulius/ Sesia, Nummularia/ Physalospora/ Sphaeria, Parmelia, Paulia/ Lempholemma/ Omphalaria/ Peccania/ Synalissa, Phlebia/ Kneiffia/ Kneiffiella/ Odontia/ Peniophora, Physcidia/ Parmeliopsis/ Physcia/ Psoromopsis, Phyllocaulon/ Stereocaulon/ Stereocladium, Piccolia/ Biatorella/ Heterothecium/ Lecidea, Polyporus, Sarcodon/ Hydnum, Sphaerostilbe, Stegobolus/ Myriotrema/ Thelotrema, Tremella, Trichoglossum, Tulostoma, Xylaria) in onore del botanico, esploratore e raccoglitore statunitense Charles (Carlos) Wright (1811-1885) che partecipò a diverse ricognizioni negli USA, con collezioni pubblicate da Gray in Plantae Wrightianae (1852–53), quindi come membro della spedizione Rodgers-Ringgold fece raccolte a Madera, Capo Verde, Cape Town, Sydney, Hong Kong, Isole Bonin e Giappone; erborizzò anche a Cuba, Nicaragua, Santo Domingo. Le sue raccolte di Hong Kong furono pubblicate da Bentham in Flora Hongkongensis (1861)
(Acineta) denominata in onore del proprio giardiniere, evidentemente un Mr. Wright, da E. H. Watts di Chiswick che importò questa pianta dal Messico nel 1888
(Agaricus, Agrocybe, Amylosporus, Cheiromyces, Diatrype, Geastrum, Hyphodontia/ Palifer, Melanoleuca, Pachylepyrium, Psilocybe, Russula) in onore del micologo argentino Jorge Eduardo Wright (1922-2005)
(Agave nome illeg., Leea) forma erronea per wightii (vedi)
(Bulbophyllum) in onore di J. O. Wright, che tra il 1955 e il 1958 fece raccolte in Camerun e Nigeria e raccolse questa specie a Mbongi nel Camerun orientale
(Coincya/ Brassicella/ Hutera/ Rhynchosinapis, Rumex ×) in onore del medico e botanico inglese Frederick Robert Elliston-Wright (1878-1966) che fece raccolte in Gran Bretagna
(Collinsia, Lupinus confertus var.) in onore dell'entomologo statunitense William Greenwood Wright (1831-1912) che fece raccolte in California con Palmer
(Felicia, Lobostemon, Strobilopsis) in onore del sudafricano Felix Binns Wright (1907-2003), veterinario, ecologo e raccoglitore di piante sui monti Drakensberg in Sudafrica
(Gymnadeniopsis clavellata f. / Habenaria clavellata var.) in onore di Mr. Henry Wright di Highlands (Nort Carolina) che nell’estate del 1949 raccolse questo taxon insieme all’autore L.S. Olive
(Paragenipa/ Psychotria/ Uragoga, Pittosporum, Syzygium/ Eugenia) in onore del chirurgo, botanico e zoologo irlandese Edward Percival (Perceval) Wright (1834-1910), professore prima di zoologia poi di botanica al Trinity College di Dublino e curatore dell’erbario di questa istituzione; specialista di biologia marina, fece raccolte in Irlanda, Portogallo, Sicilia; trascorse sei mesi alle Seychelles, facendo importanti raccolte della flora e della fauna
(Peucedanum) in onore del botanico britannico Charles Henry Wright (1864-1941) dell’erbario dei Kew Gardens, che studiò soprattutto piante africane
(Psidium) in onore del medico e botanico scozzese William Wright (1735-1819), che visse a lungo in Giamaica dove divenne medico capo della colonia; partecipò all’esplorazione dei Caraibi con Sir Ralph Abercromby; tornato in patria, fu membro della Linnean Society, socio fondatore della Wernerian Natural History Society e presidente del Regio collegio dei Medici di Edimburgo
(Puya) in onore dello zoologo statunitense J. Kenneth Wright che raccolse l'olotipo in Perù nel 1964
(Delphinium – Mycena, Squamaria) da definire
11998 Wrightea [Arecaceae] genere dedicato al medico e botanico scozzese William Wright (1735-1819), che visse a lungo in Giamaica dove divenne medico capo della colonia; partecipò all’esplorazione dei Caraibi con Sir Ralph Abercromby; tornato in patria, fu membro della Linnean Society, socio fondatore della Wernerian Natural History Society e presidente del Regio collegio dei Medici di Edimburgo
6205 wraberi, ii (Aconitum ×, Ranunculus, Verbascum) specie dedicate al botanico e fitosociologo sloveno Tone Wraber (1938-2010), studioso della flora alpina e subalpina, figlio del botanico Maks Wraber (1905-1972) e allievo di S. Pignatti
13240 woronowianus, a, um (Hieracium/ Pilosella) in onore del botanico russo Jurij Nikolaevič Voronov (Woronow nella trascrizione tedesca, 1874-1931), specialista della flora del Caucaso, in cui fece ripetutamente spedizioni; fu il primo russo a guidare una spedizione botanica in America latina
13295 Woronowia [Rosaceae] genere dedicato al botanico russo Jurij Nikolaevič Voronov (Woronow nella trascrizione tedesca, 1874-1931), specialista della flora del Caucaso, in cui fece ripetutamente spedizioni; fu il primo russo a guidare una spedizione botanica in America latina
13239 woronowi, ii (Abutilon, Aechmea, Alcea/ Althaea, Alchemilla, Allium, Amblyopogon, Anthemis/ Cota, Asperula/ Cynanchica, Asplenium, Aspidosperma, Astragalus, Asyneuma/ Podanthum, Bromopsis, Bulbostylis, Bupleurum, Campanula, Centaurea/ Cyanus, Cirsium x, Colchicum, Colpodium, Cousinia, Dactylis, Duranta, Erigeron ×, Eryngium, Euphrasia, Euphorbia/ Tithymalus, Festuca, Galanthus, Geonoma, Hesperis, Hymenostephium/ Haplocalymma/ Viguiera, Jurinea, Lathyrus/ Ervum, Marrubium, Melica, Minuartia, Muscari, Nardurus, Ornithogalum, Orobanche, Peltaria, Philodendron, Pitcairnia, Poa, Polystichum, Primula vulgaris subsp., Psephellus, Puya, Pycreus, Pyrethrum, Pyrus/ Sorbus, Quercus, Rosa, Rubus, Sclerochloa/ Desmazeria/ Scleropoa, Scorzonera, Scutellaria, Sedum, Sida, Solanum, Stachys/ Sideritis, Ziziphora) in onore del botanico russo Jurij Nikolaevič Voronov (Woronow nella trascrizione tedesca, 1874-1931), specialista della flora del Caucaso, in cui fece ripetutamente spedizioni; fu il primo russo a guidare una spedizione botanica in America latina
21969 wormskioldi, ii (Ammannia, Artemisia borealis var./ A. campestris var., Carex/ Physiglochis, Draba, Saxifraga, Trifolium/ Lupinaster, Veronica, Urospora) in onore del botanico danese Morten Wormskjold (1783-1845), che fece raccolte in Norvegia e Groenlandia, quindi partecipò come naturalista alla circumnavigazione del globo sul brigantino russo Rurik (1815), abbandonando la spedizione per erborizzare in Kamčatka
21968 wootonianus, a, um (Crataegus) in onore del botanico americano Elmer Ottis Wooton (1865-1945), assistente curatore dell’erbario nazionale, poi impiegato presso US Department of Agriculture, studioso della flora del New Mexico
21967 wootoni, ii (Aster, Astragalus/ Phaca, Brickellia lemmonii var./ Coleosanthus, Carex, Castilleja, Delphinium, Dyssodia, Erigeron, Eriocarpum, Eriogonum, Euphorbia, Hemionitis/ Cheilanthes/ Myriopteris/ Allosorus myriophyllus var., Heuchera, Ipomoea leptotoma var., Matelea/ Vincetoxicum, Mimosa, Opuntia, Philadelphus, Pomaria/ Larrea/ Caesalpinia, Quercus arizonica var., Sedum, Senecio, Sideranthus, Thelypodiopsis/ Sisymbrium, Tripterocalyx/ Abronia, Xanthium) in onore del botanico americano Elmer Ottis Wooton (1865-1945), assistente curatore dell’erbario nazionale, poi impiegato presso US Department of Agriculture, studioso della flora del New Mexico
8093 Woodwardia [Blechnaceae]genere dedicato a Thomas Jenkinson Woodward (1745-1820), magistrato e botanico inglese, membro della Linnean Society of London, amico e collaboratore di James Edward Smith e Samuel Goodenough
14090 woodsonianus, a, um (Asclepias, Aspidosperma, Chamaedorea, Cleidion/ Adenophaedra, Cynanchum, Daphniphyllum, Echites/ Allotoonia/ Prestonia, Eriocaulon, Eschweilera, Gnetum leyboldii var., Halenia, Macrosiphonia, Nectandra, Pappobolus, Rauvolfia, Senecio, Tussacia, Werauhia/ Vriesea) in onore del botanico statunitense Robert Everard Woodson Jr. (1904-1963), studioso della flora panamense, curatore del Missouri Botanical Garden e autore di Contributions toward a Flora of Panama
14089 Woodsonia [Arecaceae] genere dedicato al botanico statunitense Robert Everard Woodson Jr. (1904-1963), studioso della flora panamense, curatore del Missouri Botanical Garden e autore di Contributions toward a Flora of Panama
14088 woodsoni, ii (Apocynum androsaemifolium var., Ardisia/ Icacorea, Blakea, Costus, Cuscuta/ Grammica, Faramea, Hoffmannia, Hypericum, Malaxis, Matelea, Maytenus, Metastelma, Parathesis, Peperomia, Phoradendron, Sarcoglottis/ Spiranthes, Solanum, Sphaeradenia, Struthanthus, Tussacia, Valeriana, Wercklea/ Hibiscus) in onore del botanico statunitense Robert Everard Woodson Jr. (1904-1963), studioso della flora panamense, curatore del Missouri Botanical Garden e autore di Contributions toward a Flora of Panama
7716 Woodsia [Woodsiaceae] genere dedicato a Joseph Woods (1776-1865), architetto, geologo e botanico inglese, autore di uno studio approfondito delle rose presenti in Inghilterra e di The Tourist's Flora, una flora descrittiva basata sulle osservazioni effettuate in tutti i paesi che aveva visitato
7715 woodsi, ii (Cyrtandra, Dendrobium/ Sayeria, Paphia) in onore del botanico irlandese Patrick (Paddy) James Blythe Woods (1932-2004), che fece raccolte nella regione malese, nell’Australasia, a Papua Nuova Guines, in Spagna e in Gran Bretagna
(Mammillaria/ Neommammillaria) in onore dell’ornitologo e cactofilo statunitense Robert S. Woods, di Azusa (California)
(Miconia/ Ossaea/ Sagraea) in onore dello zoologo statunitense Charles Arthut Woods (1940-vivente), come riconoscimento del suo significativo contributo alla conoscenza e alla salvaguardia della flora e della fauna di Haiti
(Penstemon) in onore di C. N. Woods, supervisore della Savtooth Forest Reserve (Idaho) e raccoglitore del tipo
(Rosa, Rumex) in onore di Joseph Woods (1776-1865), architetto, geologo e botanico inglese, autore di uno studio approfondito delle rose presenti in Inghilterra e di The Tourist's Flora, una flora descrittiva basata sulle osservazioni effettuate in tutti i paesi che aveva visitato
(Styphelia/ Leucopogon) in onore del sacerdote cattolico Julian Edmund Tenison-Woods, (1832 - 1889), missionario in Australia, che fece raccolte nel Queensland meridionale
(Opuntia) da definire
21964 Woodiellantha [Annonaceae] nome derivato da quello illegittimo di Woodiella (vedi) e dal greco ἄνϑοϛ ánthos fiore: fiore dedicato al forestale statunitense Devillo Demic Wood (1886-1968), membro dell’Ufficio forestale di Manila, quindi conservatore delle foreste a Sandakan e direttore dell’agricoltura e conservatore delle foreste (Borneo)
21963 Woodiella [Helotiales] genere di funghi dedicato al botanico sudafricano d'origine inglese John Medley Wood (1827-1915), curatore del Durban Botanic Garden e fondatore dell'Erbario del Natal
[Annonaceae] nomen illeg. (sostituito da Woodiellantha (vedi)) genere dedicato al forestale statunitense Devillo Demic Wood (1886-1968), membro dell’Ufficio forestale di Manila, quindi conservatore delle foreste a Sandakan e direttore dell’agricoltura e conservatore delle foreste (Borneo)
11643 Woodia [Asclepiadaceae] genere dedicato al botanico sudafricano d'origine inglese John Medley Wood (1827-1915), curatore del Durban Botanic Garden e fondatore dell'Erbario del Natal
11644 woodi, ii (Agelaea/ Hemiandrina, Artocarpus/ Gymnartocarpus/ Parartocarpus, Begonia, Callicarpa, Castanopsis, Codonoboea/ Didymocarpus/ Henckelia, Dipterocarpus, Eugenia nome ill./ Syzygium, Glochidion, Goniothalamus, Hydnocarpus, Ixora, Mallotus, Premna, Psychotria, Smilax, Sonerila, Urophyllum) in onore del forestale statunitense Devillo Demic Wood (1886-1968), membro dell’Ufficio forestale di Manila, quindi conservatore delle foreste a Sandakan e direttore dell’agricoltura e conservatore delle foreste (Borneo)
(Agrostopoa, Aloe, Aneilema, Astronium, Baccharis, Barnadesia, Calea, Eryngium, Festuca, Gaya, Gentiana, Heracleum, Hypolepis, Hyptis, Ibatia, Ichthyothere, Jungia, Kobresia, Mastigostyla, Matelea, Microlicia, Mimosa, Nanorrhinum/ Kickxia, Orthosia, Pedicularis, Phagnalon, Philibertia, Pimpinella, Porophyllum, Salvia gachantivana subsp., Scutellaria, Senecio, Sinocarum, Solanum, Swertia) in onore del botanico britannico John Richard Ironside Wood (1944-vivente), dapprima ispettore scolastico in Yemen, oggi ricercatore onorario associato a Kew, tassonomista specializzato in Acanthaceae, Convolvulaceae e Lamiacreae, che fece raccolte in Yemen, Perù e Bolivia, Buthan
(Alchemilla, Alepidea, Ammania/ Nesaea, Aristea, Argyrolobium, Asclepias/ Gomphocarpus, Aspidoglossum/ Schizoglossum, Aster, Bachmannia/ Maerua/ Niebuhria, Barleria, Brownleea, Buddleja, Calpurnia, Capparis, Ceropegia, Combretum, Commiphora, Cotyledon, Crassula, Cryptocarya, Cyphostemma/ Cissus, Disa, Disperis, Drimiopsis/ Ledebouria, Droguetia, Elephantorrhiza, Encephalartos, Erica, Eriocaulon, Eriosema ×, Eugenia, Eulophia, Euphorbia, Garuleum, Gladiolus, Gnidia, Gymnosporia, Habenaria/ Bilabrella, Helichrysum, Heliophila, Helixanthera/ Loranthus, Hermannia, Hesperantha, Huttonaea, Hypericum, Hypoxis ×, Ifloga/ Petalactella, Indigofera, Isoglossa, Jatropha, Justicia, Kniphofia, Lippia, Lotononis, Lycium, Lysimachia, Mimusops, Orbea/ Stapelia, Orthosiphon, Pavetta, Phyllanthus, Phymaspermum/ Athanasia/ Pentzia, Pelargonium, Pentas, Petalactella, Plectranthus, Polygala, Psilocaulon, Rhynchosia, Riocreuxia, Ruellia, Rumex/ Acetosa, Salix/ Pleiarina, Salvia, Satyrium, Schizochilus, Scleria, Sebaea, Selago, Setaria, Stenoglottis, Stictocardia/ Ipomoea, Streptocarpus, Tephrosia, Thunbergia, Urera, Vachellia sieberiana var./ Acacia, Vernonia, Xysmalobium) in onore del botanico sudafricano d'origine inglese John Medley Wood (1827-1915), curatore del Durban Botanic Garden e fondatore dell'Erbario del Natal
(Artemisia) in onore del cartografo e geografo statunitense Walter Abbott Wood (1907-1993) che diresse una spedizione nello Yukon, creò l’Icefield Ranges Research Project e fu presidente dell’American Geographic Society
(Bidens, Hibiscadelphus, Oparanthus, Pritchardia) in onore del biologo e botanico statunitense Kenneth (Ken) Richard Wood (1953-vivente) del National Tropical Botanical Garden di Kauai (Hawaii), responsabile delle ricognizioni sul campo
(Calanthe, Ophrys maremmae subsp., Tuberolabium) in onore del botanico britannico Jeffrey James Wood (1952- vivente), ricercatore dei Kew Gardens, specialista in orchidee
(Calophyllum, Cinnamomum, Knema, Mammea, Madhuca, Mitrephora, Shorea) in onore del botanico forestale britannico Geoffrey Howorth Spencer Wood (1927–1957) che operò a Sabah (Borneo) e morì tragicamente a 29 anni durante una campagna
(Carex) in onore di uno dei raccoglitori, il Dr. Wm. A. Wood
(Chloris, Microchirita) in onore del botanico britannico David Wood (1939-vivente), specialista di Gesneriaceae
(Curcuma) in onore del botanico statunitense Tom Wood, curatore del Ginger Garden al South China Botanical Garden (Guangzhou, Cina) esperto di Zingiberaceae
(Diplazium) in onore del medico, generale e politico statunitense Leonard Wood (1860 –1927) che fu capo di stato maggiore dell'Esercito degli Stati Uniti (1910-1914), governatore militare di Cuba (1899-1902) e governatore generale delle Filippine (1921-1927)
(Drosera ×, Tephrosia nome ill.) in onore del botanico statunitense Carroll E. Wood Jr (1941-vivente) che lavorò all’Arnold Arboretum, di cui curò anche il giornale, tassonomista specializzato nella classificazione ed evoluzione delle angiosperme
(Lithocarpus/ Quercus/ Synaedrys) in onore di W. W. Wood che fornì un esemplare all’autore H. F. Hance
(Melanthium/ Veratrum) in onore del botanico e didatta statunitense Alphonso Wood (1810-1881), autore di diversi diffusi testi scolastici di botanica
(Sedum) in onore di A. Wood che lo raccolse in Oregon nel 1866
(Achimenes, Columnea x, Lycoris x) da definire
12159 Woodfordia (Lythraceae) genere dedicato a James Woodford(e) (1771-1837) medico e botanico inglese che sarebbe stato il primo a coltivare e far fiorire questa pianta, secondo quanto affermato da Salisbury pubblicando questo genere nel 1806
21962 wolterianus, a, um (Acineta, Batemania, × Cattlianthe/ × Epicattleya, Dendrobium/ Chromatotriccum/ Pedilonum, Mormodes, Paphiopedilum/ Cypripedium, Stanhopea ×) in onore del vivaista tedesco Paul Rudolf Wolter (1862–1942), uno dei primi e più importanti specialisti tedeschi di orchidee, socio fondatore della Deutsche Gesellschaft fur Orchideenkunde (1906), tra i primi e più prolifici ibridatori
21961 wolleydodi, ii (Rubus)genere dedicato al militare e botanico britannico Anthony Hurt Wolley-Dod (1861-1948), che raccolse piante in Sudafrica, Gibilterra, California e più estesamente in Gran Bretagna
10952 Wollemia [Araucariaceae] prende il nome dal Parco Nazionale Wollemi nei pressi di Sidney in Australia, dove questo genere fu inizialmente rinvenuto
21960 Wollea [Nostocaceae] genere di alghe dedicato all'algologo statunitense Francis Wolle (1817-1893)
21959 Wollastonia [Asteraceae]in onore del medico, chimico e fisico inglese William Hyde Wollaston (1766 – 1828), noto per aver scoperto il Palladio e il Rodio e diversi strumenti ottici, a lungo segretario della Royal Society
21958 wollastoni, ii (Aloë, Argostemma, Baphia, Begonia, Bulbophyllum, Choananthus, Coprosma, Cyclosorus/ Dryopteris/ Phegopteris/ Thelipteris, Cyanthillium/ Vernonia, Cyrtandra, Dendrobium, Dimorphanthera, Equilabium/ Plectranthus, Eria, Garcinia, Gentiana, Helichrysum, Helicia, Keysseria/ Hecatactis/ Myriactis, Lindsaea, Lobelia, Lycianthes/ Solanum, Lyonsia/ Parsonsia, Ophiorrhiza, Pilea, Polypodium/ Arthropteris, Pratia, Primula, Psychotria, Rhododendron, Riedelia, Scaevola, Senecio, Syzygium/ Eugenia, Timonius, Urophyllum, Vaccinium) in onore del britannico Alexander Frederick Richmond (Sandy) Wollaston (1875-1930), medico chirurgo, scalatore, botanico e zoologo che partecipò a spedizioni sul Ruwenzori (Uganda, 1905), in Nuova Guinea (1910-11, 1912-13), sull'Everest (Nepal, 1921) e in Colombia (1923)
(Musschia) in onore dell'artista e botanico inglese George Buchanan Wollaston (1814-1899) che fece numerose spedizioni alla ricerca di felci e raccolse l'olotipo a Madera nel 1847
(Meconopsis) nel protologo, Regel ricorda di averne avuto i semi dall’Himalaya da Mr. Wollaston, senza che sia possibile identificare con maggiore precisione il personaggio
16206 Wolfina [Chorioactidaceae] genere dedicato al micologo e fitopatologo statunitense Frederick Adolph(us) Wolf (1885-1975), studioso dei patogeni del tabacco
15943 wolfianus, a, um (Hieracium, Ranunculus, Sempervivum) in onore del botanico svizzero d'origine tedesca Ferdinand Otto Wolf (1838-1906), nato nel Württemberg, nel 1858 emigrò in Svizzera, dove creò i giardini botanici di Sion e Zermatt e scrisse numerosi testi sulla flora svizzera
(Lupinus) in onore del botanico statunitense Carl Brandt Wolf (1905-1974) che erborizzò lungo il confine tra USA e Messico, lavorò al Rancho Santo Ana Botanic Garden facendo estese raccolte in California, quindi aprì un proprio vivaio
(Pleurothallis) in onore del geologo, geografo e botanico tedesco Franz Theodor Wolf (1841–1921), professore di geologia e mineralogia presso l'Universidad Central de Ecuador di Quito, che fece raccolte in Germania, Svezia, Ecuador e Galapagos
(Populus) in onore di (Ludwig Maria) Egbert Ludwigowitsch Wolf (1860-1931), botanico e dendrologo tedesco naturalizzato russo, che erborizzò in Germania, impero austriaco, Mediterraneo, Russia, studiò la flora dei Carpazi e delle Alpi, autore di una monografia sulle Lonicere russe
(Prenanthes) in onore del farmacista ungherese transilvano Gabriel Wolff (cognome imposto dalle autorità austriache, traduzione tedesca del magiaro Farkas) (1811-1893), pioniere dello studio della flora della Transilvana, padre di Julius Wolff (1844-1921) che continuò le ricerche paterne
(Salix ×) in onore del botanico ed entomologo statunitense d'origine tedesca John Wolf (o Wolfe, 1820-1897) che erborizzò soprattutto in Colorado e Illinois con Joseph Trimble Rothrock e fu assistente nella Spedizione Wheeler (1869-1879)
15942 wolfi, ii (Anthurium, Coryanthes, Diplazium, Dryopteris, Gynerium, Grammitis/ Melpomene/ Polypodium, Hieracium, Polystichum, Selaginella) in onore del geologo, geografo e botanico tedesco Franz Theodor Wolf (1841–1921), professore di geologia e mineralogia presso l'Universidad Central de Ecuador di Quito, che fece raccolte in Germania, Svezia, Ecuador e Galapagos
(Artemisia ×, Aster, Dianthus ×, Pedicularis ×, Potentilla ×, Rosa) in onore del botanico svizzero d'origine tedesca Ferdinand Otto Wolf (1838-1906), nato nel Württemberg, nel 1858 emigrò in Svizzera, dove creò i giardini botanici di Sion e Zermatt e scrisse numerosi testi sulla flora svizzera
(Atriplex/ Obione, Chenopodium, Cyperus, Eleocharis/ Scirpus, Graphephorum/ Trisetum, Homalobus/ Kentrophyta, Muhlenbergia/ Sporobolus, Poa, Ribes, Salix, Senecio, Weissia) in onore del botanico ed entomologo statunitense d'origine tedesca John Wolf (o Wolfe, 1820-1897) che erborizzò soprattutto in Colorado e Illinois con Joseph Trimble Rothrock e fu assistente nella Spedizione Wheeler (1869-1879)
(Cylindropuntia/ Opuntia/ Grusonia, Mimulus, Nolina, Oenothera, Syzygium/ Eugenia) in onore del botanico statunitense Carl Brandt Wolf (1905-1974) che erborizzò lungo il confine tra USA e Messico, lavorò al Rancho Santo Ana Botanic Garden facendo estese raccolte in California, quindi aprì un proprio vivaio
(Lonicera, Syringa) in onore di (Ludwig Maria) Egbert Ludwigowitsch Wolf (1860-1931), botanico e dendrologo tedesco naturalizzato russo, che erborizzò in Germania, impero austriaco, Mediterraneo, Russia, studiò la flora dei Carpazi e delle Alpi, autore di una monografia sulle Lonicere russe
(Epidendrum, Magnolia/ Talauma) in onore del botanico olandese Jan H.D. Wolf (1953-vivente) dell’università di Amsterdam, specialista di ecologia tropicale, con raccolte in Colombia, Costa Rica, Messico
(Cyathea) da definire
16205 wolfgangii-krahnii (Peperomia) in onore del botanico tedesco Wolfgang Krahn (1939-2003), specialista di cactacee, che fece raccolte in Perù e Bolivia e raccolse l’olotipo
16204 wolfgangianus, a, um (Anemone x/ Pulsatilla x, Hieracium, Pilosella, Polygala, Rosa, Swertia) in onore del farmacologo e botanico tedesco Johann Friedrich Wolfgang (1776-1859)
(Aponogeton) in onore del botanico tedesco Wolfgang Theuerkauf (1948-2014), creatore del Gurukula Botanical Sanctuary di Alattil (India), dedicato alla conservazione della flora dei Ghati occidentali
16203 wolfgangi, ii (Impatiens) in onore del botanico tedesco Wolfgang Theuerkauf (1948-2014), creatore del Gurukula Botanical Sanctuary di Alattil (India), dedicato alla conservazione della flora dei Ghati occidentali
(Populus, Potamogeton, Scirpus, Thymus x) in onore del farmacologo e botanico lituano Johann Friedrich Wolfgang (1776-1859) che insegnò all’università di Vilnius
16200 Wolffiella [Lemnaceae] diminutivo del genere Wolffia (vedi)
16202 wolffianus, a, um (Acronema/ Sinocarum, Angelica/ Conioselinum, Apium, Bupleurum, Carum, Chamaesium, Cryptotaeniopsis/ Pternopetalum, Dactylaea, Ligusticum, Peucedanum, Physospermopsis, Pimpinella, Pleurospermum, Pterocyclus, Tongoloa/ Vicatia, Trachydium, Trachyspermum) in onore del veterinario, micologo e botanico tedesco (Karl Friedrich August) Hermann Wolff (1866-1929) studioso di ombrellifere che erborizzò in Germania, Bulgaria e Turchia
(Potentilla ×) in onore del farmacista e botanico ungherese transilvano Julius Wolff (1844-1921) che continuò le ricerche del padre Gabriel Wolf (1893) sulla flora transilvana ed erborizzò in Austria, Ungheria, Romania
(Veronica) in onore del farmacista ungherese transilvano Gabriel Wolff (cognome imposto dalle autorità austriache, traduzione tedesca del magiaro Farkas) (1811-1893), pioniere dello studio della flora della Transilvana, padre di Julius Wolff (1844-1921) che continuò le ricerche paterne
(Viola) in onore del botanico svizzero d'origine tedesca Ferdinand Otto Wolf (1838-1906), nato nel Württemberg, nel 1858 emigrò in Svizzera, dove creò i giardini botanici di Sion e Zermatt e scrisse numerosi testi sulla flora svizzera
6204 Wolffia [Lemnaceae] genere dedicato al medico, botanico, entomologo e illustratore tedesco Johann Friedrich Wolff (1778-1806), che scrisse e illustrò uno studio sul genere Lemna
16201 wolffi, ii (Achillea, Cineraria/ Senecio, Chenopodium, Serratula, Tephroseris) in onore del farmacista ungherese transilvano Gabriel Wolff (cognome imposto dalle autorità austriache, traduzione tedesca del magiaro Farkas) (1811-1893), pioniere dello studio della flora della Transilvana, padre di Julius Wolff (1844-1921) che continuò le ricerche paterne
(Bunium/ Elwendia, Cnidium, Eryngium, Ferula, Hieracium) in onore del veterinario, botanico e micologo tedesco (Karl Friedrich August) Hermann Wolff (1866-1929), studioso di ombrellifere, che fece raccolte in Bulgaria, Germania e Turchia
(Althaea) senza indicazioni nel protologo; trattandosi di specie anatolica, potrebbe riferirsi a Hermann Wolff
(Cyathea, Selaginella, Weissia) grafia errata per wolfii (vedi)
16207 wolffhuegeli, ii (Cypella, Hypopterygium) in onore del botanico K. Wolfhügel che erborizzò in Cile e Argentina tra il 1907 e il 1924
16199 wolfei (Bulbophyllum/ Serpenticaulis, Endiandra) in onore di Mr. T.J. (Tom) Wolfe di Atherton (Queensland) che assistette gli autori nelle loro ricerche
(Miconia, Pitcairnia) in onore del botanico statunitense Francis (Frank) Harold Wolfe (1942-2020) che fece raccolte in Perù, Ecuador, Suriname, Trinidad, Columbia, Venezuela e Panama
(Petraeovitex) in onore del medico inglese Eric B. Wolfe (1903-1975) che raccolse questa pianta in Malesia, dove prestava servizio nel Malay Medical Service; dopo la guerra tornò in Malesia, continuando a studiarne la flora
(Opuntia) grafia errata per wolfii (vedi)
(Orontium, Picea) specie di piante fossili dedicate al paleontologo statunitense Jack Albert Wolfe (1936-2005), paleobotanico e paleoclimatologo presso l'Istituto di studi geologici degli Stati Uniti
21957 wolcottianus, a, um (Ipomoea) specie dedicata da J.N. Rose a Mrs. H.L.T. Wolcott che negli anni ’90 dell’Ottocento coltivava interessanti piante messicane nel suo giardino di Halifax (Massachussetts)
23841 wojciechowskii (Trigonella) in onore del biologo evoluzionista americano Martin F. Wojciechowski (1952-vivente) che attualmente si occupa in particolare della storia evolutiva delle leguminose
13970 Wodyetia [Arecaceae] in onore di Wodyeti o Wad-yeti (ca. 1900-1978), ultimo aborigeno a vivere nell'area montuosa del Melville Range (Parco Nazionale di Cap Melville, Queensland, Australia) in grado di trasmettere la tradizionale conoscenza locale ai ricercatori di antropologia e linguistica
21956 wittweri, ii (Astus, Grevillea/ Hakea, Thryptomene) in onore dell'australiano di origine svizzera Ernst Wittwer (1919-?), raccoglitore di piante, vivaista e sovrintendente dei King's Park and Botanic Gardens di Perth (Australia)
21955 Wittrockiella [Cladophoraceae] genere di alghe dedicato al botanico e algologo svedese Veit Brecher Wittrock (1839-1914), sovraintendente del Museo botanico di Stoccolma e studioso della flora delle nevi e dei ghiacciai
9156 wittrockianus, a, um (Bombax, Polygala, Viola ×) specie dedicate al botanico e algologo svedese Veit Brecher Wittrock (1839-1914), sovraintendente del Museo botanico di Stoccolma e studioso della flora delle nevi e dei ghiacciai
(Vitex) specie dedicata al botanico statunitense Gustav Ludwig Wittrock (1895-1954) che fu tra l’altro curatore dell’erbario dell’orto botanico di New York
21954 Wittrockia [Bromeliaceae] genere dedicato al botanico e algologo svedese Veit Brecher Wittrock (1839-1914), sovraintendente del Museo botanico di Stoccolma e studioso della flora delle nevi e dei ghiacciai
21953 wittrocki, ii (Entocladia, Rheum, Ruizterania/ Qualea) in onore del botanico e algologo svedese Veit Brecher Wittrock (1839-1914), sovraintendente del Museo botanico di Stoccolma e studioso della flora delle nevi e dei ghiacciai
21952 wittmanni, ii (Astragalus) in onore del medico e botanico statunitense Ronald Curtis Wittmann (1950-vivente), coautore di un volume sulla flora del Colorado
(Bupleurum, Euphorbia) in onore del giardiniere (hortulanus) Wittmann che fece raccolte in Transcaucasia per l’erbario di San Pietroburgo
(Erysimum, Rosa) da definire
21951 Wittmackia [Bromeliaceae] genere dedicato al botanico e agronomo tedesco (Max Carl) Ludwig (Ludewig) Wittmack (1839-1929), per molti anni editore della rivista Gartenflora
21950 wittigianus, a, um (Cattleya/ Hadrolaelia/ Sophronitis, Chionolaena, Geonoma, Grammitis/ Lellingeria/ Polypodium/ Stenogrammitis/ Xiphopteris, Justicia, Myrcia) in onore del tedesco Emil Wittig che tra il 1870 e il 1879 fece raccolte in Brasile insieme a Auguste François Marie Glaziou
(Rubus) in onore del geobotanico tedesco Rüdiger Wittig (1946-vivente), professore di ecologia e geobotanica all’Università Goethe di Francoforte sul Meno
26791 witti, ii (Cohniella/ Lophiaris/ Oncidium/ Stilifolium/ Trichocentrum) in onore del chimico tedesco di origine russa Otto Nikolaus Witt (1853-1915), che fece importanti scoperte nel campo dei coloranti, fu redattore della rivista "Prometeus" e negli ultimi anni della sua vita si interessò di orchidee
(Miconia, Quararibea, Strophocactus/ Cereus/ Selenicereus) in onore del mercante tedesco Nicolaos H. Witt che negli ultimi anni dell’Ottocento si stabilì a Manaus nell’Amazzonia brasiliana, dove fece raccolte per l’orto botanico di Berlino
(Risdalea/ Randia/ Rothmannia) in onore di D.O. Witt che nei primi anni del Novecento fece raccolte nel Siam meridionale
26790 wittebergensis, e (Acmadenia/ Diosma, Antimima/ Mesembryanthemum/ Ruschia, Aspalathus, Conophytum, Drosanthemum, Erica, Globulariopsis, Haworthia, Leucospermum, Massonia, Phylica, Polygala, Restio/ Ischyrolepis, Sebaea, Selago, Senecio) dei monti Witteberg nella Provincia del Capo occidentale, Repubblica sudafricana
21949 witkowskianus, a, um (Crepidium) in onore del paleontologo polacco Andrzej Witkowski (1955-vivente), docente presso l’Università di Stettino, specializzato in geologia marina, studioso delle alghe, in particolare delle diatomee
5422 Withania [Solanaceae] l'autore, il francese Charles Louis Constant Pauquy (1800-1854), nel suo De la Belladone non dà alcuna spiegazione; secondo Lotte Burkhardt commemora Henry Thomas Maire Silvertop Witham (1779-1844), geologo e paleontologo inglese che studiò la struttura interna delle piante fossili
8167 Withamia [fossili] genere di piante fossili dedicato a Henry Thomas Maire Silvertop Witham (1779-1844), geologo e paleontologo inglese che studiò la struttura interna delle piante fossili. Grafia errata per Withania (vedi)
6203 witasekianus, a, um (Calceolaria, Campanula) specie dedicata alla botanica austriaca Johanna Witasek (1865-1910), autrice di studi sul genere Campanula
21947 wisterianus, a, um (Corallorhiza) in onore del botanico americano Charles Jones Wister (1782-1865), membro della Società filosofica americana, studioso della flora locale; era cugino di Caspar Wistar, il dedicatario di Wisteria (vedi)
8124 Wisteria [Fabaceae] genere dedicato al Dr. Caspar Wistar, professore di Anatomia presso l'Università di Pensylvania e presidente della Società Filosofica Americana, attivo promotore delle scienze e amico di Thomas Nuttel, autore del genere. In alcune Flore viene infatti utilizzato il nome Wistaria
16241 Wistaria grafia alternativa utilizzata da Sprengel, Fiori e altri botanici per Wisteria (vedi)
26789 wissmanni, ii (Crossandra, Crotalaria, Croton, Cyperus, Heliotropium, Orbea/ Angolluma/ Caralluma/ Ceropegia/ Pachycymbium) in onore del geografo, esploratore e professore universitario tedesco Hermann von Wissmann (1895-1979), figlio dell’esploratore e militare omonimo; condusse diverse spedizioni nell’Arabia meridionale con D. van der Meulen, specialista della storia dello Yemen, dove raccolse anche piante; esplorò anche la regione cinese dello Yunnan
(Disa) in onore del militare, esploratore e amministratore coloniale tedesco Hermann (Wilhelm Leopold Ludwig) Wissmann (1853-1905) che esplorò l’Africa occidentale, fu poi al servizio di Leopoldo del Belgio, quindi ebbe un ruolo di primo piano nella creazione dell’Africa orientale tedesca, di cui divenne anche governatore; apprezzato per le doti militari, fu molto discusso per i metodi; padre di Hermann von Wissmann(Gentiana - Oedogonium undulatum var.) in onore del botanico statunitense di origine tedesca Hans Joachim Wissmann (1929-2018), membro dell’Ufficio tecnico del Dipartimento di botanica dell’Università del New England e volontario presso il New England Herbarium(Coryphantha/ Mammillaria/ Neobesseya) senza indicazioni nel protologo
26788 Wissadula [Malvaceae] etimo discusso. Il nome, non spiegato dall’autore F. C. Medicus, deriva probabilmente dal nome vernacolare singalese wissaduli, relativo a un albero presente nell’erbaio di P. Hermann e denominato da Linneo Knoxia zeylanica, qui erroneamente applicato; in tal caso si ritiene derivi dal singalese
21946 Wislizenia [Capparaceae] genere dedicato all'esploratore, medico e botanico americano d'origine tedesca Friedrich (Frederick) Adolph Wislizenus (1810-1889) che erborizzò negli Stati Uniti e in Messico e inviò piante ad Asa Gray, George Engelmann e Alphonse De Candolle
21945 wislizeni, ii (Acourtia/ Perezia, , Agave, Biscutella, Brickellia/Coleosanthus, Carphochaete, Dalea/ Parosela, Dasylirion wheeleri var., Delphinium, Desmodium/ Meibomia, Dimorphocarpa/ Biscutella/ Dithyrea, Epixiphium/ Antirrhinum/ Asarina/ Maurandya, Erigeron/ Achaetogeron, Ferocactus/ Echinocactus, Gentianella/ Amarella/ Gentiana, Geranium, Hymenothrix/Hymenopappus, Nissolia/ Chaetocalyx, Oenothera, Penstemon, Populus, Quercus, Salvia microphylla var., Schkuhria/ Tetracarpum, Senna/ Cassia/ Palmerocassia, Tagetes ) in onore dell'esploratore, medico e botanico americano d'origine tedesca Friedrich (Frederick) Adolph Wislizenus (1810-1889) che erborizzò negli Stati Uniti e in Messico e inviò piante ad Asa Gray, George Engelmann e Alphonse De Candolle
6823 wirtgeni, ii (Agrimonia ×, Cirsium ×, Diplotaxis ×, Fumaria, Galeopsis ×/ Dalanum ×, Galium, Gnaphalium, Rosa, Rubus, Rumex, Scrophularia, Spondias, Stachys ×, Verbascum ×) in onore dell’insegnante e botanico tedesco Philipp Wilhelm Wirtgen (1806-1870), fondatore della Unione botanica nel medio e alto Renon, specialista della flora della Renania e padre del botanico Ferdinand Paul Wirtgen
(Dactylorhiza ×/ Orchis ×, Epilobium, Polystichum) in onore del farmacista e botanico tedesco Ferdinand Paul Wirtgen (1848–1924), figlio di Philipp Wilhelm Wirtgen, professore onorario dell’università di Bonn, che creò un erbario di oltre 200.000 specie e studiò in modo sistematico le felci e diversi generi di angiosperme
7830 winteri, ii (Argyranthemum/ Chrysanthemum) in onore dell’ingegnere e imprenditore tedesco Gustav-Oskar Winter Klingele (1893-1971), proprietario della penisola di Jandia a Fuerteventura, che tra i suoi diversi progetti fece impiantare 100.000 esemplari di Pinus canariensis
(Betula ×) in onore del botanico statunitense Dr. John Mack Winter (1902-1964), studioso della flora del Midwest degli Stati Uniti
(Cleistocactus, Matucana) specie dedicate alla vivaista tedesca Hildegard "Hilde" Winter nata Ritter (1893-1975), sorella di Freidrich Ritter (1898-1989), ben noto esperto e raccoglitore di cactus, da lei commercializzati; da segnalare la grafia errata (invece di winterae).
(Drimys) in onore dell’esploratore e ufficiale navale inglese John Winter (1555–1638) che in qualità di vice-ammiraglio prese parte alla circumnavigazione del globo con Francis Drake (1577-1580), fu il primo europeo a navigare lo stretto di Magellano da ovest a est e avrebbe riportato dai suoi viaggi questa pianta efficace contro lo scorbuto ("corteccia di Winter"). L’attribuzione a suo zio, l’ammiraglio William Winter (ca.1521 –1589), che fu uno dei principali finanziatori di quella spedizione, si deve a una confusione di Don, che erroneamente chiamò William il compagno di Drake
(Erica, Leucospermum) in onore di John Winter (1936-2014), orticultore sudafricano, che dopo aver lavorato presso i Royal Kew Gardens, fu curatore del Kirstenbosch Botanic Garden dal 1967 al 1997
(Helianthus) in onore di Robert F. (Bob) Winter, assistente emerito del Fresno City College (California); allo stesso tempo l’epiteto allude al fatto che questa specie fiorisce anche nei mesi invernali
(Kalanchoe) in onore del raccoglitore del tipo, il botanico sudafricano Pieter Jacobus de la Rey Winter (1964–vivente) del Compton Herbarium del South African National Biodiversity Institute (Cape Town)
(Plantago, Rubus) in onore del farmacista, botanico e briologo tedesco Ferdinand Winter (1835 –1888)
(Primula) specie nata dai semi raccolti nel Kumaon (Himalaya) da un certo Mr. Winter
(Achyranthes, Cyphia rogersii subsp.) da definire
21944 winterae (Mammillaria/ Neomammillaria) specie dedicata alla vivaista tedesca Hildegard "Hilde" Winter nata Ritter (1893-1975), sorella di Freidrich Ritter (1898-1989), ben noto esperto e raccoglitore di cactus, da lei commercializzati
21943 Wintera [Winteraceae] genere dedicato all’esploratore e ufficiale navale inglese John Winter (1555–1638) che in qualità di vice-ammiraglio prese parte alla circumnavigazione del globo con Francis Drake (1577-1580) e fu il primo europeo a navigare lo stretto di Magellano da ovest a est; avrebbe riportato dai suoi viaggi una pianta efficace contro lo scorbuto ("corteccia di Winter", Drimys winteri)
8624 winnebachensis, e (Festuca) della località di Winnebach, nome tedesco di Prato alla Drava, una frazione di San Candido nella Provincia Autonoma di Bolzano al confine con l'Austria
21942 winklerianus, a, um (Allium, Cousinia, Delphinium, Platanthera, Senecio) in onore del botanico russo di origine tedesco-baltica Constantin (Konstantin) Georg Alexander Winkler (1848-1900), assistente quindi curatore dell’orto botanico di San Pietroburgo, autore di contributi sulla flora del Caspio
(Alopecurus ×, Carduus ×, Cirsium ×, Hieracium, Pyrola) in onore del botanico slesiano Moritz Winkler (1812-1889), studioso della flora dell’Europa centrale, che erborizzò nei territori dell’Impero austriaco, in Germania, Svizzera, Spagna e Portogallo e scrisse un contributo sulla flora della Bosnia
(Calamus, Fagus, Freycinetia, Lithocarpus / Pasania/ Quercus) in onore del botanico e naturalista tedesco Hubert J.P. Winkler (1875-1941) del museo botanico di Berlino, specializzato in flora tropicale, che erborizzò dapprima in Malesia, nelle Indie orientali olandesi e in Borneo, quindi nella Africa orientale tedesca (Camerun, Tanzania)
(Caralluma/ Sarcophagophilus) in onore del botanico tedesco Hans Karl Albert Winkler (1877-1945), direttore dell’istituto di botanica dell’Università Amburgo, coniatore del termine "genoma": lavorò anche a Napoli dove studiò la fisiologia dell’alga Bryopsis
(Sinosenecio) da definire
21941 winkleri, ii (Acanthotreculia, Afrothismia/ Thismia, Ampelocissus, Angiopteris, Barringtonia, Bulbophyllum, Calpocalyx/ Piptadenia, Campanocalyx, Claoxylon, Cleistanthus, Codonoboea malayana var./ Didymocarpus, Cola, Connarus, Crotalaria, Cyclophorus / Pyrrosia, Cyrtandra, Diospyros, Driessenia/ Triuranthera, Elaeocarpus, Euphorbia, Ficus, Gynostemma, Gynura, Heisteria, Hornstedtia, Hyptis, Impatiens, Ixora, Knema, Liparis, Lophopetalum, Loranthus, Macaranga, Nesaea, Octoknema, Ophiorrhiza, Palicourea, Peperomia, Polyscias/ Gastonia, Polystachya, Peucedanum, Piper, Psychotria, Rigiolepis, Saurauia, Schefflera/ Heptapleurum, Schismatoglottis, Sciaphila, Sorindeia, Sphenodesme, Stellaria/ Cerastium, Tarenna, Tragia, Trichoglottis, Uvaria) in onore del botanico e naturalista tedesco Hubert J.P. Winkler (1875-1941) del museo botanico di Berlino, specializzato in flora tropicale, che erborizzò dapprima in Malesia, nelle Indie orientali olandesi e in Borneo, quindi nella Africa orientale tedesca (Camerun, Tanzania)
(Aconitum, Astragalus, Iris/ Alatavia/ Iridodictyum/ Xiphion, Jurinea, Lactuca, Spryginia/ Moricandia/ Orychophragmus, Ranunculus nome illeg., Saussurea/ Polytaxis, Tanacetum) in onore del botanico russo di origine tedesco-baltica Constantin (Konstantin) Georg Alexander Winkler (1848-1900), assistente quindi curatore dell’orto botanico di San Pietroburgo, autore di contributi sulla flora del Caspio
(Aechmea/ Ortgiesia, Tillandsia) in onore del botanico e micologo tedesco Sieghard Winkler (1936-1992) che erborizzò in Brasile, Colombia, Costa Rica, El Salvador, Guatemala, Honduras e Nicaragua
(Cactus/ Echinocactus/ Mammillaria) in onore di C. B. Winkler, che verso metà Ottocento possedeva una collezione di piante a Lipsia
(Campanula mollis subsp., Campanula velutina subsp., Carex, Cirsium ×, Epilobium x, Genista, Hordeum, Laserpitium, Pilosella/ Hieracium, Ranunculus, Sedum/ Cotyledon/ Oreosedum/ Umbilicus) in onore del botanico slesiano Moritz Winkler (1812-1889), studioso della flora dell’Europa centrale, che erborizzò nei territori dell’Impero austriaco, in Germania, Svizzera, Spagna e Portogallo e scrisse un contributo sulla flora della Bosnia
(Caralluma, x Pirocydonia/ x Pyronia) in onore del botanico tedesco Hans Karl Albert Winkler (1877-1945), direttore dell’istituto di botanica dell’Università Amburgo, coniatore del termine "genoma": lavorò anche a Napoli dove studiò la fisiologia dell’alga Bryopsis
(Gaillardia aestivalis var./ lanceolata var. / lutea var.) in onore di P. A. Winkler, amico dell’autore V. L. Cory
(Parodia mueller-melchersii subsp./ Notocactus/ Ritterocactus mueller-melchersii subsp.) in onore del cactofilo tedesco Werner Winkler di Bonn, amico dell’autore
(Pediocactus/ Puebloa bradyi subsp.) in onore di Agnes Morton Winkler (1904-1981), madre di Jim Winkler, scopritore di questa pianta
(Polypodium) in onore di J. Winkler che fece raccolte a Sumatra
21940 Winklera [Brassicaceae]genere dedicato al botanico russo di origine tedesco-baltica Constantin (Konstantin) Georg Alexander Winkler (1848-1900), assistente quindi curatore dell’orto botanico di San Pietroburgo, autore di contributi sulla flora del Caspio
21939 winiti, ii (Capparis, Colona/ Columbia, Combretum, Diospyros, Ehretia, Eugenia, Globba, Glycosmis, Grewia, Haplopteris/ Antrophyum, Lysiphyllum/ Bauhinia, Mitrephora, Pentaphragma, Phyllanthus, Pleocnemia, Psychotria, Syzygium/ Eugenia, Vaccinium) in onore del botanico e forestale thailandese Phya Winit Wanandorn (1890-1955) che raccolse molte specie nelle foreste thailandesi
21938 winin (Veitchia) dal nome vernacolare di questa palma in uso nelle isole Figi
11745 Winifredia [Restionaceae] genere dedicato alla botanica australiana d'origine inglese Winifred Mary Curtis (1905-2005), pioniera degli studi di embriologia e citologia, autrice di The Endemic Flora of Tasmania
21937 windi, ii (Billbergia x) in onore del giardiniere belga Wind che alla fine dell’Ottocento lavorava per il vivaio Makoy e ottenne questo ibrido
23312 wimmerioides (Hieracium ssp.) da wimmeri (vedi), epiteto di un'entità congenere, e dal greco εἷδος eídos aspetto, sembianza: simile a quella entità
21936 wimmerianus, a, um (Asperula) della regione Wimmera dello stato australiano del Victoria
(Euphorbia ×/ Tithymalus ×, Rubus, Salix) in onore del filologo, ispettore scolastico e naturalista tedesco Christian Friedrich Heinrich Wimmer (1803-1868), specialista del genere Salix e studioso della flora della Slesia
21935 Wimmeria [Celastraceae] genere dedicato al filologo, ispettore scolastico e naturalista tedesco Christian Friedrich Heinrich Wimmer (1803-1868), specialista del genere Salix e studioso della flora della Slesia
23311 wimmeri, ii (Aster, Carex, Cirsium x, Dianthus, Epilobium x, Hieracium, Rubus, Salix x) in onore del filologo, ispettore scolastico e naturalista tedesco Christian Friedrich Heinrich Wimmer (1803-1868), specialista del genere Salix e studioso della flora della Slesia
(Centropogon, Trematolobelia) in onore del botanico, naturalista e sacerdote cattolico austriaco Franz Elfried Wimmer (1881-1961), specialista di Lobeliaceae
21934 wilsonianus, a, um (Achillea, Androsace, Betula, Carpinus, Cephalotaxus, Chrysanthemum, Cornus/ Swida, Ligularia/ Senecio/ Senecillis, Phyllagathis cavaleriei var., Pseudotsuga, Saussurea, Schisandra, Sorbus/ Pyrus, Ulmus) in onore dell’esploratore e botanico inglese poi naturalizzato statunitense Henry Wilson (1876-1930), noto come "Chinese Wilson", che lavorò dapprima per i Kew Gardens, quindi per il vivaio Veitch, infine per l’Arnold arboretum; celebri le sue spedizioni in Cina; raccolse anche in Australia, India, Giappone, Corea, Sri Lanka, Taiwan e Sudafrica, introducendo in coltivazione non meno di 2000 piante
(Aerides) nel protologo non è spiegato l’etimo di questa specie introdotta dal vivaio F. Sander & Co; forse potrebbe riferirsi a A. Wilson di Westbrook, analogamente a Sobralia wilsoniana
(Buellia, Graphis/ Diorygma, Porina) in onore del ministro presbiteriano Francis Robert Muter Wilson (1832 - 1903), pioniere degli studi sui licheni australiani, cui tra il 1887 e il 1900 dedicò oltre 20 autorevoli lavori
(Cattleya x /Epidendrum x) in memoria di Mr. John H. Wilson nei cui giardini di Liverpool questo ibrido fiorì per la prima volta
(Eugenia) in onore del dr. Peter G. Wilson (1950-vivente) dei Royal Botanic Gardens di Sydney, Australia, studioso di Myrtaceae
(Microcorys) in onore del botanico australiano Paul Graham Wilson (1928-vivente), prolifico collaboratore di Nuytsia con contributi sulla tassonomia soprattutto delle famiglie families Rutaceae, Asteraceae e Chenopodiaceae
(Neomitranthes) in onore del botanico brasiliano Wilson Hoehne (1908-?), figlio di Frederico Carlos Hoehne, fondatore dell’erbario del dipartimento di botanica dell’Università di São Paulo (Brasile)
(Polyporus) in onore del rev. James Wilson, australiano, corrispondente di C.G. Lloyd
(Rajania – Cronartium/ Crossopsora) in onore del botanico e micologo statunitense Percy Wilson (1879-1944) che lavorò all’orto botanico di New York dapprima come assistente di Britton e poi come curatore associato ed erborizzò in Honduras, Cuba, Bahamas
(Ribes) in onore di Norman C. Wilson che ne spedì alcuni esemplari, raccolti nei monti della Kern County (California), all’orto botanico di Berkeley
(Septobasidium) in onore del vivaista e botanico statunitense Robert Wilson (†1998) e di sua moglie Catherine (†1984), fondatori del Las Cruces Botanical Garden (ora Wilson Botanical Garden) nei pressi di San Vito, Costa Rica
(Sobralia) specie introdotta dall’America centrale dal vivaio F. Sander & Co, quindi acquistata da A. Wilson, di Westbrook, a cui è stata dedicata
(Tulipa) in onore di G. F. Wilson del Gishurt Cottage di Weybridge, appassionato coltivatore di bulbose
(Balanites) senza indicazioni nel protologo
(Baccharis ×, Neoregelia, Octomeria - Pertusaria) da definire
21933 wilsoniae (Berberis, Rhododendron, Vitis) in onore di Ellen Wilson (ca. 1872-1930), nata Ganderton, moglie del botanico inglese naturalizzato statunitense Ernest Henry Wilson (1876-1930)
(Bonamia) in onore della botanica australiana Karen Louise Wilson (1950-vivente) che raccolse l’olotipo e le cui raccolte di Convolvulaceae sono state di grande aiuto all’autore
(Byssogene, Janetia, Ramichloridiopsis) forma alternativa per wilsonii (vedi)
(Cassinia) in onore della botanica Annette Wilson, Australian Botanical Liaison Officer dei Kew Garden, in riconoscimento dell’aiuto prestato
(Hippeastrum, Octomeria) da definire
17408 wilsoni, ii (Abies, Acer, Aconitum, Adenophora, Aesculus, Amesia/ Arthrochilium/Epipactis/ Helleborine, Anemone, Angelica, Aralia/ Pentapanax, Arisaema, Astragalus nome illeg., Begonia, Berchemiella/ Berchemia/ Chaydaiam Betula, Calyptranthes/ Myrcia, Campylotropis, Castanopsis, Cerastium, Cheilanthes, Cinnamomum, Citrus x, Cladrastis, Clematoclethra, Coniogramme, Corydalis, Corylopsis, Cotoneaster/ Pyrus, Crataegus, Cymbidium/ Cyperorchis, Cypripedium, Daphne, Delphinium, Dendrobium, Deparia/ Athyrium/ Lunathyrium, Deutzia x, Elaeagnus, Eleutherococcus/ Acanthopanax, Ensete/ Musa, Euonymus, Fatsia/ Boninofatsia, Gentiana, Geranium, Glochidion, Hydrocotyle, Hymenidium/ Pleurospermum, Hypericum, Ilex, Impatiens, Incarvillea, Indigofera, Iris/ Limniris, Juniperus squamata subsp., Lathyrus, Leontopodium, Leptodermis, Litsea, Lysimachia, Lysionotus, Maddenia, Maesa, Magnolia/ Oyama, Mazus, Meconopsis/ Papaver, Merremia/ Ipomoea nome illeg., Michelia, Mussaenda, Neocinnamomum, Nepeta/ Dracocephalum, Osmanthus, Paraprenanthes/ Notoseris/ Prenanthes, Pasania/ Quercus/ Synaedrys, Passiflora, Pedicularis, Phalaenopsis/ Doritis/ Kingidium/ Polychilos, Phellodendron, Philadelphus, Picea, Pinus nom illeg., Polypodium, Polystichum, Populus, Primula/ Aleuritia, Prunus/ Padus, Pygeum, Ravenochloa/ Arundinaria/ Indocalamus/ Sinarundinaria, Rhamnella, Rhamnus, Rhus, Rubus, Salix, Schizopepon, Scrophularia, Sedum, Sinowilsonia, Sophora, Spiraea, Strobilanthes, Styrax, Symplocos, Syringa, Veratrum, Viburnum, Viola, Whytockia, Yinshania acutangula subsp., Youngia/ Crepis) in onore dell’esploratore e botanico inglese poi naturalizzato statunitense Henry Wilson (1876-1930), noto come "Chinese Wilson", che lavorò dapprima per i Kew Gardens, quindi per il vivaio Veitch, infine per l’Arnold arboretum; celebri le sue spedizioni in Cina; raccolse anche in Australia, India, Giappone, Corea, Sri Lanka, Taiwan e Sudafrica, introducendo in coltivazione non meno di 2000 piante
(Acacia/ Racosperma, Calandrinia/ Rumicastrum, Chenopodium, Cryptandra, Drummondita, Lythrum, Nematolepis/ Phebalium, Podotheca, Ptilotus, Sclerolaena/ Bassia) in onore del botanico australiano Paul Graham Wilson (1928-vivente), prolifico collaboratore di Nuytsia con contributi sulla tassonomia soprattutto delle famiglie delle Rutaceae, Asteraceae e Chenopodiaceae
(Acarospora, Calicium, Caloplaca, Cladonia, Lecanora, Lecidea, Leptogium, Pannoparmelia/ Anzia/ Menegazzia, Parmelia, Patellaria, Pertusaria, Phaeographina/ Phaeographis, Phlyctella, Phlyctis) in onore del ministro presbiteriano Francis Robert Muter Wilson (1832 - 1903), pioniere degli studi sui licheni australiani, cui tra il 1887 e il 1900 dedicò oltre 20 autorevoli lavori
(Acihera/ Hantumboltia/ Pleurothallis, Adiantum/ Hewardia, Croton/ Oxydectes, Cyathea/ × Cyathidaria/ Hemitelia, Diplazium/ Asplenium, Ficus, Forsteronia/ Thyrsanthus, Gymnogramma, Pilea, Salvia, Staphidium) in onore di Nathaniel Wilson (1809-1874), giardiniere scozzese che emigrò in Giamaica, dove fece rivivere i Bath Botanic Gardens e sovrintese il nuovo orto botanico di Castleton, introducendo molte piante di interesse economico; inviò diverse specie giamaicane a Hooker
(Aloe, Leucas, Orbea/ Angolluma/ Caralluma/ Ceropegia/ Pachycymbium) in onore dell’esperto agricolo ed ecologo di origine britannica Jhon G. Wilson (1927-vivente) che lavorò per il Dipartimento agricolo dell’Uganda, fece importanti raccolte in questo paese e vi fondò il Treasures of Africa Museum di Kitale
(Anastraphia/ Gochnatia, Borreria, Bulbostylis, Chamaecrista/ Cassia, Dondia, Euphorbia/ Chamaesyce, Huperzia/ Lycopodium/ Phlegmariurus/ Urostachys, Ipomoea, Macropsychanthus / Dioclea, Miconia, Ossaea, Piper, Polygala, Selaginella, Stenophyllus, Syngonanthus - Favolus/ Hexagonia, Inonotus/ Polyporus, Marasmius, Phyllachoran Porina/ Dichoporis/ Strigula, Uredo) in onore del botanico e micologo statunitense Percy Wilson (1879-1944) che lavorò all’orto botanico di New York dapprima come assistente di Britton e poi come curatore associato ed erborizzò in Honduras, Cuba, Bahamas
(Antennaria) in onore di Guy Wilson che la raccolse in Indiana nel 1892
(Arnica) in onore di W. J. Wilson che raccolse l’olotipo in Ontario nel 1902
(Aspidium/ Dryopteris/ Nephrodium, Eulophia/ Lissochilus) in onore del missionario C. T. Wilson che raccolse gli olotipi in Uganda nel 1878
(Aster) in onore di E. Wilson che raccolse il tipo in British Columbia nel 1904
(Astragalus/ Tium) in onore di Norman C. Wilson che raccolse il tipo in Arizona nel 1893
(Boronia) presumibilmente in onore del primo raccoglitore, il geologo James Spottiswoode Wilson (1813 - 1903) che partecipò come Mueller alla spedizione di Augustus Charles Gregory nell’Australia settentrionale (1855-1856)
(Byssogene, Janetia, Ramichloridiopsis) dal nome specifico di Dimorphandra wilsonii, pianta ospite di questi funghi
(Ceratocystis) in onore del botanico e micologo scozzese Malcolm Wilson (1882–1960), esperto di disseccamento radicale e dei suoi rimedi
(Chrysophyllum) in onore el raccoglitore dell’olotipo, l’ecologo brasiliano Wilson Spironello, ricercatore dell’Istituto di ricerca dell’Amazzonia
(Claviceps) in onore dell’ingegnere civile scozzese Alexander Stephen Wilson (1827-1893)
(Coccocarpia) onore di J. Wilson che nel 1960 raccolse l’olotipi presso Mbuku (Uganda)
(Costus, Episcia ×, Heliconia) in onore del vivaista e botanico statunitense Robert Wilson (†1998) che creò insieme alla moglie Catherine (†1984) Las Cruces Botanical Garden (ora Wilson Botanical Garden) nei pressi di San Vito, Costa Rica
(Cryptocarya, Oncodostigma) in onore di J. P. Wilson che nel 1929 fece raccolte nelle Vanuatu
(Dalea) in memoria di Wilson Piñeros, padre della prima autrice, Liseth Paola Piñeros-Urrego
(Dicrastylis exsuccosa subsp.) in onore del raccoglitore dell’olotipo H. M. Wilson
(Dimorphandra) in onore del competente boscaiolo Wilson Nacimiento che segnalò questa specie all’autore, dichiarandola distinta da D. mollis
(Epilobium, Euphrasia) in onore del Maggiore Robert A. Wilson (1875-1964) che assisté a B.C. Aston nella sua esplorazione botanica della Clarence Valley (Nuova Zelanda)
(Eugenia/ Syzygium) in onore del giornalista e filantropo australiano di origine inglese Edward Wilson (1813–1878), fondatore dell’Acclimatisation Society, che fu di grande aiuto a Ferdinand von Mueller
(Euphorbia) nom. illeg. dedicato a Charles Wilson, un appassionato di piante succulente di Pretoria (Sudafrica) che nel 1997 raccolse questa specie
(Geonoma) in onore dello studente di biologia Wilson Mario Malagón, le cui ricerche sulle palme delle pendici andine nei pressi di Florencia hanno portato alla scoperta di nuove specie
(Gladiolus/ Tritonia, Ornthogalum) in onore del botanico scozzese John Hardie Wilson (1858-1920), fondatore del St. Andrews University Botanic Garden e presumibilmente del fratello Alexander che viveva in Sudafrica e gli inviò questi bulbi
(Grevillea/ Hakea) in onore del medico ed esploratore australiano Thomas Braidwood Wilson (1792 –1843) che come chirurgo della Royal Navy partecipò a diverse spedizioni nel corso della quale raccolse semi ed esemplari per conto dell’amico Allan Cunningham
(Hibiscus) in onore del botanico e genetista statunitense F. Douglas Wilson (1923-?) autore di importanti studi su questo genere
(Hoffmannia, Mimosa, Solenophora) in onore di C. L. Wilson che negli anni ’30 del Novecento fece raccolte a Panama e in Guatemala per il Field Museum of Natural History di New York
(Hymenophyllum, Leptobryum, Rhododendron, Rosa) in onore del botanico inglese William M. Wilson (1799–1871), corrispondente di J.E. Smith e di W.J. Hooker, specialista di briofite
(Lilium) in onore di G. F. Wilson del Gishurt Cottage di Weybridge che lo coltivò per primo, avendo ottenuto i bulbi da un lotto proveniente dal Giappone
(Limnophila) in onore di David Wilson che scoprì questa specie nel Moyle river (Northern Territory, Australia)
(Lophogyne) in onore dell’ittiologo Wilson J.E. Moreira da Costa, marito della prima autrice Claudia P. Bove
(Macroplodia, Septoria, Sphaeropsis e forse Rhabdospora) presumibilmente in onore di Miss Mary L. Wilson, che raccolse licheni e collaborò con George Clinton, sebbene le denominazioni siano scorrette secondo le regole del latino botanico
(Melaleuca/ Cajuputi/ Myrtoleucodendron) in onore del "chiarissimo Charles Wilson cui dobbiamo la scoperta di questa splendida pianta"; si trattava di un amico di Mueller sul quale non abbiamo altre notizie. Errato il riferimento a Thomas Braidwood Wilson.
(Melanogaster/ Rhizopogon) in onore del rev. James Wilson, australiano, corrispondente di C.G. Lloyd
(Plasoparma) in onore del micologo statunitense Guy West Wilson (1877-1956), specialista in funghi parassiti
(Tillandsia) in onore del dr. W. P. Wilson dell’Università della Pennsylvania che scoprì questa specie in Florida
(Aeschynanthus, Diospyros, Pinus) senza indicazioni nel protologo
(Auliza, Banara, Cydonia, Peperomia, Tacca - Blastenia, Echinoplaca) da definire
21932 wilmsi, ii (Acalypha, Adenia, Alchemilla, Aloe, Annesorrhiza, Anthericum, Argyrolobium, Asterella, Barleria, Boivinella/ Chrysophyllum/ Neoboivinella, Bouchea/ Chascanum, Chironia, Chlorophytum, Cissus/ Cyphostemma, Clerodendrum, Crassula, Craterostigma, Cyperus, Cyphocarpa, Deniseia, Glycine, Eragrostis, Helichrysum, Hermannia, Hypericum, Kirkia, Lantana, Lasiosiphon/ Gnidia, Lejeunea, Linderniella/ Lindernia/ Ilysanthes, Lippia, Lotononis, Melolobium, Ocimum, Orchis ×, Orthosiphon, Otholobium/ Psoralea, Pelargonium, Peperomia, Persicaria ×, Polygala, Royena, Salix/ Pleiarina woodi var., Searsia/ Rhus, Solanum, Sonchus, Sphedamnocarpus, Streptocarpus, Tetraselago/ Selago, Vigna, Vitex, Watsonia) in onore del farmacista e botanico tedesco Friedrich Wilms (1848-1919) che tra il 1883 e il 1896 fece importanti raccolte nel Sudafrica nord-orientale, quindi divenne assistente della sezione muschi del Museo botanico di Berlino-Dalhem e fu coinvolto nella classificazione degli esemplari raccolti da A.G.H. Rudatis
21931 wilmaniae (Cryophytum, Delosperma, Ebracteola/ Mesembryanthemum/ Ruschia, Eragrostis, Euphorbia, Hereroa, Indigofera, Nananthus/ Aloinopsis, Ornithogalum, Stapelia, Petalidium, Watsonia) in onore della geologa e botanica sudafricana Maria Wilman (1867-1957) che erborizzò in Sudafrica e Zimbawe e diresse il Museo Alexander Gregor di Kimberley, (RSA)
21929 Willwebera [Caryophyllaceae] genere dedicato al botanico e lichenologo statunitense William Alfred Weber (1918-2020), studioso di Briofite, Spermatofite, Funghi e Licheni, curatore dell’erbario dell’Università del Colorado, che raccolse in Australia, Canada, Ecuador, Messico, Papua New Guinea, Sudafrica e USA, e dal genere Aster (vedi) per la somiglianza con quel genere
26787 Willughbeia [Apocynaceae] nome legittimo, genere dedicato da W. Roxburgh al naturalista inglese Francis Willughby (1635-1672), allievo e mecenate di John Ray; dopo aver viaggiato con lui in Europa, lo ospitò nella sua residenza di Middlenton Hall dove i due lavorarono insieme alla classificazione naturale, Ray dei vegetali, Willughby degli animali. Dopo la sua morte precoce, Ray ne pubblicò Ornithologia libri tres (1676) e Historia piscium (1686).
[Apocynaceae] nome non valido, genere dedicato allo stesso da J.F. Klotzsch
[Apocynaceae] nome non valido, genere dedicato allo stesso da G.A. Scopoli
26786 willowmorensis, e (Aridaria, Euphorbia, Hereroa, Haworthia, Ophionella/ Ceropegia, Pleiospilos, Rhinephyllum/ Chasmatophyllum) dei dintorni di Willowmore, Provincia del Capo Orientale, Repubblica sudafricana
13215 willmottianus, a, um (Ceratostigma, Iris/ Juno, Rosa) in onore di Miss Ellen Ann Willmott (1858-1934), coltivatrice inglese di piante ornamentali e influente membro della Royal Horticultural Society che coltivò nei suoi giardini di Warley Place, più di 100.000 specie di piante e finanziò spedizioni alla scoperta di nuove specie
13214 willmottiae (Corylopsis, Lilium, Lysionotus, Paeonia, Rhododendron, Rosa, Tulipa e presumibilmente Primula) in onore di Miss Ellen Ann Willmott (1858-1934), coltivatrice inglese di piante ornamentali e influente membro della Royal Horticultural Society che coltivò nei suoi giardini di Warley Place più di 100.000 specie di piante e finanziò spedizioni alla scoperta di nuove specie
16664 Willkommlangea [Physaraceae] genere di funghi dedicato a due eminenti studiosi: il botanico, micologo e geografo tedesco Heinrich Moritz Willkomm (1821-1895), che erborizzò in Spagna e Portogallo, e il botanico danese Johan Martin Christian Lange (1818-1898) che erborizzò in Danimarca, Groenlandia, Islanda, Svezia, Spagna
9925 willkommianus, a, um (Armeria bourgaei subsp., Armeria filicaulis subsp., Bufonia, Cirsium, Erodium ×, Galium, Gentiana verna subsp., Hippocrepis, Malva, Phragmites, Saxifraga, Sedum, Silene) in onore del botanico, micologo e geografo tedesco Heinrich Moritz Willkomm (1821-1895) che erborizzò in Spagna e Portogallo e fu direttore del Giardino Botanico dell’Università prima a Dorpat (Tartu) quindi a Praga
16663 Willkommia [Poaceae] nome legittimo, genere dedicato da E. Hackel al botanico, micologo e geografo tedesco Heinrich Moritz Willkomm (1821-1895) che erborizzò in Spagna e Portogallo e fu direttore del Giardino Botanico dell’Università prima a Dorpat (Tartu) quindi a Praga
[Asteraceae] nome non valido, genere dedicato allo stesso da C. H. Schultz "Bipontinus"
10079 willkommi, ii (Acer, Aetheorhiza bulbosa subsp/ Crepis/ Sonchus, Alyssum, Anagallis, Androsace cylindrica subsp., Arenaria querioides var., Armeria, Aster, Brachypodium ×, Campanula, Centaurea/ Acosta boissieri subsp., Euphrasia, Globularia, Helianthemum asperum subsp., Hieracium, Juniperus, Linum jimenezii subsp., Logfia, Narcissus, Picris/ Spitzelia, Podospermum, Primula, Pyrethrum/ Tanacetum, Saxifraga, Smilax, Stellaria, Teucrium, Thymus, Trifolium, Ulex, Valerianella, Viola – Cylindrocarpon/ Fusarium, Lachnellula/ Dasyscyphus/ Helotium/ Peziza/ Trichoscypha/ Trichoscyphella) in onore del botanico, micologo e geografo tedesco Heinrich Moritz Willkomm (1821-1895) che erborizzò in Spagna e Portogallo e fu direttore del Giardino Botanico dell’Università prima a Dorpat (Tartu) quindi a Praga
21930 williwillianus, a, um (Cryptocarya) del Willi Willi National Park nel Queensland (Australia)
16925 williamsonianus, a, um (Pultenaea) in onore del naturalista e botanico australiano Herbert Bennett Williamson (1860-1931) che fece raccolte nel Victoria
16927 Williamsonia [Bennettitales] genere di piante fossili dedicato al britannico John Williamson (1784-1877), curatore del museo di Scarborough
16926 williamsoni, ii (Abies, Godetia/ Clarkia/ Oenothera) in onore dell’ingegnere militare Robert S. Williamson (1825 –1882), che diresse diverse spedizioni topografiche, quindi fu primo comandante del Corpo del genio militare del Distretto di San Francisco
(Acacia/ Racosperma, Eucalyptus maidenii var., Grevillea, Pimelea, Pultenaea, Westringia) in onore del naturalista e botanico australiano Herbert Bennett Williamson (1860-1931) che fece raccolte nel Victoria
(Amphitalea, Indigofera) in onore dell’inglese Thomas Williamson (1807-dopo 1848), militare che raccolse piante per conto di W.J. Harvey in Sudafrica (Albany e Port Natal)
(Cardiochilos, Eulophia, Euphorbia, Habenaria/ Bilabrella, Nemesia, Porpax/ Stolzia) in onore del sudafricano Graham Williamson (1932-2000), dentista che da pensionato si dedicò alla botanica associandosi al Bolus Herbarium di Cape Town, erborizzando in Zambia e Malawi e diventando uno studioso di piante succulente e di orchidee
(Cleisostoma/ Echioglossum/ Sarcanthus, Dendrobium/ Callista) in onore di W. John Williamson che raccolse tra il 1865 e il 1869 orchidee in India per conto dello zio John Day (1824-1888), botanico e illustratore inglese
(Marshallia) in onore dello statunitense C.S. Williamson che raccolse l’olotipo nel 1900
(Pterostylis/ Bunochilus/ Oligochaetochilus) in onore dei botanici australiani Ronald Herbert Williamson (1931-vivente) e Kathleen Mary Williamson (1939-vivente) appassionati raccoglitori di orchidee in Tasmania
16918 williamsiorum (Elaphoglossum) in onore di Ethelyn e Victor Williams, sostenitori del programma Felci del NY Botanical Garden
(Erica/ Sympieza) in onore del botanico sudafricano Ion James Muirhead Williams (1912-2001) e di sua moglie Sheila Williams che crearono la Vogelgat Nature Reserve, Hermanus (RSA)
(Styphelia) in onore di Don e Joy Williams della fattoria Hi Vallee farm, a nord-est di Badgingarra, dove la specie è localmente comune
16917 Williamsiella [Pottiaceae] genere dedicato all'esploratore, botanico e briologo statunitense Robert Statham Williams (1859-1945), specializzato in briofite dell’Alaska e del Sud America, che fece raccolte in Alaska, Bolivia, Panama, Nicaragua e nelle Filippine
16916 williamsianus, a, um (Acacia/ Racosperma) in onore del botanico australiano John Beaumont Williams (1932-2005), professore di botanica alla University of New England che contribuì alla comprensione della botanica e dell’ecologia del Nuovo Galles del Sud nord-orientale
(Casearia, Schiedeella, Thrixspermum/ Sarcochilus) in onore del botanico e orchidologo statunitense Louis Otho (Otto) Williams (1908-1991), marito della botanica Terua Pierson, che erborizzò in Brasile e Honduras
(Cypripedium ×, Dendrobium/ Durabaculum, Odontoglossum/ Rossioglossum) in onore dell’orchidologo e vivaista inglese Benjamin Samuel Williams (1824-1890), proprietario di un vivaio a Upper Holloway (Londra) e autore di diverse pubblicazioni sulle orchidee, che fu anche uno dei primi ibridatori di Nepenthes
(Dressleria, Oncidium/ Cyrtochilum/ Trigonochilum) in onore del botanico statunitense Norris Hagan Williams (1943-vivente) che erborizzò negli USA, a Panama, Nicaragua, Ecuador, Messico e nei Caraibi
(Echinocactus) etimo discusso; probabilmente in onore del rev. Theodore Williams (1785 —1875), che possedeva una collezione di Cactus a Henon Vicarage (Inghilterra) o, meno probabilmente, in onore in onore di Charles H. Williams, funzionario e viaggiatore inglese, corrispondente di W.J.Hooker, cui negli anni ‘80 dell’Ottocento spedì piante da Bahia (Brasile) dove era presumibilmente ambasciatore britannico
(Elaeocarpus) in onore di J.W. Williams, componente del team che raccolse l'olotipo nelle Filippine
(Eucalyptus) in onore di J. Williams, membro del team di botanici che raccolse l'olotipo in Australia
(Eugenia) in onore di Robert (Bob) Williams che tra il 1999 e il 2007 fu volontario presso l’erbario dell’Università del nord Colorado
(Globba) in onore di Kyle Williams, la cui tesi di dottorato e le cui pubblicazioni contengono grandi intuizioni sulla sistematica e l’evoluzione di questo genere
(Hoya) in onore del botanico e vivaista statunitense Jerry Williams, proprietario dei Rainbow Gardens, California
(Lupinus) in onore del botanico e briologo statunitense Robert Statham Williams (1859-1945), specializzato in briofite dell’Alaska e del Sud America, che fece raccolte in Alaska, Bolivia, Panama, Nicaragua e nelle Filippine
(Rhododendron) in onore del vivaista inglese John Charles Williams (1861-1939), fondatore del Giardino Botanico di Caerhays, che finanziò numerose spedizioni botaniche, in particolare quelle in Cina di Forrest
(Stellaria) in onore del medico e botanico inglese Frederic Newton Williams (1862-1923), autore di Prodromus Florae Britannicae
(Tritoniopsis) in onore dell’ingegnere e botanico sudafricano Ion James Muirhead Williams (1912-2001) proprietario con la moglie Sheila Williams della Vogelgat Nature Reserve, Hermanus (RSA)
(Calophyllum) etimo non indicato nel protologo
16915 williamsiae (Artemisia frigida var., Eriogonum ovalifolium var., Polyctenium, Sphaeralcea caespitosa var.) in onore della botanica statunitense Margaret Jensen Williams (1917-2000) che fece raccolse in California e Nevada
(Bomarea) in onore di Mrs. Rosa Williams che raccolse questa pianta in Colombia nel 1882
(Caladenia/ Arachnorchis/ Calonemorchis) in onore della botanica australiana Judy Williams che raccolse l'olotipo nel 1999
16914 Williamsia [Rubiaceae] nome legittimo, genere dedicato da Merrill all'esploratore, botanico e briologo statunitense Robert Statham Williams (1859-1945), specializzato in briofite dell’Alaska e del Sud America, che fece raccolte in Alaska, Bolivia, Panama, Nicaragua e nelle Filippine
[Pottiaceae] nome illegittimo, genere dedicato allo stesso da Brotherus
16913 williamsi, ii (Acalypha, Achyranthes/ Alternanthera, Acoridium/ Coelogyne/ Dendrochilum, Alchemilla/ Lachemilla, Alsophila/ Cyathea/ Trichipteris, Anthurium, Antrophyum, Aristolochia, Astragalus/ Atelophragma, Astronia, Athyrium, Banisteriopsis/ Banisteria, Begonia, Bryum, Canarium, Carex, Celtis, Chamaefistula, Clerodendrum, Clethra, Conimitella/ Heuchera/ Lithophragma/ Tellima, Connarus, Crataegus, Cratoneuron, Croton, Cyrtandra, Dennstaedtia, Diastema, Dicranopteris/ Gleichenia, Dieffenbachia, Diplazium/ Athyrium, Dryopteris/ Thelypteris/ Lastrea/ Sphaerostephanos, Elatine, Eriocaulon, Eugenia/ Syzygium, Ficus, Freycinetia, Genipa/ Agouticarpa, Glochidion, Gnaphalium, Grimmia/ Jaffueliobryum, Guarea, Habenaria, Hemipogon, Hookeriopsis/ Trachyxiphium, Hydrogonium/ Barbula, Inga, Jaegerina, Leskea/ Pseudoleskeella, Lepidaria/ Lepidella/ Loranthus/ Lepeostegeres, Lycopodium/ Urostachys, Macromitrium, Malaxis/ Crepidium, Matthaea, Medinilla, Mikania, Mimosa, Mitrephora, Oncidium/ Ampliglossum/ Coppensia/ Gomesa, Orophea, Palicourea, Passiflora, Pavetta, Cassia/ Senna/ Peiranisia, Peperomia, Piper, Pithecellobium, Pleurothallis, Poa, Pogostemon, Polyalthia, Polypodium/ Grammitis/ Micropolypodium/ Moranopteris/ Xiphopteris, Premna, Randia, Rhododendron, Rollinia/ Annona, Rorippa/ Nasturtium/ Radicula, Schefflera, Senecio, Silene, Siphocampylus, Solanum, Sparganium, Stelis, Stenochlaena/ Teratophyllum, Tillandsia, Tortula, Tounatea, Trichostomum, Triplaris, Trisetum, Urostigma, Vittaria/ Radiovittaria, Wendlandia – Camillea, Fomes/ Pyropolyporus/ Phellinus, Trametes) in onore dell'esploratore, botanico e briologo statunitense Robert Statham Williams (1859-1945), specializzato in briofite dell’Alaska e del Sud America, che fece raccolte in Alaska, Bolivia, Panama, Nicaragua e nelle Filippine
(Aconitum, Caragana, Delphinium, Desmodium/ Hylodesmum/ Podocarpium, Draba/ Lepidostemon, Epilobium, Erianthus/ Saccharum, Hypericum, Impatiens, Kobresia, Oreosolen, Oxytropis, Potentilla, Saxifraga) in onore del botanico inglese Leonard Howard John Williams (1915-1991), del British Museum, che si specializzò nello studio della flora nepalese e erborizzò in Nepal con Sykes, Polunin e Stainton
(Adiantum, Aerides, Allamanda, Anthericum, Anthurium (nom. illeg.), Bauhinia/ Phanera, Ixora x, Mormodes, Nepenthes x, Sarracenia x, Viola x) in onore dell’orchidologo e vivaista inglese Benjamin Samuel Williams (1824-1890), proprietario di un vivaio a Upper Holloway (Londra) e autore di diverse pubblicazioni sulle orchidee, che fu anche uno dei primi ibridatori di Nepenthes
(Agrostis, Baccharis, Calceolaria, Erigeron, Loasa) in onore del botanico cileno Ernestus (Ernesto) Williams che affiancò Federico Philippi (1838-1910) nelle sue raccolte botaniche
(Alfaroa, Antrophora/ Lepidocordia, Arabis/ Boechera, Asplenium, Barbacenia, Bartlettina/ Eupatorium, Bouteloua, Bulbophyllum, Calyptranthes, Corallorhiza, Cryosophila, Cymopterus, Echeandia, Erythrina, Euterpe, Ilex, Justicia, Lepanthes, Maytenus, Ocotea nome ill., Oreocarya, Parathesis, Psammisia, Ruellia, Stevia, Telipogon, Utricularia, Vriesea/ Werauhia, Zanthoxylum, Zexmenia/ Wamalchitamia) in onore del botanico e orchidologo statunitense Louis Otho (Otto) Williams (1908-1991), marito della botanica Terua Pierson, che erborizzò in Brasile e Honduras
(Aniba, Burdachia, Chaetocarpus, Chephaelis, Chimarrhis, Clusia, Coccoloba, Cochlospermum, Cordia, Couepia, Coussapoa, Dimerocostus, Dicranopygium/ Carludovica, Elaphoglossum, Endlicheria, Erythroxylum, Gilibertia/ Dendropanax, Glandonia, Goeppertia/ Calathea Guatteria, Hoffmannia, Holomitrium, Laplacea, Lindeniopiper, Llewelynia/ Henriettea, Machaonia, Malvaviscus, Manilkara, Marcgravia, Maripa, Mendoncia, Mollia, Nectandra, Neea, Oreopanax, Ormosia, Ouratea, Oxalis, Paepalanthus/ Syngonanthus, Paullinia, Pentagonia, Philonotion, Phoradendron, Phyllanthus, Pleurothyrium/ Ocotea, Posoqueria, Prunus, Pseudoxandra/ Cremastosperma, Psychotria, Rhynchanthera, Sanchezia, Scleria, Sickingia/ Simira, Sideroxylon/ Mastichodendron, Siparuna, Smilax, Streptocalyx/ Aechmea, Syngonium, Tetracera, Tocoyena, Trichilia, Unonopsis) in onore del botanico gallese, naturalizzato americano, Llewelyn W. Williams (1901-1984) che erborizzò negli USA, in Brasile, Cuba, Messico, Perù, Venezuela, Filippine e Thailandia e pubblicò Forests of Southeast Asia, Puerto Rico, and Texas, uno studio comparativo sulle foreste di varie parti del mondo
(Arachis) in onore del botanico statunitense David E. Williams che erborizzò in Bolivia, Argentina, Messico e USA
(Aspidosperma) in onore dello scopritore di questo taxon, il botanico brasiliano William Antônio Rodrigues (1928-vivente) che erborizzò in Brasile e Bolivia
(Aster, Stipa - Aecidium, Sorosporium Tranzscheliella/ Ustilago) in onore dell'agrostologo e micologo statunitense Thomas Albert Williams (1865-1900)
(Camellia ×, Erica) in onore del vivaista inglese John Charles Williams (1861-1939), fondatore del Giardino Botanico di Caerhays, che finanziò numerose spedizioni botaniche, in particolare quelle in Cina di Forrest
(Carmichaelia) in onore del neozelandese William Leonard Williams (1829-1916), vescovo anglicano di Waiapu, emimente studioso della lingua Maori
(Castilleja) in onore del botanico statunitense Charles Barnes Williams (1865-1928) che fece raccolte in Ohio e Texas
(Clematis/ Clematopsis, Gymnocladus, Panicum, Sambucus) in onore del missionario, linguista e sinologo statunitense Samuel Wells Williams (1812-1884) che erborizzò in Cina
(Cyclopogon, Epidendrum/ Neolehmannia, Maxillaria/ Calawaya, Scelochilus/ Comparettia, Zootrophion) in onore del botanico statunitense Norris Hagan Williams (1943-vivente) che erborizzò negli USA, a Panama, Nicaragua, Ecuador, Messico e nei Caraibi
(Epistephium, Thaumatophyllum/ Philodendron) in onore di Charles H. Williams, funzionario e viaggiatore inglese, corrispondente di W.J.Hooker, cui negli anni ‘80 dell’Ottocento spedì piante da Bahia (Brasile) dove era presumibilmente ambasciatore britannico
(Euphrasia, Rosa) in onore del botanico statunitense Emile Francis Williams (1859-1929) che erborizzò negli Stati Uniti e in Canada
(Fragilariforma) specie di alga dedicata all'algologo britannico David Mervin Williams (1954-vivente) che erborizzò in Belize, Russia e Gran Bretagna
(Juncus macer var.) in onore del botanico e algologo gallese John Lloyd Williams (1854-1945)
(Lophophora/ Anhalonium/ Ariocarpus/ Echinocactus/ Mammillaria) etimo discusso; probabilmente in onore del rev. Theodore Williams (1785 —1875), che possedeva una collezione di Cactus a Henon Vicarage (Inghilterra) o, meno probabilmente, in onore in onore di Charles H. Williams, funzionario e viaggiatore inglese, corrispondente di W.J.Hooker, cui negli anni ‘80 dell’Ottocento spedì piante da Bahia (Brasile) dove era presumibilmente ambasciatore britannico
(Melaleuca) in onore del botanico australiano John Beaumont Williams (1932-2005), professore di botanica alla University of New England che contribuì alla comprensione della botanica e dell’ecologia del Nuovo Galles del Sud nord-orientale
(Pityrogramma) in onore di Bernard Williams di Copse Mountain House, che fu a lungo patrono della storia naturale giamaicana, nei pressi della cui tenuta furono raccolti i tipi
(Pterosiphoniella) specie di alga dedicata a W. Williams che la raccolse in Messico nel 1963
(Serruria) in onore dell’ingegnere e botanico sudafricano Ion James Muirhead Williams (1912-2001) proprietario con la moglie Sheila Williams della Vogelgat Nature Reserve, Hermanus (RSA)
(Stephanodiscus) specie di alga fossile dedicata al geologo e paleontologo Douglas F. Williams
(Vincetoxicum/ Tylophora) in onore di Keith A.W. Williams di Ipswich (Queensland) per il suo contributo alla conoscenza della flora di Queensland
(Codiaeum, Cordyline, Pilocereus) senza indicazioni nel protologo
(Oxalis, Polygala) da definire
16912 williamsanus, a, um grafia errata per williamsianus (vedi)
16911 williami, ii (Aspidosperma) errata grafia per williamsi (vedi)
21928 willeyi, ii (Arthonia, Lecanora, Leucodecton/ Phlyctis, Lichina, Ramalina, Rinodina, Stereum, Thamnidium, Thelephora) in onore di Henry Willey (1824-1907) avvocato, giornalista e lichenologo statunitense
21927 Willeya [Verrucariaceae] genere di licheni dedicato a Henry Willey (1824-1907) avvocato, giornalista e lichenologo statunitense
6202 Willemetia [Asteraceae] nome legittimo, genere dedicato da Necker a Pierre Remi Willemet (1735-1807), botanico di Nancy e direttore dell’orto botanico cittadino
[Amaranthaceae] nome illegittimo, genere dedicato da G. F. Maerklin allo stesso Pierre Remi Willemet
[Rhamnaceae] nome illegittimo, genere dedicato da Brongniart al botanico Hubert Félix Soyer-Willemet (1791-1867), nipote per padre di madre di Pierre Remi Willemet, membro di molte società scientifiche e autore di diverse monografie botaniche
10213 willdenowianus, a, um (Acacia/ Racosperma, Arrhostoxylum, Aspalathus/Achyronia, Campanula, Celtis/ Sponia, Centropogon, Crotalaria, Cyathea, Dichaea, Drejera, Eragrostis, Eriocaulon, Festuca, Fimbristylis, Fraxinus, Godetia, Gomidesia, Hieracium, Lobelia, Medicula lupulina subsp., Microstegium, Nectandra, Nepeta, Oldenlandia/ Hedyotis, Oreodaphne, Pavia, Phylica/ Soulangia/ Tylanthus, Phytelephas, Pollinia, Quercus ×, Rhamnus, Ruellia, Salix, Solanum, Statice, Stemonacanthus, Taxanthema, Tetracera, Uragoga, Vicia, Viscum) in onore del botanico tedesco Carl Ludwig von Willdenow (1765-1812), considerato il fondatore della fitogeografia, direttore dell’orto botanico di Berlino, mentore di Humboldt
17541 Willdenowia [Restionaceae] genere dedicato al botanico tedesco Carl Ludwig von Willdenow (1765-1812), considerato il fondatore della fitogeografia, direttore dell’orto botanico di Berlino, mentore di Humboldt
8443 willdenowi, ii (Abilgardia, Acinodendron, Aconitum, Allium, Alectoroctonum, Anemone narcissifolia subsp., Anthurium, Apinagia/ Dicraeia, Artemisia, Asparagopsis, Asplenium, Aster, Batatas/ Ipomoea, Brassica, Bromus/ Ceratochloa, Bulbostylis/ Abildgaardia/ Isolepis, Calamagrostis, Campanula, Cardamine/ Dentaria, Carex, Centaurea/ Cyanus, Cerastium, Cestrum, Cinnamomum, Clausena, Cnicus/ Cirsium, Commelina, Convolvulus, Cranzia/ Toddalia, Crepis, Croton, Desmodium, Dianthus, Doronicum, Drynaria/ Aglaomorpha, Ecbolium, Epipactis, Eragrostis, Ericoides, Eugenia, Geonoma, Geum ×, Gnaphalium, Heliotropium, Hemistegia, Hieracium, Honkenya, Lachnagrostis, Limonium/ Statice, Medicago, Mentha, Miconia/ Acinodendron, Milium, Mimosa, Muhlenbergia, Myrtus, Panicum, Pedicularis, Pelargonium, Penicillaria, Persea, Piper, Polypodium, Psychotria, Rosa, Ruschia, Selaginella/ Lycopodium, Senecio, Sida, Silene, Solanum, Syngonium, Teucrium, Thapsus x, Thymus, Trifolium) in onore del botanico tedesco Carl Ludwig von Willdenow (1765-1812), considerato il fondatore della fitogeografia, direttore dell’orto botanico di Berlino, mentore di Humboldt
17540 Willdenowa [Asteraceae] genere dedicato al botanico tedesco Carl Ludwig von Willdenow (1765-1812), considerato il fondatore della fitogeografia, direttore dell’orto botanico di Berlino, mentore di Humboldt
17539 willdenovianus, a, um (Arrhostoxylum, Eragrostis, Eriocaulon, Microstegium, Nectandra, Oreodaphne, Ruellia, Salix. Solanum, Stemonacanthus) grafia errata, ma valida per willdenowianus (vedi)
9819 willdenovi, ii (Allium, Asplenium, Aster, Brassica, Epipactis, Honkenya, Pedicularis, Persea, Statice, Trifolium) grafia errata, ma valida per willdenowi (vedi)
14007 wilkesianus, a, um (Acacia, Acalypha/ Ricinocarpus, Baccaurea, Cyathea, Leptopteris/ Todea, Grindelia oregana subsp., Lupinus, Phyllanthus/ Diasperus, Psychotria, Teratophyllum/ Acrostichum/ Arthrobotrya/ Lomagramma/ Polybotrya) in onore dell'ammiraglio statunitense Charles Wilkes (1798-1877) esploratore dell'Oceano Pacifico che guidò una spedizione all'Antartide, toccando anche la Terra del Fuoco, le isole Tuamotu e le Samoa, l'Australia, le Figi e le Hawaii, o più in generale relativo alla spedizione stessa, nel corso della quale vennero scoperte numerose nuove specie
(Camellia) da definire
21916 Wilibalda [Poaceaegenere dedicato al medico, botanico e zoologo ceco Franz Wilibald Schmidt (1764-1796), professore di botanica a Praga e autore di testi sulla flora boema
21926 wilhelmsi, ii (Achillea, Astragalus, Deschampsia/ Aira, Heracleum/ Selinum, Muscari/ Bellevalia, Scandix, Trisetum/ Arundo/ Avena) in onore del farmacista e botanico russo di origine tedesca Christian Wilhelms che erborizzò nella Transcaucasia tra il 1818 e il 1828
21925 wilhelminae (Geranium, Microtatorchis, Poa, Rhododendron x, Tetramolopium) del Monte Wilhelmina (4750 m) in Nuova Guinea
(Acantholimon, Alcea, Astragalus, Cousinia, Delphinium, Gypsophila) in onore della botanica olandese Wilhemina Rechinger, nata Goedemans (1925-2019), moglie e assistente di Karl Heinz Rechinger, che accompagnò nei suoi viaggi e affiancò nella pubblicazione di Flora iranica
(Ocotea, Xylobium, Zieria) dei Monti Wilhelmina (Wilhelminagebergte), sistema montuoso del Suriname
(Paphiopedilum) in onore di Guglielmina (Wilhelmina) di Oranje-Nassau (1880-1962), regina dei Paesi Bassi dal 1898 al 1948
(Quercus/ Synaedrys) senza indicazioni nel protologo
21924 wilhelmi, ii (Caralluma/ Ceropegia) in onore del Dr Friedrich Wilhelmi, manager del Dibatag Field Research Project del Al Wabra Wildlife Preservation, che fornì l’appoggio logistico e prese parte alla spedizione durante la quale la pianta fu scoperta
(Cirsium x) in onore del botanico tedesco naturalizzato americano Wilhelm Nikolaus Suksdorf (1850-1932) che fece importanti raccolte soprattutto nello stato di Washington e fu in corrispondenza con i principali botanici americani del suo tempo
(Coelogyne) in onore del tedesco Wilhelm Micholitz (1854-1932), cacciatore di piante del vivaio J. Sander & Sons di St Albans (Inghilterra)
(Caletia, Lasiopetalum, Homoranthus/ Rylstonea/ Verticordia) in onore del commerciante di sementi tedesco Johann Friedrich Carl Wilhelmi (1829-1884) che dal 1849 al 1863 fece importanti raccolte nell’Australia meridionale, in collaborazione con Ferdinand von Mueller
(Pyrus) in onore del prof. Wilhelm di Vienna, in ringraziamento dei suoi consigli
(Stelis, Trichosalpinx/ Tubella) in onore di S. Wilhelm, che fece raccolte in Ecuador insieme all’autore C. A. Luer
(Viola ×) da definire
21923 wilfordi, ii (Asplenium/ Asplenidictyum/ Tarachia, Clematis, Corydalis/ Capnoides, Cynanchum/ Cynoctonum/ Seutera/ Vincetoxicum, Carex, Dennstaedtia/ Coptidipteris/ Davallia/ Microlepia, Dictyocline/ Dictyogramme/ Hemionitis/ Stegnogramma, Geranium, Hydrocotyle, Lespedeza, Phyllanthus, Pyrus/ Sorbus, Silene/ Lychnis, Sorbus, Swertia/ Ophelia, Tripterygium) in onore del botanico inglese Charles Wilford (†1893) che erborizzò in Cina, Hong-Kong, Giappone, Corea
(Platycoryne/ Habenaria) in onore di un certo Wilford che raccolse l’olotipo in Sierra Leone
14186 wildpreti, ii (Echium) in onore del giardiniere paesaggista e botanico svizzero Hermann Josef Wildpret (1834-1908) trasferitosi nel 1856 alle Canarie, dal 1870 Direttore del Giardino Botanico di Puerto de la Cruz, bisnonno di Wolfredo Wildpret de la Torre
(Aeonium ×, Bystropogon, Crambe, Euphorbia obtusifolia var., Lysimachia/ Pelletiera, Micromeria ×/ Satureja ×, Monanthes, Sonchus – Clitocybula/ Gerronema, Didymium) in onore del botanico spagnolo Wolfredo Wildpret de la Torre (1933-vivente), pronipote di Hermann J. Wildpret
21922 wildianus, a, um (Cactus/ Mammillaria) senza indicazioni nel protologo
(Indigofera) in onore del botanico inglese Hiram Wild (1917-1982) che emigrò in Rhodesia nel 1945 divenendo direttore dell'Erbario Nazionale Harare
(Pinalia/ Conchidium/ Eria/ Dendrobium) in onore di Mr. Wild dei Trinity College Botanic Gardens che riuscì a coltivare con successo orchidee e altre piante originarie del Siam
(Saxifraga) così chiamata perché la pianta proveniva ex horto Wildiano, cioè dal giardino di Wild o Wilde di cui nulla è noto
(Solanum) in onore dell’assessore dr. Wild di Kassel che ne ebbe i semi dal Sud America; potrebbe trattarsi di Johann Rudolf Wild (1783–1849), farmacista di corte e primo assessore medico, che possedeva un giardino con 800 specie di piante alpine e di montagna
21921 wildi, ii (Allium) in onore di Adolphus Wild, amico dell’autore, cui comunicò questa pianta da lui raccolta nel luglio 1864
(Aloë, Aneilema, Aristida, Buchnera, Commiphora, Corallocarpus, Cynoglossum, Erica, Eriocaulon, Euphorbia, Hibiscus, Kalanchoe, Lobelia, Lotus, Pandiaka, Plectronia/ Canthium, Rhynchosia, Rotala, Rotheca/ Clerodendrum, Searsia/ Rhus, Vernonia, Waltheria) in onore del botanico inglese Hiram Wild (1917-1982) che emigrò in Rhodesia nel 1945 divenendo direttore dell'Erbario Nazionale Harare
(Hymenasplenium/ Asplenium, Trichomanes/ Crepidophyllum/ Crepidopteris/ Reediella) in onore del naturalista australiano di origine britannica Charles James Wild (1853–1923) che fece importanti raccolte nel Queensland
(Mammillaria/ Ebnerella/ Chilita/ Neomammillaria/ Krainzia crinita subsp.) senza indicazioni nel protologo
21920 Wildenowia [Restionaceae] variante grafica per Willdenowia (vedi)
21919 wildemannianus, a, um (Amphiblemma, Chazaliella, Dissotis) in onore del botanico belga Émile Auguste Joseph De Wildeman (1866-1947), direttore del Jardin Botanique de l'État di Bruxelles e studioso della flora del Congo
8689 wilczekianus, a, um (Achillea, Artemisia, Erysimum, Hieracium, Koeleria, Monnina, Opuntia, Sedum/ Rosularia, Viola x) specie dedicate al farmacista e botanico svizzero Ernst Wilczek (1867-1948), autore di Hieracia helvetica nova che erborizzò in Svizzera, Argentina, Corsica, Alpi Marittime, Nord Africa
(Begonia, Crotalaria, Raphionacme, Ritchiea, Thesium) in onore del botanico polacco Rudolf Wilczek (1903-1984) del Giardino Botanico nazionale del Belgio, studioso della flora dell'Africa centrale
13775 Wilczekia [Didymiaceae] genere di funghi dedicato al farmacista e botanico svizzero Ernst Wilczek (1867-1948), autore di Hieracia helvetica nova che erborizzò in Svizzera, Argentina, Corsica, Alpi Marittime, Nord Africa
13774 wilczeki, ii (Achillea, Amaranthus ×, Arabis, Artemisia, Cristaria, Draba, Erigeron, Euphrasia, Festuca ovina var., Gagea, Hieracium, Junellia/ Verbena, Malvastrum, Minuartia, Phippsia, Pulsatilla ×/ Anemone ×, Saxifraga, Silene) in onore del farmacista e botanico svizzero Ernst Wilczek (1867-1948), autore di Hieracia helvetica nova, che erborizzò in Svizzera, Argentina, Corsica, Alpi Marittime, Nord Africa
(Beilschmiedia) in onore del botanico polacco Rudolf Wilczek (1903-1984) del Giardino Botanico nazionale del Belgio, studioso della flora dell'Africa centrale
21918 wilcoxianus, a, um (Dichanthelium/ Milium/ Panicum, Evolvolus, Primula parryi var., Townsendia) in onore del chirurgo militare, generale e naturalista statunitense Timothy Erastus Wilcox (1840-1932) che fece raccolte di piante, animali, minerali, fossili in varie aree degli Stati Uniti
(Phlox) senza indicazioni nel protologo
(Pleiococca/ Acronychia/ Errerana) in onore dello zoologo australiano di origine inglese James Fowler Wilcox (1823-1881) che partecipò a diverse spedizioni in Australia e fu corrispondente di F. Mueller
21917 wilcoxi, ii (Acacia/ Racosperma) in onore del raccoglitore dell’olotipo D.G. Wilcox(Allocarya, Berberis/ Mahonia/ Odostemon, Cochemiea wrightii subsp./ Chilita/ Ebnerella/ Mammillaria/ Neomammillaria, Quercus) in onore del chirurgo militare, generale e naturalista statunitense Timothy Erastus Wilcox (1840-1932) che fece raccolte di piante, animali, minerali, fossili in varie aree degli Stati Uniti
(Eriastrum/ Gilia/ Navarretia/ Welwitschia) in onore di E. N. Wilcox che nell’estate del 1901, insieme Elemer D. Merril, raccolse un’ampia collezione in Wyoming e Idaho
(Cotula pectinata subsp., Eucalyptus) in onore del botanico neozelandese Michael David Wilcox (1940-vivente)
(Opuntia) in onore del dr. Glover B. Wilcox che nel 1909 ne spedì un esemplare vivo agli autori
(Penstemon) in onore del raccoglitore dell’olotipo E. V. Wilcox
25748 wilburianus, a, um (Auriculardisia/ Ardisia/ Hymenandra, Blakea, Neosprucea, Pitcairnia, Psychotria/ Notopleura) in onore del botanico statunitense Robert Lynch Wilbur (1925-vivente) che erborizzò negli Stati Uniti, Panama, Costa Rica, Guatemala, Repubblica Dominicana
25747 wilburi, ii (Banisteriopsis, Begonia, Bernardia, Centropogon, Critesion, Critonia, Croton, Cyperus, Jubelina, Munnozia, Pentacalia, Philodendron, Schistocarpha, Stenostephanus/ Razisea, Vaccinium) in onore del botanico statunitense Robert Lynch Wilbur (1925-vivente) che erborizzò negli Stati Uniti, Panama, Costa Rica, Guatemala, Repubblica Dominicana
11642 Wikstroemia [Thymeleaceae] nomen conservandum, genere dedicato da S. Endlicher al botanico svedese Johan Emanuel Wikström (1789-1856), collaboratore e successore di Olof Schwatz alla direzione del Bergianska trädgården
[Theaceae] nomen rejecendum, genere dedicato allo stesso da H.A. Schrader[Asteraceae], nome illegittimo, genere dedicato allo stesso da C.P. Sprengel
21915 Wigthia [Scrophulariaceae] genere dedicato in onore dello scozzese Robert Wight (1796-1872), chirurgo militare della East-India Company e appassionato botanico, visse per 30 anni nell'India orientale e fu per tre anni il direttore del Giardino Botanico di Madras; raccolse oltre 100.000 esemplari anche con l'aiuto di collaboratori e fu in contatto con molti botanici del suo tempo
17098 wightianus, a, um (Acacia/ Albizia, Acalypha, Acampe, Achyranthes, Acrostichum, Acrotrema, Actinodaphne/ Jozoste, Adenia/ Microblepharis/ Modecca, Aerides, Ampelocissus, Ampherephis/ Amphiraphis, Anaphalis/ Gnaphalium, Andrographis, Andropogon/ Chrysopogon/ Raphis , Anemia, Anemone, Angiopteris, Ardisia, Arundinaria/ Indocalamus/ Kuruna/ Sinarundinaria/ Yushania, Asplenium, Begonia, Berberis, Blumea/ Conyza, Boehmeria, Bradleia/ Diasperus, Bryonia, Cajanus, Callitriche, Calophyllum, Campteria, Capparis, Cardamine, Carex, Cassia, Celastrus, Ceratostema, Chloris, Clematis, Coccinia/ Cephalandra, Cocculus/ Pachygone, Coffea/ Psilanthus/ Paracoffea, Colutea, Combretum, Coscinium, Covellia, Crotalaria, Cryptocarya, Cryptolepis, Diospyros, Dodonaea, Ehretia, Eranthemum, Eriocaulon, Erycibe, Eugenia/ Acmena/ Syzygium, Euphorbia/ Chamaesyce, Eurya, Exacum, Festuca, Ficus/ Urostigma, Fimbristylis, Flacourtia, Flemingia/ Maughania, Gossypium, Grammitis, Greenea/ Wendlandia, Grewia, Grumilea/ Psychotria/ Uragoga, Gymnosporia/ Maytenus, Gynostemma/ Zanonia, Gyrostachys, Hibiscus, Hopea, Hoya, Hydnocarpus, Hydrocotyle, Hypericum, Hypolytrum, Ilex, Impatiens, Inga, Ionidium, Isonandra/ Bassia, Ixora, Jambosa, Jatropha, Kadsura, Kalanchoe, Kirganelia, Knoxia/ Dentillaria, Lantana, Lasianthus/ Nonatelia, Lepidadenia, Leucas, Limnanthemum, Liparis/ Diteilis/ Leptorkis, Litsea/ Cylicodaphne/ Malapoenna/ Tetranthera, Lomaria, Lonicera, Lophopetalum, Loranthus, Lycopodium/ Diphasiastrum/ Diphasium, Macaranga, Mappia, Memecylon, Meoschium, Miliusa, Myriostachya/ Eragrostis/ Leptochloa, Monosis, Muldera, Myrsine/ Rapanea, Oberonia/ Iridorkis/ Malaxis, Neanotis/ Anotis/ Hedyotis, Ochna/ Diporidium, Oiospermum, Olax, Olea/Tetrapilus, Osbeckia/ Asterostoma, Osyris, Oxypetalum/ Gothofreda, Panicum, Parnassia, Pavetta, Peperomia, Phaseolus, Phoberos, Phyllanthus, Platea, Pleopeltis, Pleurostylia, Pogonotrophe, Polygala, Polypodium, Polystachya, Portulaca, Premna/ Gumira, Procris/ Elatostema, Pteridium aquilinum subsp., Pteris, Pulicaria/ Callistephus/ Erigeron/ Poloa, Pygeum, Remirea, Rhamnus/ Ceanothus, Rhynchosia, Rivea/ Ipomoea, Rhynchospora/ Haplostylis, Ruellia, Rungia/ Diapedium/ Justicia,, Saccolabium/ Gastrochilus, Salacia, Salvadora, Sambucus, Satyrium, Scirpus, Scleria, Scolopia, Sctutellaria, Senecio/ Cacalia, Sida, Sideroxylon/ Mastichodendron/ Sinosideroxylon, Solanum, Sonchus, Sonerila/ Cassebeeria, Spiranthes, Strobilanthes/ Nilgirianthus, Strobocalyx, Strophanthus, Stylidium, Thesium/ Linosyris, Thunbergia, Toxocarpus/ Secamone, Trichosanthes/ Involucraria, Tristaniopsis/ Tristania, Uniyala/ Gymnanthemum/ Vernonia, Urginea/ Indurgia/ Thuranthos, Utricularia, Vanda, Vanilla, Viburnum, Viola, Viscum, Vitis, Zingiber) in onore dello scozzese Robert Wight (1796-1872), chirurgo militare della East-India Company e appassionato botanico, visse per 30 anni nell'India orientale e fu per tre anni il direttore del Giardino Botanico di Madras; raccolse oltre 100.000 esemplari anche con l'aiuto di collaboratori e fu in contatto con molti botanici del suo tempo
(Thalictrum) in onore del botanico statunitense William Franklin Wight (1874-1954) che erborizzò negli USA e in Canada
17096 wightianae grafia errata per fici-wightianae (vedi)
17124 wighti, ii (Acacia/ Albizia, Aerva/ Ouret/ Uretia, Agave, Agrostis, Ailanthus/ Pongelion, Anaphalis, Anaphyllum, , Andropogon sorghum var., Anisochilus, Anthistiria/ Iseilema, Apocopis, Arenga/ Saguerus, Arisaema, Arundinaria, Atalantia, Balsamodendrum/ Commiphora, Beilschmiedia/ Dehaasia/ Haasia, Bifaria, Bonnaya, Brachycorythis/ Phyllomphax, Bruguiera, Bryum/ Rosulabryum, Bulbophyllum/ Phyllorkis, Bupleurum, Calamus/ Palmijuncus, Calanthe, Calyptrocoryne/ Theriophonum, Campanula, Celtis/ Solenostigma, Cercinia, Ceropegia, Chionachne, Christisonia/ Aeginetia, Cinnamomum, Cirrhopetalum, Cissus, Claoxylon/ Micrococca, Clausena, Clypea/ Stephania, Coleus, Cololejeunea/ Physocolea, Commelina, Connarus, Convolvulus/ Ipomoea, Cratoxylum, Cryptochilus, Cryptocoryne, Cyanotis/ Tonningia, Cyperus, Dendrobium, Derris/ Deguelia/ Pterocarpus, Desmodium/ Meibomia, Dichaetaria/ Gymnopogon, Dictyospermum, Didymocarpus/ Henckelia, Dioscorea, Doronicum/ Senecio, Drimia, Dysodidendron/ Saprosma/ Serissa, Elatostema, Eria, Erigeron, Erythroxylum, Eugenia, Eulalia, Garcinia, Gnaphalium, Goniothalamus, Gymnopetalum, Habenaria, Helichrysum, Hemicyclia/ Drypetes, Holigarna, Hoya, Hydrilla, Hypnum/ Entodontopsis/ Stereophyllum, Indigofera/ Anila, Isodon/ Plectranthus/ Rabdosia, Jasminum, Keratephorus/ Ceratophorus/ Hapaloceras, Lecanthus, Leea, Lejeunea/ Euleujeunea, Leucobryum, Linociera/ Chionanthus, Liparis, Loranthus, Marsdenia, Meliosma, Memecylon, Meoschium, Meteorium/ Endotrichum/ Garovaglia/ Pterobryopsis/ Calyptothecium/ Pilotrichum, Micrargeria, Mitopetalum, Murdannia, Myriactis, Neonotonia/ Glycine/ Johnia/ Notonia/ Soja, Neurocalyx, Ochlandra/ Bambusa/ Teinostachyum, Ochrobryum, Oldenlandia/ Hedyotis, Ophioglossum, Pachystoma, Panicum, Pavetta/ Ixora, Phalaenopsis/ Doritis/ Kingidium, Phaseolus, Phoebe, Pilea/ Adicea, Piper, Pittosporum, Plagiochila, Plectronia, Pleurostylia, Podostemum/ Dicraeia, Pogostemon, Polystachya/ Dendrorkis, Polystachya, Pouzolzia, Ptychanthus, Rhamnus, Rhododendron, Rubus, Salvadora, Sarcochilus, Selaginella/ Bryodesma, Smilax, Solanum, Sophora, Sponia, Stemonoporus/ Vateria/ Vatica, Stenosiphonium/ Strobilanthes, Tectaria/ Aspidium/ Nephrodium, Ternstroemia/ Cleyera, Tetranthera, Teucrium, Tournefortia, Trema, Tricholaena/ Melinis/ Rhynchelytrum, Tripogon, Vachellia, Vanda, Vanilla, Vigna, Zygodon - Acanthophora, Calidictyon, Chara, Polyzonia, Sargassum - Endocarpon/ Leptotrema/ Myriotrema/ Phaeotrema/ Sanguinotrema/ Thelotrema, Hexagonia/ Polyporus/ Scenidium, Lobaria, Parmelia, Tulostoma) in onore dello scozzese Robert Wight (1796-1872), chirurgo militare della East-India Company e appassionato botanico, visse per 30 anni nell'India orientale e fu per tre anni il direttore del Giardino Botanico di Madras; raccolse oltre 100.000 esemplari anche con l'aiuto di collaboratori e fu in contatto con molti botanici del suo tempo
(Castilleja) in onore del botanico statunitense William Franklin Wight (1874-1954) che erborizzò negli USA e in Canada
(Caladium) specie raccolta da Mr. Wight nel 1859 nell'isola di Démérary (Guyana)
(Camaridium) errata grafia per wrightii (vedi)
8091 Wigandia [Boraginaceae] nomen conservandum, genere dedicato da Kunth al teologo tedesco Johannes Wigand (1523-1587), vescovo di Pomerania, allievo di Martin Lutero e autore della Vera historia de succino prussico et de herbis in Borussia nascentibus
[Asteraceae] nome illegittimo, genere dedicato allo stesso da Necker
9798 wiestii (Avena, Cyperus) in onore del botanico Anton Wiest (1801-1835) che erborizzò in Grecia ed Egitto
9434 wiesbaurianus, a, um (Hieracium, Veronica x, Viola x) in onore del gesuita, naturalista e botanico austriaco Johann Baptist Wiesbaur (1836-1906)
9396 wiesbauerianus, a, um errata grafia per wiesbaurianus (vedi)
9551 wiemannianus, a, um (Potentilla) in onore dello scopritore, il dr. Wiemann di Bratislavia, morto nel 1817
(Soldanella ×) probabilmente in onore di August Wiemann, ispettore dell’orto botanico universitario di Vienna e responsabile del settore delle piante alpine
21914 Wiegmannia [Rubiaceae] nome legittimo, genere dedicato da Meyen al farmacista e botanico tedesco Arend Joachim Friedrich Wiegmann (1770-1853), autore di un manuale di fitopatologia
[Capparaceae] nome illegittimo, genere dedicato allo stesso da Hochstetter e Steudel
14261 Widdringtonia [Cupressaceae] genere dedicato all'inglese Samuel Edward Cook (1787-1856) che nel 1840 assunse il cognome materno Widdrington e fu prima comandante della Royal Navy, poi visse in Spagna dove studiò le foreste di conifere
6920 widderi (Gymnadenia/ Nigritella, Ixoca, Rubus, Sempervivum, Silene veselskyi subsp., Thymus, Xanthium x) in onore di Felix Joseph Widder (1892-1974) micologo, botanico e naturalista austriaco
21913 wichuraianus, a, um (Rosa) specie dedicata al botanico tedesco Max Ernst Wichura (1817-1866) che partecipò a una spedizione prussiana in Estremo Oriente e fu un pioniere delle ricerche sugli ibridi
21912 wichanskyi (Geastrum saccatum var., Lepiota/ Leucoagaricus) in onore del botanico e micologo ceco Evžen Wichanský (1891-1962)
21911 Wiborgia [Fabaceae] nome legittimo, genere dedicato da Thunberg al veterinario e botanico danese Erik Nissen Viborg (1759-1822), primo professore di botanica dell’università di Copenhagen e direttore dell’Orto botanico, quindi direttore della scuola di veterinaria
[Asteraceae] nomen rejecendum, genere dedicato allo stesso da A. W. Roth
[Fabaceae] nome illegittimo, genere dedicato allo stesso da Kuntze
21910 Wibelia [Asteraceae] nome legittimo, genere dedicato da Gaertner, Meyer e Scherbius al medico e botanico tedesco August Wilhelm Eberhard Christoph Wibel (1775-1814)
[Davalliaceae] nome illegittimo, genere dedicato allo stesso da J.J. Bernhardi
[Violaceae] nome illegittimo, genere dedicato allo stesso da C. H. Persoon
21909 whytei, ii (Agrostis, Alafia, Aneilema, Angraecum/ Cyrtorchis/ Listrostachys, Anthericum, Aspidoglossum/ Schizoglossum, Astrochlaena, Barleria, Begonia, Bidens, Chailletia, Clutia, Coreopsis, Crepidorhopalon/ Lindernia, Dactyladenia/ Acioa, Dissotis, Droogmansia, Eugenia, Ficus, Geranium, Gladiolus, Hibiscus, Justicia, Knowltonia, Leucas, Limnanthemum, Lippia, Margaretta, Monanthotaxis/ Popowia, Parinari, Pelargonium, Peucedanum, Plectranthus, Pleioceras, Pycnostachys, Rinorea/ Alsodeia, Salacia, Secamone, Selaginella, Swertia, Tecoma, Widdringtoni/ Callitris) in onore del naturalista scozzese Alexander Whyte (1834-1908), membro della Linnean Society, che, dopo aver erborizzato a Ceylon, come botanico al servizio del ministero degli esteri fece importanti raccolte e creò giardini sperimentali in Kenya, Malawi, Uganda, Liberia e Sudafrica
(Puya) in onore di Mark Whyte, un entusiasta botanico amatore, che raccolse questa specie cilena introdotta intorno al 1840 dai vivai Veitch
21908 whyteanus, a, um (Anthospermum, Blaeria, Crassula, Erica, Euphorbia, Helichrysum, Ipomoea, Knowltonia/ Anemone, Lopholaena/ Othonna, Royena/ Diospyris, Selago, Senecio, Tephrosia, Thesium, Vernonia) in onore del naturalista scozzese Alexander Whyte (1834-1908), membro della Linnean Society, che, dopo aver erborizzato a Ceylon, come botanico al servizio del ministero degli esteri fece importanti raccolte e creò giardini sperimentali in Kenya, Malawi, Uganda, Liberia e Sudafrica
21966 Whitfordiodendron [Fabaceae] nome composto da Whitford, dedica al botanico ed esperto forestale statunitense Harry Nichols Whitford (1872-1941) che erborizzò negli Usa, nelle Filippine, in Sud America e in Canada, e dal greco δένδρον déndron albero: albero in onore di Whitford
21965 Whitfordia [Fabaceae] genere dedicato al botanico ed esperto forestale statunitense Harry Nichols Whitford (1872-1941) che erborizzò negli Usa, nelle Filippine, in Sud America e in Canada
[Ganodermataceae] genere di funghi dedicato allo stesso Harry Nichols Whitford
21948 whitfordi, ii (Acoridium/ Dendrochilum, Ardisia, Areca, Aspidium, Bauhinia, Bulbophyllum, Diospyros, Diplazium/ Athyrium, Calophyllum, Cedrela, Connarus, Cynometra, Dictyopteris, Discospermum/ Gardenia/ Randia/ Tricalysia, Elatostema, Embelia, Eria, Garcinia, Grona nemorosa subsp./ Desmodium, Huperzia/ Phlegmariurus/ Urostachys, Litsea, Livistona, Machaerium, Medinilla, Palaquium, Pandanus, Pteris, Radermachera, Saurauia, Selliguea/ Crypsinus/ Pleopeltis/ Polypodium, Semecarpus, Symplocos, Syzygium/ Eugenia, Tylophora, Vaccinium, Vatica) in onore del botanico ed esperto forestale statunitense Harry Nichols Whitford (1872-1941) che erborizzò negli Usa, nelle Filippine, in Sud America e in Canada
26785 Whitfieldia [Acanthaceae] genere dedicato al britannico Thomas Whitfiled che per conto di Edward Smith Stanley, conte di Derby, tra il 1841 e il 1849 raccolse mammiferi, uccelli e piante in Africa occidentale (Sierra Leone, Gambia)
21907 whitesloanianus, a, um grafia alternativa per whitesloaneanus (vedi)
21906 whitesloaneanus, a, um (Euphorbia x, Haworthia, Hoodia, Huernia/ Ceropegia) specie dedicata ai botanici americani Alain Campbell White (1880-1951) e Boyd Lincoln Sloane (1886-1955), coautori di The Stapeliaeae (1933), tuttora considerata la maggiore opera su questo genere
21905 Whitesloanea [Apocynaceae] genere dedicato ai botanici americani Alain Campbell White (1880-1951) e Boyd Lincoln Sloane (1886-1955), coautori di The Stapeliaeae (1933), tuttora considerata la maggiore opera su questo genere
21904 whitei, ii (Acacia/ Racosperma, Adiantum, Alphitonia, Amphibromus, Amyema/ Loranthus/ Pilostigma, Angianthus, Brachyscome, Bulbophyllum/ Serpenticaulis, Canarium, Eucalyptus, Hemigraphis, Hymenophyllum/ Mecodium, Hulemacanthus, Ixora, Leptospermum, Mussaenda, Niemeyera/ Amorphospermum, Ozothamnus/ Helichrysum, Pandanus, Panicum, Parinari papuana subsp., Phebalium, Phrynium/ Phacelophrynium, Psychotria, Pterostylis, Riedelia, Schizomeria, Schizostachyum, Tapeinosperma, Viscum, Xanthostemon, Zieria) in onore del botanico australiano Cyril Tenison White (1890 –1950) White, nipote di J. F. Bailey cui succedette nell’incarico di botanico del Governo del Queensland, che fece raccolte in Queensland, Nuova Guinea e Nuova Caledonia
(Anemopaegma/ Arrabidaea/ Fridericia/ Petastoma, Banisteriopsis/ Banisteria, Celosia, Chelonanthus/ Tetragonanthus, Goeppertia/ Calathea, Gonzalagunia/ Duggena, Echeveria, Ficus, Nautilocalyx, Turnera) in onore del botanico statunitense Orland Emile White (1885–1972) che partecipò alla Spedizione Mulford in Amazzonia (1921), quindi diresse l’arboretum oggi chiamato Orland E. White Research Arboretum in Virginia
(Ageratina, Ardisia/ Icacorea) in onore del raccoglitore Gene White che nel 1938 raccolse l’olotipo nella valle del Río Chiriquí Viejo a Panama
(Allophylus, Baphia, Dichapetalum, Diphasiopsis, Dyospiros, Psydrax/ Canthium, Vepris) in onore del botanico britannico Frank White (1927–1994), esperto della flora Africana e curator dell’erbario dell’università di Oxford
(Archidendron) in onore del raccoglitore K. J. White che che nel 1935 raccolse il tipo nell’Atherton Forest district (Queensland)
(Aristolochia, Lonchocarpus, Talinum) in onore del botanico statunitense Stephen S. White che tra il 1938 e il 1945 diresse una serie di spedizioni botaniche dell’Università del Michigan in Messico e Nicaragua
(Begoniella, Didymochlamys, Pescatoria/ Bollea/ Zygopetalum) in onore di R.B. White, viceconsole britannico a Medellin (Colombia) negli anni ‘70-’80 dell’Ottocento, che si interessò di civiltà precolombiane e fece raccolte di piante per i Kew Gardens
(Boronia) in onore di John White (1756-1832), chirurgo generale del Nuovo Galles del Sud che si interessò alla flora e alla fauna australiane e raccolse i primi esemplari di questo genere
(Buddleja, Primula) in onore dell’ingegnere, fotografo e funzionario britannico John Claude White (1853 – 1918) che servì in Bengala, Nepal, Darjeeling e Sikkim, partecipò alla spedizione britannica in Tibet, viaggiò in Buthan e lasciò una importante documentazione fotografica dei monumenti, delle civiltà e dei paesaggi visitati
(Cattleya) in onore del sig. White, raccoglitore del Hugh Low & Co. che raccolse questo ibrido naturale intorno al 1880
(Combretum, Tisonia) in onore di E. I. White che negli anni ’30 del 1900 fece raccolte in Madagascar
(Cotopaxia) in onore di Starker White che, quando entrambi erano studenti dell’Università del Wisconsin, organizzò e finanziò una spedizione in America centrale e in Colombia insieme a uno degli autori, W. S. Alwerson
(Cotyledon) in onore della sig.a G. White che raccolse nel 1897 l’olotipo presso Grahamstown
(Euphorbia) in onore dello scacchista, mecenate, collezionista e botanico Alain Campbell White (1880-1951) che insieme B.L. Sloane pubblicò The Stapeliaeae (1933), tuttora considerata la maggiore opera su questo genere, e fece ricerche anche originali sulle Euphorbiaceae
(Lathyrus) in onore del geologo e botanico statunitense Theodore Greely White (1872-1901 )
(Mondia/ Chlorocodon) in onore di A. S. White di Fundisweni, Natal (Sudafrica) che fece pervenire questa pianta a Hooker
(Nectandra/ Ocotea) in onore di Hugh J. White che sul Monte Lirio (Panama)ospitò la spedizione dell’Università del Michigan e segnalò l’ottima qualità del legname di questa specie
(Ptilotus/ Trichinium, Toxanthes) in onore del capitano S. A. White, che raccolse gli olotipi rispettivamente nel 1913 e nel 1915
(Sannantha) in onore del raccoglitore dell’olotipo G.J.White
11024 whipplei, ii
  • (Cylindropuntia/ Grusonia/ Opuntia, Hesperoyucca/ Yucca, Mimulus, Sclerocactus/ Echinocactus/ Echinocereus/ Ferocactus/ Pediocactus) in onore del topografo dell'esercito americano Amiel Weeks Whipple (1817-1863) che raccolse campioni di piante durante spedizioni sulla frontiera con il Canada e con il Messico, nel corso dei rilievi per la ferrovia transcontinentale
21903 whippleanus, a, um
  • (Penstemon, Senecio) in onore del topografo dell'esercito americano Amiel Weeks Whipple (1817-1863) che raccolse campioni di piante durante spedizioni sulla frontiera con il Canada e con il Messico, nel corso dei rilievi per la ferrovia transcontinentale
21902 whellani, ii (Euphorbia) in onore del naturalista, entomologo e botanico inglese James A. Whellan (1915-1995) che raccolse campioni in Zimbabwe, Malawi e Malesia
21901 wheeleri, ii (Angelica, Chaetadelpha/ Stephanomeria, Chorizanthe, Cirsium/ Carduus/ Cnicus, Dasylirion, Erysimum/ Cheiranthus/ Cheirinia, Madia/ Hemizonia, Poa, Potentilla, Psorodendron/ Parosela) in onore del maggiore dell'esercito americano George Montague Wheeler (1842-1905), topografo responsabile del cosiddetto Wheeler Survey, una delle principali ricognizioni degli Stati Uniti occidentali del tardo Ottocento, nel corso della quale raccolse piante insieme al botanico Joseph Trimble Rothrock
(Argythamnia, Euphorbia/ Chamaesyce, Phyllanthus - Metasphaeria) in onore del botanico statunitense Louis Cutter Wheeler (1910–1980) specialista di Euphorbiaceae
(Calceolaria) in onore del vivaista G. Wheeler di Warminster che ottenne questo ibrido orticolo nel 1831
(Carex) in onore del botanico statunitense Gerald Allen Wheeler (nato nel 1940), specialista di Cyperaceae e Caricaceae
(Crataegus) in onore di H.N. Wheeler che lo raccolse nel 1902 nel corso del Michigan Geological Survey
(Diplazium/ Allantodia/ Asplenium) in onore di un non meglio identificato Wheeler che la raccolse in Giappone
(Isotropis) in onore di William F. Wheeler, uno dei due raccoglitori che accompagnarono Alfred Howitt nella Victorian Relief Expedition (1861-1863)
(Peperomia) in onore di C. F. Wheeler che affiancò Britton nell’esplorazione di Porto Rico e delle Isole Vergini
(Platismatia) specie dedicata da Trevor Goward, Suzanne Altermann e Curtis Björk al fotografo e lichenologo britannico Timothy (Tim) B. Wheeler
(Rubus, Salix) in onore del botanico statunitense Charles Fay Wheeler (1842-1910) che creò un imponente erbario e diede un fondamentale contributo allo studio della flora del Michigan
(Cotoneaster) da definire
21900 weyrichi, ii (Chrysanthemum/ Dendranthema/ Leucanthemum, Cirsium/ Cnicus, Rhododendron/ Azalea) in onore di Heinrich Weyrich (1828-1863), medico navale russo di origine tedesca, che partecipò alla spedizione Putjatin in Asia orientale (1852) facendo raccolte in ogni tappa del viaggio
21899 weyerianus, a, um (Buddleja ×) in onore del maggiore William Johan Bates Van de Weyer (1870-1946) appassionato di floricultura che ottenne questo ibrido nel 1914
6201 wettsteini, ii (Alsine, Anemia, Arum, Ballota, Banisteria, Campanula, Centaurea/ Acosta, Cherleria/ Minuartia, Chusquea, Cirsium, Conophytum/ Mesembryanthemum, Corydalis/ Pistolochia, Cynanchica/ Asperula, Dianthus, Edraianthus/ Wahlenbergia, Elaphoglossum, Ephedra, Euphrasia, Festuca, Galium, Gentiana, Lamium, Leandra, Luzula, Meiracyllium, Myrsine/ Rapanea wettsteinii, Nematanthus/ Hypocyrta, Nepeta, Nidularium, Onobrychis/ Xanthobrychis, Paspalum, Pinus ×, Polygala, Primula ×, Ranunculus, Relbunium, Rhinanthus/ Alectorolophus, Rosa, Rubus, Rumex, Saxifraga, Sedum, Selaginella, Serapias, Sesleria, Sisyrinchium, Symphytum x, Soldanella, Trichanthecium/ Panicum, Trifolium, Vellozia, Viola) specie dedicate al botanico austriaco Richard Wettstein von Westersheim (1863-1931), insigne sistematico viennese. Insegnò a Praga e a Vienna, fu direttore dell’orto botanico universitario di Vienna, presidente della Società zoologica-botanica di Vienna e vicepresidente dell’accademia delle Scienze. Specialista della flora dell’Europa centrale, fece anche spedizioni in Brasile (1901) e Namibia, Sudafrica e Tanzania (1929-1930). Come tassonomista, fu un pioniere dell’integrazione tra tassonomia e filogenesi.
(Ardisiandra) in onore dello stesso Richard Wettstein von Westersheim e di suo figlio Friedrich (detto Fritz), professore di botanica all’università di Göttingen tra il 1925 e il 1931, che nello stesso periodo accompagnò il padre in spedizioni botaniche in Namibia, Sudafrica e Tanzania. Lavorò poi a Monaco e Berlino, specializzandosi in briofite, fisiologia vegetale e citogenetica.
(Rapatea) in onore dello stesso Friedrich (Fritz) Wettstein Ritter von Westersheim (1895-1945)
(Populus ×) in onore dell’ingegnere forestale Wolfgang Wettstein (1898–1984), figlio dello stesso Richard Wettstein e fratello di Friedrich, che diresse l’istituto per le tecniche di ibridazione della cellulosa di Karlsruhe e per primo segnalò questo ibrido
25085 Wetria [Euphorbiaceae] anagramma del genere Trewia (vedi) appartenente alla stessa famiglia
8090 Westringia [Lamiaceae] genere dedicato al medico e naturalista svedese Johan Peter Westring (1753-1833)
26784 westi, ii (Echeveria, Gymnocalycium/ Sulcorebutia/ Weingartia, Echinopsis maximiliana subsp./ Lobivia, Oxalis, Puya) in onore di James West, pseudonimo di Egon Viktor Moritz Karl Maria di Ratibor e Corvey, principe Hohenloe-Schillingsfürst (1886-1939); trasferitosi in California alla vigilia della Prima guerra mondiale, assunse questo nome e lavorò come giardiniere e progettista di giardini rocciosi; accompagnò la prima spedizione Goodspeas nelle Ande, quindi continuò per proprio conto a esplorare il Sud America, raccogliendo oltre 4000 esemplari; appassionato di succulente fu tra i fondatori della Cactus and Succulent Society
(Erica, Muraltia) in onore di W.C. West che raccolse queste specie sul Cathkin Peak, Drakensberg, Sudafrica
(Ferulago/ Johrenia, Iris, Tulipa aucheriana subsp.) in onore di Robert Haldane West (1862-1906), professore di matematica e astronomia del Syrian Protestant College di Beirut, che accompagnò l’autore G.E. Post in una spedizione in Libano
(Danthoniopsis, Gutenbergia/ Erlangea, Polygala) in onore dell’ecologo e agronomo Oliver West (1910-?) che fece raccolte in Angola, Sudafrica, Zimbabwe, Kenya e Zambia, autore di The vegetation of Weenen County, Natal
(Hieracium) in onore del botanico e micologo britannico Cyril West (1887-1986), specialista di Asteraceae e dei generi Hieracium e Pilosella
(Linum) in onore del botanico Erdman West, membro del team che raccolse l’olotipo, e studioso della flora della Florida
(Psychotria/ Uragoga) in onore del botanico, filologo e amministratore danese Hans West (1758-1811) che fece raccolte nelle Antille e a Porto Rico
(Ixora ×) senza indicazioni nel protologo
21898 westbrookiae (Aglaothamnion) specie di alghe dedicata alla botanica britannica Marjorie Alison Wilson nata Westbrook (1903-1978), moglie del naturalista Douglas P. Wilson
21897 Wessiea [fossili] genere di pianta fossile dedicato al paleontologo statunitense Wesley Conrad Wehr (1929-2004) che studiò la flora del Cenozoico nel Nord America occidentale
21896 wesheni, ii (Cousinia) della località di al-Washam, vicino a Palmira in Siria
26783 Werneria [Asteraceae] genere dedicato al geologo tedesco (nato a Osiecznica, Polonia) Abraham Gottlob Werner, (1749–1817), professore di mineralogia a Friburgo, fondatore della teoria nettunista o werneriana, pioniere della geologia storica
21895 werneri, ii (Acronia, Andinia/ Brachycladium/ Lepanthes/ Neooreophilus/ Oreophilus/ Penducella, Anthurium, Crocodeilanthe, Dryadella, Effusiella, Eloyella, Muscarella/ Specklinia, Myoxanthus, Octomeria, Philodendron, Trichosalpinx/ Tubella) in onore del botanico tedesco Florian A. Werner della Carl von Ossietzky Universität di Oldenburg, specializzato in ecosistemi delle foreste tropicali, che ha partecipato a raccolte in Ecuador
(Aloë, Euphorbia) in onore del botanico tedesco Werner Hermann Heinrich Rauh (1913-2000), professore e direttore del Giardino Botanico dell'Università di Heidelberg, specialista di piante succulente che effettuò spedizioni in tutto il mondo: Grecia, Spagna, Arabia, Sudafrica, Madagascar, Cameroon, Marocco, Messico, Ecuador, Perù
(Alpinia, Appendicula, Asplenium, Bulbophyllum, Cestichis, Crepidium/ Microstylis/ Malaxis, Goodyera/ Salacistis, Hemipteris/ Pteris, Humata/ Pachypleuria, Lindsaea, Liparis/ Blepharoglossum, Oberonia, Oleandra, Ptisana/ Marattia, Sericolea/ Hormopetalum, Selliguea/ Pleopeltis/ Polypodium, Sciaphila, Sphaeropteris/ Cyathea, Trichomanes/ Crepidophyllum/ Crepidopteris/ Polyphlebium/ Reediella) in onore del raccoglitore, il naturalista tedesco E. Werner, collaboratore di Schlechter, che tra il 1907 e il 1908 fece importanti raccolte in Nuova Guinea
(Anthemis, Teucrium) in onore dello zoologo austriaco Franz Werner (1867-1939) che ne raccolse gli olotipi nei corso delle sue spedizioni in Grecia e nell'Egeo
(Arabis, Marrubium, Saxifraga – Dermatocarpon, Porina, Opegrapha, Pertusaria, Parmelia) in onore del lichenologo francese Roger-Guy Werner (1901-1977)
(Centaurea, Hieracium) in onore del botanico tedesco Werner Greuter (1978-2008), direttore del giardino e del museo botanico di Berlino-Dahlem, per i suoi contributi alla conoscenza della flora balcanica
(Cyrtochilum/ Odontoglossum/ Oncidium/ Trigonochilum, Epidendrum, Pleurothallis, Stelis) in onore dell’ingegnere civile tedesco Werner Hopp (1887 –?) che tra il 1920 e il 1924 fece importanti raccolte di orchidee in Colombia e Perù, descritte da Schlechter in Orchidaceae Hoppianae
(Lithops) in onore dell’orticultore di origine tedesca Wilhelm Triebner (1883-1957) che durante il servizio militare fece raccolte in Namibia, dove poi si stabilì e creò un vivaio di succulente nei pressi di Windhoek
(Panicum/ Dichanthelium) in onore del botanico statunitense William C. Werner (1851-1935) dell’Università dell’Ohio
(Parodia, Tacinga/ Opuntia) in onore dell’imprenditore e cactofilo svizzero Werner J. Uebelmann (1921-2014)
(Piper) in onore di H. Werner che raccolse l’olotipo in Brasile per l’orto botanico di Zurigo
(Scilla) in onore di un non meglio identificato Werner che nel 1907 raccolse l’olotipo nell’allora Congo belga
(Crassula, Hordeum) da definire
25746 werner-rauhianus, a, um (Tillandsia) in onore del botanico tedesco Werner Hermann Heinrich Rauh (1913-2000), professore e direttore del Giardino Botanico dell'Università di Heidelberg, specialista di piante succulente che effettuò spedizioni in tutto il mondo: Grecia, Spagna, Arabia, Sudafrica, Madagascar, Cameroon, Marocco, Messico, Ecuador, Perù
21894 werffi, ii (Anthurium, Blechnum/ Parablechnum, Bishopanthus, Ceradenia, Cranichis, Cyathea, Cyclopogon, Dendrophthora, Draba, Epidendrum, Grammitis/ Zygophlebia, Jaltomata, Lepidium, Pepinia, Selaginella) in onore del botanico olandese Hendrik Hessel ('Henk') van der Werff (1946-vivente), professore associato dell’università del Missouri, specialista di Lauraceae
21893 werdermannianus, a, um (Aristolochia, Cryptantha, Leucostele/ Echinopsis/ Trichocereus, Lupinus, Parodia/ Notocactus/ Peronocactus/ Wigginsia Pilosocereus/ Pseudopilocereus) in onore del botanico ed esploratore tedesco Erich Werdermann (1892-1959), esperto di Cactaceae, che erborizzò in Sud Africa, Messico, Cile, Brasile, Bolivia, Germania, Grecia, Italia, Norvegia e Svezia
17526 Werdermannia [Brassicaceae] genere dedicato al botanico ed esploratore tedesco Erich Werdermann (1892-1959), esperto di Cactaceae, che erborizzò in Sud Africa, Messico, Cile, Brasile, Bolivia, Germania, Grecia, Italia, Norvegia e Svezia
21892 werdermanni, ii (Aechmea, Alshehbazia/ Eudema/ Petroravenia, Alstroemeria, Astragalus, Calceolaria, Carex, Catabrosa/ Phippsia, Cleome/ Tarenaya, Coryphantha, Cuscuta, Danthonia, Desmoncus, Echinopsis, Festuca, Galium, Geonoma, Melochia, Mikania, Nolana, Nototriche, Oriastrum, Ouratea, Pachyphytum, Paliavana, Portulaca, Puya, Senecio, Siphocampylus, Syagrus, Tillandsia, Viola – Asteridiella, Irene, Puccinia) in onore del botanico ed esploratore tedesco Erich Werdermann (1892-1959), esperto di Cactaceae, che erborizzò in Sud Africa, Messico, Cile, Brasile, Bolivia, Germania, Grecia, Italia, Norvegia e Svezia
26781 Werckleocereus [Cactaceae] nome composto da Wercklé, dedica al giardiniere e botanico franco-costaricense Karl (Carlos) Wercklé (1860 - 1924); nato in Lorena, dopo aver lavorato per qualche tempo negli Stati Uniti, nel 1902 si trasferì in Costa Rica, di cui divenne il maggior botanico, con importanti raccolte e un trattato sulla fitogeografia del paese; e dal genere Cereus (vedi) per la somiglianza con quel genere
26782 wercklei (Agave, Bromelia, Burmannia, Camaridium/ Chaseopsis, Campyloneurum/ Polypodium, Cavendishia, Coccoloba, Dennstaedtia/ Microlepia/ Saccoloma, Dichaea, Elaphoglossum, Elleanthus, Epidendrum/ Epidanthus/ Neowilliamsia, Eriopsis, Fregea, Greenwoodiella/ Schiedeella/ Spiranthes, Habenaria, Hibiscus, Hidalgoa/ Childsia, Hymenophyllum/ Sphaerocionium, Kefersteinia/ Chondrorhyncha/ Senghasia, Lepanthes, Malaxis/ Microstylis, Maxillaria/ Ornithidium, Metternichia, Montanoa, Oncidium, Peperomia, Pleurothallis, Rhipsalis, Scaphyglottis, Selenicereus/ Cereus/ Mediocactus, Sobralia, Stelis, Weinmannia) in onore del giardiniere e botanico franco-costaricense Karl (Carlos) Wercklé (1860 - 1924); nato in Lorena, dopo aver lavorato per qualche tempo negli Stati Uniti, nel 1902 si trasferì in Costa Rica, di cui divenne il maggior botanico, con importanti raccolte e un trattato sulla fitogeografia del paese
26770 Wercklea [Malvaceae] genere dedicato al giardiniere e botanico franco-costaricense Karl (Carlos) Wercklé (1860 - 1924); nato in Lorena, dopo aver lavorato per qualche tempo negli Stati Uniti, nel 1902 si trasferì in Costa Rica, di cui divenne il maggior botanico, con importanti raccolte e un trattato sulla fitogeografia del paese
21891 Werauhia [Bromeliaceae] genere dedicato al botanico tedesco Werner Hermann Heinrich Rauh (1913-2000), professore e direttore del Giardino Botanico dell'Università di Heidelberg, specialista di piante succulente che effettuò spedizioni in tutto il mondo: Grecia, Spagna, Arabia, Sudafrica, Madagascar, Cameroon, Marocco, Messico, Ecuador, Perù
21890 wendti, ii (Agave, Aphelandra, Arachnothryx/ Rondeletia Ardisia/ Ibarraea Brickellia, Canotia, Cryptocoryne, Desmopsis, Diplazium, Epidendrum, Frangula/ Rhamnus, Hernandia, Ipomopsis, Justicia, Lepanthes, Lonchocarpus, Magnolia, Malpighia, Maytenus/ Monteverdia, Neurolaena, Parathesis, Poa, Salix, Scutellaria, Selaginellla, Sida, Stelis, Stenanona, Tamayorkis/ Malaxis) in onore del botanico statunitense Thomas Leighton Wendt (1950-2019) che fece raccolte soprattutto in Messico
(Rubus, Taraxacum) in onore del botanico dilettante svedese Göran Wendt di Växjö
11919 Wendlandiella [Arecaceae] in in onore del botanico e orticultore tedesco Hermann H.A. Wendland (1825-1903), figlio di Henrich Ludolph Wendland e nipote di Heinrich Ludolph WEndland; dopo aver lavorato nei giardini imperiali di Schönbrunn, divenne assistente del padre; dal 1856 al1857, viaggiò in Guatemala, Salvador e Costa Rica, raccogliendo molte piante, tra cui numerose orchidee; il suo Index palmarum, cyclanthearum, pandanearum, cycadearum forma le basi della moderna classificazione delle Arecaceae
11918 wendlandianus, a, um (Adenandra, Agathosma, Berzelia, Diosma, Erica/ Ericoides, Orbea/ Stapelia/ Stissera, Pomaderris/ Ceanothus/ Trymalium) in onore del giardiniere e botanico tedesco Johann Christoph Wendland (1755-1828), fondatore di una dinastia di giardinieri che per tre generazioni diresse i Giardini reali di Herrenhausen ad Hannover; specialista di piante fruttifere, curò anche pubblicazioni sulle esotiche coltivate in quei giardini
(Areca/ Nenga, Bactris, Bifrenaria/ Adipe/ Stenocoryne, Bollea, Bulbophyllum/ Cirrhopetalum, Chamaedorea/ Nunnezharia/ Stephanostachys, Columnea, Epidendrum/ Encyclia, Eremospatha, Eugeissona, Eulophia/ Lissochilus, Exorrhiza, Gasteranthus/ Besleria, Geonoma, Hydriastele/ Kentia, Hyospathe, Masdevallia/ Acinopetala, Odontoglossum ×/ Oncidium ×, Oncidium, Pelexia/ Spiranthes, Pleurothallis, Psychotria, Ptychosperma, Saccolabium, Thrinax) in onore del botanico e orticultore tedesco Hermann H.A. Wendland (1825-1903), figlio di Henrich Ludolph Wendland e nipote di Heinrich Ludolph Wendland; dopo aver lavorato nei giardini imperiali di Schönbrunn, divenne assistente del padre; dal 1856 al1857, viaggiò in Guatemala, Salvador e Costa Rica, raccogliendo molte piante, tra cui numerose orchidee; il suo Index palmarum, cyclanthearum, pandanearum, cycadearum forma le basi della moderna classificazione delle Arecaceae
11917 Wendlandia [Rubiaceae] nomen conservandum, genere dedicato da F.G. Bartling al giardiniere e botanico tedesco Johann Christoph Wendland (1755-1828), fondatore di una dinastia di giardinieri che per tre generazioni diresse i Giardini reali di Herrenhausen ad Hannover; specialista di piante fruttifere, curò anche pubblicazioni sulle esotiche coltivate in quei giardini
[Menispermaceae] nomen rejecendum, genere dedicato allo stesso da Willdenow
11916 wendlandi, ii (Crataegus, Diosma, Melocactus, Mespilus, Protea) in onore del giardiniere e botanico tedesco Johann Christoph Wendland (1755-1828), fondatore di una dinastia di giardinieri che per tre generazioni diresse i Giardini reali di Herrenhausen ad Hannover; specialista di piante fruttifere, curò anche pubblicazioni sulle esotiche coltivate in quei giardini
(Baccharis) in onore del botanico e giardiniere tedesco Heinrich Ludolph Wendland (1791-1869), figlio del precedente, direttore dei giardini di Herrenhausen e autore di un testo sul genere Acacia
(Acontias/ Xanthosoma, Ageratum, Alomia/ Phalacrea, Anthurium, Calliandra/ Anneslia/ Feuilleea, Calyptocarpus, Cattleya ×, Chamaedorea, Cibotium/ Dicksonia, Colocasia, Crossoliparis/ Leptorkis/ Liparis/ Malaxis, Cyathea/ Alsophila/ Trichipteris, Cycas, Cypripedium, Danaea, Dieffenbachia, Geonoma, Gunnera, Homalomena/ Adelonema, Hyphaene, Lepanthes, Meiracyllium, Mormodes, Myrmecophila/ Bletia/ Laelia/ Schomburgkia, Pentagonia/ Watsonamra, Pitcairnia, Philodendron, Polypodium, Raphia, Rhodospatha, Selaginella, Solanum, Spathiphyllum, Streptocarpus, Syngonium, Viburnum / Oreinotinus, Zygopetalum/ Warczewiczella) in onore del botanico e orticultore tedesco Hermann H.A. Wendland (1825-1903), figlio di Henrich Ludolph Wendland e nipote di Heinrich Ludolph Wendland; dopo aver lavorato nei giardini imperiali di Schönbrunn, divenne assistente del padre; dal 1856 al1857, viaggiò in Guatemala, Salvador e Costa Rica, raccogliendo molte piante, tra cui numerose orchidee; il suo Index palmarum, cyclanthearum, pandanearum, cycadearum forma le basi della moderna classificazione delle Arecaceae
(Ficus, Pandanophyllum) senza indicazioni nel protologo
21884 Wenderothia [Fabaceae] genere dedicato al botanico tedesco Georg Wilhelm Franz Wenderoth (1774-1861)
13736 welwitschianus, a, um (Acalypha/ Ricinocarpus, Diasperus/ Phyllanthus, Erythrococca/ Athroandra/ Claoxylon, Linaria bipunctata var., Moullava/ Caesalpinia/ Mezoneurum, Croton/ Oxydectes, Maytenus, Motandra, Ulex) in onore dell'esploratore botanico e zoologo austriaco Friedrich Martin Josef Welwitsch (1806-1872) che erborizzò in Portogallo, dove fu direttore del Giardino Botanico di Lisbona, quindi alle Canarie e a Madera, infine per molti anni in Angola e Namibia, dove scoprì tra l’altro la straordinaria Welwitschia mirabilis. Dopo aver lavorato al Museo di storia naturale di Londra, concluse la sua carriera ai Kew Gardens catalogando la sua immensa collezione
13735 Welwitschia [Welwitschiaceae] nomen consersrvandum, genere dedicato da J. D. Hooker all'esploratore botanico e zoologo austriaco Friedrich Martin Josef Welwitsch (1806-1872) che erborizzò in Portogallo, dove fu direttore del Giardino Botanico di Lisbona, quindi alle Canarie e a Madera, infine per molti anni in Angola e Namibia, dove scoprì tra l’altro la straordinaria Welwitschia mirabilis. Dopo aver lavorato al Museo di storia naturale di Londra, concluse la sua carriera ai Kew Gardens catalogando la sua immensa collezione
[Polemoniaceae] nome illegittimo, genere dedicato da H.G.L. Reichenbach allo stesso Friedrich Martin Josef Welwitsch
13734 welwitschi, ii (Abutilon indicum var., Acrocephalus, Adenia/ Modecca, Aeollanthus, Agiella/ Balanites, Agrostis, Aleuritopteris, Albizia/ Feuilleea, Alectra/ Melasma, Allium, Allophylus, Aloë, Alsophila/ Cyathea, Anchomanes, Aneilema, Anthericum, Anthospermum, Antiaris, Aristida, Armeria/ Statice, Aptosimum, Armeria, Aspidium/ Dryopteris/ Nephrodium, Aspilia, Asystasia, Atheranthera, Baissea/ Perinerion, Balanites, Balsamea, Barleria, Bauhinia, Berkheya/ Crocodilodes, Blepharis, Blighia/ Phialodiscus, Boscia, Bosqueia, Brachycorythis, Brachystegia, Buchnera, Burmannia, Calamagrostis, Caloncoba/ Oncoba, Canthium, Capparis, Carex, Catophractes, Celosia, Cleome, Chasmanthera, Chlorophytum, Chrysanthemum, Chytranthus, Cirsium, Cissus/ Vitis, Clematis, Clerodendrum/ Siphonanthus, Coffea, Cola, Coleus, Coloncoba/ Oncoba, Combretum, Commelina, Commiphora, Corallocarpus/ Rhynchocarpa, Corymbis, Crepidorhopalon/ Craterostigma, Crinum, Crotalaria, Cryptolepis/ Ectadiopsis, Cucumis, Cynanchum, Cyperus/ Kyllinga, Cyphocarpa, Cyrtanthus, Cytisogenista/ Cytisus / Sarothamnus, Dactyliandra/ Ctenolepis, Dalbergiella/ Ostryocarpus, Diaphananthe/ Angorchis/ Listrostachys, Dicliptera, Dicomopsis/ Dicoma, Dioscorea, Diospyros, Dipcadi/ Uropetalon, Diplazium/ Asplenium/ Athyrium, Diplorrhynchus, Disa, Dissotis, Donella/ Chrysophyllum, Ekebergia, Elaphoglossum/ Acrostichum, Elatostema, Eleocharis, Eleotis, Elephantopus, Elionurus, Embelia/ Pattara, Empogona/ Tricalysia, Eragrostis, Eriocaulon, Eriosema, Erythrotrichia, Eulophia/ Orthochilus, Euphorbia/ Tithymalus, Fadogia, Fagara, Felicia/ Erigeron, Ferraria, Ficus, Freirea/ Parietaria, Fuerstia, Fuirena, Gagea, Genista, Gerbera, Gladiolus, Gnidia, Gongronema, Grewia/ Vincentia/ Vinticena, Habenaria/ Bilabrella, Hemionitis/ Aleuritopteris/ Cheilanthes, Hermstaedtia, Hibiscus, Hispidella, Humularia/ Damapana/ Geissaspis/ Smithia, Hyparrhenia/ Andropogon/ Cymbopogon, Hyphaene, Iberis, Inula, Ipomoea, Isoetes, Ilysanthes/ Lindernia, Jasminum, Juncus, Kalanchoe, Lactuca/ Sonchus, Lannea/ Calesiam/ Odina, Lapeirousia, Lefeburia, Leucas, Littonia, Lobelia, Maerua, Maesa, Malaxis/ Leptorkis/ Liparis/ Lisowskia, Lissochilus, Manilkara/ Mimusops, Marcelliopsis/ Marcellia, Melinis/ Rhynchelytrum, Melochia, Mentha, Microcharis/ Anila/ Indigofera, Momordica, Monechma, Moraea, Myosotis, Najas, Neomuellera, Nidorella/ Conyza, Notonia/ Senecio, Ochna/ Ochnella/ Polyochnella, Odontostelma/ Schizoglossum, Olea/ Linociera / Mayepea / Osmanthus/ Steganthus, Oleandra, Oldenlandia, Oncocalyx/ Loranthella/ Loranthus/ Odontella/ Tapinanthus, Orchis/ × Orchiaceras, Orobanche, Osbeckia, Ouratea/ Rhabdophyllum, Pandanus, Pandiaka/ Achyranthes/ Centrostachys, Petalidium/ Pseudobarleria, Peucedanum, Physotrichia, Pimpinella, Piptophyllum/ Pentaschistis, Plectranthus, Plectronia, Pleiocarpa, Pleiotaxis, Polygala, Protea/ Leucadendron, Pseudobarleria, Psychotria/ Grumilea, Quercus ×, Raphionacme/ Chlorocyathus, Raphanocarpus, Raphia, Raphidiocystis, Rauvolfia, Rinorea/ Alsodeia, Rhus/ Toxicodendron, Rotala, Rytigynia, Sarcostemma, Satyrium, Schrebera, Scilla, Scirpus, Scleria, Sebaea, Securidaca/ Elsota, Seddera, Selago, Senegalia/ Acacia, Sericocoma/ Sericocomopsis, Setaria, Simicratea/ Hippocratea/ Simirestis, Solanum, Sopubia, Sphacophyllum, Sporobolus, Stathmostelma/ Asclepias, Striga, Strophanthus/ Zygonerion, Strychnos, Sutera, Syncolostemon/ Hemizygia/ Orthosiphon, Syngonanthus/ Paepalanthus, Syrrheonema, Swertia, Tacazzea, Terminalia, Thalia, Thesium, Thymus/ Origanum, Trichilia, Trichodesma, Triclisia, Triraphis, Tristachya, Triumfetta, Utricularia, Uvaria/ Oxymitra, Vepris/ Glycosmis/ Teclea, Vernonia, Vitex, Wahlenbergia/ Lightfootia, Wolffiella/ Wolffia/ Wolffiopsis, Xyridopsis, Xyris, Zanthoxylum – Abrothallus/ Phymatopsis, Aecidium, Arthopyrenia/ Dothidella/ Mycosphaerella, Asterothyrium, Engizostoma, Geastrum, Hexagonia, Lycoperdon, Pyrenula/ Anthracothecium, Valsa) in onore dell'esploratore botanico e zoologo austriaco Friedrich Martin Josef Welwitsch (1806-1872) che erborizzò in Portogallo, dove fu direttore del Giardino Botanico di Lisbona, quindi alle Canarie e a Madera, infine per molti anni in Angola e Namibia, dove scoprì tra l’altro la straordinaria Welwitschia mirabilis. Dopo aver lavorato al Museo di storia naturale di Londra, concluse la sua carriera ai Kew Gardens catalogando la sua immensa collezione
11117 Wellingtonia [Sabiaceae] nome legittimo, genere dedicato da C.D.F. Meisner a Sir Arthur Wellesley, primo Duca di Wellington (1769–1852), irlandese di nascita, militare e statista britannico, vincitore di Napoleone in Spagna e Waterloo, poi per due volte primo ministro
[Cupressaceae] nome illegittimo, genere dedicato da J. Lindley a Sir Arthur Wellesley, primo Duca di Wellington (1769–1852) (vedi sopra)
21883 wellbyi (Artemisia, Delphinium, Euphorbia, Hibiscus, Oligosporus, Pterodiscus, Saussurea, Swertia) in onore del capitano ed esploratore britannico Montague Sinclair Wellby (1866-1900) che partecipò a spedizioni in Somalia, Tibet e Abissinia nel corso delle quali fece anche raccolte di piante
21882 weldianus, a, um (Rhododendron) in onore del generale Stephen Minot Weld (1842-1920), grande appassionato di orticoltura, che fu presidente della Società di Orticultura del Massachussets e aiutò Charles Spargue Sargent a creare la collezione dell’Arnold Arboretum
6199 weldenianus, a, um (Anthyllis, Genista, Jacea/ Centaurea subsp., Primula x) in onore del generale austriaco, alpinista e botanico dilettante Franz Ludwig von Welden (1782-1853) autore di una monografia sul Monte Rosa
(Phlebia) in onore del micologo e lichenologo statunitense Arthur Luna Welden (1927-2014)
26755 Weldenia [Commelinaceae] genere dedicato al generale austriaco, alpinista e botanico dilettante Franz Ludwig von Welden (1782-1853), autore di una monografia sul Monte Rosa
6421 weldeni, ii (Crocus, Cytisus, Laburnum, Plantago, Verbascum) in onore del generale austriaco, alpinista e botanico dilettante Franz Ludwig von Welden (1782-1853), autore di una monografia sul Monte Rosa
(Biscogniauxia, Hymenochaete, Hypoxylon, Knemiothyrium, Psilocybe) in onore del micologo e lichenologo statunitense Arthur Luna Welden (1927-2014)
23344 weitfeldensis, e (Hieracium ssp.) della Weitfeld Alm (Alpe Campolungo) che era un marginale alpeggio dell'alta Schwarzbachtal (Vallone di Rio Nero) nei pressi Luttach (Lutago), comune della Ahrntal (Valle Aurina): riferimento alla località dei primi ritrovamenti
21881 Weinmannia [Cunoniaceae] genere dedicato da Linneo a Johann Wilhelm Weinmann (1683-1741) farmacista e botanico, creatore di un piccolo giardino botanico e promotore di Phytanthoza iconographia, un grandioso florilegio in otto volumi con illustrazioni di Dyonisius Ehret e testi di Johann Georg Nicolaus Dieterichs
21880 weingartianus, a, um (Arequipa/ Arequipiopsis/ Borzicactus var., Austrocylindropuntia/ Cylindropuntia/ Opuntia, Cereus/ Leptocereus/ Noabbottia, Chilita/ Ebnerella/ Escobariopsis/ Mammillaria, Echinocactus) in onore dell'imprenditore e botanico amatoriale tedesco Wilhelm Weingart (1856-1936), studioso di Cactaceae
21879 Weingartia [Cactaceae] genere dedicato all'imprenditore e botanico amatoriale tedesco Wilhelm Weingart (1856-1936), studioso di Cactaceae
10873 Weingaertneria [Poaceae] in onore del teologo e matematico tedesco Johann Christoph Weingärtner (1771-1833), professore dell’Università di Erfurt, che raccolse una specie di questo genere intorno al 1800
21878 Weihea [Rhizophoraceae] nome legittimo, genere dedicato da Sprengel al botanico tedesco Carl Ernst August Weihe (1779-1834), studioso del genere Rubus
[Iridaceae] nome illegittimo, nome dedicato da Ecklon allo stesso
21877 weigeliae (Ascophyta, Botryosphaeria, Cercospora, Diplodia, Diplodina, Hendersonia, Melanops, Mycosphaerella, Phoma, Phyllosticta, Pseudocercospora, Ramularia, Septoria, Sphaerella) genitivo del genere Weigela (vedi) a cui appartengono le piante ospiti di questi funghi
6198 Weigela [Caprifoliaceae] genere dedicato al botanico tedesco Christian Ehrenfried von Weigel (1748-1831), autore di una Flora della Pomerania
21876 Wehrwolfea [fossili] genere di piante fossili dedicate ai paleontologi statunitensi Wesley Conrad Wehr (1929-2004) e Jack Albert Wolfe (1936-2005)
21875 wehri, ii (Osmunda, Pseudolarix, Cretomerobius) specie di piante fossili dedicate al paleontologo statunitense Wesley Conrad Wehr (1929-2004) che studiò la flora del Cenozoico nel Nord America occidentale
21874 weerakitianus, a, um (Epidendrum) in onore del medico thailandese Weerakit Harnpariphan (1955-) che ha contribuito alla conservazione della flora colombiana
14081 wedelianus, a, um (Anthurium, Chamaedorea, Ocotea) in onore del fotografo e raccoglitore di uccelli e piante Hans (Alwyn Hasso) von Wedel (1873-1957) che contribuì allo studio della flora Panamense
8294 Wedelia [Asteraceae] nomen conservandum, genere dedicato da von Jacquin al medico e botanico tedesco Georg Wolfgang Wedel (1645-1721)
[Nuctaginaceae] nomen rejecendum, genere dedicato allo stesso da P. Loefling
14080 wedeli, ii (Ardisia/ Auriculardisia, Dicranopygium, Mikania, Peperomia, Piper, Prestonia) in onore del fotografo e raccoglitore di uccelli e piante Hans (Alwyn Hasso) von Wedel (1873-1957) che contribuì allo studio della flora Panamense
(Pelargonium) etimo dell’epiteto non indicato nel protologo
12134 Weddellina [Podostemaceae] genere dedicato al botanico e medico britannico naturalizzato francese Hugh (Hugues) Algernon Weddell (1819-1877), specializzato nella flora del Sudamerica
12132 weddellianus, a, um (Aa/ Altensteinia, Acalypha/ Ricinocarpus, Anetanthus, Arawakia/ Tovomita, Arthrostemma/ Pterolepis, Astragalus / Tragacantha, Baccharis, Bocagea, Boehmeria, Celtis, Cheilanthes, Chaetogastra, Cinchona, Clusia, Cocos/ Lytocaryum/ Microcoelum/ Syagrus, Colletia, Cottendorfia/ Fosterella/ Lindmania, Crenias/ Mniopsis/ Podostemum, Crocodeilanthe/ Humboltia/ Pleurothallis/ Stelis, Ctenodon, Cuphea, Dalechampia, Discaria/ Kentrothamnus/ Trevoa, Dupatya/ Paepalanthus, Dyckia, Erigeron, Eriocaulon, Facelis, Galactia, Gamochaeta, Geonoma, Gnaphalium, Halenia, Hedyosmum/ Tafalla, Hepetis/ Pitcairnia, Mabea, Manihot, Microuratea/ Setouratea, Mimosa, Monnina/ Pteromonnina, Mourera, Norantea/ Schwartzia, Ouratea, Palicourea/ Psychotria, Pellaea, Phenax, Philodendron, Plantago, Polygala, Pouteria, Psoralea, Puya, Ribes, Rudgea/ Uragoga, Sebastiania/ Stillingia, Senecio, Senna, Taccarum, Turnera, Valeriana) in onore del botanico e medico britannico naturalizzato francese Hugh (Hugues) Algernon Weddell (1819-1877), specializzato nella flora del Sudamerica
12133 weddelli, ii (Aceras x/ Orchis x, Acinodendron, Aldama/ Rhysolepis/ Viguiera, Astrocaryum, Aristolochia, Arkezostis/ Cayaponia/ Perianthopodus, Asclepias, Baccharis, Berberis, Bulbophyllum/ Didactyle/ Phyllorkis/ Xiphizusa, Calappa/ Cocos, Cambessedesia, Capethia, Centropogon, Cinnamomum, Clidemia, Cordia, Diospyros, Diplostephium/ Linochilus/ Piofontia, Doniophyton, Epidendrum, Eremanthus, Espeletia, Eupatorium, Exhalimolobos/ Halimolobos/ Sisymbrium, Faramea, Geranium, Graffenrieda, Gymnopsis, Hesperis, Huperzia/ Lycopodium/ Phlegmariurus/ Urostachys, Jussiaea, Laportea, Lasiandra/ Pleroma/ Tibouchina, Lepidium, Leucosyke, Lophophytum, Malaxis/ Microstylis, Marsdenia/ Ruehssia/ Verlotia, Miconia, Microlicia, Mouriri, Nectandra, Neocuatrecasia, Oncidium, × Orchiaceras, Peperomia, Pilea, Piper, Pleroma, Potentilla, Pouzolzia, Ranunculus, Rhynchanthera, Salpichroa, Senecio, Solanum, Stellaria, Syngonanthus, Tillandsia, Tococa, Trichilia, Viola, Werneri/ Xenophyllum) in onore del botanico e medico britannico naturalizzato francese Hugh (Hugues) Algernon Weddell (1819-1877), specializzato nella flora del Sudamerica
21873 websterianus, a, um (Borzicactus) in onore del Dr. Frederic Webster Goding (1858-1933), entomologo e console generale degli Stati Uniti a Guayaquil Ecuador dal 1914 al 1924, che assistette J. N. Rose nell’esplorazione botanica del paese
(Echinocereus) in onore di Gertrude D. Webster (1872-1947), filantropa statunitense patrona del Desert Botanical Garden, Phoenix (Arizona, USA)
(Eucalyptus) in onore del farmacista, poi medico australiano Leonard Clarke Webster (1870-1942) che fece raccolte in Tasmania e nel Nuovo Galles del Sud
(Rhododendron) in onore di Frank G. Webster (1841-1930), banchiere americano
(Phyllanthus) in onore del botanico statunitense Grady Linder Webster (1927-2005), specialista di Euphorbiaceae e del "labirintico" genere Phyllanthus, che fece ricerche sul campo in diversi paesi tropicale e subtropicali raccogliendo oltre 30.000 esemplari
21872 websteri, ii (Acacia/ Racosperma, Eremophila, Ixiolaena/ Leoiocarpa, Melaleuca) in onore del farmacista, poi medico australiano Leonard Clarke Webster (1870-1942) che fece raccolte in Tasmania e nel Nuovo Galles del Sud
(Acalypha, Ageratina, Alchornea, Ardisia, Calyptranthes/ Myrcia, Clibadium, Croton, Dalechampia, Eugenia, Glochidion/ Phyllanthus, Holographis, Hymenostephium/ Viguiera, Jatropha, Lysimachia, Meineckia, Mikania, Phoradendron, Podandrogyne, Pteris, Tetrachyron, Tragia) in onore del botanico statunitense Grady Linder Webster (1927-2005), specialista di Euphorbiaceae e del "labirintico" genere Phyllanthus, che fece ricerche sul campo in diverse aree tropicali e subtropicali raccogliendo oltre 30.000 esemplari
(Amethystanthus/ Isodon / Plectranthus/ Rabdosia, Viola) in onore del missionario presbiteriano James Webster che fece raccolte alla frontiera tra Manciuria e Corea negli anni ’80 dell’Ottocento
(Crataegus) in onore di L.S. Webster che raccolse l’olotipo nel 1903
(Ligularia/ Senecio) in onore di E.B. Webster che raccolse l’olotipo nel 1909
(Senecio) in onore William Henry Bayley Webster, chirurgo dello sloop "Chanticler" che tra il 1828 e il 1830 esplorò l’Atlantico meridionale
(Yakirra) in onore del botanico statunitense Robert Dale Webster (1950–vivente), studioso di questo genere
21855 Weberopuntia [Cactaceae] nome composto da Weber, dedica al botanico francese specialista di Cactaceae Frédéric Albert Constantin Weber (1830-1906), e dal genere Opuntia (vedi) per la somiglianza con quel genere
21854 Weberocereus [Cactaceae] nome composto da Weber, dedica al botanico francese specialista di Cactaceae Frédéric Albert Constantin Weber (1830-1906), e dal genere Cereus (vedi) per la somiglianza con quel genere
21853 weberi, ii (Adenostylis/ Rhomboda/ Zeuxine, Appendicula, Aspidium/ Tectaria, Begonia, Bulbophyllum/ Cirrhopetalum, Callicarpa, Cleisostoma/ Sarcanthus, Curculigo, Cyclosorus/ Thelypteris, Dendrochilum, Dryopteris, Erythrodes, Ficus, Glochidion, Grumilea, Lastrea, Medinilla, Mitrephora, Psychotria, Thrixspermum, Vrydagzynea, Chaetomitrium) in onore di Charles Martin Weber, ex soldato, collaboratore del botanico statunitense Elemer Drew Merril, fece importanti raccolte nelle Filippine tra il 1911 e il 1917
(Aechmea/ Nidularium, Tillandsia, Vriesea) in onore del botanico tedesco Wilhelm Weber (1928-1986) specialista di Bromeliaceae
(Agave, Cereus/ Lemaireocereus/ Ritterocereus/ Stenocereus, Opuntia/ Tephrocactus, Pachycereus) in onore del botanico francese Frédéric Albert Constantin Weber (1830-1906) specialista di Cactaceae
(Alchemilla) in onore del botanico svizzero Thomas Weber che la raccolse nel 2009
(× Anacamptorchis/ × Dactylocamptis) in onore di Paul Weber che raccolse questo ibrido naturale nel 1881
(Anemone ×/ Pulsatilla ×) in onore del botanico austriaco Friedl Weber (1886-1960) che raccolse questo ibrido naturale durante un’escursione
(Cryptantha, Draba, Saussurea, Stellaria, Frullania, Metzgeria, Baeomyces, Cetraria, Conotremopsis, Dimelaena, Dimerella, Helianthella, Ipomopsis subsp., Lecanora, Megalospora, Phyllopsora, Pertusaria, Porina, Rinodina, Stereocaulon, Thelenella, Thelotrema, Toninia, Xanthomendoza, Xanthoparmelia) specie dedicate al botanico e lichenologo statunitense William Alfred Weber (1918-2020), studioso di Briofite, Spermatofite, Funghi e Licheni, curatore dell’erbario dell’Università del Colorado, che raccolse in Australia, Canada, Ecuador, Messico, Papua New Guinea, Sudafrica e USA
(Cyrtandra) in onore del botanico austriaco Anton Weber dell’Università di Vienna, specialista di Gesneriaceae
(Gymnopetalum/ Scotanthus, Lourya/ Neolourya/ Peliosanthes) in onore di un certo Weber, raccoglitore in Cocincina e Tonchino per il Museo nazionale di storia naturale di Parigi
(Hieracium ×) in onore del parroco e storico ungherese Samuel Weber (1835-1908), vicepresidente della Società dei Carpazi che fornì questo ibrido agli autori Sagorski e Schneider
(Isoetes) specie dedicata da W.G.F. Herter al botanico tedesco Ulrich Weber che tra il 1922 e il 1934 pubblicò vari articoli su questo genere
(Ledebouria, Pelargonium) in onore di Wolfgang Weber che raccolse queste specie in Sud Africa
(Lithops) in onore di un non meglio noto Mr. Weber che lo raccolse nel 1939-40
(Rumex ×) in onore del medico e botanico tedesco Georg Heinrich Weber (1752-1828), professore all’Università di Kiel
(Xyris) in onore del raccoglitore H. Weber
21852 Weberbauerocereus [Cactaceae] nome composto da Weberbauer, dedica al botanico tedesco Augusto (August) Weberbauer (1871-1948); inviato nel 1901 in Perù dall’Accademia di Berlino, rimase nel paese dove ricoprì diversi incarichi e diresse la ricognizione sistematica della flora peruviana, e dal genere Cereus (vedi) per la somiglianza con quel genere
17524 weberbaueri, ii (Aa/ Altensteinia/ Myrosmodes, Abutilon, Acacia/ Senegalia, Aechmea/ Ronnbergia/ Pothuava, Aeschynomene, Agrostis, Aiphanes, Alchemilla, Allamanda, Alloiosepalum/ Purdiaea, Alloispermum, Alsine, Altamiranoa/ Cotyledon/ Sedum/ Villadia, Anguria / Gurania, Anredera/ Boussingaultia, Anthericum/ Echeandia, Anthurium, Aphelandra/ Odontophyllum, Aphyllon/ Myzorrhiza/ Orobanche, Apium/ Niphogeton, Apodanthera, Aralia, Arcytophyllum, Ardisia/ Graphardisia, Aristolochia, Arnaldoa/ Barnadesia, Arrabidaea/ Cuspidari / Saldanhaea, Asplenium, Astragalus, Attalea/ Scheelea, Axinaea, Ayenia/ Bittenrya, Azorella, Balbisia, Bambusa/ Guadua, Bartsia/ Neobartsia, Bauhinia, Begonia, Bellucia, Beloperone/ Justicia, Berberis, Boerhavia, Bombax, Borzicactus / Echinocactus/ Matucana, Brachyotum, Brayopsis/ Englerocharis, Bromus, Brunellia, Buchnera, Burmeistera/ Siphocampylus, Cabralea/ Guarea/ Ruagea, Calamagrostis, Calandrinia/ Cistanthe, Calliandra, Calycophysum, Calyptrogyne/ Calyptronoma, Cassia, Caethocalyx/ Nissolia, Cedrela, Cenchrus/ Pennisetum, Centropogon, Cereus/ Echinopsis/ Haageocereus/ Meyenia/ Weberbaurocereus, Ceratostema, Ceroxylon, Cestrum, Chaetogastra/ Tibouchina, Chrysanthellum, Chrysochlamys, Chuquiraga, Chusquea/ Swallenochloa, Citharexylum, Clavija, Clinopodium/ Satureja, Clusia, Colignonia, Columellia, Columnea/ Pentadenia, Condalia, Conomorpha, Coprosma/ Leptostigma, Costus, Coursetia/ Possonia, Cremolobus, Crepinella/ Dydimopanax, Critoniopsis/ Vannilosmopsis, Crossothamnus / Eupatorium, Cryptantha, Cyathostegia/ Swartzia, Dalea/ Parosela, Dalechampia, Daphnopsis, Dasyphyllum/ Flotovia, Demosthenesia/ Pellegrinia, Dendropanax/ Gilibertia, Desmodium/ Meibomia, Diastema, Dieffenbachia, Diplostephium, Disterigma, Distimake/ Merremia, Ditassa, Draba, Drymaria, Dunalia, Embothrium, Eragrostis, Eriochloa, Eryngium, Eugenia, Euphorbia, Evolvolus, Fagara/ Zanthoxylum, Fernandezia, Festuca, Ficus, Forsterella/ Lindmania, Fuchsia, Galium, Gaya, Gentiana/ Gentianella, Geonoma, Glottysarcon/ Pelexia/ Spyranthes, Grammadenia, Guzmania/ Schlumbergera, Gynoxys, Habecladus, Halenia, Heliconia, Helogyne, Hesperomeles/ Pyrus, Hillia, Huperzia/ Phlegmariurus/ Urostachys, Hydrangea, Hyospathe, Hypericum, Icnanthus, llex, Indigofera, Inga, Iresine/ Pedersenia/ Trommsdorffia, Iochroma, Iriartea, Isertia, Jacobinia, Jacquemontia, Jaltomata/ Saracha, Jatropha, Jessenia, Jungia, Kohleria/ Parakohleria, Krapfia/ Ranunculus/ Rhopalopodium, Lacistema, Lantana x, Liabum, Linum, Loasa/ Nasa, Lobelia, Lupinus, Lycianthes, Macrocarpaea, Malesherbia, Manettia, Manhiot, Marcgravia, Marsdenia, Masdevallia, Matelea, Maxillaria, Melandrium/ Silene, Melica, Meriania, Miconia, Mikania, Mimosa, Mirabilis, Monnina, Mostacillastrum/ Sisymbirum, Mutisia, Myrsine/ Rapanea, Myrteola, Neea, Neurolepis, Nolana, Ocotea, Oedematopus, Oenothera, Onoseris, Oreopanax, Orthaea, Ouratea, Oxalis, Oxypetalum, Paepalanthus, Palaua, Palicourea, Paramongaia, Paraselinum, Paronychia, Passiflora, Peperomia, Perezia, Perilomia, Persea, Philibertia, Phyllonoma, Philodendron, Phytolacca, Pilea, Piptadenia, Pitcarnia, Pithecellobium, Plantago, Plettkea/ Pycnophyllopsis/ Pynophyllum, Polygala, Polylepis, Ponthieva, Prestonia, Psammisia, Pseudabutilon/ Tetrasida, Pseuderanthemum, Psychotria, Puya, Rechsteineria, Ribes, Rhodospatha/ Stenospdermatium, Rubus, Salacia/ Tontelea, Salvia, Salpichroa, Saurauia, Schefflera/ Sciodaphyllum, Schindlera, Schistenoma, Schizachryum, Senecio, Sessea, Sida, Siparuna, Solanum, Sophoclesia/ Sphyspermum, Sphaeralcea, Stachytarpheta, Stenomesson/ Urceolina, Stelis, Stevia, Styrax, Sycios, Symplocos, Syncreptocarpus, Taenianthera, Thibaudia, Tillandsia, Trichilia, Tovomita, Trichoneura, Trifolium, Trisetum, Tropaeolum, Tynanthus, Uragoga, Valeriana, Vasconcellea, Verbena, Verbesina, Vernonia, Viburnum, Vinguera, Viola, Virola, Vochysia, Weinmannia, Wettinia, Ziziphus) in onore del botanico tedesco Augusto (August) Weberbauer (1871-1948); inviato nel 1901 in Perù dall’Accademia di Berlino, rimase nel paese dove ricoprì diversi incarichi e diresse la ricognizione sistematica della flora peruviana
21851 Weberbauerella [Fabaceae] genere dedicato al botanico tedesco Augusto Weberbauer (1871-1948); inviato nel 1901 in Perù dall’Accademia di Berlino, rimase nel paese e diresse la ricognizione sistematica della flora peruviana
21850 Weberbauera [Brassicaceae] genere dedicato al botanico tedesco Augusto Weberbauer (1871-1948); inviato nel 1901 in Perù dall’Accademia di Berlino, rimase nel paese e diresse la ricognizione sistematica della flora peruviana
21849 Weberaster [Asteraceae] nome composto da Weber, dedica al botanico e lichenologo statunitense William Alfred Weber (1918-2020), studioso di Briofite, Spermatofite, Funghi e Licheni, curatore dell’erbario dell’Università del Colorado, che raccolse in Australia, Canada, Ecuador, Messico, Papua New Guinea, Sudafrica e USA, e dal genere Aster (vedi) per la somiglianza con quel genere
6196 webbianus, a, um (Abies/ Picea, Astragalus/ Tragacantha, Leucostemma/ Pseudostellaria/ Stellaria, Lonicera, Prunella, Rosa, Silene) in onore del capitano William Spencer Webb (1784–1865) che raccolse molti esemplari per Nathaniel Wallich
(Anagallis, Anthyllis, Arachniodes/ Aspidium/ Dryopteris, Arthropteris/ Nephrodium, Arundo, Asterocephalus/ Scabiosa, Bellevalia/ Hyacinthus, Beta/ Patellaria/ Patellifolia, Cactus/ Mammillaria, Casuarina/ Gymnostoma, Centaurea/ Cheirilophus/ Ptosimopappus, Chamaebuxus/ Polygala/ Polygaloides, Covellia/ Ficus, Cymodocea, Cyperus, Danthonia, Dianthus, Freycinetia, Gaudichaudia, Hieracium, Kickxia/ Linaria/ Nanorrhinum, Koeleria,Leonhardia/ Nepa, Oenothera, Origanum/ Thymus, Pendulina, Ulex) specie dedicate al botanico inglese Philip Barker Webb (1793-1854), che fece raccolte in Italia, Grecia, Asia Minore, Spagna, Portogallo, Marocco, Brasile e studiò la flora iberica e delle Canarie; il suo erbario, uno dei più importanti dell’epoca, è conservato a Firenze
(Juncus) in onore del botanico irlandese David Allardice Webb (1912 –1994) autore di una flora dell’Irlanda e curatore di Flora Europaea
(Ulmus x) l’origine dell’epiteto di questo ibrido, che sembra sia stato ottenuto la prima volta nel vivaio Lee di Hammersmith, è oscura, ma potrebbe commemorare Philip Barker Webb
21848 Webbia [Asteraceae] genere dedicato al botanico inglese Philip Barker Webb (1793-1854), che fece raccolte in Italia, Grecia, Asia Minore, Spagna, Portogallo, Marocco, Brasile e studiò la flora iberica e delle Canarie; il suo erbario, uno dei più importanti dell’epoca, è conservato a Firenze
6197 webbi, ii (Acacia, Hemmantia) in onore del botanico australiano Leonard James ( Len ) Webb (1920–2008), studioso della vegetazione della foresta pluviale australiana
(Achyrophorus, Acrostichum/ Elaphoglossum, Aeonium/ Sempervivum, Allium, Amygdalus/ Prunus, Andryala, Argyrantemum/ Chryanthemum, Atalanthus/ Lactucosonchus/ Sonchus/ Wildpretia, Catananche, Doronicum/ Pericallis/ Senecio, Echium, Frankenia, Genista, Gnaphalium/ Helichrysum, Hypericum/ Triadenia, Ipomoea, Juniperus, Lithospermum, Minuartia, Narcissus, Plantago/ Psyllium, Retama, Schmidtia/ Tolpis, Salsola, Seseli, Spartium) specie dedicate al botanico inglese Philip Barker Webb (1793-1854), che fece raccolte in Italia, Grecia, Asia Minore, Spagna, Portogallo, Marocco, Brasile e studiò la flora iberica e delle Canarie; il suo erbario, uno dei più importanti dell’epoca, è conservato a Firenze
(Bossiaea) in onore di William Webb (1834?–1897), raccoglitore e commerciante di piante e animali nell’Australia sudoccidentale
(Taraxacum, Torilis) in onore del botanico irlandese David Allardice Webb (1912–1994) autore di una flora dell’Irlanda e curatore di Flora Europaea
21847 webberianus, a, um (Cineraria) in onore del vivaista britannico Webber delle Merriott Nurseries di Crewkherne
(Dichanthelium/ Panicum) in onore del fito-fisiologo statunitense Herbert John Webber (1865-1946), specialista di piante tropicali e primo direttore della Stazione sperimentale del genere Citrus dell’Università della California
21846 webberi, ii (Achnatherum/ Eriocoma/ Oryzopsis/ Stipa, Astragalus/ Tragacantha/ Xylophacos, Ivesia/ Horkelia/ Potentilla) in onore del medico statunitense David Gould Webber (1809-1883) che erborizzò per conto di John G. Lemmon
(Citrus, × Citroncirus) in onore del fito-fisiologo statunitense Herbert John Webber (1865-1946), specialista di piante tropicali e primo direttore della Stazione sperimentale del genere Citrus dell’Università della California, dove vennero ottenuti questi ibridi
(Cynometra, Erytrina) in onore del raccoglitore C.W. Webber, che fece raccolte nell’Africa tropicale
21845 Weatherbya [Polypodiaceae] genere dedicato al botanico statunitense Charles Alfred Weatherby (1875-1949), dapprima assistente curatore poi curatore del Gray Herbarium di Harvard
21844 Wawea [Arctomiaceae] nome costituito dall'acronimo WAW, dedica al botanico statunitense William Alfred Weber (1918-2020), collezionista di Briofite e studioso di Spermatofite, Funghi e Licheni, curatore dell’erbario dell’Università del Colorado, che raccolse in Australia, Canada, Ecuador, Messico, Papua New Guinea, Sudafrica e USA
21843 wattianus, a, um (Campanula, Crataegus, Epilobium, Gossypium) in onore del botanico scozzese Sir George Watt (1851-1930) che lavorò per l’amministrazione britannica in India, facendo imponenti raccolte botaniche, e redasse Commercial Products of India
(Didymocarpus) in onore dell’artista e gioielliere scozzese James Cromar Watt (1862-1940) che nella sua serra di Aberdeen coltivava piante esotiche e rare, tra cui l’esemplare sulla base del quale fu descritta questa specie, ottenuto da un seme raccolto da Kerr in una località ignota
(Odontoglossum ×/ Oncidium x) in onore del vivaista inglese Thomas Rossiter Watt di Chislehurst
21842 Wattia [fossili] genere di piante fossili dedicato al geologo statunitense Arthur D. Watt, assistente dell’autore Sergius Henry Mamay
21841 watti, ii (Adiantum, Antidesma, Arisaema, Aspidium/ Lastrea/ Ortosiphon/ Polystichum, Aster C.B.Clarke, Begonia, Brachypodium, Camphylandra/ Rohdea/ Tupistra, Castanea/ Castanopsis, Clematis, Cotoneaster, Crinum, Cyclea/ Paracyclea, Dalbergia, Daedalacanthus/ Eranthemum, Dioscorea, Evansia/ Iris, Goniophlebium, Ilex, Impatiens, Ipomoea, Kadsura, Ophiorrhiza, Oreosolen/ Scrophularia, Osbeckia, Phacellaria, Pholidota, Pogostemon, Polypodium, Primula, Prunus, Pyrus/ Sorbus, Rhododendron, Selaginella, Stereochilus, Swertia, Teucrium, Taraxacum, Vittaria) in onore del botanico scozzese Sir George Watt (1851-1930) che lavorò per l’amministrazione britannica in India, facendo imponenti raccolte botaniche, e redasse Commercial Products of India
(Aidia) in onore del suo raccoglitore G. Watt
(Anthurium) in onore del giardiniere Jonathan Watt del Missouri Botanical Garden che assisté Tom Croat in una spedizione del 1990 nel corso della quale furono raccolti molti esemplari di questa specie
(Aster, Piper) in onore del Prof. G. H. Watt che lo raccolse nel 1895
(Callista/ Dendrobium) in onore dello scozzese David Allan Poe Watt (1830-1917), commerciante, riformatore sociale, botanico dilettante, con un interesse specifico per le felci e la flora canadese
(Combretum, Sphaeranthus) in onore dello scozzese James Shaw Watt (1906-2002) che erborizzò in Sudafrica e Namibia
(Phoradendron) in onore di David Emanuel Watt che per primo raccolse ottimi esemplari di entrambi i sessi
(Sparaxis) in onore del suo raccoglitore J. D. Watt
11293 Watsonia [Iridaceae] genere dedicato a Sir William Watson (1715-1787), medico e botanico inglese che contribuì a introdurre il lavoro di Carolus Linnaeus in Inghilterra. Membro della Royal Society dal 1741 e vice presidente nel 1772
11292 watsoni, ii (Achyranthes, Acmispon Hosackia/ Lotus/ Syrmatium, Agave, Allium, Alternanthera, Amaranthus, Antirrhinum/ Sairocarpus, Aristolochia, Aster/ Asterigeron/ Erigeron, Astralagus/ Hesperonix, Atriplex, Aulospermum/ Cymopterus/ Epallageiton, Beaucarnea/ Nolina, Blakea/ Topobea, Boerhavia, Brickellia/ Coleosanthus, Bryodesma/ Selaginella, Caesalpinia/ Hoffmanseggia/ Larrea, Calochortus, Carex, Casimiroa, Chamaesyce/ Euphorbia, Chenopodium, Chorizanthe, Cogswellia/ Lomantium/ Peucedanum, Cordia, Croton, Cryptantha/ Krynitzkia, Cuphea/ Parsonsia, Dalea/ Parosela/ Thornbera, Dichromena/ Rynchospora, Dodecatheon, Echeveria/ Gormania/ Sedum, Echinocystis/ Micrampelis/ Mahra, Epilobium, Ericameria/ Haplopappus/ Macromeria, Eriogonum, Eriophyllum, Eryngium, Eucnide, Festuca, Forchhammeria, Galium, Gilia/ Leptodactylon/ Linanthus/ Navarretia, Hedyotis/ Oldenlandia, Herbertia, Hydrophyllum, Lathyrus, Lavauxia/ Oenothera, Lupinus, Lysiloma, Malpighia, Mimosa, Oxytheca, Penstemon, Polygala, Polygonum, Prionosciadium, Prunus, Randia, Salix, Senecio, Silene, Stegnosperma, Swertia, Townsendia, Tricardia, Trifolium, Uroskinnera) in onore di Sereno Watson (1826-1892), botanico statunitense dell'Università di Harvard che esplorò le regioni occidentali e centrali del Nord America
(Adenophora, Aleuritia/ Primula) in onore di Charles Marson Watson che le raccolse in Sichuan (1908-1911)
(Arabis/ Thlaspi) in onore del botanico e vivaista britannico John M. Watson che il 1962 e il 1997 fece raccolte nel Sud America temperato, in Turchia e in Libano, membro dell’Alpine Society e proprietario di un vivaio specializzato nell’introduzione di piante rare
(Bassia/ Madhuca, Phyllanthus) in onore del botanico e forestale James Gilbert Watson (1889-1950), figlio di William Watson dei Kew Gardens, che lavorò per il dipartimento forestale della Malaysia dal 1913 e dal 1932 diresse l’istituto di ricerca forestale di Kepang
(Calycothrix/ Calytrix, Goodenia) in onore del medico e esploratore australiano Archibald Watson (1849-1940), professore di anatomia dell’Università di Adelaide
(Ceropegia/ Echidnopsis) in onore di Watson, che la raccolse in Somalia durante una spedizione organizzata dal Conservatoire di Ginevra
(Crataegus) in onore del raccoglitore J. R.Watson che lo raccolse in Florida nel 1940 insieme a W. A. Murrill
(Eleocharis, Erica x) in onore del botanico e frenologo britannico Hewett Cottrell Watson (1804 –1881)
(Magnolia x, Neonicholsonia, Vanda) in onore del giardiniere e botanico britannico William Watson (1858-1925), assistente curatore dei Kew Gardens dal 1886 al 1901 e curatore dal 1901 al 1922
(Origanum) in onore del medico scozzese John Forbes Watson (1827-1892), orientalista e consulente del governo britannico in India
(Pegaeophyton) in onore del botanico Mark F. Watson dell’Orto botanico di Edimburgo che raccolse l’olotipo in occasione della Edinburgh Sikkim Expedition (1992)
(Pseudoclappia) in onore del dr. Tom Watson che raccolse l’olotipo nel 1971
(Rhododendron) in onore del funzionario britannico W.C. Haines-Watson, commissario ai servizi di dogana in Cina
(Rosa) in onore di Sir William Watson (1715-1787), medico e botanico inglese che contribuì a introdurre il lavoro di Carolus Linnaeus in Inghilterra. Membro della Royal Society dal 1741 e vice presidente nel 1772
(Rubus) in onore di W. C. R. Watson, per il suo contributo allo studio dei Rubus britannici
(Smilax, Vaccinium) in onore del mercante, collezionista e botanico Peter William Watson (1761-1830), autore di Dendrologia britannica
(Viola) in onore di L. W. Watson che la raccolse nel 1898 nell’isola del Principe Edoardo
(Hibiscus, Landolphia, Ormosia / Placolobium, Pelargonium) da definire
8632 watkinsianus, a, um (Ficus) specie dedicata a George Watkins (1848-1916), farmacista e raccoglitore di piante inglese emigrato in Australia nel 1867
26780 watermeyeri (Albuca/ Ornithogalum, Antimima/ Ruschia, Aridaria, Cephalophyllum, Cheilanthes hirta var., Crassula/ Globulea atropurpurea var., Gladiolus, Lampranthus/ Mesembryanthemum, Monilaria, Schwantesia, Strumaria/ Bokkeveldia, Trimelopter, Tritonia/ Montbretia) in onore di E. Watermeyer che tra il 1915 e il 1929 raccolse succulente nell’area di Vanrhynsdorp in Sud Africa
21839 watereri, ii
  • (Laburnum ×) (Cotoneaster × / Pyrus x, Cytisus x / Laburnum x, Deutzia) in onore della famiglia Waterer, proprietaria del vivaio John Waterer & Sons di Bagshot (Inghilterra)
26779 waterbergensis, e (Ceropegia/ Brachystelma, Cheilanthes hirta f., Delosperma, Euphorbia, Hibiscus, Kalanchoe, Mosdenia, Ocimum/ Becium, Portulaca, Rhynchosia, Senecio) della regione di Waterberg, nella provincia di Limpopo (Sudafrica) dell’altopiano di Waterberg nella Namibia orientale
21838 watanabei, ii (Boykinia/ Peltoboykinia/ Saxifraga, Campylandra/ Rohdea, Euphorbia/ Galarhoeus, Thalictrum) in onore del botanico giapponese Kanô Watanabe che erborizzò in Giappone e a Taiwan tra il 1888 e il 1897
(Brachyscome) in onore del Prof. Kuniaki Watanabe dell’università di Kobe, per il fondamentale contributo alla citologia delle Asteraceae australiane
(Typhonium) in onore del Dr. Kiyohiko Watanabe (1900-2000) che lavorò all’orto botanico di Penang e descrisse per primo questa specie
(Athyrium x, Corydalis, Dryopteris ×) da definire
21837 wassoni, ii (Psilocybe) in onore del naturalista e micologo americano Robert Gordon Wasson (1898-1986)
21836 wasoni, ii (Rhododendron) in onore di C.R. Wason (1874-1941), amico del botanico americano d'origine inglese Ernest Henry Wilson (1876-1930)
26778 washoensis, e (Ericameria nauseosa var./ Chrysothamnus nauseosus subsp., Erysimum capitatum var., Lupinus, Mimulus, Penstemon, Pinus) della Washoe County, Nevada (USA)
26777 washingtonianus, a, um (Alsine/ Stellaria, Corydalis, Iris × fulvala var., Rhododendron) dello Stato di Washington negli Stati Uniti
(Carex/ Olotrema) del Monte Washington nel New Hampshire
(Lilium) in onore di Martha Dandridge Custis Washington (1731-1802), moglie del primo presidente degli Stati Uniti
(Montia/ Claytonia/ Limnia) del lago Washington nei presi di Seattle, nello stato omonimo
(Taxodium/ Sequoia) in onore del primo Presidente degli Stati Uniti George Washington (1732-1799)
8125 Washingtonia [Arecaceae] nomen conservandum, genere dedicato al primo Presidente degli Stati Uniti George Washington (1732-1799)
[Apiaceae] nome illegittimo, genere dedicato da Rafinesque allo stesso
[Cupressaceae] nomen rejecendum, genere dedicato da Winslow allo stesso
21804 warszewiczianus, a, um (Achimenes/ Dycirta, Bidens, Callisia/ Dichorisandra/ Hadrodema/ Phyodina / Spironema/ Tradescantia/ Tripogandra, Calycolpus, Coccineorchis, Columnea, Cypripedium/ Phragmipedium/ Selenipedium, Drimonia, Hippeastrum, Nunnezharria, Odontoglossum, Phragmipedium, Pitcairnia, Salvia, Stanhopea) in onore del botanico polacco nato in Lituania Józef Warszewicz Ritter von Rawicz (1812-1866) che fece straordinarie raccolte in Centro e Sudamerica e collaborò con gli orti botanici di Vilnius, Berlino e Cracovia
21803 Warszewiczia [Rubiaceae] genere dedicato al botanico polacco nato in Lituania Józef Warszewicz Ritter von Rawicz (1812-1866) che fece straordinarie raccolte in Centro e Sudamerica e collaborò con gli orti botanici di Vilnius, Berlino e Cracovia
21802 warszewiczi, ii (Alonsoa, Anguria, Anthurium, Astrocaryum, Begonia, Brassia, Calathea/ Goeppertia/ Maranta/ Phrynium/ Phyllodes, Callaeolepium, Canna, Cattleya, Cestrum, Cycnoches, Dortmannia/ Lobelia, Epidendrum, Esenbeckia, Eugenia, Centropetalum/ Fernandezia, Chamaeleorchis / Miltonia/ Miltonioides, Gesneria/ Sinningia, Gymnogramma, Habenaria, Heppiella, Howardia, Hydrangea, Iochroma, Isoloma/ Kohleria/ Sciasdocalyx, Lamproconus, Lobelia, Miltoniopsis/ Odontoglossus, Mormodes, Niphaea, Oncidium, Onoseris, Ortholoma, Philodendron, Quercus, Satyria, Senecio, Siphocampylus, Sobralia, Solanum, Telipogon, Tropaeolum, Tydaea, Urostigma) in onore del botanico polacco nato in Lituania Józef Warszewicz Ritter von Rawicz (1812-1866) che fece straordinarie raccolte in Centro e Sudamerica e collaborò con gli orti botanici di Vilnius, Berlino e Cracovia
21801 Warscewiczella [Orchidaceae] genere dedicato al botanico polacco nato in Lituania Józef Warszewicz Ritter von Rawicz (1812-1866) che fece straordinarie raccolte in Centro e Sudamerica e collaborò con gli orti botanici di Vilnius, Berlino e Cracovia
21800 Warscaea [Orchidaceae] genere dedicato al botanico polacco nato in Lituania Józef Warszewicz Ritter von Rawicz (1812-1866) che fece straordinarie raccolte in Centro e Sudamerica e collaborò con gli orti botanici di Vilnius, Berlino e Cracovia
26775 Warreopsis [Orchidaceae] da Warrea (vedi)e dal greco ὄψις ópsis aspetto, somiglianza: simile a Warrea
26774 Warreella [Orchidaceae] diminutivo del genere Warrea (vedi)
26773 Warrea [Orchidaceae] genere creato da Lindley in onore del britannico Frederick Warre che negli anni ’20 dell’Ottocento raccolse orchidee in Sud America
19563 warocquei (Dracaena) in onore di Arthur Warocqué (1835-1880) uomo politico e industriale belga interessato all'orticultura e orchidofilo, con parco e serre a Mariemont
19564 warocquearus, a, um (Stauropsis) variante grafica di warocqueanus (vedi)
19562 warocqueanus, a, um (Anthurium, Cattleya, Odontoglossum, Stauropsis/ Sarcanthopsis/ Vandopsis) in onore di Arthur Warocqué (1835-1880) uomo politico e industriale belga interessato all'orticultura e orchidofilo, con parco e serre a Mariemont
21799 Warnstorfia [Amblystegiaceae] genere di epatiche dedicato al botanico tedesco Carl (Friedrich Eduard) Warnstorf (1837-1921), briologo specializzato nel genere Sphagnum
21798 warnocki, ii (Ageratina) in onore del botanico statunitense Michael J. Warnock (1956-vivente), della Sam Houston State University di Huntsville Texas, specialista di Delphinium
(Amaranthus, Bletia/ Hexalectris, Bouteloa, Condalia, Dalea var./ Parosela, Echinomastus/ Neolloydia/ Pediocactus/ Sclerocactus, Justicia, Mimosa, Perityle, Phyllanthus, Porophyllum, Senecio) in onore del botanico statunitense Barton H. Warnock (1911-1998), specialista della flora del Trans-Pecos e del deserto del Chihuahua settentrionale
21797 warneri, ii (Aerides, Cattleya, Laelia x, Miltonia, Odontoglossum/ Oncidium) in onore del vivaista britannico Robert Warner (c.1814 - 1896), uno dei primi a ibridare orchidee, coautore con T. Moore e B.S. Williams dello spettacolare Orchid Album
(Ardisia) in onore di R. Warner, che nel 1975 fu uno dei raccoglitori dell’olotipo
(Crataegus) in onore del botanico statunitense Selden Richard Warner (1895-?) che erborizzò negli USA dal 1915 al 1944
(Cuscuta/ Grammica) in onore di Lloyd Warner che la raccolse nel 1957
21793 warneckei, ii (Albizia, Allophylus, Amorphophallus/ Hydrosme, Anthericum/ Chlorophytum, Asparagus, Campylospermum/ Ouratea, Capparis, Cordia, Crossandra/ Stenandriopsis/ Stenandrium, Dichapetalum, Dombeya, Dorstenia, Elaeodendron, Erythrina, Huperzia/ Phlegmariurus/ Urostachys, Jasminum, Limonia, Lomariopsis/ Stenochlaena, Loranthus/ Tapinanthus, Maba, Milettia, Mimusops, Pavetta, Psychotria, Sorindeia, Striga, Stylochaeton, Tiliacora, Weihea) in onore del giardiniere e botanico tedesco Otto Warnecke che erborizzò nel Togo (1899-1903) e nell’Africa orientale tedesca (1903-1908)
21792 Warmingia [Orchidaceae] genere dedicato da H.G. Reichenbach al botanico danese Johannes Eugenius Bülow Warming (1841-1924)
[Anacardiaceae] nom.rej. proposto da Engler probabilmente in onore dello stesso Warming, ma senza una dedica esplicita
26776 warleyensis, e (Aethionema x, Amygdalus, Epimedium ×, Iris/ Juno, Lilium, Lysionotus, Rosa x) coltivato o ottenuto nel giardino di Warley Place, Essex, la casa di Miss Ellen Ann Willmott (1858–1934), che vi introdusse molte esotiche e produsse numerose cultivar
8422 warionis (Astragalus, Avellinia, LInaria, Seriola, Verbascum) in onore del medico militare e botanico francese Jean Pierre Adrien Warion (1837-1880), che fece raccolte in Italia, Algeria, Canarie e Francia
21791 Warionia [Asteraceae] genere dedicato al medico militare e botanico francese Jean Pierre Adrien Warion (1837-1880), che fece raccolte in Italia, Algeria, Canarie e Francia
12759 waringiae (Euphorbia) specie dedicata a Waringia, madre di Raymond Gerold (1928-2009) commerciante e botanico malgascio, coautore di questa specie con il botanico tedesco Werner Rauh (1913-2000)
21790 warianus, a, um (Rhododendron) della valle del fiume Waria nella Nuova Guinea
21789 warei, ii (Bulbostylis/ Isolepis/ Stenophyllus/ Trichelostylis, Cieca/ Passiflora, Verbesina) in onore dell’economista, botanico e raccoglitore di piante statunitense Nathaniel A. Ware (1789 - 1853)
(Eremurus x) in onore dei Sig. Ware della Ware’s Nursery di Feltham (Middlesex) che nel 1900 introdussero in coltivazione questo ibrido naturale originario dell’Asia centrale
(Quercus ×) in onore del Dr. George Ware (1924-2010), dendrologo americano, già direttore del Morton Arboretum Illinois(Primula) da definire
21788 Wardomycopsis [Microascaceae] da Wardomyces (vedi) e dal greco ὄψις ópsis aspetto, somiglianza: simile ai funghi di quel genere
21787 Wardomyces [Microascaceae] nome composto da Ward, dedica al botanico inglese specialista in crittogame Harry Marshall Ward (1854-1906), e dal greco μύκης mýces fungo: fungo in onore di Ward
21786 Wardinella [Ascomycota] genere di funghi dedicato al botanico inglese Harry Marshall Ward (1854-1906), specialista in crittogame
21785 Wardina [Asterinaceae] genere di funghi dedicato al botanico inglese Harry Marshall Ward (1854-1906), specialista in crittogame
21784 Wardia [Wardiaceae, Harv. & Hook. 1837] genere di muschi dedicato al medico e botanico britannico Nathaniel Bagshaw Ward (1791-1868), l’inventore della celebre "scatola di Ward"
[Medulloseae, D. White 1904] genere di felci fossili dedicato dello statunitense Lester Frank Ward (1841–1913), botanico, paleontologo e pioniere della sociologia
[Pucciniales, J.F. Hennen & M.M. Hennen 2003] genere di funghi dedicato al botanico inglese Harry Marshall Ward (1854-1906), specialista in crittogame
18499 wardi, ii (Acanthopanax/ Eleutherococcus, Acer, Aconitum, Agalma/ Heptapleurum/ Schefflera, Aeschynanthus, Agapetes, Agristis, Androsace, Anemone, Arisaema, Arundinaria/ Yushania, Berberis, Brachytome, Buddleja x, Calanthe, Camellia, Cassiope, Calophanoides / Justicia, Clinopodium/ Micromeria, Corydalis, Cotoneaster/ Pyrus, Crawfurdia/ Gentiana C.Marquand, Cremanthodium, Cyananthus, Cypripedium, Dedalacanthus/ Eranthemum, Delphinium, Diandranthus/ Miscanthus, Diapensia, Draba, Dolomiaea/ Jurinea, Erianthus / Saccharum, Eryobotria/ Pleiosorbus/ Rhaphiolepis, Erysimum, Euonymus, Eurya, Ficus, Galearis/ Orchis, Gaultheria, Gentiana W.W.Sm., Geranium, Griffitharia/ Micromeles/ Sorbus, Hedychium, Ilex, Illicium, Inula, Isodon/ Rabdosia/ Plectranthus, Jasminum, Lagotis, Lasianthus / Litosanthes, Leptodermis, Lilium, Lindera, Listera/ Neottia, Lobelia/ Pratia, Lonicera, Lychnis/ Melandrium/ Silene, Lysionotus, Maesa, Maianthemum/ Smilacina/ Tovaria, Globba / Mantisia, Michelia, Microtoena, Myricaria, Nomocharis, Onosma, Paphiopedilum, Pedicularis, Petrocosmea, Photinia, Polygonatum, Primula, Rhododendron, Rhomboda, Rosa, Roscoea, Rubus, Sabia, Salvia, Salweenia, Saussurea, Saxifraga, Schizopepon, Spiraea, Stemona, Strobilanthes, Swertia, Syringa, Tropogon, Tsuga, Vaccinium, Viburnum) in onore del botanico ed esploratore inglese Francis (Frank) Kingdon Ward (1885-1958) che effettuò 25 spedizioni botaniche in Cina, Tibet, India, Thailandia e Birmania e pubblicò molti popolari libri sulle sue spedizioni
(Ammannia/ Nesaea, Salacia) in onore del botanico e ecologo sudafricano Cecil James Ward (1926-2015)
(Anthoptera / Thibaudia) dedicato da John Ball a Richard Ward che lo assisté nella sua spedizione nelle Ande peruviane (1888)(Araiostegia/ Aspidium/ Dyopteris/ Nephrodiu/ Polysticopsis, Nepenthes) in onore del diplomatico e naturalista dilettante britannico Swinburne Ward (1830 – 1885), commissario nelle isole Seychelles
(Asplenium/ Athyrium) in onore di John Ward, comandante della H.M.S. Actaeon che nel corso di una ricognizione dei mari della Cina settentrionale e del Giappone (1858-1859) facilitò in ogni modo le raccolte del botanico di Kew Charles Wilford
(Aster/ Haplopappus/ Oonopsis, Astragalus/ Phaca, Atriplex, Lesquerella/ Physaria, Paronychia, Parosela, Penstemon, Persicaria/ Polygonum, Potentilla, Salix, Senecio, Solidago) in onore dello statunitense Lester Frank Ward (1841 – 1913), botanico, paleontologo e pioniere della sociologia
(Eucalyptus x) in onore del botanico australiano Edward Naunton Ward (1871-1934), curatore dell’orto botanico di Sidney
(Stanhopea) in onore di un certo Mr. Ward che intorno al 1833 inviò in Inghilterra da La Guayra (Venezuela) l’esemplare su cui fu condotta la prima descrizione
(Arthromeris/ Polypodium/ Pleopeltis/ Selliguea) dedicato da Charles Baron Clarke a sir William Erskine Ward (1838-1916), commissario capo dell’Assam, che facilitò le sue ricerche
21783 Wardaster [Asteraceae] nome composto da Ward, dedica al botanico inglese Francis (Frank) Kingdon-Ward (1885-1958) che effettuò 25 spedizioni botaniche in Cina, Tibet, India, Thailandia e Birmania e pubblicò molti popolari libri sulle sue spedizioni, e dal genere Aster (vedi): genere affine a quello in onore di Kingdon-Ward
21782 Warburgina [Rubiaceae] genere dedicato al botanico tedesco Otto Warburg (1859-1938), che tra il 1885 e il 1889 fece raccolte nel Sud est asiatico, in Australia e nelle isole del Pacifico, quindi si specializzò in agricoltura tropicale. Attivo sionista, nel 1931 fondò l’orto botanico nazionale di Israele
21781 Warburgiella [Sematophyllaceae]genere di Briofite dedicato al botanico tedesco Otto Warburg (1859-1938), che tra il 1885 e il 1889 fece raccolte nel Sud est asiatico, in Australia e nelle isole del Pacifico, quindi si specializzò in agricoltura tropicale. Attivo sionista, nel 1931 fondò l’orto botanico nazionale di Israele
21780 Warburgia [Canellaceae] genere dedicato al botanico tedesco Otto Warburg (1859-1938), che tra il 1885 e il 1889 fece raccolte nel Sud est asiatico, in Australia e nelle isole del Pacifico, quindi si specializzò in agricoltura tropicale. Attivo sionista, nel 1931 fondò l’orto botanico nazionale di Israele
21779 warburgi, ii (Acalypha, Aglaomena, Alocasia, Alpinia, Alsophila, Amomum/ Costus, Anomopanax/ Mackinlaya, Anthemis, Antidesma, Aristida, Aspidium/ Cyclosorus/ Dryopteris/ Thelypteris, Astracantha, Astragalus, Bauhinia, Begonia, Bellevalia, Boea, Boerlagiodendron, Calamus, Calophyllum, Chisocheton, Cipadessa, Clausena, Cnidium, Cochlearia/ Cochelariospis/ Hilliella/ Yinshania, Clinostigma, Cochleariella, Coelococcus/ Metroxylon, Conocephalus/ Poikilospermum, Cyclophorus/ Dryopteris/ Niphobolus/ Spaerostephanos/ Thelipteris, Cynanchum, Cynometra, Cyrtococcum/ Panicum, Dendrocnide/ Laportea, Dicranopteris/ Dipterocarpus/ Gleichenia, Eulophia, Eragrostis, Fagara, Ficus, Fimbristylis, Freycinetia, Glycine/ Pueraria, Hemiglochidion / Phyllanthus, Ilex, Kibara, Maesa, Marumia, Maoutia, Marsdenia, Myroxylon/ Xylosma, Mucuna, Myriactis, Myristica, Myurium, Nephrodium, Oxytenanthera/ Schiziostachyum, Palmeria, Pandanus, Parashorea, Pellionia/ Elatostema, Piper, Pleiarina/ Salix, Polygala, Polypodium, Pothos, Pteris, Rhaphiodophora, Sarcolobus, Saurauia, Shorea, Steganthera, Strongylodon, Styrax, Symplocos, Syzygium, Tetrastigma, Trichomanes, Uruparia, Utricularia, Vaccinium, Veratrum, Virola, Wendlandia) in onore del botanico tedesco Otto Warburg (1859-1938) ), che tra il 1885 e il 1889 fece raccolte nel Sud est asiatico, in Australia e nelle isole del Pacifico, quindi si specializzò in agricoltura tropicale. Attivo sionista, nel 1931 fondò l’orto botanico nazionale di Israele
(Quercus x) per l’uomo d’affari e botanico dilettante Oscar Emanuel Warburg (1876-1937) e suo figlio, il botanico Edmund Fredric Warburg (1908–1966) che 1933 segnalarono per primi questo ibrido
(Strobilanthes, Valeriana) senza indicazioni nella fonte primaria
26772 warasi, ii (Aechmea/ Lamprococcus, Forzzaea/ Cryptanthus, Melocactus, Parodia/ Eriocactus/ Eriocephala/ Notocactus) in onore del brasiliano Eddie Waras di Sao Paulo, che fece raccolte in vari stati brasiliani negli anni ’70 del Novecento
21778 wannooensis, e (Thryptomene) della località di Wannoo nell'Australia sud-occidentale, area d'origine di questa specie
21777 wanillae (Spyridium) da Wanilla, nome di un Hundred (ripartizione di una contea) situato nell'Australia sud-occidentale: riferimento all'area d'origine di questa specie
21776 wangi, ii (Aesculus, Aglaia, Allantodia/ Diplazium, Angiopteris, Athyrium, Begonia, Beilschmiedia, Berberis, Campylotropis, Carpinus, Castanopsis, Corylus, Cyclosorus, Cynanchum/ Vincetoxicum, Diplazium, Dryopteris, Habenaria, Hedyotis, Illicium, Ipomoea, Jasminum, Knema, Mangletia, Mazus, Mecodium, Mitrephora, Mucuna, Pedicularis, Piper, Podocarpus, Primula, Quercus, Schefflera, Sedum, Thalictrum) in onore del botanico cinese Chi-Wu Wang (1913-1987) che negli anni ’30 fece imponenti raccolte nello Yunnan; dopo la seconda guerra mondiale si trasferì negli Stati Uniti come docente di Scienze forestali. E’ autore di The forests of China (1961)
(Agropyron/ Douglasdewey) in onore del genetista americano Richard R.-C. Wang
(Asplenium x) in onore del botanico di Taiwan Bi-Jiao Wang (1953-1992) che raccolse l’olotipo
(Baimashania) in onore di Wei Y. Wang che raccolse l’olotipo nel 1982 presso Xiaoqu nella provincia cinese del Qinghai
(Cupressus x) in onore del professor L. C. Wang che ottenne i semi di questo ibrido
(Dendrobium) in onore di Y. K. Wang che lo raccolse in 1932 a Sunyi, Guangdong (Cina)
(Ampelopsis, Delphinium, Euphorbia) in onore del botanico e raccoglitore di piante cinese Wen Tsai Wang (1926-vivente) specialista di Gesneriaceae
(Hedysarum) in onore del raccoglitore Tso-Pin Wang (1902-1989) dell’Istituto di Botanica di Yangling, Shaanxi (Cina)
(Holcoglossum/ Tsiorchis, Phlomis) in onore di Fa-Tsuan Wang (1899-1985)
(Pinus) dedicato nel 1948 da Henri Hua (1861–1919) al Dr. Shao-Ping Wang
(Polypodium) in onore del botanico cinese Pei Shan Wang (1936)
21775 Wangerinia [Caryophyllaceae] genere dedicato al naturalista e botanico tedesco Walther Leonhard Wangerin (1884-1938), direttore dell’Istituto botanico di Danzica
21774 Wangenheimia [Poaceae] nome legittimo, genere dedicato al militare, botanico e forestale tedesco Friedrich Adam Julius von Wangenheim (1749-1800)
[Araliaceae] nome illegittimo, genere dedicato da F.G. Dietrich allo stesso
21773 wandoo (Eucalyptus) dal nome vernacolare di questa pianta in uso presso gli aborigeni australiani
21772 Walzia [Aspergillaceae] genere di funghi dedicato in onore del botanico, algologo e micologo russo Jacob Jacoblevic Walz (1840-1904)
21771 walzi, ii (Vaucheria) in onore del botanico, algologo e micologo russo Jacob Jacoblevic Walz (1840-1904)
21770 walyunga (Drosera) dal nome del Parco Nazionale di Walyunga in Australia
20289 Waltheria [Sterculiaceae] genere dedicato da Linneo al medico e botanico tedesco Augustin Friedrich Walther (1688-1746), direttore del giardino botanico di Lipsia, autore di Designatio plantarum quas hortus A.F. Waltheri complectitur e Plantarum exoticarum indigenarumque index
26730 waltersii (Alchemilla, Eleocharis, Lebeckia/ Polhilla, Ranunculus, Sorbus) in onore di Stuart Max Walters (1920-2005), botanico e accademico britannico. Autore di numerosi libri, in particolare l' Atlante della flora britannica e coeditore di Flora Europaea; Direttore del Giardino Botanico dell'Università di Cambridge, di cui ha scritto la storia
21769 walteri, ii (Acacia Suess., Crinum, Eragrostis/ Pratocloa, Hypertelis/ Mollugo) in onore del botanico ed eco-fisiologo russo-tedesco Heinrich Karl Walter (1898-1989), docente presso varie università tedesche e infine ad Ankara, che condusse ricerche sulla flora dei deserti degli Stati Uniti e tre campagne in Namibia; insieme alla moglie Erna (1893-1992), figlia di Gustav Schenk, elaborò la legge della costanza relativa di habitat
(Acacia Maiden & Blakely, Epacris, Euphrasia, Grevillea, Microseris, Persoonia, Pimelea, Prostanthera) in onore del fotografo e botanico dilettante australiano di origine tedesca Carl (anche Charles) Walter (1831-1907) che dopo essersi trasferito in Australia partecipò a diverse missioni di esplorazione e raccolse piante per Ferdinand von Muller, Anatole von Hügel e Michel Gandoger
(Aeschynomene, Disa) in onore del naturalista e fotografo tedesco Walter Goetze (1872-1899) che raccolse esemplari botanici e zoologici in Tanzania tra il 1888 e il 1889
(Allium, Chrysanthemum/ Pyrethrum/ Tanacetum/ Tzvelevopyrethrum) in onore dello zoologo tedesco Alfred Walter (1860-1890) che tra il 1881 e il 1887 esplorò il Turkestan insieme a Gustav Rodde
(Androcymbium/ Colchicum) dedicato nel 1999 a Anton Walter, presidente della Karl Faust Fundation, in riconoscimento del suo interesse per la sistematica delle piante e la botanica
(Andromeda/ Leuchotoe, Anemone, Arum/ Peltandra, Aster/ Lasallea/ Symphyotrichum/ Virgulus, Clematis, Echinochloa/ Panicum, Erysimum/ Nasturtium/ Rorippa/ Sisymbirum, Frasera, Galium, Hypericum/ Triadenum, Liatris, Oplismenus/ Panicum, Paspalum, Phlox, Physalis, Poa, Rubia, Senecio, Smilax, Thalictrum, Thaspium, Verbesina, Viola) in onore del botanico statunitense d'origine britannica Thomas Walter (1740-1789), autore di Flora caroliniana, il primo testo statunitense ad usare il sistema linneano
(Aristida) in onore del botanico ed eco-fisiologo russo-tedesco Heinrich Karl Walter (1898-1989), docente presso varie università tedesche e infine ad Ankara, che condusse ricerche sulla flora dei deserti degli Stati Uniti e tre campagne in Namibia; e della moglie Erna (1893-1992), figlia di Gustav Schenk, ecologa e lichenologa, che lo affiancò nelle ricerche in Namibia
(Cornus/ Svida) in onore del botanico tedesco Walther Leonhard Wangerin (1884-1938) che scrisse tra l’atro uno studio sulle Cornaceae
(Echinopsis/ Lobivia/ Soehrensia/ Trichocereus, Aylostera/ Rebutia) in onore del botanico austriaco Walter Rausch (1928-vivente), specialista di Cactaceae, che raccolse piante in Argentina, Uruguay e Bolivia
(Gymocalycium) dedicato nel 2003 dal botanico e giardiniere austriaco Hans Till al figlio Walter Till, nato nel 1956, anch’egli botanico
(Ipomoea) dedicata nel 2017 all’ingegnere forestale brasiliano Bruno Walter specialista della flora del Cerrato, che dirige le ricerche dell’Embrapa (Empresa Brasileira de Pesquisa Agropecuária) presso l’erbario Cenargen di Brasilia
(Masdevallia/ Reichantha) per K. S. Walter che la raccolse a San José in Costa Rica nel 1979
(Rubus) in onore del botanico tedesco Walter Lang (1937-2020)
(Simira) in onore del botanico brasiliano Walter da Silva (1942-vivente) per il significativo contributo all’esplorazione floristica della regione della Mata atlantica
(Stelis) dedicato nel 1924 da Schlechter a Walter Hopp, fratello del raccoglitore, appassionato e collezionista di orchidee Werner Hopp
(Cinnamomum, Gerbera, Tillandsia) senza indicazioni nelle fonti originali
26771 Walsura [Meliaceae] dal nome di Walsura trifoliata in lingua telugu (India centro-meridionale)
21768 walshi, ii (Brachyscome, Eucalyptus, Pomaderris) in onore di Neville Walsh (1956-vivente) del National Herbarium of Victoria (Australia)
(Agapanthus) per un certo A. Walsh che nel 1918 ne raccolse l’olotipo nei pressi della stazione ferroviaria di Steenbras
(Aleuritia/ Primula) in onore del militare, diplomatico e orientalista Ernest Herbert Cooper Walsh (1865-1952) che la raccolse nel 1904 in Tibet, dove si trovava come membro della Missione britannica
21767 Walpersia [Fabaceae] nome legittimo, genere dedicato da W.H. Harvey al botanico tedesco Wilhelm Gerhard Walpers (1816-1853)
[Rhamnaceae] nomen rejecendum, genere dedicato da S. Reissek allo stesso
21766 walongensis, e (Impatiens, Rhododendron) della località di Walong, nella valle di Lohit (Tibet)
8045 wallrothi, ii (Diphasium, Lactuca, Potentilla, Rumex, Scirpus, Thalictrum, Valeriana, Verbascum, Xanthium) in onore del medico e botanico tedesco Carl (Karl) Friedrich Wilhelm Wallroth (1792-1857), allievo di Sprengel, studioso della flora della Germania e autore di un trattato sulle crittogame tedesche
21765 Wallisia [Bromeliaceae] genere legittimo, dedicato da E. Morren al botanico e cacciatore di piante tedesco Gustav Wallis (1830-1878) che raccolse piante nelle Americhe (Nord, Centro e Sud), Europa, Filippine e Giappone dapprima per Jean Linden, poi per Veitch & Sons, infine per proprio conto
[Gentianaceae] genere illegittimo, dedicato da E.A. Regel allo stesso Gustav Wallis
21764 wallisi, ii (Acanthorrhiza/ Chelyocarpus/ Tessmanniophoenix, Adelonema/ Curmeria/ Homalomena, Agave, Agrostopoa/ Muhlenbergia, Amorphophallus/ Dracontium, Anthurium, Asplenium/ Diplazium, Attalea/ Scheelea, Bletia, Cattleya/ Laelia, Chamaedorea/ Nunnezharia, Cypripedium, Desmoncus, Dasyglossum, Dicranopygium/ Carludovica, Dictyocaryum, Dieffenbachia, Dilkea Dracula/ Masdevallia, Epidendrum/ Oerstedella, Geonoma, Goeppertia/ Calathea, Grammatophyllum, Maranta/ Phyllodes, Mesospinidium, Houlletia/ Jennyella, Huntleya/ Batemannia, Iresine, Ischnosiphon gracilis var., Loasa, Neomoorea/ Lueddemannia, Oncidium/ Odontoglossum, Pescatoria/ Zygopetalum, Philodendron, Phragmipedium/ Paphiopedilum, Pitcairnia corallina var., Ponthieva, Roezliella/ Sigmatostalix, Schomburgkia, Selenipedium, Solanum, Spathiphyllum, Stanhopea, Stenomeris, Stenospermation, Syagrus, Telipogon, Xanthosoma, Zamia/ Aulacophyllum) in onore del botanico e cacciatore di piante Gustav Wallis (1830-1878) che raccolse piante nelle Americhe (Nord, Centro e Sud), Europa, Filippine e Giappone dapprima per Jean Linden, poi per Veitch & Sons, infine per proprio conto
7555 wallichianus, a, um (Acacia, Achyrospermum/ Teucrium, Aconitum, Adesmia, Agapetes, Agrostis, Aidia, Aleuritopteris ×, Allium, Alsinella, Alsodeia, Alsophila, Angiopteris, Antidesma, Antrophyum, Aquilegia, Arenaria, Arisaema, Artemisia, Arthromeris, Asplenium, Athyrium, Barringtonia, Begonia, Behenantha, Beilschmiedia, Berberis, Bryonia, Bulbostylis/ Abildgaardia/ Isolepis, Buxus, Callicarpa, Calophyllum, Campylospermum, Capparis, Carex/ Vignea, Catalpa, Caryopteris, Centaurea/ Amberboa, Chamaecrista/ Cassia, Cissus, Claoxylon, Cleyera, Commelina, Convolvulus, Coscinium, Cotoneaster, Cremastra, Crinum, Crotalaria, Cyperus, Cyrtophyllum, Debregeasia/ Morocarpus, Digitaria/ Panicum, Diplazium ×, Diploclinium, Doratometra, Dryopteris/ Aspidium, Ehretia, Elaeagnus, Engelhardia, Epilobium, Equisetum ×, Eriocaulon, Eriophyton, Euphorbia, Eurya, Fagraea, Falconeria, Festuca, Flueggea, Fuirena, Garcinia, Gentiana, Geranium, Gerardia, Gigantochloa, Glochidion/ Phyllanthus, Grenacheria, Guettarda, Gymnopteris, Gymnosporia/ Celastrus/ Maytenus, Hedera, Hedysarum, Helixanthera/ Dendrophthoe/ Loranthus/ Phoenicanthemum, Helosciadium, Henckelia, Heptapleurum/ Aralia/ Paratropia/ Schefflera, Hoya, Iguanura/ Areca, Jasminum, Juncus, Juniperus/ Sabina, Koilodepas, Lactuca, Ligusticopsis/ Cortia/ Peucedanum/ Selinum, Lilium, Limacia, Lithocarpus/ Pasania/ Synaedrys, Lobelia, Loxogramme/ Colysis/ Polypodium/ Selliguea, Macrostylis, Maharanga/ Onosma, Mallotus, Mariscus, Mesona, Microsorum, Microtropis/ Paracelastrus, Miliusa, Mondo, Morina, Morus, Nageia/ Decussocarpus/ Podocarpus, Nauclea, Nephrolepis, Origanum, Oxalis, Pandanus, Pavetta, Pedicularis, Phymatodes, Phythonium, Pimpinella, Pinus, Planchonella, Pleione/ Coelogyne, Pluchea, Polypleureum/ Podostemum, Pollinia, Polygala, Polystichum, Polytoca/ Chionachne/ Cyathorhachis, Potentilla/ Duchesnea, Pouzolzia, Primula, Psychotria, Pteris/ Campteria/ Litobrochia, Pulsatilla/ Anemone, Pyrularia, Pyrus, Quercus, Ranunculus, Rapuntium, Riedlea, Rinorea, Rhodiola/ Sedum, Rhynchospora, Rourea, Rubia, Rubus, Rumex, Salacca, Salix, Santalodes, Saxifraga, Schefflera, Scirpus, Scleropyrum, Scutellaria, Sideroxylon, Silene/ Galedupa, Sindora/ Guilandina/ Oberna, Sonchus, Sphaerocarya, Sphenodesme, Stellaria/ Alsinella, Strychnos, Syzygium, Tabernaemontana, Taxus, Tetraria, Ternstroemia/ Erythrochiton/ Taonabo, Trichosanthes/ Anguina/ Involucraria, Thunbergia, Timonius/ Bobea, Ulmus, Vaccinium, Verbascum, Viola, Viscum, Urtica, Utricularia, Widdringtonia, Zanthoxylum) specie dedicate al chirurgo e botanico danese Nathaniel Wallich (1786-1854) che operò per molti anni in India, dapprima al servizio della Compagnia danese delle Indie orientali quindi della Compagnia britannica delle Indie; primo curatore dell’Indian Museum dell’Asiatic Society, quindi sovrintendente dell’Orto botanico di Calcutta, fece importanti raccolte in India, Nepal, Birmania e Malesia, allestendo un erbario di oltre 20.000 esemplari, oggi custodito a Kew
12153 Wallichia [Arecaceae] nome legittimo, genere dedicato da W. Roxburgh al chirurgo e botanico danese Nathaniel Wallich (1786-1854) che operò per molti anni in India, dapprima al servizio della Compagnia danese delle Indie orientali quindi della Compagnia britannica delle Indie; primo curatore dell’Indian Museum dell’Asiatic Society, quindi sovrintendente dell’Orto botanico di Calcutta, fece importanti raccolte in India, Nepal, Birmania e Malesia, allestendo un erbario di oltre 20.000 esemplari, oggi custodito a Kew
[Rubiaceae] nome illegittimo, genere dedicato da C.G.C. Reinwardt allo stesso Nathaniel Wallich
[Malvaceae] nome illegittimo, genere dedicato da A.P. de Candolle allo stesso Nathaniel Wallich
12152 wallichi, ii (Acalypha, Actinospora, Adenoceras, Aechmanthera, Aerva, Aeschynanthus/ Trichosporum, Agelaea/ Castanola, Aganosma/ Ichnocarpus, Aglaia/ Amoora/ Aphanamixis, Allium, Alysicarpus, Amaranthus, Amelina, Ancistrocladus, Aporosa, Apostasia/ Mesodactylis, Ardisia/ Tinus, Argostemma, Argyreia, Arundinella, Aspidopterys, Baccaurea, Bassovia, Beaumontia, Bidens, Blumea, Brachytome, Bragantia, Bulbophyllum/ Tripudianthes, Burmannia/ Gonianthes, Calciphilopteris/ Doryopteris, Callipteris, Calotropis, Campanula, Campnosperma, Canscora, Castanopsis, Catha/ Maytenus, Catreus, Celtis, Cephalaria, Cercocoma, Ceropegia, Cinnamomum, Cirrhopetalum, Cirsium/ Cnicus, Clausena/ Bergera, Clematis, Clerodendrum, Combretum, Connarus, Conyza, Cordia, Cordyline, Cracca, Croton/ Oxydectes, Crucihimalaya/ Arabidopsis/ Hesperis/ Sisymbrium, Crypteronia, Cubeba, Curcuma, Cycas, Cyclea, Cymbidium, Cynanchum/ Cyathella/ Cynoctonum/ Vincetoxicum, Cynoglossum, Cyperorchis, Cyperus, Cyrtandra, Dasymaschalon, Datura, Dendrobium, Dendrolobium/ Desmodium, Dentaria, Derris, Dialium, Dilochia/ Arundina, Dioscorea, Diporidium/ Discladium/ Ochna, Diospyros, Dipteris/ Drynaria/ Polypodium, Dischidia, Dombeya/ Assonia/ Astrapaea, Dorcoceras/ Boea, Dracaena, Dracocephalum/ Ruyschiana, Dryopteris, Elaeocarpus, Eleusine, Epipactis, Eriolaena, Eriophyton, Eriosolena/ Daphne, Erycibe, Erythroxylum, Eupatorium, Euploca marifolia subsp., Euphorbia/ Tithymalus, Finlaysonia/ Atherandra/ Atherolepis, Firmiana/ Scaphium, Fissistigma, Flemingia/ Maughania, Gagea, Galearia/ Bennettia, Garcinia, Gardneria, Globba, Gluta/ Melanorrhoea, Gomphostemma, Gongronema/ Gymnema/ Tylophora, Gonocaryum, Gynochthodes/ Morinda, Habenaria/ Habenella, Haymondia/ Pueraria, Hebradendron, Hedyotis, Heliotropium marifolium subsp., Hemidesmus, Heterostemma, Homalomena, Hondbesseion, Horsfieldia/ Myristica/ Palala, Hoya/ Physostelma, Hymenandra, Hymenocardia, Hypoestes, Ilex, Impatiens, Iridorkis, Ixora, Jasminum, Justicia/ Dianthera/ Leptostachya, Knoxia, Lasianthus/ Mephitidia, Lastrea, Lepistemon/ Ipomoea, Lecanthus, Leptomischus/ Indopolysolenia/ Polysolenia/ Polysolen, Ligusticum, Ligustrum, Litsea, Lophopetalum/ Solenospermum, Malaxis, Mapania, Mappa, Marsdenia, Melastoma, Melodorum, Memecylon, Meliosma, Microstylis, Missiessya, Momordica, Morisia, Munronia, Mussaenda/ Ucriana, Myriactis, Neocollettia/ Teramnus, Oberonia, Oleandra/ Aspidium, Oldenlandia, Ophelia, Ophiorrhiza, Oxystelma, Pachynocarpus, Paederia, Papaver/ Meconopsis, Paracolpodium/ Catabrosa/ Colpodium, Parasympagis, Pedicularis, Pentasacme, Peperomia, Persea, Persicaria, Phaius, Phyllorkis, Phanera/ Bauhinia, Phlogacanthus, Phyllochlamys, Pilea, Pimelandra, Pimpinella, Piper/ Chavica, Pittosporum, Platycerium/ Alcicornium, Polygonum, Polyosma, Polypleurum/ Dicraeia/ Lacis/ Podostemum, Pothos, Prunus/ Cerasus/ Lauro-cerasus, Pterocarpus, Radermachera/ Stereospermum, Reevesia, Restio/ Ischyrolepis, Rhaphidophora, Rhododendron, Rhynchodia/ Rhynchospermum, Rhynchospora/ Sphaeroschoenus, Rosa, Rotala/ Ammania/ Hydrolythrum, Roupala, Rubus, Rumex, Rumohra, Ryparosa, Sageretia, Salix, Sarcococca, Sarcostigma, Saussurea, Schima/ Gordonia, Schismatoglottis, Schoenoplectiella/ Hymenochaeta/ Schoenoplectus/ Scirpus, Selaginella/ Lycopodium, Sida, Sindora, Skimmia, Sloetia, Smilax, Sonerila/ Cassebeeria, Spatalla, Sporobolus, Sterculia, Streblosa, Streptocaulon, Striga/ Buchnera, Strobilanthes, Strophanthus, Syngramma/ Dictyogramme/ Gymnogramma, Synotis/ Senecio, Sorbus / Pyrus, Syzygium/ Eugenia, Tarenna/Webera, Tarennoidea/ Aidia/ Randia/ Stylocoryna, Tephrosia, Taraxacum, Tarenna, Tetrandra, Tetrataenium/ Heracleum, Tournefortia, Toxicodendron/ Rhus, Tylecodon/ Cotyledon, Utricularia, Valeriana, Vatica, Vernonia, Vitis, Wedelia, Wendlandia, Widdringtonia, Wrightia, Xerospermum, Xyris, Zehneria/ Melothria/ Neoachmandra) specie dedicate al chirurgo e botanico danese Nathaniel Wallich (1786-1854) che operò per molti anni in India, dapprima al servizio della Compagnia danese delle Indie orientali quindi della Compagnia britannica delle Indie; primo curatore dell’Indian Museum dell’Asiatic Society, quindi sovrintendente dell’Orto botanico di Calcutta, fece importanti raccolte in India, Nepal, Birmania e Malesia, allestendo un erbario di oltre 20.000 esemplari, oggi custodito a Kew
26750 walliae (Corybas) specie creata nel 2016 in onore di Walli (Walburga) Zeller, madre del botanico neozelandese Andreas Zeller
21763 walli, ii (Leptochilus/ Acrostichum/ Campium/ Dendroglossa/ Gymnopteris, Oreogrammitis/ Grammitis / Polypodium, Trichomanes/ Didymoglossum) in onore dell'inglese George Wall (1821-1894), mercante, piantatore, editore di giornali e del Catalogue of Ferns Indigenous to Ceylon di H. Trimen
(Agropyron ×/ Elymus ×, Carex, Cheesemania/ Nasturtium/ Pachycladon, Colobanthus, Coprosma, Poa, Veronica ×) in onore di Arnold Wall (1869-1966), sesto figlio di George Wall, professore di inglese al Canterbury University College di Christchurch (Nuova Zelanda), appassionato alpinista e raccoglitore di piante alpine, autore di articoli scientifici e divulgativi di argomento botanico
(Batatas/ Ipomoea) dedicata da Morren nel 1846 al suo raccoglitore, un certo Père Walle di Poperinge
(Clerodendrum, Eremurus / Ammolirion, Muscari) in onore dello svedese Eric Torsten Selim Wall (1871-1959) che fece raccolte in varie parti del mondo (Americhe, Medio Oriente, Turchia, Nord Africa, Sud Africa)
(Anthemis, Astragalus) da definire
21762 walleynianus, a, um (Galerina) in onore del micologo belga Ruben Walleyn (1966-2008)
7052 wallerianus, a, um (Impatiens) in onore del reverendo Horace Waller (1833-1896), missionario in Africa centrale, che fece raccolte di piante soprattutto in Mozambico
21761 Walleria [Tecophilaeaceae] genere dedicato al reverendo Horace Waller (1833-1896), missionario in Africa centrale, che fece raccolte di piante soprattutto in Mozambico e scoprì questo genere nell’attuale Malawi
26768 Wallaceodoxa [Arecaceae] nome composto da Wallace, dedica all’esploratore, zoologo e botanico britannico Alfred Russel Wallace (1823-1913) che fece raccolte in Amazzonia e Malesia, formulò una teoria dell’evoluzione e individuò la cosiddetta "linea di Wallace" che separa la fauna asiatica da quella dell’Oceania; e dal greco δόξα doxa fama, gloria: "gloria di Wallace". La denominazione è stata coniata da C.D. Heatubun e W.J.Baker in occasione del centenario della morte del grande naturalista
21760 Wallaceodendron [Fabaceae] nome composto da Wallace, dedica all'esploratore, zoologo e botanico britannico Alfred Russel Wallace (1823-1913) che fece raccolte in Amazzonia e Malesia, formulò una teoria dell’evoluzione e individuò la cosiddetta "linea di Wallace" che separa la fauna asiatica da quella dell’Oceania, e dal greco δένδρον déndron albero: albero dedicato a Wallace
26767 wallacei (Begonia, Epidendrum stamfordianum var., Phyllagathis, Sphaeropteris/ Alsophila/ Cyathea) in onore dell’esploratore, zoologo e botanico britannico Alfred Russel Wallace (1823-1913) che fece raccolte in Amazzonia e Malesia, formulò una teoria dell’evoluzione e individuò la cosiddetta "linea di Wallace" che separa la fauna asiatica da quella dell’Oceania
(Cissus, Lasianthus) in onore di G.B. Wallece che fece raccolte in Tanzania negli anni ‘30
(Eriophyllum/ Actinolepis/ Antheropeas/ Bahia, Nicotiana bigelovii var./ Nicotiana quadrivalvis var., Solanum, Sphacele calycina var./ Lepechinia calycina var.) in onore del giornalista statunitense William Allen Wallace (1815-1893), che negli verso metà Ottocento fece raccolte in California
(Lilium ×, e forse Saxifraga) in onore del medico, botanico e entomologo inglese Alexander Wallace (1829-1899), che coltivava bulbose e orchidee, commercializzate dai suoi figli: gli si deve l’introduzione in Europa di Lilium e orchidee
(Schizoglossum) in onore del rev. Wallace che lo raccolse in Namibia nel 1892
(Selaginella/ Bryodesma) in onore di un certo capitano Wallace che raccolse la pianta in Oregon
21759 Wallacea [Ochnaceae]genere dedicato all'esploratore, zoologo e botanico britannico Alfred Russel Wallace (1823-1913) che fece raccolte in Amazzonia e Malesia, formulò una teoria dell’evoluzione e individuò la cosiddetta "linea di Wallace" che separa la fauna asiatica da quella dell’Oceania
21758 Walkeromyces [Mycosphaerellaceae] nome generico composto da Walker, dedica al micologo statunitense John Charles Walker (1893-1994), e dal greco μύκης mýces fungo: fungo in onore di Walker
21757 walkerianus, a, um (Arundinaria / Kuruna / Indocalamus/ Sinarundinaria/ Yushania) specie dedicata a Anna Maria Walker nata Patton (1778-1852), artista illustratrice e botanica scozzese che erborizzò a Ceylon, Penang e Singapore assieme al marito George Warren Walker
(Cattleya/ Catasetum/ Epidendrum) specie dedicata da George Gardner a Edward Walker che gli fece da assistente nella sua spedizione in Brasile (1836-1841)
(Cirrhopetalum, Hyrtanandra, Lasianthus/ Mephitidia/ Nonatelia, Lepidagathis, Mesua, Pouzolzia, Sarcanthus/ Saccolabium) in onore di George Warren Walker (1778-1843), colonnello e botanico inglese che erborizzò a Ceylon, Penang e Singapore assieme alla moglie, Anna Maria Walker nata Patton (1778-1852)
(Cirsium) in onore di una certa Miss H. A. Walker che ne raccolse l’olotipo a Berkeley (California) nel 1913
(Cryptanthus) in onore del genetista inglese Ian Walker, ambientalista e proprietario della Reserva Florestal Novo Milênio, dove questa pianta è stata scoperta
(Erica) la pubblicazione originale di questo taxon (H. C. Andrews, Colored Engravings of Heaths, Vol. 1, 1802) non fornisce alcuna indicazione sul dedicatario. Potrebbe trattarsi di Joseph Walker di Liverpool (morto prima del 1810) che in quegli anni possedeva un'ampia collezione di Stapeliae e piante rare a Stockwell
(Rapanea) in onore del botanico statunitense Egbert Hamilton Walker (1899-1991), specialista della flora dell’Asia orientale e della famiglia Myrsinaceae
21756 walkeriae
  • (Liparis, Vanilla) in onore di Anna Maria Walker nata Patton (~1778-1852), artista illustratrice e botanica scozzese che erborizzò a Ceylon, Penang e Singapore assieme al marito, George Warren Walker
21755 Walkeria [Solanaceae] nome legittimo, genere dedicato da P. Miller al filosofo britannico Richard Walker (1679 - 1764), professore di filosofia morale a Cambridge, appassionato di giardinaggio e piante esotiche, fondatore di quell'orto botanico universitario
[Dicranaceae] nomen illeg., genere dedicato da Hornschuch al botanico scozzese George Arnott Walker Arnott (1799-1868) che fu anche viaggiatore, collezionista di piante e direttore del Botanic Garden di Glasgow
[Sapotaceae] nomen illeg., genere dedicato da A. Chevalier al missionario, etnografo e linguista gabonese André Raponda-Walker (1871-1968), che fu il primo nativo ad essere ordinato sacerdote cattolico; studiò le lingue, la fauna, la flora e i costumi del paese; insieme a Sillans fu autore di Les Plantes utiles du Gabon
21754 walkeri, ii (Acacia) dedicata nel 2008 a Ken Walker che negli ultimi trent’anni ha fatto importanti raccolte nella regione australiana di Pilbara
(Acrotrema, Antidesma, Bifaria, Calophyllum, Campylospermum, Carex, Coleus, Crotalaria, Cissampelopsis, Cryptocoryne, Desmodium, Diospyros/ Patonia, Diporidium, Dipsacus, Doronicum, Emilia, Eragrostiella/ Eragrostis, Eriocaulon, Euonymus, Exacum, Freycinetia, Goniothalamus, Hedyotis, Ilex, Impatiens, Isachne/ Panicum, Kendrickia/ Medinilla/ Pachycentria, Kleinia/ Gynura/ Notonia/ Senecio, Leptacanthus, Leucas, Ligustrum, Litsea/ Cylicodaphne, Lobelia, Memecylon, Michelia, Monocera, Ochna, Osbeckia/ Asterostoma, Passiflora/ Anthactinia, Piper, Plectranthus/ Isodon/ Rabdosia, Prunus/ Polydontia/ Pygeum, Semecarpus/ Cassuvium, Stemonurus, Strobilantes, Sykesia/ Gaertnera, Symplocos, Thrixspermum, Viola, Xyris, Zornia) in onore di George Warren Walker (1778-1843), colonnello e botanico inglese che erborizzò a Ceylon, Penang e Singapore assieme alla moglie, Anna Maria Walker nata Patton (1778-1852)
(Ainsliaea, Calamus/ Palmijuncus) in onore del capitano A. L. Walker, di stanza a Hong Kong negli anni ’70 dell’Ottocento, che raccolse queste specie
(Annona) in onore di Mr. J.C. Walker, un gentleman interessato alla botanica che accompagnò l’autore Spencer Le Marchant Moore nelle sue escursioni botaniche nei dintorni di Cumanà durante la sua spedizione in Mato Grosso (1891-1892)
(Ardisia, Haloragis/ Laurembergia, Haumania, Maesa) in onore del botanico statunitense Egbert Hamilton Walker (1899-1991), specialista della flora dell’Asia orientale e della famiglia Myrsinaceae
(Atropis/ Poa/ Puccinellia) in onore di un certo Mr. Walker per l’assistenza prestata durante il soggiorno dell'autore Thomas Kirk (1828-1898) in Nuova Zelanda
(Bassia/ Cyrilwhitea/ Screrolaena) in onore di L. G. Walker che la raccolse nel luglio 1941
(Bossiaea) dedicata nel 1860-61 da F.J.H. von Muller al raccoglitore del tipo Alex Walker
(Celmisia/ Elcismia) dedicata da T. Kirk all’amico capitano J. Campbell Walker che era con lui al momento della raccolta
(Chylismia/ Camissonia/ Oenothera) in onore di E. P. Walker che nel luglio del 1912 la raccolse per conto dell’Università del Wyoming nella Paradox Valley, Colorado
(Diplazium, Thelypteris / Pneumatopteris) in onore del botanico britannico Trevor G. Walker (1927-2006) dell’Università di Newcastle, specialista di felci, che fece raccolte a Ceylon, in Giamaica, nei Caraibi, Papua-Nuova Guinea e Indonesia
(Dischistocalyx, Loesenera/ Ibadja, Randia, Sclerosperma, Tisserantodendron) in onore del missionario, etnografo e linguista gabonese André Raponda-Walker (1871-1968), che fu il primo nativo ad essere ordinato sacerdote cattolico; studiò le lingue, la fauna, la flora e i costumi del paese; insieme a Sillans fu autore di Les Plantes utiles du Gabon
(Pteris) in onore del primo scopritore H. Walker di Silam nel Borneo settentrionale
(Schizopetalon) in onore di un certo John Walker che nel 1823 spedì questa specie dal Cile
(Syzygium) in onore del botanico ed esperto forestale F. S. Walker che nel 1945 realizzò una pionieristica indagine conoscitiva sulle risorse forestali delle Isole Salomone britanniche
(Taeniophyllum) in onore dell’entomologo australiano James Walker che scoprì questa specie nel corso di un lavoro sul campo nell’area della Cape York Peninsula (Queensland settentrionale)
(Agrostemma ×/ Lychnis ×) ibrido orticolo; l’etimo dell’epiteto non è indicato nel protologo
6194 waldsteinianus, a, um (Allium, Campanula, Salix, Trifolium, Veronica) in onore del conte Franz de Paula Adam Norbert Wenzel Ludwig Valentin von Waldstein-Wartenburg (1759-1823), militare dell'esercito dell'impero Austro-Ungarico che studiò la flora ungherese insieme a Paul Kitaibel
21753 Waldsteinia [Rosaceae] genere dedicato da Willdenow al conte Franz de Paula Adam Norbert Wenzel Ludwig Valentin von Waldstein-Wartenburg (1759-1823), militare dell'esercito dell'impero Austro-Ungarico che studiò la flora ungherese insieme a Paul Kitaibel
6195 waldsteini, ii (Allium, Cardamine, Cirsium, Dianthus, Euphorbia/ Tithymalus, Festuca, Hieracium, Leucanthemum/ Pyrethrum/ Tanacetum, Silene) in onore del conte Franz de Paula Adam Norbert Wenzel Ludwig Valentin von Waldstein-Wartenburg (1759-1823), militare dell'esercito dell'impero Austro-Ungarico che studiò la flora ungherese insieme a Paul Kitaibel
21752 Wakefieldiomyces [Clavicipitaceae] nome composto da Wakefield e dal greco μύκης mýces fungo: fungo dedicato alla micologa inglese Elsie Maud Wakefield (1886-1972)
26749 wakefieldianus, a, um (Isolepis/ Scirpus) in onore del’insegnante e naturalista australiano Norman Arthur Wakefield, 1918-1972, che fece raccolte nello stato di Victoria (Australia)
6193 Wakefiéldia [Boletaceae] genere dedicato alla micologa inglese Elsie Maud Wakefield (1886-1972)
21751 wakefieldi, ii (Albuca, Aspidium, Begonia, Combretum, Cyclosorus, Cyrtanthus sanguineus subsp., Dryopteris/ Nephrodium, Endostemon/ Orthosiphon, Eulophia/ Lissochilus, Euphorbia, Ficus, Ipomoea, Pistaciopsis, Solenangis/ Angraecum/ Neocribbia/ Tridactyle, Strychnos, Turraea, Vernonia) in onore del missionario, geografo e naturalista inglese Thomas Wakefield (1836-1901), che fece raccolte in Kenya
26766 Waitzia [Asteraceae] nome legittimo, genere dedicato da J.C. Wendland al botanico e agronomo tedesco Friedrich August Carl Waitz (1774-1848)
[Iridaceae] nome illegittimo, genere dedicato da H. G. L. Reichenbach allo stesso oppure, meno probabilmente, al medico e botanico omonimo Friedrich August Carl Waitz (1798 - 1882) che lavorò come medico a Batavia e raccolse piante a Giava e forse in Borneo e a Sumatra
21750 Wainiocora [Agaricomycetidae] genere di funghi dedicato al lichenologo finlandese Edvard August Vainio (1853-1929)
21749 Wainioa [Byssolomataceae] genere di funghi dedicato al lichenologo finlandese Edvard August Vainio (1853-1929)
21748 waianapanapaensis, e (Dubautia/ Raillardia) da Wai’anapnapa, che significa acqua spumeggiante, nome hawaiano di due pozze d'acqua vicine al punto di raccolta dell'olotipo
6192 Wahlenbergia [Campanulaceae] nome legittimo, genere dedicato al botanico svedese Göran Wahlenberg (1780-1851), successore di Thunberg a Uppsala
[Rubiaceae] nome illegittimo, genere dedicato da C. Blume allo stesso Göran Wahlenberg
[Asteraceae] nome illegittimo, genere dedicato da H.C.F. Schumacher allo stesso Göran Wahlenberg
10002 wahlenbergi, ii (AlisAlisma, Anemone, Arabis, Cerastium, Cochlearia, Draba/ Crucifera, Erysimum, Gnaphalium, Gymnadenia, Hieracium, Luzula, Rosa, Salix, Saxifraga, Viola) in onore di Göran Wahlenberg (1780-1851), successore di Thunberg a Uppsala
21747 Wahlbomia [Dilleniaceae] genere dedicato da Thunberg al medico e naturalista svedese Johan Gustaf Wahlbom (1724-1808)
21746 wahlbergi, ii (Diplachne, Dupatya / Eriocaulon / Paepalanthus / Syngonanthus, Entada / Pusaetha, Entadopsis, Euphorbia) in onore dell'esploratore e naturalista svedese Johan August Wahlberg (1810-1856) che raccolse piante in Sudafrica
(Rubus) in onore del medico e botanico svedese Pehr Fredrik Wahlberg (1800-1877)
21745 Wahlbergella [Caryophillaceae] genere dedicato da Fries al medico e botanico svedese Pehr Fredrik Wahlberg (1800-1877)
26764 wagnerianus, a, um (Athyrium, Berberis hallii var., Paspalum, Heliconia/ Bihai, Salvia, Smilax, Stellaria, Tropaeolum/ Trophaeum) in onore dell’esploratore, geografo e naturalista tedesco Moritz Friedrich Wagner (1813–1887) che viaggiò in Algeria, nel Caucaso e assai estesamente in Centro e Sud America, facendo importanti raccolte naturalistiche e elaborando una propria teoria della speciazione
(Barfussia/ Tillandsia) in onore di Ronald Thomas Wagner, amico dell’autore L.B. Smith
(Ceodes/ Pisonia) in onore di Warren L. Wagner, curatore della botanica del Pacifico allo Smithsonian
(Mammillaria/ Neomammillaria) in onore del raccoglitore di cactus tedesco Hermann Wagner(Mentha) in onore di L. Wagner, che fece raccolte per conto di P. M. Opiz
(Sadleria/ Blechnum) in onore dei botanici statunitensi Warren H. (Herb) Wagner (1920 –2000) e Florence Signaigo Wagner (1919-2019), sua moglie, specialisti di felci
(Thelocactus/ Echinocactus, Trachycarpus) in onore del cactofilo tedesco Eduard Wagner (1868-dopo 1958), socio fondatore della sezione di Stoccarda della Deutschen Kakteen-Gesellschaft
(Davallia, Mentha x nome ill., Parodia) da definire o senza indicazioni nel protologo
21744 Wagneria [Caprifoliaceae] genere dedicato ai fratelli F. e Ch. Wagner, giardinieri a Riga (Lettonia) intorno al 1850
[Begoniaceae] forma scorretta per Wageneria (vedi)
21743 wagneri, ii (Adiantum, Alkanna, Ardisia/ Graphardisia, Asplenium, Astragalus/ Tragacantha, Bulbophyllum, Croton, Lythrum, Piper, Stelis/ Pleurothallis/ Unciferia, Phegopteris, Serpocaulon/ Polypodium, Triphora/ Pogonia) in onore dell’esploratore, geografo e naturalista tedesco Moritz Friedrich Wagner (1813–1887) che viaggiò in Algeria, nel Caucaso e assai estesamente in Centro e Sud America, facendo importanti raccolte naturalistiche e elaborando una propria teoria della speciazione
(Achillea, Centaurea, Euphorbia ×/ Tithymalus, Festuca, Heliotropium, Knautia, Mentha, Rhinanthus/ Alectorolophus, Senecio/ Tephroseris) in onore del botanico e dendrologo ungherese János (Johannes) Wagner (1870-1955)
(Asarum, Cystopteris ×, Quercus x, Schizaea / Actinostachys wagneri, Thelypteris) in onore del prof. Warren "Herb" Wagner Jr. (1920-2000) dell’università del Michigan, esperto di felci
(Cyrtandra) in onore di Warren L. Wagner, curatore della botanica del Pacifico allo Smithsonian per il suo contributo alla conoscenza della flora hawaiiana e per lo studio sistematico di questo genere
(Bourreria, Peperomia) in onore di Kenneth A. Wagner, che ne fu uno dei raccoglitori durante una spedizione in Honduras del 1938
(Miconia) in onore di William Wagner di Lima che ospitò l’autore James Francis Macbride durante la sua esplorazione del Perù nell’estate del 1923
(Opuntia) In onore dell’esploratore, archeologo e naturalista francese Émile-Roger Wagner (1868-1949)
(Trichocentrum) in onore di A. Wagner che nel 1995 fece fiorire questa orchidea brasiliana a Santa Margherita (Italia)
(Acer, Berberis/ Mahonia, Caladium, Cattleya, Maranta, Salacca, Weigela x) indicazioni sul dedicatario assenti nel protologo
26765 wagenknechti, ii (Copiapoa coquimbana var., Eriosyce/ Neoporteria, Maihueniopsis/ Opuntia, Neochilenia/ Pyrrhocactus) in onore dell’entomologo e botanico cileno di origine tedesca Rodolfo Wagenknecht (1899-1985), studioso degli imenotteri cileni e raccoglitore di Cactaceae
21742 Wageneria [Begoniaceae] genere dedicato al botanico tedesco Hermann Wagener (1823-1877) che raccolse orchidee in Venezuela e Colombia
21741 Wadeana [Ascomycota] genere dedicato al botanico britannico Arthur Edward Wade (1895-1989)
21740 wadanus, a, um (Rhododendron) in onore del botanico giapponese Koichiro Wada (1911-1981), specialista del genere Rhododendron
11699 wachendorfiae (Mycosphaerella/ Paramycosphaerella) genitivo del nome generico della Wachendorfia thyrsifolia, uno degli ospiti di questo fungo (da una relazione dell'Autore)
11698 Wachendorfia [Haemodoraceae] nome legittimo, genere dedicato da Johannes Burman al botanico olandese Evert Jacob van Wachendorff (1702-1758), professore di medicina, botanica e chimica all'università di Utrecht e direttore del locale Giardino Botanico
[Commelinaceae] nome non valido, genere dedicato da Pehr Loefling allo stesso Evert Jacob van Wachendorff

Acta Plantarum - Flora delle regioni italiane - Un progetto "open source"
  Licenza Creative Commons
Acta Plantarum è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale . Tutti i diritti di Copyright © riservati agli autori se citati a cui va richiesta autorizzazione scritta per copia ed uso.    Acta Plantarum is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License . All Copyright © rights reserved by mentioned authors; written authorization to be required for copy and use.

Come citare questa pagina: Acta Plantarum, 2007 in avanti - "Etimologia dei nomi botanici e micologici". Disponibile on line (data di consultazione: 25/09/2022): https://www.actaplantarum.org/etimologia/etimologia.php?p=1&o=1,1,1,1,0,0,1,3,2,4,5&n=w
How to cite this page: Acta Plantarum, from 2007 on - "Etimologia dei nomi botanici e micologici". Available on line (access date: 25/09/2022): https://www.actaplantarum.org/etimologia/etimologia.php?p=1&o=1,1,1,1,0,0,1,3,2,4,5&n=w